sei anni di pd:cronaca di un disastro epocale

Novembre 2011. Colpo di Stato ai danni del Governo Berlusconi IV. Mario Monti sale a Palazzo Chigi sostenuto dal Pd:

a) riforma Fornero sulle pensioni e nascita del problema degli esodati;

b) abbassamento a mille euro del limite di utilizzo del denaro contante in qualsiasi tipo di transazione;

c) totale inversione dell’onere della prova a carico del contribuente;

d) seconda riforma Fornero che contrae fortemente i diritti fondamentali a tutela del lavoratore;

e) forte contrazione della domanda interna attraverso il consolidamento fiscale e la diminuzione delle importazioni (attraverso, appunto, la contrazione della domanda e quindi dei consumi);

f) voto favorevole alla ratifica del Trattato intergovernativo denominato “Fiscal Compact” (cioè zero spesa a deficit, riduzione a ritmi criminali del rapporto debito pubblico/Pil e pareggio di bilancio);

g) voto favorevole alla vile costituzionalizzazione del vincolo del pareggio di bilancio(Legge costituzionale n. 1/2012);

h) Risultati: contrazione del Pil (dal + 0,8% del 2011 al – 2,4% del 2012) e aumento del tasso di disoccupazione (dall’8,4% a poco meno del 13%).

Elezioni politiche 2013 e XVIIesima Legislatura.
Con appena il 29,55% dei voti, la coalizione di centrosinistra guidata dall’allora segretario del Pd Pier Luigi Bersani ottiene alla Camera il 55% dei seggi.
Nel gennaio 2014 la Corte costituzionale, con sentenza n. 1/2014, dichiara l’incostituzionalità della legge elettorale (il porcellum) con la quale è stata eletta la XVIIesima Legislatura (sia nella parte in cui non consentiva all’elettore di esprimere le preferenze per i candidati, sia nella parte in cui prevedeva l’applicazione di un premio di maggioranza senza prevedere anche una soglia minima di voti perché il premio possa trovare attuazione).
Nonostante la Consulta faccia espresso riferimento all’istituto della prorogatio per quello che le Camere possono fare dopo una sentenza del genere, queste continuano a legiferare come se nulla fosse successo, in palese (seppur non dichiarata) usurpazione del potere politico:

a) abrogazione dell’art. 18 dello Statuto dei lavoratori e smantellamento dei diritti fondamentali con maggiore precarizzazione del lavoro (jobs act);

b) riforma costituzionale che smantella pesi e contrappesi e costituzionalizza i vincoli esterni di matrice sovranazionale (fortunatamente bocciata dal popolo in sede referendaria);

SEGUE A BREVE

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

c) invasione incontrollata di centinaia di migliaia di migranti economici con conseguente aumento di fenomeni di violenza e criminalità, arrivando ad un passo dal totale scollamento della tenuta civile del Paese;

d) totale menefreghismo nei confronti dei terremotati a seguito dei due sisma del 2016;

e) maggiore incisività della pignorabilita’ diretta dei conti correnti di cittadini e imprese da parte di Agenzia delle Entrate (senza passare dal controllo di un giudice);

f) finta soppressione di Equitalia con trasferimento di funzioni e personale ad “Agenzia delle entrate riscossione”, dotata di strumenti di maggiore controllo ed invasione rispetto ad Equitalia;

g) tentativo di approvazione delle cosiddette “step child adoption” che consentono l’adozione di minori da parte di persone dello stesso stesso, nonostante il parere contrario di parecchi psicologi e psichiatri (tentativo fallito);

h) graduale superamento dei simboli della tradizione cristiana attraverso una continua azione di moral suasion nei confronti di scuole ed uffici pubblici affinché vengano gradualmente soppressi crocifissi, presepi e manifestazioni legate alla religione cattolica;

i) tentativo di regalare la cittadinanza italiana a circa 800.000 immigrati attraverso gli strumenti dello Ius Soli e dello Ius Culturae, in modo da recuperare un consenso elettorale definitivamente perso da parte degli italiani (provvedimento approvato alla Camera e arenatosi al Senato);

l) tentativo di approvazione del cosiddetto ddl sulle “fake news” in modo da zittire il dissenso sulla rete e sui social network (provvedimento arenatosi al Senato);

