IMPERDIBILE

28 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Urka !! I due più idio ti del forum (la Sanchina ed il Cazzaro napoletano , nda) si sono chiesti vicendevolmente e  autogratificarsi vicendevolmente con il 👍,  del il post e’ mio oppure copiaincollato da altro autore . Quando dico che sono due ebe ti oltre che idio ti , io , lo dimostro sempre . Come in questo caso : Basta leggere il mio post del 6/4/2022 ore 14,36 , dove , testualmente scrivo :” Preferisco postare un articolo che condivido senza se e senza ma “. Ci potevano essere dubbi ??  Certo che no !! Ahahahahahaha

Ma certo che preferisce, ridicola marketta pisana. Con la crusca che si ritrova nella zucca, l'unica cosa che le rimane da fare è il copia e incolla.

È per questo che i forumisti la considerano la più intelligente delle intellettuali del forum.

A proposito: ha poi scovato dove sono finiti gli atti che dimostrano che Leopoldino si è pagato il viaggio a Dubai? Ed è riuscito a trovare tutti i giornali che spiegano che Leopoldino non c'entra nulla con la defenestrazione di Letta?

No? Non ha trovato nulla? Non si preoccupi la compatiamo lo stesso.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

47 messaggi in questa discussione

18 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

 

 

modulo_B | La Buona Strada

 

Carissimo Risata di Montagna - tramite don Tallero / Palanca (il parroco della mia borgata) sono riuscito a sapere che il Suo Amico Toscano (quello che abita vicino alla Torre Storta) da piccolo ha frequentato la parrocchia, .... solo da piccolo, ed ho reperito il certificato di battesimo ... aveva tre giorni .....

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Da piccola vorrà dire sig. Auto da sabbia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

Da piccola vorrà dire sig. Auto da sabbia.

 

Passeggino moderno... | Passeggini, Carrozzine per neonati, Cose per bambini

la prima automobilina nel periodo della scuola guida

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Scegli i migliori passeggini: guida all'acquisto | Trovaprezzi.it

la bimba cresce ed inizia a "spingere"

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Bambini che giocano a fare i dottori | Immagini divertenti, Divertente,  Immagini divertenti bambino

 

servizio militare come volontariato civile

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

 

Scegli i migliori passeggini: guida all'acquisto | Trovaprezzi.it

la bimba cresce ed inizia a "spingere"

 

La bimba è cresciuta molto, a parte la testina che usa solo per separare gli orecchini, sig auto da sabbia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Bambino geloso del suo amico che viene baciato da una bambina | Divertente,  Battute divertenti, Battute esilaranti

io iniziavo a mangiare la pappa da solo senza sbrodolare

ma la "signorina" faceva già le sue conquiste

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
32 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

 

Bambini che giocano a fare i dottori | Immagini divertenti, Divertente,  Immagini divertenti bambino

 

servizio militare come volontariato civile

 

BELLISSIMA   IMMAGINE !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ricordiamo tutti che dopo il MES (sul quale il tappetaro non ha più fiatato dopo l'avvento di Draghi), uno dei pretesti più usati dal demolition man per accoltellare politicamente Conte era la necessità e l'urgenza di realizzare il faraonico e inutile ponte sullo Stretto, tanto caro anche ai berluscones e ai colossi industriali delle costruzioni.

Ebbene, Scanzi riporta nel suo libro un commento illuminante su questo pretesto:

"Se Conte si fosse vestito da muratore e avesse detto vado a costruire il ponte sullo Stretto, Renzi avrebbe detto che bisognava farne uno anche in Sardegna. Credo che Conte abbia fatto bene a rispondere come ha risposto". 

La frase è di Romano Prodi. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Ricordiamo tutti che dopo il MES (sul quale il tappetaro non ha più fiatato dopo l'avvento di Draghi), uno dei pretesti più usati dal demolition man per accoltellare politicamente Conte era la necessità e l'urgenza di realizzare il faraonico e inutile ponte sullo Stretto, tanto caro anche ai berluscones e ai colossi industriali delle costruzioni.

