NUOVA UDIENZA NUOVO RICOVERO

Inviata (modificato)

QUANDO  LE  UDIENZE  IN  TRIBUNALE   CADONO  SEMPRE  MENTRE   IL PREGIUDICATO PIDUISTA  STA  MALE   questi  giudici   rossi   sono  proprio accaniti  .... Certo  come  si  può   giudicare   uno  che  " PROTESSE "  la  nipote  di Mubarak  

https://notizie.virgilio.it/silvio-berlusconi-ricoverato-1474953

Silvio Berlusconi ricoverato ancora in ospedale: cosa è successo

Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, è stato ricoverato ancora una volta al San Raffaele

 

 

 

 

Modificato da pm610
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

A pensar male si fa peccato e non sempre si indovina. Può darsi che il delinquente si ammali sul serio quando arrivano le sue udienze processuali. Ricordiamoci come sudava freddo quella volta che si ritrovò in aula al cospetto di Ilda Boccassini. Poi disse che aveva un impegno istituzionale e andò via. Altri 5 minuti davanti alla "tigre" e l'avrebbero prelevato con l'ambulanza. Un'altra plausibile spiegazione di queste coincidenze è di tipo statistico. I suoi processi  sono tuttora così tanti che le udienze processuali potrebbero in effetti accavallarsi con la sue degenze ospedaliere. Cose che capitano, a una certa età, a chi ne hai fatte più di Bertoldo in Francia e non ha condotto un'esistenza del tutto sana e tranquilla. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Zangrillo  che  ci  dirà  che  l'epidemia   è  sconfitta   ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il berlu...la perfetta fe..te..nzia....senza divulgarsi sul fatto che i fasci lo hanno eletto loro capo....le sue bugie furono assunte come verità fondamentali, erano sempre condite dal vittimismo..adesso gli rimane solo la "pratica"..farsi ricoverare....si dice che chi ha paura abbia la coscienza sporca....xDxD...uno come lui avrà certo la coscienza, poi controllarne il candore....xD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

UN ANNIVERSARIO IMPORTANTE PER LA REPUBBLICA: 10 ANNI FA 314 DEPUTATI VOTAVANO PER RUBY!LA CLASSE DIRIGENTE ITALIANA (FORZA ITALIA, LEGA, MELONI) E L’ARTE DI STRISCIARE La memoria delle pagine più alte, nobili, eticamente elevate della nostra storia è fondamentale per costruire una solida identità collettiva. IL 10 Maggio del 2010 l’allora diciassettenne Karima El Maroug, detta Ruby Rubacuori per le sue sinuose capacità seduttive, venne arrestata dalla polizia di Milano per il furto di 3000 euro. L’allora capo del governo Silvio Berlusconi, uomo probo e mosso da pietà cristiana, rivelò la sua autentica predisposizione alla compassione: chiamò il capo della polizia e gli chiese di liberare la ragazza, perché, acuto osservatore, sapeva essere la nipote del presidente egiziano Hosni Mubarak. Berlusconi, novello Tayllerand, sapeva tutelare gli interessi della Nazione. Scaltro e perspicace. La ragazza era marocchina e Mubarak egiziano, ma, si sa, questi sono dettagli da pedanti topi da biblioteca. Per risolvere questa intricata crisi internazionale Ruby venne affidata a Nicole Minetti, la consigliera lombarda, astuta e sagace esperta diplomatica. La Minetti fece una carriera politica fulminante. Igienista dentale, fu messa nel listino della lista Formigoni nel 2010 ed eletta consigliera regionale per un indubbio e folgorante talento politico. La consigliera regionale, recuperata la minorenne Ruby dalla polizia, invece che prendersene cura, la riportò dalla prostituta brasiliana Michelle Conceicao de Oliveira, con la quale la ragazza già conviveva. Nel 2018 Minetti è stata condannata a 2 anni e 10 mesi per favoreggiamento della prostituzione da giudici sicuramente comunisti, privi della giusta riconoscenza nei confronti di chi seppe salvare il paese in quel frangente così delicato per la sacra patria.Ma cosa successe 10 anni fa? 314 deputati, si suppone in scienza e coscienza, votarono, sostenendo che Ruby la notte del maggio 2010 era per lo Stato italiano la nipote di Mubarak e che le sette telefonate di Berlusconi in Questura a Milano per farla rilasciare erano telefonate di Stato. Quindi i trecentoquattordici chiesero alla Corte Costituzionale, a nome del Parlamento italiano, di stabilire che quelle telefonate, nella improbabile ipotesi che fossero reato, dovessero giudicate dal Tribunale dei Ministri e non dal Tribunale di Milano.Ammettendo anche che mentissero sapendo di mentire, che considerassero ridicolo che questa candida diciasettenne marocchina, che frequentava il Bunga bunga e viveva con una prostituta, fosse la nipote di Mubarak, con questo voto dimostrarono un profondo senso dello Stato, un innato amore per le istituzioni. Per questo è giusto ricordarli. Votarono sì Lega, Forza Italia e anche Giorgia Meloni, eroi patri capaci di sacrificare la verità per garantire la pace, per consegnarci un equilibrio geopolitico allora in pericolo. Cambiando registro, passando dal comico al tragico, dobbiamo ricordare che dopo 10 anni, molti di questi 314 squallidi figuri, capaci di infangare il nostro paese con questo voto, sono ancora in parlamento e, alcuni, sono al governo. Le nostre istituzioni erano abitate da sudditi del Sultano, che esercitavano quella che il barone D’Holbach chiamava "l’arte di strisciare". Un anniversario importante e tragico, che dimostra la bassezza di quella che è ancora la nostra classe dirigente.

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 colpa  dei  magistrati   che  fanno arrivare   alla  prescrizione  ,  il  processo lo facciano in  contumacia  ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Prossimo ricovero per berlusconi è il 23 aprile... accetto ***.
😅😅😅

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963