19 ore fa, londonercity ha scritto:

Ha ragione, sig.ra uvabianca, a prescindere dal tema affrontato nella conversazione. Se poi, questa è a carattere politico o sportivo, forse impiegherà minor tempo a degenerare, ma sempre in funzione delle "qualità" di chi interviene.

Concordo. Provi ad alzare il livello qualitativo dei suoi scritti, altrimenti continuerà a dare ragione pure alle vegetariane di mezz'età che scrivono ancora col K al posto di CH.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

78 messaggi in questa discussione

3 ore fa, lelotto2 ha scritto:

L'ho messa in difficoltà (...)   questa non è una buona notizia per i suoi famigliari (...)

Accidenti, si, sig. lelotto e forse è per mettermi in difficoltà che ignora sistematicamente i contenuti delle mie risposte, quindi non perché ne interrompe la lettura. Probabilmente non sa come chiudere questa Conversazione e, sicuramente, è anche consapevole di non aver messo in difficoltà nessuno, eccetto se stesso.

Credo che sulla vicenda scanziana sia chiara la falla aperta dalle sue ripetute richieste (questa volta ne ha trovata una nuova che non collima con la prima) e dal fatto che neanche il vocabolario abbia risolto il mistero che divide l’insulto dall’offesa, la terminologia che la perseguita. Non ha concluso neanche una argomentazione, sig. lelotto. Le ho risposto sulla sintesi, ma lei non va oltre la constatazione sulle dimensioni e la misurazione del mio testo; le ho fornito spiegazioni sull’applicazione, a suo uso e consumo, che ha fatto delle poche righe che ha estratto dal tema Conversazione per applicarle in un contesto diverso, dimostrando anche poca abilità e lucidità nel difendere ciò che dice; le ho aperto la mia edicola, indicandole alcuni quotidiani dei quali mi avvalgo per avere un’idea di ciò che accade tutt’intorno e lei li ha rigettati, quasi fosse lei a certificarne l’attendibilità e l’autorevolezza e non mi sorprenderebbe se, tra le sue prerogative, rientrasse anche il compito di assegnare le stelle Michelin ai ristoranti; si avvale, nuovamente, “dell’esercizio di scrittura” (ma lei continua a ritenere di non averne bisogno) per celare la banalità che le impedisce di articolare un contradditorio; fa spuntare anche un riferimento geografico, quello bellunese, tanto per rafforzare l'inconsistenza delle idee e confermare che non sa dove andare; si preoccupa di come spendo il mio tempo, ma forse le devo spiegare che per scrivere i miei fiumi di parole impiego lo stesso tempo necessario a lei per mettere insieme i suoi sintetici esempi di disagio dialettico; ora, addirittura, introduce nella discussione i miei famigliari. Che eleganza, sig. lelotto. Che argomenti.

DvMcEv

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 27/3/2021 in 15:27 , londonercity ha scritto:

Ha ragione, sig.ra uvabianca, a prescindere dal tema affrontato nella conversazione. Se poi, questa è a carattere politico o sportivo, forse impiegherà minor tempo a degenerare, ma sempre in funzione delle "qualità" di chi interviene.

sig londonercity, creda, x taluni nn é necess sfiorare politica o sport x insultare: ad essi basta qualsiasi pretesto ed io risolvo ignorandoli. buona serata.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, londonercity ha scritto:

Accidenti, si, sig. lelotto e forse è per mettermi in difficoltà che ignora sistematicamente i contenuti delle mie risposte, quindi non perché ne interrompe la lettura. Probabilmente non sa come chiudere questa Conversazione e, sicuramente, è anche consapevole di non aver messo in difficoltà nessuno, eccetto se stesso.

 

Lei continua a scrivere fiumi di parole che neanche vegetariane di mezza età che scrivono K al posto del CH ormai leggono più.

Giusto qualche amante de grappin, in quanto 71enne pieno di tempo libero, può darle soddisfazione in tal senso.

Secondo il mio parere é lei ad essere stato messo in difficoltà dalla mia capacità di sintesi e dall'abilità a scovare tizi contraddittori.