Ebbene, Scanzi riporta nel suo libro un commento illuminante su questo pretesto:

"Se Conte si fosse vestito da muratore e avesse detto vado a costruire il ponte sullo Stretto, Renzi avrebbe detto che bisognava farne uno anche in Sardegna. Credo che Conte abbia fatto bene a rispondere come ha risposto". 

La frase è di Romano Prodi. 

Povero Cazzaro !! Non si smentisce mai !! Se non scrive post patetici pieni di bufale e menzogne non riesce ad aprire bocca . Ed allora mi tocca intervenire per ristabilire la verità . Prendiamo il post di cui sopra e sbugiardiamolo .  Iniziamo dal MES nonostante che il Cazzaro napoletano faccia finta di non sapere il perché questo Governo , al momento , non intende usufruire del finanziamento europeo e “trovi “ una occasione di critica verso Renzi . Quando quest’ultimo chiese di poterne usufruire per finanziare la Spesa Sanitaria , governava Conte . Conte era un patetico esecutore e fantoccio  degli ordini che gli venivano impartiti dagli scappati da casa 5S sempre dichiariatisi contrari al MES. A supporto del suo post , il Cazzaro cita , sul problema MES , alcuni passi che Scanzie riporta nel suo libretto e che il Cazzaro e’ stato il terzo ad avere acquistato ( ahahahahahah , ma vi rendete conto ?? Scanzie !! ). Spieghiamo . Essendo la spesa sulla Sanità indifferibile , prendendo il finanziamento europeo per 30 miliardi circa , lo Stato avrebbe risparmiato ben 480 milioni di interessi rispetto alla stessa cifra che il M5S voleva ricavare dalla vendita dei titoli sul mercato . E’ bastato solo il nome di Draghi e con la sua enorme autorevolezza in Europa rispetto a quella dell’Avvocaticchio pugliese , che lo spread e’ diminuito di 30 punti base circa . E siccome sullo spread , lo Stato Italiano ci pagha gli interessi , il risparmio sugli stessi , rende non più indispensabile , al momento , ricorrere  al MES ( cosi come anche gli economisti seri e non ...Scanzie hanno affermato , nda). Il Ponte sullo Stretto : Il Pulcinella Partenopeo , ci informa che questa opera serve solo per far “arricchire “ i soliti pescecani delle Costruzioni ( chissà chi ha informato il Cazzaro .  Scanzie ?? Calandrino ??). A supporto di ciò , il Cazzaro , sempre attingendo dalle frasi di Scanzie nel suo libro , conclude il post cercando di far passare Prodi come contrario all’opera . Lo fa , rimarcandolo , per far notare agli storioni ed agli studenti della Barber Shop University , che anche Prodi e’ in netto disaccordo con Renzi . E’ la solita panzana e bufala che il pulcinella partenopeo e’ uso inserire nei suoi patetici post . E lo dimostro : 
« In una audizione alle commissioni Trasporti e Lavori pubblici del Parlamento, l’allora presidente dell’Iri Romano Prodi chiedeva l’approvazione urgente di un decreto legge per realizzare il Ponte tra Sicilia e Calabria e recuperare così «una cultura delle grandi opere pubbliche che si è persa negli ultimi anni». Nel 1985, governo Craxi, Romano Prodi è il grande sponsor del progetto. Altri tempi, altre preoccupazioni. Non quelle ambientaliste, ma gli interessi più concreti dell’Iri, proprietaria del 51 per cento della Società Stretto di Messina, a capitale pubblico (Ferrovie, Anas, regioni Sicilia e Calabria), costituita nel 1971 con un fine: il Ponte. L’Iri partecipa alla società direttamente con il 3%, e attraverso Italstat e Finsider con un rispettivo 24%. C’è un dettaglio. La Finsider produce acciaio, materiale piuttosto utile se si deve costruire un ponte lungo 3 chilometri, di strada e ferrovia.
Ed è lo stesso presidente dell’Iri Prodi, infaticabile ambasciatore presso i palazzi della politica della grande opera «meridionalista», a spiegarlo in un’intervista a Panorama . Lo ricorda Donatella Marino sul settimanale. «La posa della prima pietra avverrà al più presto. Non sarà certo l’Iri a porre ostacoli a un’opera definita all’unanimità dal nostro Parlamento “di prevalente interesse nazionale”. Qualunque sia la tipologia scelta, ponte o tunnel sottomarino, dovrà fare uso abbondante di acciaio e quindi Finsider avrà un ruolo importante». Ponte o tunnel sottomarino, Prodi è flessibile, purché si faccia. Perché i vantaggi di un collegamento sono evidenti: «La Sicilia è fortemente ostacolata da questa barriera naturale - spiega Prodi -. Con un collegamento stabile i costi di trasporto calerebbero del 13 per cento, senza parlare della maggiore rapidità degli spostamenti. Anche per l’economia calabrese i vantaggi sarebbero naturalmente molti e importantissimi». A sostegno della sua tesi Prodi porta valanga di cifre: «Il risparmio di tempo per un automobilista è di 40 minuti, 35 per autocarro e 92 per il treno. Nel 2015 transiteranno sul Ponte 12 milioni e 621mila autovetture e 295mila carrozze ferroviarie».
Un mese prima, intervistato dal Tg1, il capo dell’Iri aveva espresso le stesse idee. Parlando «da economista» su disoccupazione e competitività, Prodi descrive il Ponte sullo Stretto, insieme al potenziamento della rete autostradale e delle telecomunicazioni, come «una grande opera di interesse collettivo, indispensabile perché il nostro sistema economico possa concorrere con le altre nazioni».
E ancora Prodi, sempre alla guida della holding di Stato, si spende per la realizzazione del Ponte, grazie al quale «l’Italia si accorcerebbe di 240 chilometri». Convinzione che mantiene  mettendolo anzi tra le priorità dei primi 100 giorni di governo, sempre In un’intervista a Panorama . Prodi dipinge l’Italia : un grande cantiere, in particolare per il Sud. Il Ponte? «Certo, il Ponte. O se fosse più sicuro, un tunnel sottomarino».     Ecco qua servito e bastonato il Bufalaro e Panzanaro nonché Cazzaro napoletano Fosforuccio 311 ....volte Ebe te . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Prodi ha detto anche questo:

