ERRARE PADANIA E' DIABOLICO

17 messaggi in questa discussione

Come va in Lombardia? Va molto Bertolaso, purtroppo. Va Bertolaso perché non passa un giorno che non accada un vergognoso malfunzionamento che se la Lombardia non fosse la Lombardia (e se Bertolaso non fosse così tanto Bertolaso) sarebbe su tutti i giornali, sentiremmo Giletti urlare come un ossesso, vedremmo decine di speciali televisivi con giornalisti indignati che ficcano il microfono sotto la bocca di Fontana, di Moratti e del Bertolaso così tanto Bertolaso.

Negli ultimi giorni è accaduto che Letizia Moratti si è perfino spettinata urlando tutta la sua vergogna contro «l’inaccettabile» inadeguatezza di Aria, la società della Regione titolare della piattaforma degli appuntamenti per i vaccini. Avete letto bene: Letizia Moratti se l’è presa con una società di Regione Lombardia di cui lei è vicepresidente, in pratica è il tennista che incolpa il suo gomito per la sconfitta. Ha ragione il dem Pierfrancesco Majorino quando dice che ormai non rimane che stare in attesa del comunicato in cui Letizia Moratti si indigna contro Letizia Moratti, così poi il quadro è completo, il cerchio è chiuso.

Ma in Lombardia continua ad andare tutto molto Bertolaso perché nei giorni scorsi Fontana e la sua allegra combriccola sono riusciti addirittura a superarsi per il caos che sono riusciti a produrre: sabato l’hub vaccinale di Cremona al mattino si è apparecchiato con vaccini, medici e infermieri e si è ritrovato 80 cittadini invece dei 600 previsti per un errore sulle comunicazioni della piattaforma. L’Asst si è messa a telefonare ai sindaci della zona per chiedere di recuperare in fretta e furia gente disposta a correre per farsi vaccinare e non buttare via le fiale inutilizzate. Deve essere stata una scena in cui il caos è esploso in modo inaudito se l’azienda sanitaria è stata costretta a un certo punto a lanciare un appello del genere: «Non venite qui, aspettate di essere chiamati. Continueremo a vaccinare le persone nelle categorie previste da questa fase del Piano vaccinale e quindi over 80, insegnanti, forze dell’ordine, personale sanitario ed extraospedaliero. Presentandosi di propria volontà si contribuisce alla creazione di file e di affollamento».

È andata molto Bertolaso anche a Como e Monza dove di persone ne sono arrivate meno di 20 e invece il personale sanitario ne aspettava 700. Via ancora con le telefonate. Per garantire il massimo dell’erogazione possibile, ha spiegato la direzione ospedaliera, sono state utilizzate liste interne di asili, Protezione Civile, volontari Auser fornite da Ats Brianza, e vaccinato personale scolastico che si è autopresentato, d’intesa con l’Ats e la Dg Welfare che è stata avvisata della problematica.

Qualcuno potrebbe immaginare che domenica almeno sia andata meglio e invece domenica a Cremona a mezzogiorno non si era presentato nessuno. Avete letto bene: nessuno. Zero. Nisba. Il “piano vaccinale” ancora una volta si è risolto in un convulso giro di telefonate per riuscire a svuotare i frigoriferi.

Errare è umano, perseverare è Bertolaso.

Buon lunedì.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Naturalmente    colpa   di Roma   o meglio  di Arcuri...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Tutto vero , tutto giusto . Ma spontanea mi sorge una domanda : ma che c’entra Bertolaso ...?? 

 

Guido Bertolaso: «In Lombardia non posso stanziare nemmeno un euro»

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, Guido Bertolaso promette che entro l’11 aprile i residenti in Lombardia over 80 avranno ricevuto la prima dose del vaccino, mentre tutti gli altri entro giugno. Ritorna anche sui disservizi di Aria ed esclude una sua candidatura a sindaco di Roma

Mostra didascalia LaPresseNascondi
23 marzo 2021 • 08:22Aggiornato, 23 marzo 2021 • 08:26
 
 

L’ex capo della protezione civile e attuale coordinatore della campagna vaccinale della regione Lombardia ha rilasciato un’intervista al Corriere in cui racconta il lavoro di questi giorni, criticato spesso per via dei continui disservizi regionali nella somministrazione dei vaccini. 