Si permette di parlare di insulti ed offese, aprendoci pure un topic apposito, qualcuno le dimostra che lei fa altrettanto (rasentando il ridicolo) ed ecco che succede... Lei faccia un sunto di quello che voleva dire e sono certo di saperle rispondere come merita.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, lelotto2 ha scritto:

capacità di sintesi

Una stucchevole monotonia e povertà di idee. Questo offre la sua sintesi, sig. lelotto, il nulla, perché nulla produce il suo misero ingegno. Non intendo andare oltre, in particolar modo perché ha ignorato anche il riferimento ai miei famigliari, non ritenendo opportuno scusarsi. Evidentemente le manca la necessaria educazione, un accenno di buon gusto o semplicemente il buon senso per evitare qualsivoglia riferimento alla sfera privata che nulla ha da spartire con la Conversazione che, a maggior ragione, dimostra di non saper sostenere, nella forma e nei contenuti. La sua refrattarietà a qualsiasi ragionamento è disarmante. Auguro a lei e alla sua famiglia una Buona Pasqua, da trascorrere in salute e serenità.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 28/3/2021 in 12:24 , lelotto2 ha scritto:

Provi ad alzare il livello qualitativo (...)

Mi era sfuggito questo suo ulteriore tocco di autorevolezza, sig. lelotto. Dal suo scranno accademico invita me ad alzare il livello di ciò che scrivo, senza interrogarsi sull’assenza dei suoi propri contenuti e sulla superficialità dei suoi interventi. Eppure, non occorre richiamare in vita un Eco o un De Sanctis per valutare e misurare la sua dialettica, esempio della sua atra gettatezza in quest’epoca per lei infelice, sig. lelotto. Ha delle serie lacune d’intelletto e comportamentali che è inutile tentare di colmare con interventi ormai tardivi. Tuttavia, sig. lelotto, studi, o taccia, o sbraiti, quello che preferisce. Il mondo è vasto, tutti hanno un proprio posto, dall’anorganico ai lemuri. La grande catena dell’essere contempla anche lei, suo malgrado.

DvMcEv

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 29/3/2021 in 16:55 , londonercity ha scritto:

Una stucchevole monotonia e povertà di idee. Questo offre la sua sintesi, sig. lelotto, il nulla, perché nulla produce il suo misero ingegno.

A poveraccio...ma quando la smetti di insultare le persone, caprone incolto?

Smettila di scrivere poemi sgrammaticati e imbottiti di non sense e contraddizioni e datti da fare per uscire fuori dalla tua situazione.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 29/3/2021 in 16:55 , londonercity ha scritto:

Non intendo andare oltre, in particolar modo perché ha ignorato anche il riferimento ai miei famigliari, non ritenendo opportuno scusarsi.

 

Ecco, bravo...ottima scelta. Anche perché la CONVERSAZIONE tende a scemare se dopo aver insultato le persone adesso pretendi pure le scuse, suscitando una certa ilarità per chi ci dovesse leggere.

Sei solo un parolaio.

I riferimento ai tuoi famigliari evidentemente l'hai richiamato nella parte centrale dei tuoi interventi-fiume vuoti di contenuti, quindi, come dicevo, non sarà stato letto.

 

Buona Pasqua in serenità anche ai tuoi famigliari e adieu.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, lelotto2 ha scritto:

Buona Pasqua

Non pretendo che si renda conto delle idiozie che ha scritto, ma ha reso bene l'idea delle sue qualità. Il suo scatto d'ira finale credo le abbia anche posto in affanno il respiro. Senza margini di miglioramento. Accetto i suoi auguri, sig. lelotto e rinnovo i miei affinché lei e la sua famiglia possiate trascorrere una Pasqua ben disposti e priva di preoccupazioni. 

DvMcEv

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ama lo sviluppo e passa diversi corsi? Perché non provi a imparare una nuova lingua? Ti consiglierei di cercare di attirare la tua attenzione qui su questo sito visita questa pagina , perché è qui che sono riuscito a trovare buoni insegnanti che potrebbero aiutarmi ad imparare nuove lingue.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

18 ore fa, londonercity ha scritto:

Non pretendo che si renda conto delle idiozie che ha scritto, ma ha reso bene l'idea delle sue qualità. Il suo scatto d'ira finale credo le abbia anche posto in affanno il respiro. Senza margini di miglioramento.