Romano Prodi: "Se Conte vuole fare il Ponte sullo Stretto, Renzi chiede quello con la Sardegna"

“Renzi è come Bertinotti, vuole solo rompere”. Romano Prodi - ospite di “Di Martedì” su La7 - ha paragonato il leader di Italia Viva a Bertinotti che fece cadere il suo governo. E sintetizza così le richieste dell’ex rottamatore al premier: "Se Conte dicesse di essere pronto a vestirsi da muratore e di andare subito a costruire il Ponte sullo stretto, Renzi direbbe che bisogna anche fare il Ponte per la Sardegna".
HuffPost

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Prodi 26 maggio 2006 disse anche questo ridicola marketta pisana.

Prodi: "Il Ponte sullo Stretto?
Non è una priorità del Paese"

 

PALERMO - "Il ponte lo vedrà mio figlio: non vedo il ponte come un demonio ma le priorità sono altre, devono essere compatibili con le risorse, che sono quello che sono". Il presidente del Consiglio Romano Prodi, a Palermo per una manifestazione elettorale in favore di Rita Borsellino, torna su uno degli argomenti più dibattuti da quando il nuovo governo si è insediato. Ribadisce anche che le elezioni amministrative "non sono un test per il governo", e replica - con ironia - alle dichiarazioni rilasciate ieri a Napoli da Silvio Berlusconi: "Ho vinto le elezioni, mi dispiace e gli chiedo scusa".

Il ponte e le priorità. In quanto al ponte sullo Stretto, Prodi sottolinea come ci siano altre priorità. "Il ponte lo vedrà mio figlio ... Ho visto che sono state tirate fuori interviste su questo argomento di quando ero presidente dell'Iri. Non mi sono pentito, non ho nulla contro il ponte, ma quando vedo che non c'è un "autostrada che ci arriva, e quando so che a Palermo l'acqua arriva razionata, e le ferrovie sono quello che sono, mi chiedo quali siano le priorità".