m) incessante campagna denigratoria contro chi difende i concetti di Sovranità, Patria e interesse nazionale, arrivando ad aggettivare i cosiddetti “sovranisti” in razzisti, xenofobi e fascisti;

n) diffusione, attraverso i mezzi di stampa a proprio servizio, di *** totalmente false su eventuali catastrofismi nel caso in cui l’Italia uscisse dall’euro. Continui ed incessanti inviti ad illegittime ed ulteriori cessioni di sovranità;

o) aver espresso tre presidenti del consiglio dei ministri consecutivi (Letta, Renzi e Gentiloni) privi di qualsiasi legittimazione democratica;

p) tentativo di introduzione di norme liberticide che vietano addirittura di vendere prodotti con immagini raffiguranti Benito Mussolini o la simbologia del periodo fascista (“Legge Fiano“, approvata alla Camera ma arenatasi al Senato);

q) finta abolizione dello strumento giacobino degli studi di settore. Nonostante la previsione da parte della legge di bilancio 2017, l’attuazione del superamento è stata rinviata (per la seconda volta) al 2019;

r) introduzione del bail-in (dopo averlo votato anche in sede europea). Aver destinato 20 mld di euro in aiuto delle banche e aver abbandonato migliaia di piccoli obbligazionisti che hanno perso tutti i loro risparmi;

s) aver dato la disponibilità (Governo Gentiloni) all’adesione da parte dell’Italia all’introduzione del Fiscal Compact all’interno del diritto derivato dell’Ue (proposta Juncker);

t) Aumento esponenziale del numero dei cittadini italiani che versano in condizioni di povertà assoluta: nel 2016 si è toccata quota 4.740.000;

u) Risultati: nonostante il Quantitative Easing di Draghi, gli incentivi per la decontribuzione e la riduzione del prezzo del petrolio, il Pil negli ultimi tre anni è salito – per ciascun anno – ben al di sotto il 2%, con il tasso di disoccupazione inchiodato poco sopra l’11% (nel 2011, all’atto del Colpo di Stato, era all’8,4%)…

…e tante altre nefandezze e fallimenti. Il tutto contro la democrazia, la Costituzione e il popolo italiano.

Nemmeno un bollettino di guerra avrebbe registrato un simile disastro.

Nel frattempo il Partito Democratico, di cui è segretario Matteo Renzi, si è spaccato. È nata a sinistra una costola chiamata “Liberi e Uguali” della quale fanno parte i leader del Pd del passato (Bersani, D’Alema etc), che hanno contribuito fattivamente ai disastri di cui sopra.

A marzo si vota. Con l’auspicio, per il bene del Paese, che Pd e cespugli gravitazionali non vadano al governo per almeno i prossimi vent’anni.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, director12 ha scritto:

c) invasione incontrollata di centinaia di migliaia di migranti economici con conseguente aumento di fenomeni di violenza e criminalità, arrivando ad un passo dal totale scollamento della tenuta civile del Paese;

d) totale menefreghismo nei confronti dei terremotati a seguito dei due sisma del 2016;

e) maggiore incisività della pignorabilita’ diretta dei conti correnti di cittadini e imprese da parte di Agenzia delle Entrate (senza passare dal controllo di un giudice);

f) finta soppressione di Equitalia con trasferimento di funzioni e personale ad “Agenzia delle entrate riscossione”, dotata di strumenti di maggiore controllo ed invasione rispetto ad Equitalia;

g) tentativo di approvazione delle cosiddette “step child adoption” che consentono l’adozione di minori da parte di persone dello stesso stesso, nonostante il parere contrario di parecchi psicologi e psichiatri (tentativo fallito);

h) graduale superamento dei simboli della tradizione cristiana attraverso una continua azione di moral suasion nei confronti di scuole ed uffici pubblici affinché vengano gradualmente soppressi crocifissi, presepi e manifestazioni legate alla religione cattolica;

i) tentativo di regalare la cittadinanza italiana a circa 800.000 immigrati attraverso gli strumenti dello Ius Soli e dello Ius Culturae, in modo da recuperare un consenso elettorale definitivamente perso da parte degli italiani (provvedimento approvato alla Camera e arenatosi al Senato);

l) tentativo di approvazione del cosiddetto ddl sulle “fake news” in modo da zittire il dissenso sulla rete e sui social network (provvedimento arenatosi al Senato);