Neanch'io posso avere la pretesa che tu ti renda conto delle min.chiate che scrivi, non ultima quella secondo la quale avresti smesso di rispondermi. Per poi ritornare.

Per quanto riguarda i margini di miglioramento nel tuo caso sono invece molto ampi. Non dovrebbe essere una cattiva notizia per il tuo cervello da discount.

Modificato da lelotto2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, lelotto2 ha scritto:

Neanch'io posso avere la pretesa che tu ti renda conto delle min.chiate che scrivi, non ultima quella secondo la quale avresti smesso di rispondermi. Per poi ritornare.

Per quanto riguarda i margini di miglioramento nel tuo caso sono invece molto ampi. Non dovrebbe essere una cattiva notizia per il tuo cervello da discount.

Mi dispiace dovertelo dire, ma ci sei cascato con tutte le scarpe. Il signore qui ti ha indotto a passare alle offese senza aver detto mezza parola che potesse giustificarti in alcun modo. In pratica hai fatto tutto da solo. Anche con me aveva provato a fare la stessa cosa, ma avevo capito il personaggio prima dell'inizio dello scambio polemico che avemmo. Infatti in un’altra occasione non risposi a un suo commento (cosa che invece normalmente avrei fatto sicuramente, perché quell’argomento mi interessava). Nell’occasione a cui mi riferisco,  invece, mi chiamò in causa (citando il mio nickname), costringendomi di fatto a replicare, e dopo diversi scambi di opinioni, cercò di imputarmi degli insulti che invece io mi trattenni dal fare, benché molto stimolato: dopo 3 volte che mi diceva che io non avevo capito una certa cosa, che invece avevo capito benissimo, solo che, gli dissi, non ero d'accordo con la sua tesi, tentò di farmi recepire che io lo avrei offeso, senza dire nulla di esplicito (“cerco di esprimere un concetto con i termini adatti e possibilmente cortesi”, come se gli altri, invece, non si esprimevano in termini cortesi). In precedenza, polemicamente, mi aveva chiesto cosa intendessi io per "cultura" (sottinteso: “potresti non sapere cos’è la vera cultura”); alla mia risposta assolutamente esemplare, ebbe comunque da ridire, tanto per polemizzare un po'. E già il solo fatto di averlo chiesto aveva l'intento di creare uno scontro. In quella stessa occasione ebbe la prima e l’ultima parola, benché riuscì a farmi apparire come se fossi io quello che non voleva mollare la discussione, ma pazienza, va bene così.
Qui invece ha sparato nel mucchio, senza prendere di mira nessuno, ha scritto questo post poco più di un’ora dopo un mio commento, guarda caso. Infilandoti in questa discussione, hai commesso un grave errore perché ti sei auto classificato come uno di quelli che offendono, nel momento in cui la tua posizione è diventata contrapposta con quella del personaggio in questione. E con la sua, notevole, oratoria ti ha spiegato, senza dirlo direttamente a te,  che lui ha una specie di arma bianca (il suo eloquio) molto efficace, in particolare su chi “non la capisce". Anche il suo dare del “lei”, che lui dice trattarsi di “rispetto”, a me sembra finalizzato al voler mantenere le distanze, così si polemizza meglio. La cosa che invece ancora non ho capito è se il suo atteggiamento, per me polemico, sia una cosa volontaria o semplicemente sia dovuto a nostri malintesi a causa del suo voler puntualizzare e cercare il classico pelo nell’uovo, rendendosi ai nostri occhi quantomeno “non simpatico”. Per mia regola di vita non escludo del tutto né l’una né l’altra possibilità.
Comunque, indipendentemente dal perché e dal per come la discussione sia arrivata a questo punto, secondo il mio modestissimo parere sei finito dalla parte del torto e faresti meglio ad abbandonarla, visto che a questo punto non vedo alcuna possibilità di uno sbocco positivo. A meno che un reciproco passettino in avanti da parte di entrambi non riporti la discussione in un territorio un po’ più costruttivo, cosa che dovrebbe essere sempre desiderabile, salvo che non si sia qui solo per litigare, e spero e penso non sia questo il caso.