 

Ma che pirlona che è la ridicola marketta pisana.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ahahahahaha , povera Sanchina !! Le dispiace indicarmi , negli articoli indicati , dove e’ scritto che Prodi e’ contrario al Ponte sullo Stretto ?? Mhmhmhmhm mi sa che non ci riuscirà . Nel contempo mi auguro che abbia con se un cambio di mutandina brasiliana ...!! Sporcacciona 💩

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

16 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ahahahahaha , povera Sanchina !! Le dispiace indicarmi , negli articoli indicati , dove e’ scritto che Prodi e’ contrario al Ponte sullo Stretto ?? Mhmhmhmhm mi sa che non ci riuscirà . Nel contempo mi auguro che abbia con se un cambio di mutandina brasiliana ...!! Sporcacciona 💩

Ha detto che lo vedrà suo figlio, ridicola marketta pisana, prima ci sono un sacco di cose da fare.

Sono state fatte?

Le mutande le cambi lei che si fa la pipì addosso causa incontinenza , altrimenti il marito Alessandro si arrabbia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Dopo le "perplessità" sul ponte espresse dal ministro Cingolani (Transizione ecologica), è intervenuto il ministro Giovannini (Infrastrutture) a tagliare la testa al toro. Il ponte sullo Stretto non può essere inserito nel PNRR finanziato con i fondi europei del Recovery Plan. Il motivo - spiega il prof. Giovannini - è molto semplice. Esiste una clausola, "non negoziabile e non emendabile", per cui i lotti finanziati con i fondi europei devono essere completati e in esercizio, cioè fruibili dal pubblico, entro e non oltre il 2026. Ed è impensabile - aggiungo io - eccetto che dagli incompetenti assoluti come il demolition man, che noi si possa completare un'opera del genere entro quella data. Il nuovo ponte di Genova è stato inaugurato dopo poco più di 13 mesi dalla posa della prima pietra (esclusi quindi gli studi preliminari e la progettazione). Ma si è trattato di un'esecuzione eccezionalmente rapida, per le ragioni che è superfluo ricordare: un caso più unico che raro nel settore dei lavori pubblici in Italia, almeno in questo secolo. Il ponte sullo Stretto sarebbe un opera di un altro ordine di grandezza per dimensioni, complessità, difficoltà. Un'opera senza eguali al mondo. Il precedente progetto prevedeva 5 anni e 10 mesi di lavori, stima molto probabilmente ottimistica. Ma era un progetto datato (2005) e l'appalto è decaduto, quindi bisognerà procedere a una nuova gara con gli opportuni tempi necessari per elaborare i nuovi progetti. Diciamo che entro il 2026 potremmo completare i due giganteschi  piloni e gli altri lavori preliminari sulla terraferma. Ma non vedo perché si debbano escludere alternative alla problematica soluzione del ponte sospeso a campata unica, in primis il tunnel flottante sottomarino o ponte di Archimede. Quello che è certo è che il demolition man fece cadere il governo Conte con una pretesa e un pretesto del tutto CAMPATI IN ARIA. 

https://www.fanpage.it/politica/giovannini-dice-che-il-ponte-sullo-stretto-di-messina-non-verra-inserito-nel-recovery-plan/

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Chi parla di ponte sullo stretto : delle due una , o é ignorante oppure nella consapevole malafede !

Per gli ignoranti , il mare Ionio contiene un altissimo concentrato di sali di iodio che corrodono anche l'acciaio . Di manutenzione costerebbe come rifarlo ad anni alterni !!! Infilatevelo bene nelle testoline !!!!

