POVERINA , MAGARI UN GIRO IN TERAPIA INTENSIVA

Inviata (modificato)

Che dite? Ci facciamo imprigionare anche noi?

Potrebbe essere un meme raffigurante il seguente testo "La villeggiante a Portofino "In fuga dalla tristezza ma qui nella seconda casa mi sento prigioniera" Non c'è più morale, contessa. cit. Paolo Pietrangeli"

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

Suggerirei alla contessa di trasferirsi nella terza casa.

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Suggerirei alla contessa di trasferirsi nella terza casa.

signor R.d.M. - cosa pensa di un soggiorno climatico con aria di montagna e di fiume al Grand Hotel Baldenich di Belluno ... tutte stanze singole con vigilanza armata.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma anche a sondalo a curare i postumi covid

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, tiberio1946 ha scritto:

ma anche a sondalo a curare i postumi covid

 

Sciopero al carcere di Baldenich: scatta il “digiuno” degli agenti

 

foto aerea del Grand Hotel Baldenich di Belluno - era un ex carcere (austriaco) "duro" per i prigionieri politici della prima guerra mondiale. Il confort delle camere si dice sia un pochino primitivo.- 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
26 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Suggerirei alla contessa di trasferirsi nella terza casa.

Sig. R.d.M. .... lei ha mai visitato a Belluno il Grand Hotel Baldenich .......

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Belluno? Dov'è Belluno? Io non ci sono mai stato, sig auto da sabbia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

24 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Belluno? Dov'è Belluno? Io non ci sono mai stato, sig auto da sabbia.

 

Marocco - Scheda Squadra - Veneto - Terza Categoria Treviso - Girone Unico

 

tra Mogliano e Mestre esiste Marocco

quindi i milanesi la smettano di parlare male.

 

 

Modificato da dune-buggi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Alla contessa che si sfoga con un compiacente intervistatore di Repubblica perché costretta da un virus impertinente a rinunciare alla vita mondana e allo shopping a Portofino, Marco Travaglio dedica l'irresistibile editoriale di oggi sul FQ:

https://infosannio.com/2021/04/06/il-terzo-tragico-fantozzi/

Ma il problema è più serio e non riguarda solo la contessa imparentata con gli Agnelli né solo il quotidiano Repubblica (agnellizzata).  Sotto la spinta dei media (vedasi per es. il solito Tg2 di oggi) e dei politicanti populisti che ci rompono gli zebedei dalla mattina alla sera sulle riaperture, è ormai opinione diffusa, se non dominante, che questo virus ci impedisca di "vivere" e che noi dovremmo ribellarci "ritornando a vivere", cioè riaprendo tutto, o quasi, al minimo miglioramento dei parametri, senza paura di nuove ondate. Ma attenzione: qui per "vivere" non si intende tanto il tornare a lavorare riaprendo bar, ristoranti e simili. Questi lavoratori vanno rispettati e aiutati ma sono pur sempre una piccola minoranza le attività fermate dalla pandemia. Qui per tornare a vivere ci si riferisce alla massa dei benestanti e si intende soprattutto il tornare a consumare e il tornare a divertirsi. E anche quest'ultima cosa merita una precisazione. Per tornare a divertirsi qui si intende il tornare a comprare divertimento (vacanze, weekend, discoteche, etc.). Mentre è noto che ci si può divertire gratis e senza rischi in tantissimi modi. Per esempio giocando a Scacchi on line, o guardando esilaranti video prank su YouTube. Ne allego qualcuno a beneficio dei forumisti (attenzione: l'ultimo è micidiale):

https://youtu.be/glsCBOGAf8k    leopard prank

https://youtu.be/vkcDLqEsIW0    rat prank

https://youtu.be/KQEX5FKpevE   shampoo prank

https://youtu.be/51LTSAY-ofE      baby prank

https://youtu.be/yOSnT2XKGE8   elevator prank

La dimensione della vita ridotta a consumo è quella che ci impone il sistema liberista. Che ci allontana per interesse di pochi dai piaceri e dai divertimenti più veri e più semplici della vita. Nel sistema in cui viviamo (male) è più importante consumare che vivere. Bisogna tornare a spendere anche se molti pagheranno con la vita. 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963