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, lelotto2 ha scritto:

Per poi ritornare.

Lei, sig. lelotto, sente il bisogno di mostrare la sua natura a prescindere da ciò che ha da dire. Siccome, fino ad ora, non ha detto assolutamente nulla, viene ricordato solo per le sue attitudini rustiche. So bene di poter migliorare (io), mentre è lei che continuerà a vivere la mancanza di questa possibilità come una condanna. Saluti e un altro augurio di Buona Pasqua.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, lupogrigio1953 ha scritto:

In pratica hai fatto tutto da solo

Apprezzo molto il suo intervento, sig. lupogrigio. Lo apprezzo e ne condivido anche diversi aspetti (parlerò solo di questi), come la spiegazione che ha offerto nella prima parte. Lo sbocco naturale della conversazione era evidentemente quello al quale abbiamo assistito, ma non per premeditazione. L’epilogo ha assunto una forma spiacevole a causa delle distorsioni subite dai contenuti dei miei post su Scanzi e sul tema degli insulti. A lei, comunque, non ho predisposto nessuna trappola, mi creda, e non mi sembra di averle rimproverato degli insulti, ma delle scortesie. Inoltre, il mio post ha un carattere generale e, come può ben vedere, non si riferisce a lei, proprio perché il nostro scambio di idee non conteneva insulti. Il post è molto specifico nel tema, ma non nell’indirizzo di destinazione e l'avrei pubblicato anche se la nostra discussione non fosse avvenuta. Questo vorrei fosse chiaro anche a lei, sig. lupogrigio, perché non frequento i forum rivestendo il ruolo di istigatore, provocatore o hater, altrimenti prenderei servizio nella stanza della politica, senza disturbare gli altri. Il fatto è che io odio davvero le conversazioni (dirette, come ho spiegato) nelle quali ci si scambiano insulti, invece delle idee. La cosa potrà sorprenderla, anzi, passo all’uso del Tu, se questa modalità può servire ad essere più convincente o empatico; dicevo, la cosa ti sorprenderà ma l’impressione che le persone hanno di me al primo impatto (intendo anche per una conoscenza diretta) non è negativa o distaccata. Io provo a mettere a disposizione la mia preparazione, le mie conoscenze  ed esperienze e cerco di capire il livello di capacità a disposizione dell’interlocutore con il quale mi confronto. In funzione di questo approccio, ho notato che molte persone non sono disposte a riconoscere i meriti altrui, perché (di riflesso) dovrebbero sminuire se stessi. Dico questo perché ciò avviene automaticamente, come sistema di difesa, ma senza aver stabilito o apprezzato realmente le capacità contrapposte. In sostanza, si è prevenuti. Non so se trovo anche la tua conferma, ma ho avuto questa impressione ogni volta che sono entrato in un gruppo (facebook, in particolare). Detto questo, chiudo con la tua citazione, ripresa dal mio post precedente, “le parole hanno un potere immenso su chi non le capisce” è contenuta, effettivamente, in una specie di poesia romanesca (il titolo è “ ‘n tetto de stelle”) ed è una mia frase di qualche anno fa inserita in un contesto, quello della poesia, non molto diverso da questo che hai utilizzato qui. Buona serata.