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Dopo le "perplessità" sul ponte espresse dal ministro Cingolani (Transizione ecologica), è intervenuto il ministro Giovannini (Infrastrutture) a tagliare la testa al toro. Il ponte sullo Stretto non può essere inserito nel PNRR finanziato con i fondi europei del Recovery Plan. Il motivo - spiega il prof. Giovannini - è molto semplice. Esiste una clausola, "non negoziabile e non emendabile", per cui i lotti finanziati con i fondi europei devono essere completati e in esercizio, cioè fruibili dal pubblico, entro e non oltre il 2026. Ed è impensabile - aggiungo io - eccetto che dagli incompetenti assoluti come il demolition man, che noi si possa completare un'opera del genere entro quella data. Il nuovo ponte di Genova è stato inaugurato dopo poco più di 13 mesi dalla posa della prima pietra (esclusi quindi gli studi preliminari e la progettazione). Ma si è trattato di un'esecuzione eccezionalmente rapida, per le ragioni che è superfluo ricordare: un caso più unico che raro nel settore dei lavori pubblici in Italia, almeno in questo secolo. Il ponte sullo Stretto sarebbe un opera di un altro ordine di grandezza per dimensioni, complessità, difficoltà. Un'opera senza eguali al mondo. Il precedente progetto prevedeva 5 anni e 10 mesi di lavori, stima molto probabilmente ottimistica. Ma era un progetto datato (2005) e l'appalto è decaduto, quindi bisognerà procedere a una nuova gara con gli opportuni tempi necessari per elaborare i nuovi progetti. Diciamo che entro il 2026 potremmo completare i due giganteschi  piloni e gli altri lavori preliminari sulla terraferma. Ma non vedo perché si debbano escludere alternative alla problematica soluzione del ponte sospeso a campata unica, in primis il tunnel flottante sottomarino o ponte di Archimede. Quello che è certo è che il demolition man fece cadere il governo Conte con una pretesa e un pretesto del tutto CAMPATI IN ARIA. 

https://www.fanpage.it/politica/giovannini-dice-che-il-ponte-sullo-stretto-di-messina-non-verra-inserito-nel-recovery-plan/

Sei il solito falsario !! Giovannini non ha affatto detto di essere contrario al Ponte sullo ne, tantomeno , che non verrà realizzato . Afferma che e’ solo la tempistica che e’ inconpatibile. Dopodiché , di quel che aggiungi te ,  non ce ne può importare un caz.z.o perché non sei nessuno . Allo scopo riporto fedelmente e testualmente le parole del Ministro : 

 

di Michele Bruno – “Quanto alla realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina, ho già avuto modo di evidenziare come la complessità dell’opera non risulti compatibile con la tempistica di realizzazione degli interventi ammissibili a finanziamento con le risorse del PNRR”. Così si è espresso il ministro delle Infrastrutture e mobilità sostenibili Enrico Giovanninirispondendo al Question Time alla Camera.

“Ad ogni modo, al fine di velocizzare l’attraversamento dello Stretto di Messina, recentemente evidenziata nelle risoluzioni approvate dal Parlamento in relazione alla proposta di PNRR, confermo che sono in corso gli approfondimenti necessari sulle diverse soluzioni”.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il ponte richiederebbe una continua e costante verniciatura 360 giorni l'anno.

Una manna per i produttori di vernici.

Ma questo per i costruttori sarebbe un problema secondario e comunque verrebbe ben pagato

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Sei il solito falsario !! Giovannini non ha affatto detto di essere contrario al Ponte sullo ne, tantomeno , che non verrà realizzato . Afferma che e’ solo la tempistica che e’ inconpatibile. Dopodiché , di quel che aggiungi te ,  non ce ne può importare un caz.z.o perché non sei nessuno . Allo scopo riporto fedelmente e testualmente le parole del Ministro : 

 

di Michele Bruno – “Quanto alla realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina, ho già avuto modo di evidenziare come la complessità dell’opera non risulti compatibile con la tempistica di realizzazione degli interventi ammissibili a finanziamento con le risorse del PNRR”. Così si è espresso il ministro delle Infrastrutture e mobilità sostenibili Enrico Giovanninirispondendo al Question Time alla Camera.

“Ad ogni modo, al fine di velocizzare l’attraversamento dello Stretto di Messina, recentemente evidenziata nelle risoluzioni approvate dal Parlamento in relazione alla proposta di PNRR, confermo che sono in corso gli approfondimenti necessari sulle diverse soluzioni”.

Non ha nemmeno detto che è a favore, ridicola marketta pisana.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Non ha nemmeno detto che è a favore, ridicola marketta pisana.