m) incessante campagna denigratoria contro chi difende i concetti di Sovranità, Patria e interesse nazionale, arrivando ad aggettivare i cosiddetti “sovranisti” in razzisti, xenofobi e fascisti;

n) diffusione, attraverso i mezzi di stampa a proprio servizio, di *** totalmente false su eventuali catastrofismi nel caso in cui l’Italia uscisse dall’euro. Continui ed incessanti inviti ad illegittime ed ulteriori cessioni di sovranità;

o) aver espresso tre presidenti del consiglio dei ministri consecutivi (Letta, Renzi e Gentiloni) privi di qualsiasi legittimazione democratica;

p) tentativo di introduzione di norme liberticide che vietano addirittura di vendere prodotti con immagini raffiguranti Benito Mussolini o la simbologia del periodo fascista (“Legge Fiano“, approvata alla Camera ma arenatasi al Senato);

q) finta abolizione dello strumento giacobino degli studi di settore. Nonostante la previsione da parte della legge di bilancio 2017, l’attuazione del superamento è stata rinviata (per la seconda volta) al 2019;

r) introduzione del bail-in (dopo averlo votato anche in sede europea). Aver destinato 20 mld di euro in aiuto delle banche e aver abbandonato migliaia di piccoli obbligazionisti che hanno perso tutti i loro risparmi;

s) aver dato la disponibilità (Governo Gentiloni) all’adesione da parte dell’Italia all’introduzione del Fiscal Compact all’interno del diritto derivato dell’Ue (proposta Juncker);

t) Aumento esponenziale del numero dei cittadini italiani che versano in condizioni di povertà assoluta: nel 2016 si è toccata quota 4.740.000;

u) Risultati: nonostante il Quantitative Easing di Draghi, gli incentivi per la decontribuzione e la riduzione del prezzo del petrolio, il Pil negli ultimi tre anni è salito – per ciascun anno – ben al di sotto il 2%, con il tasso di disoccupazione inchiodato poco sopra l’11% (nel 2011, all’atto del Colpo di Stato, era all’8,4%)…

…e tante altre nefandezze e fallimenti. Il tutto contro la democrazia, la Costituzione e il popolo italiano.

Nemmeno un bollettino di guerra avrebbe registrato un simile disastro.

Nel frattempo il Partito Democratico, di cui è segretario Matteo Renzi, si è spaccato. È nata a sinistra una costola chiamata “Liberi e Uguali” della quale fanno parte i leader del Pd del passato (Bersani, D’Alema etc), che hanno contribuito fattivamente ai disastri di cui sopra.

A marzo si vota. Con l’auspicio, per il bene del Paese, che Pd e cespugli gravitazionali non vadano al governo per almeno i prossimi vent’anni.

 

 

A marzo si vota.Dopo questa lista di disastri continuate a votare PD.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ventanni   di   piduismo  e  celodurismo  non  possono essere  cancellati  da  sei  anni   di   altri  governi  che   sono  illegittimi  come   lo sono  stati  tutti  i  precedenti  direi   dal momento   che  l' Italia   è  diventata   Repubblica  è con  la  legge   della  costituzione  che  si  nominano  i  governi...   e  direi  specialmente   quelli  del  pregiudicato    che  nell'ultimo tornata  ha   governato  con  la  legge  elettorale   porcata  ma   nessun  maldestro  o  similare   si  è  mai   posto il  problema ...

Tranquilli   tra  un  po  torna  il  pregiudicato  piduista , lui  si   che   ci sa  fare   a  portare  l'  Italia  veramente  al  disastro ,  già  provato ed  è scappato    come   quel  Re  o  il dittatore   non  sapendo  più  che  pesci  pigliare...  ma  negava  ai  quattro  venti  la  crisi.