DvMcEv

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, londonercity ha scritto:

Apprezzo molto il suo intervento, sig. lupogrigio. Lo apprezzo e ne condivido anche diversi aspetti (parlerò solo di questi), come la spiegazione che ha offerto nella prima parte. Lo sbocco naturale della conversazione era evidentemente quello al quale abbiamo assistito, ma non per premeditazione. L’epilogo ha assunto una forma spiacevole a causa delle distorsioni subite dai contenuti dei miei post su Scanzi e sul tema degli insulti. A lei, comunque, non ho predisposto nessuna trappola, mi creda, e non mi sembra di averle rimproverato degli insulti, ma delle scortesie. Inoltre, il mio post ha un carattere generale e, come può ben vedere, non si riferisce a lei, proprio perché il nostro scambio di idee non conteneva insulti. Il post è molto specifico nel tema, ma non nell’indirizzo di destinazione e l'avrei pubblicato anche se la nostra discussione non fosse avvenuta. Questo vorrei fosse chiaro anche a lei, sig. lupogrigio, perché non frequento i forum rivestendo il ruolo di istigatore, provocatore o hater, altrimenti prenderei servizio nella stanza della politica, senza disturbare gli altri. Il fatto è che io odio davvero le conversazioni (dirette, come ho spiegato) nelle quali ci si scambiano insulti, invece delle idee. La cosa potrà sorprenderla, anzi, passo all’uso del Tu, se questa modalità può servire ad essere più convincente o empatico; dicevo, la cosa ti sorprenderà ma l’impressione che le persone hanno di me al primo impatto (intendo anche per una conoscenza diretta) non è negativa o distaccata. Io provo a mettere a disposizione la mia preparazione, le mie conoscenze  ed esperienze e cerco di capire il livello di capacità a disposizione dell’interlocutore con il quale mi confronto. In funzione di questo approccio, ho notato che molte persone non sono disposte a riconoscere i meriti altrui, perché (di riflesso) dovrebbero sminuire se stessi. Dico questo perché ciò avviene automaticamente, come sistema di difesa, ma senza aver stabilito o apprezzato realmente le capacità contrapposte. In sostanza, si è prevenuti. Non so se trovo anche la tua conferma, ma ho avuto questa impressione ogni volta che sono entrato in un gruppo (facebook, in particolare). Detto questo, chiudo con la tua citazione, ripresa dal mio post precedente, “le parole hanno un potere immenso su chi non le capisce” è contenuta, effettivamente, in una specie di poesia romanesca (il titolo è “ ‘n tetto de stelle”) ed è una mia frase di qualche anno fa inserita in un contesto, quello della poesia, non molto diverso da questo che hai utilizzato qui. Buona serata.

 

DvMcEv

Molto bene! Mi fa piacere che ci siamo capiti. Come ho spiegato a leltto2, un passettino in avanti di ognuno, si può tornare a un dialogo civile, cosa molto desiderata per tutte le persone perbene e desiderose di scambiare le proprie idee. Io il mio passettino l'avevo fatto nel mio precedente commento, inserendo di proposito alcune frasi che potevano allentare la tensione, se anche dall'altra parte ci fosse stata buona disposizione, come in effetti c'è stata. E direi che anche tu qui hai fatto il tuo “passettino in avanti”.


Se c'è un pregio che sicuramente ho, è quello di dimenticare immediatamente quelle che ritenevo più o meno "offese", anche se avevo lasciato aperta la possibilità che mi sbagliassi (infatti avevo scritto “non escludo del tutto né l’una né l’altra possibilità”).

Ciao e a presto.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Mi dispiace dovertelo dire, ma ci sei cascato con tutte le scarpe. Il signore qui ti ha indotto a passare alle offese senza aver detto mezza parola che potesse giustificarti in alcun modo. In pratica hai fatto tutto da solo.

 

Di proposito però. Per questo ho copiato un intervento del personaggio in questione nel suo topic smaccatamente provocatorio.

Passare quindi dalla parte del torto con tizi del genere non mi crea nessun danno. :)

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, londonercity ha scritto:

Lei, sig. lelotto, sente il bisogno di mostrare la sua natura a prescindere da ciò che ha da dire. Siccome, fino ad ora, non ha detto assolutamente nulla, viene ricordato solo per le sue attitudini rustiche. So bene di poter migliorare (io), mentre è lei che continuerà a vivere la mancanza di questa possibilità come una condanna. Saluti e un altro augurio di Buona Pasqua.

Secondo me sei tu ad avere l'esigenza di mostrare la tua vea natura e il malessere che ti pervade.

Ti ricordo che avevi scritto di non intervenire più ai miei post ma, come previsto, non ce la fai proprio. Anzi, rilanci cercando di prevedere addirittura il futuro.