«Mi sento in discussione ogni giorno» dice Bertolaso, che un anno fa è stato chiamato per far fronte alla prima ondata dei contagi costruendo l’ospedale in Fiera. Per quella sua gestione ricorda: «ho ricevuto attacchi di ogni genere. Ora che è diventato un argine decisivo per le terapie intensive non la vivo come una rivincita. Solo come la cosa giusta da fare». 

Oggi le critiche sono dirette nei confronti di Aria (Azienda Regionale per l’Innovazione e gli Acquisti) che gestisce le prenotazioni della campagna vaccinale. Molti cittadini hanno lamentato casi di overbooking, sms di prenotazione mai ricevuti e altri disservizi che hanno rallentato la somministrazione del vaccino soprattutto ai cittadini over 80. «Mi ero accorto che qualcosa non funzionava il giorno che abbandonarono 300 anziani convocati per errore – dice Bertolaso – ma le sembra possibile che qualcuno non venga chiamato e altri mandati a 60 chilometri da casa per farsi vaccinare?». 

Alla domanda se le critiche siano di matrice politica, l’ex capo della protezione civile risponde: «L’emergenza sanitaria non può avere bandiere. Nella mia vita ho lavorato con 4.500 sindaci e non mi sono mai chiesto di che partito fossero. Nessuno crede che in questo Paese si possa seguire un ideale comune». 

Sullo stop di AstraZeneca ha detto che le rinunce sono circa il 10 per cento e promette che entro l’11 aprile saranno vaccinati tutti gli over 80 residenti nella regione, mentre entro il 1 giugno tutti i lombardi avranno ricevuto almeno la prima dose del vaccino. 

Secondo Bertolaso, voluto dall’assessora al Welfare e dalla vicepresidente della Lombardia Letizia Moratti, i numeri della campagna vaccinale sono in linea con le altre regioni e lancia un attacco all’amministrazione di Zingaretti che nel Lazio ha iniziato a somministrare dosi anche ai cittadini under80. «Noi stiamo seguendo le priorità che ci hanno chiesto. Non seguire quell’ordine è scorretto anche se suggestivo». 

 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, pm610 ha scritto:

Giuseppe Verdi -- Lombardi (Lombarďané) - O signore, dal tetto natio - YouTube

 

 

Senza la Lombardia non ci sarebbe uno stato,

senza la Lombardia non ci sarabbe un paese,

senza la Lombardia quelli come te non avrebbero uno stipendio

quindi prega che la Lombardia continui ad esistere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, il.pignonista ha scritto:

 

quindi prega che la Lombardia continui ad esistere.

ovviamente, ma non vedo il nesso con Bertolaso e la Moratti.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, il.pignonista ha scritto:

Giuseppe Verdi -- Lombardi (Lombarďané) - O signore, dal tetto natio - YouTube

 

 

Senza la Lombardia non ci sarebbe uno stato,

senza la Lombardia non ci sarabbe un paese,

senza la Lombardia quelli come te non avrebbero uno stipendio

quindi prega che la Lombardia continui ad esistere.

Senza  Italia  non  ci sarebbe   la  Lombardia  ne  il veneto...  prega  che  continui ad  esistere   l'  Italia 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, mark222220 ha scritto:

Tutto vero , tutto giusto . Ma spontanea mi sorge una domanda : ma che c’entra Bertolaso ...?? 

 

Guido Bertolaso: «In Lombardia non posso stanziare nemmeno un euro»

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, Guido Bertolaso promette che entro l’11 aprile i residenti in Lombardia over 80 avranno ricevuto la prima dose del vaccino, mentre tutti gli altri entro giugno. Ritorna anche sui disservizi di Aria ed esclude una sua candidatura a sindaco di Roma

Mostra didascalia LaPresseNascondi
23 marzo 2021 • 08:22Aggiornato, 23 marzo 2021 • 08:26

