quando la pandemia sarà finita

la pandemia è finita, si riparte .

ma da cosa ?

per ragioni professionali ho avuto a che fare (dal 1970) con tante realtà professionali, commerciali  e industriali.

ho perso il conto di quanti di loro hanno delocalizzato in cina, in india, in africa, nei paesi dell'est. tutte medie e grandi attività.

c'è rimasta la piccola industria, l'artigianato e il turismo. sarà dura risollevarci.

l'artigianato e il turismo sono legati a doppio filo, se non c'è turismo anche l'artigianato langue .

che faremo ?

ci vorranno dei Draghi dell'economia per ripartire.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

10 messaggi in questa discussione

draghi finké in UE era un nome ma qui alla base, in un paese poco considerato, un paese la cui politica di sx ha dimostrato sprecar denaro x primulette, biciclettine, bankarelle scolastike, provvigioni miliardarie, mancette varie da cambiare in futuri probabili voti, riskia nn aver la stessa credibilità e nel denaro, di cui la suddetta SX era convinta aver procacciato e già in tasca, ci vedo poke chance.

draghi + di tanto nn potrà fare se nn provare, ripero provare, fare il muso duro in UE e reclamare i vaccini spettanti all'ItaGlia onde cercare di scongiurare le continue kiusure ke soffocano aziende ed itaGliani.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Penso che anche per la ricostruzione dopo l'emergenza sarà necessario un forte intervento dello Stato. Questo un po' dappertutto ma soprattutto in Italia dove il tessuto imprenditoriale era debole e frammentato già prima della pandemia, e uscirà vieppiù indebolito dalla crisi. Inoltre l'Italia è un paese esportatore e un paese turistico, quindi sta subendo e subirà più danni degli altri. Lo Stato deve ritornare a farsi imprenditore: investire e assumere direttamente lavoratori senza badare al profitto ma solo alla funzione sociale dell'impresa (art.41 della Costituzione). In particolare la green economy richiede investimenti massicci e dimensioni grandi per fronteggiare la concorrenza: solo grandi aziende pubbliche come ENI (che dovrà ribattezzarsi ENER: Ente Nazionale Energie Rinnovabili) possono essere all'altezza del compito. Ma se Draghi ha chiamato nell'esecutivo un turboliberista come Giavazzi, la cui ricetta per uscire dalle crisi è tagliare le tasse ai ricchi e alle multinazionali, stiamo freschi. Temo proprio che i miliardi europei finiranno per ingrassare i privati e i politici corrotti al loro servizio. Al popolo italiano resteranno, se va bene, le briciole. Nulla di nuovo sotto il sole, anche quando il cambiamento sarebbe necessario come il pane. Conte è stato defenestrato anche anzi soprattutto per questo: i poteri forti non lo controllavano e non si fidavano di lui.  

https://infosannio.com/2021/02/25/la-politica-fiscale-del-governo-tagliare-le-tasse-ai-ricchi-e-alle-multinazionali/

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'autorevolissimo Francesco Erspamer!

https://www.donzelli.it/catalogo/autore/929

Cito testualmente: Francesco Erspamer è professore di letterature romanze a Harvard

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 si faccia spiegare dall'autorevolissimo professore di letterature romanze a Harvard dove sia possibile leggere nel discorso di Mariolino al Parlamento

https://www.repubblica.it/politica/2021/02/17/news/fiducia_governo_draghi_discorso_integrale-287965484/

la volontà di "tagliare le tasse ai ricchi e alle multinazionali".

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, uvabianca111 ha scritto:

draghi finké in UE era un nome ma qui alla base, in un paese poco considerato, un paese la cui politica di sx ha dimostrato sprecar denaro x primulette, biciclettine, bankarelle scolastike, provvigioni miliardarie, mancette varie da cambiare in futuri probabili voti, riskia nn aver la stessa credibilità e nel denaro, di cui la suddetta SX era convinta aver procacciato e già in tasca, ci vedo poke chance.

draghi + di tanto nn potrà fare se nn provare, ripero provare, fare il muso duro in UE e reclamare i vaccini spettanti all'ItaGlia onde cercare di scongiurare le continue kiusure ke soffocano aziende ed itaGliani.

In questo programma da lei così autorevolmente sostenuto, Draghi potrà però contare sull'autorevole appoggio del Kaporale Rosario Mojito Lamadonna. Le pare poco ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

In questo programma da lei così autorevolmente sostenuto, Draghi potrà però contare sull'autorevole appoggio del Kaporale Rosario Mojito Lamadonna. Le pare poco ?

... e a lei par poco contare sull'autorevole appoggio dei 5 stalle e del fratellino di montalbano & co al seguito?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, uvabianca111 ha scritto:

... e a lei par poco contare sull'autorevole appoggio dei 5 stalle e del fratellino di montalbano & co al seguito?

No...ma quelli non appoggiano mai abbastanza duro. Veda che fine ha fatto Conte.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, cortomaltese-*** ha scritto:

No...ma quelli non appoggiano mai abbastanza duro. Veda che fine ha fatto Conte.....

...  nn c'è da preoccuparsi, ha presente la storia dell'araba fenice... ebbene, idem

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

alla penultima riga chiedevo : che faremo ?

da questo forum di esperti mi aspettavo una esauriente risposta :-)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quando finisce la tragedia di un popolo, la prima cosa che il popolo fa, è quello di esultare.

Finite le esultazioni e i festeggiamenti, si guarda attorno, cerca lavoro, e se è intraprendente comincia da zero una attività in cui intravveda un futuro.

Chi è rimasto in piedi nonostante la pandemia, se il mercato tira, cercherà nuova manodopera o nuovi tecnici.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Caro Tiberio, una risposta esauriente non posso dartela, primo perché non sono un economista, secondo perché non ho il tempo per scrivere la ricetta articolata che pure ho in mente, terzo perché nessuno può oggi esaurire una problematica pienamente aperta. La pandemia non è finita, nessuno sa quando finirà (e nemmeno se finirà: in teoria potrebbe essere lei a finirci tutti) né quanti e quali disastri lascerà. Ma ti ho accennato agli elementi base della mia ricetta: più Stato, più equità, più bene comune; meno privati, meno disuguaglianza, meno individualismo. E non mi pare proprio che Draghi sia partito con il piede giusto. Vista la compagine di governo (mediamente scadente a prescindere dall'indirizzo politico) e visto il suo consigliere economico ultraliberista dal quale ha copiato, rimediando la sua prima figuradicacca da premier, interi stralci di un articolo pubblicato sul Corriere. E le giustificazioni, che farebbero sospettare che non è Draghi che scrive per intero i discorsi di Draghi, hanno aggravato la grezza.  

https://clericetti.blogautore.repubblica.it/2021/02/18/si-scrive-draghi-si-pronuncia-giavazzi/

https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/02/25/francesco-giavazzi-consulente-economico-di-mario-draghi-prima-sostenitore-dellausterita-espansiva-e-liberalizzatore-ora-keynesiano/6112267/

https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2021/02/22/draghi-copia-giavazzi-e-colpa-di-uno-staff-ancora-un-po-debole/6109106/

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963