Sei un parolaio ma purtroppo per te dopo aver letto i tuoi esercizi di scrittura rimane sempre l'odore...

Un cordiale saluto e tanti auguri di buona Pasqua.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, lelotto2 ha scritto:

Di proposito però. Per questo ho copiato un intervento del personaggio in questione nel suo topic smaccatamente provocatorio.

Passare quindi dalla parte del torto con tizi del genere non mi crea nessun danno. :)

 

Non so che dirti. Affermi che ti abbia dato l’impressione di essere stato provocatorio. Al tuo posto verificherei se era davvero così. Io ho fatto il mio “passettino in avanti” e ho visto che lui ha fatto almeno altrettanto. Quindi l’impressione che avevo avuto, esattamente come è capitato a te, nel mio caso si era rivelata sbagliata.  Al tuo posto verificherei se è davvero come pensi, o magari non si sia trattato solo del classico scontro verbale in cui prevalgono i malintesi. Non so tu come la pensi, ma io non credo che la tua autostima e la tua reputazione su questo forum ne uscirebbero sminuite se riuscirai a migliorare il livello di questa discussione. Anzi, direi esattamente il contrario. Personalmente, ad esempio, ammiro le persone che ammettono di aver sbagliato, e quando mi capita, perché mi capita, lo ammetto e, se l’occasione lo richiede, chiedo anche scusa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, lelotto2 ha scritto:

Ti ricordo che avevi scritto di non intervenire più ai miei post ma, come previsto, non ce la fai proprio. Anzi, rilanci cercando di prevedere addirittura il futuro.

La sua forza di volontà è debole quanto la mia, sig. lelotto, visto che non le sta impedendo di rinnovare le sue repliche. Da un paio di “puntate” ha abbandonato anche il “Lei”, segno di fremente fastidio, ma la comprendo senza giustificarla.

Il suo astio aumenta, sig. lelotto, ed aumentano le difficoltà di mantenere un  equilibrio emotivo e un autocontrollo nelle esternazioni che sta offrendo da giorni. Forse convive da tempo (o da sempre) con un difetto di gestione dell’emotività. Vede, prevedo il futuro e faccio diagnosi da parolaio, in antitesi con le sue banali esposizioni, approfittando dei casi come il suo per esercitarmi nella scrittura. Le piace tanto ripetere questa sventatezza che non intendo privarla del suo ritornello. La Pasqua si avvicina.

DvMcEv

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

23 ore fa, lupogrigio1953 ha scritto:

E direi che anche tu qui hai fatto il tuo “passettino in avanti”.

Forse hai ampliato un po' troppo il senso della mia risposta, sig. lupogrigio, o forse sono stato fuorviante, mio malgrado. Per meglio precisare ed evitare conclusioni avventate, restringo la questione della mia tentata apertura. Questa non era certamente rivolta al sig. lelotto, indifendibile e non meritevole di alcuna riabilitazione da parte mia, avendo impostato da subito i suoi interventi manipolando i miei post e proseguendo con intenzionale (e non nuova) aggressività. E’ una disonestà intellettuale che non ammette alcun tipo di ricucitura di un rapporto che, tra l’altro, non c’è mai stato. Parlare di torto o ragione non cambia le sorti del discorso, perché io non mi curo della ragione in funzione del luogo in cui andrebbe collocata, ma espongo solo delle considerazioni, dei pensieri o delle interpretazioni che non hanno bisogno né di un avallo filosofico né di una legittimazione in base al senso comune né, tantomeno, di una approvazione da parte di un qualsiasi singolare provocatore privo di lucidità e attitudine al dialogo. La mia disponibilità al confronto è fruibile solo se il ragionamento ne beneficia mutualmente. Credo che questo sia un concetto prezioso, ma non stravagante ovvero originato da un capriccio. Il tuo impegno lo accolgo come un'apertura ragionevole, una iniziativa distensiva che ti riguarda e senza, per questo, prevedere alcun allargamento dei confini.