L’ex capo della protezione civile e attuale coordinatore della campagna vaccinale della regione Lombardia ha rilasciato un’intervista al Corriere in cui racconta il lavoro di questi giorni, criticato spesso per via dei continui disservizi regionali nella somministrazione dei vaccini. «Mi sento in discussione ogni giorno» dice Bertolaso, che un anno fa è stato chiamato per far fronte alla prima ondata dei contagi costruendo l’ospedale in Fiera. Per quella sua gestione ricorda: «ho ricevuto attacchi di ogni genere. Ora che è diventato un argine decisivo per le terapie intensive non la vivo come una rivincita. Solo come la cosa giusta da fare». Oggi le critiche sono dirette nei confronti di Aria (Azienda Regionale per l’Innovazione e gli Acquisti) che gestisce le prenotazioni della campagna vaccinale. Molti cittadini hanno lamentato casi di overbooking, sms di prenotazione mai ricevuti e altri disservizi che hanno rallentato la somministrazione del vaccino soprattutto ai cittadini over 80. «Mi ero accorto che qualcosa non funzionava il giorno che abbandonarono 300 anziani convocati per errore – dice Bertolaso – ma le sembra possibile che qualcuno non venga chiamato e altri mandati a 60 chilometri da casa per farsi vaccinare?». Alla domanda se le critiche siano di matrice politica, l’ex capo della protezione civile risponde: «L’emergenza sanitaria non può avere bandiere. Nella mia vita ho lavorato con 4.500 sindaci e non mi sono mai chiesto di che partito fossero. Nessuno crede che in questo Paese si possa seguire un ideale comune». Sullo stop di AstraZeneca ha detto che le rinunce sono circa il 10 per cento e promette che entro l’11 aprile saranno vaccinati tutti gli over 80 residenti nella regione, mentre entro il 1 giugno tutti i lombardi avranno ricevuto almeno la prima dose del vaccino. Secondo Bertolaso, voluto dall’assessora al Welfare e dalla vicepresidente della Lombardia Letizia Moratti, i numeri della campagna vaccinale sono in linea con le altre regioni e lancia un attacco all’amministrazione di Zingaretti che nel Lazio ha iniziato a somministrare dosi anche ai cittadini under80. «Noi stiamo seguendo le priorità che ci hanno chiesto. Non seguire quell’ordine è scorretto anche se suggestivo». 

BERTOLASO CHI?

Non sarà mica quello del terremoto dell'Aquila che in un anno doveva essere tutta ricostruita?

Non sarà mica quello dei rifiuti a Napoli con i fuochi che ancora ardono?

Non sarà mica quello delle prestazioni sessuali al Salaria Sport Village organizzate da Anemone?

........... e tante altre emergenze.

Invece si, è proprio lui, quello proposto a Conte che ha risposto con un "ma anche no, grazie". Prontamente richiamato dalla Lega in soccorso di Fontana. Ma possibile che non c'erano altri manager, e senza ombre, da essere nominati consigliere? No, hanno voluto espressamente Mr Wolf, quello che risolve problemi, colui che ha fallito con l'immondizia a Napoli, che ha sprecato centinaia di milioni di euro, aiutato da Berlusconi, per il G8 alla Maddalena, che rassicurò gli aquilani sull'assenza di allarme dopo mesi di sciame sismico proprio alla vigilia della scossa letale, che era amico di Anemone, grande appaltatore, intercettato per avergli procurato incontri sessuali e che nominò Balducci e De Santi condannati in Cassazione a 3 anni e 8 mesi a testa per corruzione. Certo che la Lega non finisce mai di stupire e di offendere l'intelligenza degli italiani 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, pm610 ha scritto:

Senza  Italia  non  ci sarebbe   la  Lombardia  ne  il veneto...  prega  che  continui ad  esistere   l'  Italia 

Già, come no!

Risata Ridere Scompisciarsi Lol Sticker - Risata Ridere Scompisciarsi Lol Laugh Stickers

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In effetti è vero. Senza i celoduri nessuno di noi riuscirebbe a sopravvivere. 

Come si farebbe, per esempio, a sopravvivere se non ci fosse Attilio? Ma stiamo pazziando veramente?

https://www.google.com/search?q=crozza+fontana&oq=crozza+fo&aqs=chrome.2.69i57j69i59j35i39j0i20i263j0.8223j0j7&client=ms-android-asus-tpin&sourceid=chrome-mobile&ie=UTF-8#

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per la serie: “Populismo al Governo”, qualche giorno fa, in pieno delirio AstraZeneca, il prode Salvini denunciava gli “errori clamorosi” dell’Unione Europea. Addirittura, l’europarlamentare leghista (ossimoro) Elena Lizzi chiedeva che il vicepresidente della Commissione Europea palesasse il “fallimento della strategia vaccinale”. Peccato che ad oggi le 7 peggiori regioni sul fronte della somministrazione dei vaccini siano tutte a trazione…leghista. Se tanto ci da tanto, ci aspettiamo che Elena Lizzi chieda a Salvini di riferire in Parlamento il fallimento della strategia vaccinale da parte dei suoi amministratori.

