Un sorriso

P1050107bis.JPG

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

1 minuto fa, dune-buggi ha scritto:

 

Pin su Citazioni

 

 

Questa riflessione mi fa venire in mente quello che ebbe a dire Don Abbondio , a proposito del coraggio " se non si ha , non é che uno se lo può dare " . Per cui dicasi altrettanto per " carattere , personalità e coraggio " . Nascono con te , non li si può indossare !

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La supremazia dei potenti è un male da sempre. Infatti, come si vede nei primi capitoli del romanzo, nella società del ‘600 chi aveva più potere poteva fare dei poveri ciò che voleva. In particolare, come si vede nel primo capitolo, Don Abbondio, “[…]vaso di terracotta costretto a viaggiare in compagnia di molti vasi di ferro[…]”, viene corrotto e messo in una posizione scomoda da persone più potenti di lui, ossia Don Rodrigo e i bravi. Lo stesso accade oggi dove le popolazioni più  povere vengono costantemente minacciate e monopolizzate dai dittatori o dai trafficanti d’armi.  

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

d/b , é una regola fissa da SEMPRE . I ricchi dettano legge da millenni !  Siamo andati sulla luna , ma il mondo gira sempre in un verso !! Verso i dané , dicono i conterranei di Don Rodrigo e Don Abbondio ahahahah

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
33 minuti fa, mariellasikelia ha scritto:

d/b , é una regola fissa da SEMPRE . I ricchi dettano legge da millenni !  Siamo andati sulla luna , ma il mondo gira sempre in un verso !! Verso i dané , dicono i conterranei di Don Rodrigo e Don Abbondio ahahahah

Anche il grande "Nikola Tesla" è morto povero e dimenticato. Alla sua morte le sue ricerche, studi, invenzioni, ... sono finite nelle mani dei ricchi e dei potenti di allora.   

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
54 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

Anche il grande "Nikola Tesla" è morto povero e dimenticato. Alla sua morte le sue ricerche, studi, invenzioni, ... sono finite nelle mani dei ricchi e dei potenti di allora.   

Sì lo so , dicasi altrettanto per Rembrandt , morto nella miseria totale e adesso i suoi cari conterranei fanno soldi a palate con la sua " RONDA  DI  NOTTE " RISKMUSEUM DI  AMSTERDAM ..... che é da sballo . I committenti erano quelli in secondo piano e un po' sfuocati . Ebbene non erano visibili e non l'hanno pagato . Dicasi altrettanto per Vincent Van Gogh , il fratello Teo , che morì un anno dopo di Vincent , riuscì a vendergli solo UN quadro . Ma recentemente ho saputo , da Augias nella trasmissione " Odissea " che a Giuseppe Tomasi di Lampedusa , il suo " Il Gattopardo " non glielo hanno pubblicato in vita  né Mondadori e neanche Einaudi , post mortem l'ho pubblicò Feltrinelli . Primo ed unico a cui  é stato assegnato il premio STREGA post mortem !!  Una vibrata REPRIMENDA e per i Fiamminghi  e per gli Italiani !!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963