DvMcEv

 

 

Modificato da londonercity
censura

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, londonercity ha scritto:

Forse hai ampliato un po' troppo il senso della mia risposta, sig. lupogrigio, o forse sono stato fuorviante, mio malgrado. Per meglio precisare ed evitare conclusioni avventate, restringo la questione della mia tentata apertura. Questa non era certamente rivolta al sig. lelotto, indifendibile e non meritevole di alcuna riabilitazione da parte mia, avendo impostato da subito i suoi interventi manipolando i miei post e proseguendo con intenzionale (e non nuova) aggressività. E’ una disonestà intellettuale che non ammette alcun tipo di ricucitura di un rapporto che, tra l’altro, non c’è mai stato. Parlare di torto o ragione non cambia le sorti del discorso, perché io non mi curo della ragione in funzione del luogo in cui andrebbe collocata, ma espongo solo delle considerazioni, dei pensieri o delle interpretazioni che non hanno bisogno né di un avallo filosofico né di una legittimazione in base al senso comune né, tantomeno, di una approvazione da parte di un qualsiasi singolare provocatore privo di lucidità e attitudine al dialogo. La mia disponibilità al confronto è fruibile solo se il ragionamento ne beneficia mutualmente. Credo che questo sia un concetto prezioso, ma non stravagante ovvero originato da un capriccio. Il tuo impegno lo accolgo come un'apertura ragionevole, una iniziativa distensiva che ti riguarda e senza, per questo, prevedere alcun allargamento dei confini.

DvMcEv

 

 

Ma io non ho detto che hai fatto qualche “apertura” a lelotto: io ho solo detto che nel mio caso l’impressione che avevo avuto nei tuoi riguardi si era rivelata sbagliata.
E siccome non sono quel certo tipo di persona (la maggioranza?) che si siede a bordo campo, magari sgranocchiando pop-corn, in attesa dello scontro, consigliavo a lelotto di abbassare i toni. Ma, come è normale che sia, non ho preso impegni per tuo conto e non posso conoscere quale potrebbe essere la tua reazione a eventuali suoi modi più calmi. Al massimo posso ipotizzare che, come spesso accade, quando i toni diventano più pacati, poi si riesca a ragionare con più serenità.
E comunque mi pare normale che quando uno esagera (mi riferisco a lelotto) ammetta di aver sbagliato, indipendentemente dal fatto che ottenga approvazione dall’interlocutore o meno.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, londonercity ha scritto:

La sua forza di volontà è debole quanto la mia, sig. lelotto, visto che non le sta impedendo di rinnovare le sue repliche. Da un paio di “puntate” ha abbandonato anche il “Lei”, segno di fremente fastidio, ma la comprendo senza giustificarla.

 

A parte che io non ho mai dichiarato di non risponderti più, mentre tu al contrario tu sembravi molto deciso a mantenere la promessa per poi dimenticartene, sono passato al TU per meglio risponderti come meriti. E' più facile ricordarti che sei un caprone abbandonando il LEI. Nessun fastidio quindi, stai sereno.

 

Il suo astio aumenta, sig. lelotto, ed aumentano le difficoltà di mantenere un  equilibrio emotivo e un autocontrollo nelle esternazioni che sta offrendo da giorni.

Mah...Secondo me l'astio é tutto tuo. Sei in preda ad un malessere che prescinde dai miei scritti ma dell'involucro che ti avviluppa e con il quale sei costretto a convivere.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, londonercity ha scritto:

Per meglio precisare ed evitare conclusioni avventate, restringo la questione della mia tentata apertura. Questa non era certamente rivolta al sig. lelotto, indifendibile e non meritevole di alcuna riabilitazione da parte mia

Nooooo, ti pregooooo....Ci tenevo alla tua riabilitazione.....  xD

 

avendo impostato da subito i suoi interventi manipolando i miei post

Ma come ti permetti di scrivere falsità, buzzurro?

 

E’ una disonestà intellettuale che non ammette alcun tipo di ricucitura di un rapporto che, tra l’altro, non c’è mai stato.

Sei una mer.dina e ti permetti di dare del disonesto intellettualmente al prossimo?

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963