Ve li ricordate "Noi non siamo di sinistra ne di destra...

Cazzeggiando. - “Noi non siamo di sinistra ne di destra, vogliamo superare gli schieramenti”  (07.03.2018

 

 

 

Occorre dire che in linea di principio l'affermazione ha le sue ragioni di essere, le cose giuste da fare non hanno colore ne ideologia, non sono di destra e non sono di sinistra, non sono bianche e non sono nere, sono giuste e basta. Solo che come in tutte le cose esiste un però, si può fare un bel minestrone e nel minestrone ci si può buttare di tutto, beh sì insomma, quasi di tutto se si vuole ottener un minestrone che possa soddisfare il palato ma soprattutto lo stomaco senza causare rigurgiti e spiacevoli conati di vomito. In questo caso non sì è considerato il fattore più importante, l'uomo. L'uomo oltre che un essere senziente, o quanto meno si reputa tale, è anche e soprattutto un animale. Soggetto alle leggi della natura e della vita, non se ne può sottrarre per quanto molti abbiano cercato di affermare il contrario. La vita, la vita tutta è fondata sulla competizione. Forze opposte che si attraggono e si respingono per mantenere un equilibrio. Il bene e il male, l'amore e l'odio, yin e yang, vita e morte, gravità e inerzia. Un esempio banale, ve lo immaginate uno stadio di calcio dove due squadre si affrontano con la stessa maglia e sugli spalti gremiti spettatori che tifano tutti per la stessa unica squadra? No è! Voler uniformare il tutto in una unica, melensa massa grigia (e non parlatemi di sfumature, quelle lasciamole alla fotografia di A.Adams o a certi film pseudo intellettuali) , sarebbe come voler appiattire il tutto, una immensa e unica linea retta, una noiosa, fastidiosa unica nota emessa sempre nella stessa tonalità, tanto da divenire col tempo inudibile e questo sarebbe la fine di tutto. Sarebbe contro la natura dell'uomo, contro l'essenza stessa della vita, contro le leggi che regolano l'universo, la fine insomma, la fine di tutto. Ma questo non mi preoccupa, infatti un'affermazione di tale genere può solo esaltare l'immaginario collettivo e non cambiare quelle che sono le leggi della natura, o la natura del' uomo. Quello che mi preoccupa invece e che sì, è vero le cose giuste non sono di destra ne di sinistra, sono giuste e basta. Ma anche quelle sbagliate e questo sì, mi preoccupa. Pertanto se volete fare un bel minestrone fatelo pure, ma attenzione agli ingredienti, potrebbe risultare indigesto.

 

Ecco appunto, come volevasi dimostrare.
Forse l'affermazione più corretta sarebbe stata:

"Noi siamo di destre o siamo di sinistra a seconda delle occasioni."

 

Situazione attuale docet.

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963