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quando la lega aveva una banca.

safe_image.php?d=AQAlVx3uKvRULcE5&w=476&
Vi ricordate quando il Carroccio voleva un suo istituto di credito? Vi ricordate che finì nei guai per problemi molto simili a quelli di Banca Etruria? E vi ricordate chi salvò la banca e perché? No? Ecco perché date ancora retta a Salvini!
 
nextquotidiano.it
 
 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Hai trascurato molte cose, direttoretto analizzando il disastro epocale dei governi del Pd. Un disastro, lo dico all'amico Los, almeno altrettanto grave di quello attribuibile ai governi del Delinquente.  Il quale aveva le aggravanti del conflitto d'interessi (problema peraltro mai risolto dal centrosinistra quando ha avuto la possibilità e il dovere di risolverlo) e degli scandali privati, ma governava con un mandato popolare e senza essere delegittimato da sentenze della Consulta. Hai trascurato per esempio l'inaudita, gravissima menzogna di un presidente del Consiglio che si permette di personalizzare un referendum sulla Costituzione, che promette agli elettori e al parlamento di lasciare la politica in caso di sconfitta e che poi si rimangia la promessa senza nemmeno chiedere scusa. Si può pensare (sbagliando) tutto il bene possibile di Renzi, ma nessuno, ripeto nessuno, può dubitare che sia un grandissimo maleducato, il premier più arrogante e più irrispettoso delle istituzioni e del popolo sovrano di tutta l'era repubblicana. Hai trascurato la dissennata politica di questi governi abusivi sull'ambiente e sulla green economy, un netto e oggettivo passo indietro perfino rispetto ai governi della destra. Hai trascurato il disastro della (cosiddetta) buona scuola, con il vergognoso sfruttamento di milioni di studenti costretti a lavorare gratis, talora in posti sporchi, pericolosi e spesso senza una correlazione con il percorso di studi.  Pochi giorni fa c'è stato il primo grave infortunio sul lavoro di uno di questi studenti: è caduto da una gru ed è vivo per miracolo. Hai trascurato i voti di fiducia imposti alla maniera fascista per costringere il parlamento ad approvare due leggi elettorali una peggiore dell'altra (la prima è stata già affossata dalla Consulta). Hai trascurato l'accordo capestro stipulato con l'Europa e denunciato da Emma Bonino che ci vincola a far sbarcare nei nostri porti anche i migranti raccolti da navi straniere. Nonché l'accordo capestro stipulato con la Nato che ci vincola a raddoppiare o quasi la nostra spesa militare in pochi anni. Hai trascurato il plateale tradimento del programma elettorale e dell'alleato del 2013, alleato i cui voti furono decisivi per il bonus di maggioranza alla Camera senza il quale molto difficilmente il Pd avrebbe completato la legislatura. Hai trascurato l'occupazione della Rai, mai, ripeto mai, nella sua storia così smaccatamente filogovernativa. Hai trascurato la legge vergogna sulla responsabilità civile dei magistrati, hai trascurato tantissime altre malefatte. Eccoti l'ultima in ordine di tempo. Sembra una piccolezza ma è anche con queste marchette elettorali che si battono i record del debito pubblico:

http://www.repubblica.it/politica/2017/12/26/news/manovra_tre_milioni_per_una_societa_di_informatica_sconosciuta_esposito_pd_marchetta_-185255874/

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 P.S. dimenticavo una porcata che non può essere dimenticata. L'incredibile, impensabile, vergognoso "salvataggio" in parlamento del ladro Minzolini, con una maggioranza trasversale comprendente anche voti piddini, che disapplica una legge dello Stato e non dichiara decaduto il senatore ladro. Un fatto di una gravità inaudita, un precedente pericoloso per lo Stato di diritto, una Casta partitocratica che osa porsi al di sopra della legge. Ma anche un gentile regalo al delinquente Berlusconi e ai suoi avvocati che, come avevo facilmente previsto a suo tempo, hanno portato quel precedente davanti alla Corte di Strasburgo per convincerla a restituire la piena agibilità politica al pregiudicato ex cavaliere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, director12 ha scritto:

Novembre 2011. Colpo di Stato ai danni del Governo Berlusconi

Nessun colpo di stato....il berlu dovette scappare, come fece il suo antico predecessore, perchè l'Italia era sull'orlo del disastro, solo cosi un tizio come lui avrebbe accettato di andarsene alla chetichella, altrimenti avrebbe chiesto l'aiuto dei suoi sostenitori, che sostenendolo nelle sue leggi su misura lo avrebbero sostenuto anche allora, ma era meglio l'asciare il danno agli altri per via di diverse logiche....comunque ormai sono pronti per ritornare e disastrare l'Italia un altra volta....non mi pare che i fasci abbiano mai fatto altro.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963