La festa non si vende

in mezzo a una società  materialista che vede nel Natale solo una occasione di consumo, ci sono lavoratori e lavoratrici che avrebbero il diritto di stare con le proprie famiglie e che invece sono costretti a lavorare;  ovviamente c'è chi non accetta tutto questo e fa lo sciopero

http://www.pisatoday.it/cronaca/sciopero-lavoratori-commercio-natale-capodanno-2017.html

Mi chiedo: se lo stato che è assetato di soldi (modo simbolico di parlare) che deve fare quadrare i conti, che aumenta continuamente il debito pubblico, mettesse una bella tassa sulle aperture Domenicali?....  purtroppo non mi sembra che nessun partito ne di destra ne di sinistra abbia nel proprio programma elettorale questo.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

Mi sembra più che giusto, infatti quel poco di spesa l'abbiamo fatta stamattina presto, in modo che i carrelli strapieni della gente nervostenica che stà per strafogarsi pure i piedi della tavola non ci venissero addosso, domattina si va a passeggio con il canino, tanto noi si mangia normale all'una in punto senza nessun festeggiamento, ho trovato in offerta la ricotta arrostita ad un euro e venti, domani ci faccio un po' di sugo e la rigiro sulla pasta. Poi la verdura stufata con olive verdi e formaggio toscano di capra alla sera per cena.
 Strafare tanto con il cibo per 3 giorni di seguito significa squilibrare il proprio metabolismo e mettere su chili inutili che in inverno fanno fatica a perdersi per una festa che per la maggioranza degli italiani è solo folklore locale con spese extra completamente  inutili.

LE ORIGINI DEL NATALE

http://www.romanoimpero.com/2011/12/dies-natalis.html

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, frattalis ha scritto:

LE ORIGINI DEL NATALE

Il Natale è la festa dove si festeggia il compleanno di Gesù, da qualche tempo ci sono cose leggermente strane, si festeggia il Natale con canti, inni, canzoni che di tutto parlano tranne che di Gesù; è come se si organizzasse una festa per il compleanno di un amico e poi si invitassero a questa festa tutti tranne il festeggiato di cui si celebra il compleanno

https://www.culturacattolica.it/cristianesimo/feste-cristiane/il-natale-e-il-presepe/2-la-datazione-del-natale

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Stamattina dai carrelli ricolmi ci pareva che domani si dovesse festeggiare la vigilia dell'Apocalisse, famiglie come impazzite, che da più di una settimana non trovano pace a comperare sempre cibarie, quantomeno ai tempi dei romani nelle case patrizie vi erano i vomitatoi, niente in contrario, neh! che ognuno si senta libero di fare come meglio crede, ci mancherebbe che mi metto a fare la predica proprio io che non sono credente, poi a chi? Non sono cose che mi riguardano, ognuno in casa sua è padrone!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963