#6000sardine

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "Valle Aosta Bolzano Campania Molise Abruzzo Puglia Trento Emilia-Romagna Lazio Marche Piemonte Sicilia Basilicata Toscana Friuli-Venezia Giulia Umbria Veneto Lombardia Calabria Liguria Sardegna 0.00 LEIGA EIG 10.00 20.00 SALVINI PREMIER 30.00 40.00 50.00 60 60.00 70.00 % dosi consegnate/dosi somministrate 80.00 90.00 100. 00"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

4 ore fa, il.pignonista ha scritto:

Già, come no!

Risata Ridere Scompisciarsi Lol Sticker - Risata Ridere Scompisciarsi Lol Laugh Stickers

Infatti  se  non  ci  fosse  tutta   l'altra  Italia  e   il resto del  mondo    cosa  farebbero  quelle   regioni   ? 

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 23/3/2021 in 10:49 , il.pignonista ha scritto:

Senza la Lombardia non ci sarebbe uno stato,

senza la Lombardia non ci sarabbe un paese,

ormai la lombardia è più mafiosa di certe regioni, di quelle stesse regioni che un tempo erano lo scarico verbale dei bossi & c....oggi invece bacino di voti per l'inquisito che si mostra con il vangelo in mano, i bigotti sono un fondo senza fine, ottimi per i voti....e comunque certe perswone nei loro valori sono molto supportate dai loro votanti, che ripeto se non sono indagati neanche li votano....:D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, sempre135 ha scritto:

ormai la lombardia è più mafiosa di certe regioni, di quelle stesse regioni che un tempo erano lo scarico verbale dei bossi & c....oggi invece bacino di voti per l'inquisito che si mostra con il vangelo in mano, i bigotti sono un fondo senza fine, ottimi per i voti....e comunque certe perswone nei loro valori sono molto supportate dai loro votanti, che ripeto se non sono indagati neanche li votano....:D

si ma quelli sono prodoti di importazione . Logico che la delinquenza arrivi (indovina un po' da dove?) dove circole il denaro, e di questo la Lombardia deve ringraziere lo stato, che ha provveduto a servirla su un vassoio d'argento. Mai sentito parlare di domicilio coatto?  Noooooooooo!  Bhe informati , studia e così "forse" capirai come hanno fatto mafia e ndrangheta a infiltrarsi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, pm610 ha scritto:

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "«MILANO E' LA CAPITALE MORALE D'ITALIA» MORALE? MA SE E' QUI CHE HANNO ELETTO FONTANA, GALLERA E FORMIGONI! RiccardoRossi"

Memoria storica (purtroppo di un passato recente).

Formigoni è stato condannato a 5 anni e 10 mesi. Ci ricordiamo perché?

Per avere preso almeno 6,6 milioni di tangenti in cambio di almeno 200 milioni di euro prelevati dalle casse della sanità pubblica, cioè soldi nostri, e averli convogliati alle cliniche private della regione Lombardia, tipo il San Raffaele, che hanno tutto il diritto di esistere ma possibilmente con fondi loro, cioè privati.

Quanti posti di rianimazione si creano con 200 milioni? Quanti respiratori, quante mascherine, quanti tamponi si comprano?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, il.pignonista ha scritto:

da dove?) dove circole il denaro, e di questo la Lombardia deve ringraziere lo stato, che ha provveduto a servirla su un vassoio d'argento.

dagli extra?...xD...forse meglio dalle maglie larghe di andreotti e tutta la dc, si forse cosi è meglio, comunque anche il tal salvini nella sua ricerca di voti non è che non rifiuti i voti di nessen tipo, che la gestione della lombardia sia in mano a gente senza scrupoli è noto, e non dà adesso, il "divin celeste" ne sà qualcosa, ed il salvini inquisito non lede certo l'immagine degli attuali o dei prima di loro...ci sono state inadequatezze prima invece adesso lottano per cambiarle...xDxD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963