Prof: Gozzini offende pesantemente la Meloni alla radio

Venerdì mattina Giovanni Gozzini, professore di Scienze politiche all’università di Siena, durante la trasmissione della radio fiorentina Controradio "Bene bene male male" ha attaccato Giorgia Meloni in questo modo, dicendo di non capire "come sia possibile che questa ortolana, questa pesciaiola, che non ha mai letto con ogni evidenza un libro in vita sua, possa rivolgersi da pari a pari a uno come Mario Draghi, come la devo chiamare? Vacca e scrofa".

La Meloni ha risposto: "Come donna e politico, sono stufa di dover subire questo tipo di attacchi diffamanti e osceni, Il rettore dell’Università di Siena e il Ministro dell’Università e della Ricerca non hanno nulla da dire? E il Pd, che lo nominò assessore?"
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha chiamato Meloni: "Ringrazio il presidente, che mi ha telefonato per esprimermi personalmente la sua solidarietà"

Francesco Frati, Rettore dell’Università di Siena il giorno dopo ha detto:  "Il primo sentimento è stato quello dell’indignazione per le parole usate da un membro della nostra comunità che in un certo senso la rappresenta, anche se la cosa non è avvenuta in classe. Frasi che hanno un contenuto sessista oltre che ingiurioso, pronunciate nei confronti prima di tutto di un componente del Parlamento e in secondo luogo di una donna. Lunedì mattina mi confronterò con l’ufficio legale e poi trasmetterò gli atti al collegio di disciplina dell’Ateneo".
Lo stesso Dipartimento del professore si dissocia con un post su Facebook:«Il Dipartimento di Scienze Sociali, Politiche e Cognitive dell’Università di Siena stigmatizza con fermezza le parole che il collega Giovanni Gozzini ha rivolto ad una nota leader politica in una trasmissione radiofonica. Riteniamo che quelle espressioni, per le quali il docente ha chiesto giustamente scusa, sono gravi e inaccettabili per il ruolo che rivestiamo come professori universitari e trasmettono una immagine fuorviante del nostro lavoro. I valori che tutti i docenti del nostro dipartimento insegnano nei nostri corsi sono da sempre il rispetto reciproco e parole di questo genere non sono tollerate e non fanno parte del nostro vocabolario"

Nella serata di sabato sono arrivate le scuse della radio che «prende le distanze» da quanto avvenuto. E quelle del professor Gozzini: "Per il fatto di aver usato delle parole sbagliate sono a porgere le mie scuse a tutti quanti, a Giorgia Meloni per prima e a tutte le persone che si sono sentite offese".

Che cafone, aggressivo, sessista, che ne pe pensate?

Risultato immagini per gozzini e meloni

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Cosa può insegnare una persona che non è ancora riuscita ad imparare a cosa servono educazione e rispetto? Come può una persona intollerante e grossolana spiegare, nelle sue lezioni universitarie, principi, valori e ideali che dovrebbero migliorare la società?  La vergognosa performance offerta da questo pseudo docente è uno degli esempi delle diverse fonti di odio e avversione che costantemente si manifestano in politica, come nello sport, nello spettacolo, negli ambienti impostati sulla socialità e tra persone comuni. Avrei preferito che la chiamata fatta dal Presidente Mattarella alla Meloni  fosse stata indirizzata al forbito professore, in modo da fargli provare una vera mortificazione per delle zotiche esternazioni che non hanno nulla a che vedere con una contrapposizione di idee. Attenzione, però, perché una condotta del genere va condannata sempre e non solo perché a subirla è stata una donna e un esponente politico. Questo esempio di volgarità e idiosincrasia viene, purtroppo, recepito da molte persone che lo ripropongono nella loro quotidianità, in special modo sui social network.

DvMcEv

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963