Qui interessa poco, egregio, la posizione personale del ministro Giovannini sul ponte, e io non ho mai scritto che lui è contrario (anche se tendo a credere che lo sia). Ho scritto, ma il mentecatto pisano non sa leggere, che il ministro delle Infrastrutture ha escluso che si possa inserire il ponte nel Recovery Plan dato che non è possibile completare l'opera entro il 2026. Questo in realtà Renzi e i renziani lo hanno sempre saputo. Tuttavia, hanno ugualmente usato il ponte, insieme al MES, come mero pretesto per far cadere Conte sulla questione dei fondi europei. La loro tesi era questa: anche se ci sono i fondi del Recovery, che sono utilizzabili anche per la sanità, ci serve anche il MES che è utilizzabile solo per la sanità. E anche se il Recovery non può essere usato per il ponte, il ponte dobbiamo farlo lo stesso visto che le altre opere le potremo fare con il Recovery. Naturalmente era tutto un bluff, puri pretesti per uscire dalla maggioranza. Ma, a prenderli alla lettera, l'idea di questi sfascisti era molto semplice: usare il debito per fare altro debito. Ovvero la classica ricetta che, da che mondo è mondo, manda in rovina fior di imprese e di nazioni. Usare i debiti del Recovery per indebitarsi ulteriormente con il MES e con i debiti per il ponte. Insomma, la politica delle cicale in tempi di crisi: i profitti a vantaggio dei costruttori (di ponti e di ospedali ad abundantiam) e i costi a carico delle generazioni future. 

https://www.editorialedomani.it/politica/italia/perch-renzi-ossessionato-dal-ponte-sullo-stretto-cm8amovw

https://gds.it/articoli/politica/2020/12/30/recovery-plan-italia-viva-il-ponte-sullo-stretto-diventa-irrinunciabile-3ff20047-2a44-4863-a92c-64a6c030fb53/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il Cazzaro Fosforuccio e’ proprio un Cazzaro napoletano incredibile !! Alle ore 11,37 del 7/4/2021 scrive un post dove esprime una “perplessità “ del Ministro Cingolani per la costruzione del Ponte sullo stretto . Dopodiché , subito dopo , scrive che le stesse perplessità le ha pure il Ministro Giovannini . Lo scopo del Cazzaro e’ chiaro . Quello di ingenerare nella mente degli storioni che 2 ministri dell’attuale governo sono contrari al ponte sullo stretto . Ovviamente cerca ,in un successivo post , di svicolare da questa ovvietà . Ma si tradisce da solo quando afferma di essere convinto che Giovannini sia contrario . Insomma , che 2 ministri sono contrari come lui e cerca di annetterseli . Ma mica basta !! Eh no !! Sempre in data 7/4/2021 ore 8,01, il Cazzaro , a supporto delle sue tesi , cita pure testualmente una frase di Prodi che , secondo il Pulcinella , conferma anch’esso la sua perplessità di poter dare il via ed edificare la struttura di cui stiamo parlando . Ovviamente intervengo e sbugiardo il Cazzaro Napoletano non a discorsini e/o ad “impressioni “ come invece fa lui , bensi con le parole testuali che Giovannini e Prodi hanno rilasciato in interviste ed in atti pubblici e quindi non smentibili . Bene !! Se un tizio fosse una persona per bene , si ritirerebbe in buon ordine !! Macché !! Il Cazzaro di Napoli , in data 7/4/2021 ore 23, 03 , afferma , in risposta alla Sanchina , testualmente “ Qui interessa poco , egregio , la posizione personale del Ministro Giovannini sul ponte ...”.  Ah ecco !! Il pulcinella partenopeo imposta un post dove la predominanza la fanno le dichiarazioni di Giovannini ed ora “ le posizioni di Giovannini non interessano”. Insomma , O’Cazzaro , interessano o no ?? Siamo di fronte al solito giochino della maschera napoletana : dire tutto ed il contrario di tutto per cercare di cadere sempre in piedi .  Ma mica finisce qui !! Il Cazzaro che nel post delle 8,01 cita pure le frasi di Prodi come suo supporto , nel post delle ore 23,03 , il nome “Prodi “ non viene nominato manco per sbaglio . Dimenticato !! Perché ?? Perché ha capito di aver raccontato una “Panzanarata” ed eseguito una notevole decorazione di mer da quando ho pubblicato il vero giudizio di Prodi sulla costruzione del Ponte sullo Stretto che lo vede favorevole da ben 30 (trenta anni). Una prece !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ullala' ridicola marketta pisana, dica che lei vuole il ponte e metta anche la data entro la quale il ponte deve essere finito.

Mi saluti il marito Alessandro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963