Di Maio , Euro , Europa , Calandrini e Cazzari ...!!!

Si sta delineando il programma di governo del M5S e del suo coraggioso candidato premier , coniglio Di Maio , la cui propensione al confronto è stata apprezzata anche ieri su rai3 :
- taglio delle pensioni da 2.300€ 
- uscita dall’Europa
- uscita dall’Euro 

In questi anni di crisi gli italiani hanno fatto enormi sacrifici e non possono certo ritrovarsi con le improponibili ricette di Di Maio, Salvini e Meloni che predicano l'uscita dall'euro a giorni alterni. 
Non abbiamo bisogno di politici ondivaghi che inseguono il consenso senza badare alle conseguenze che le loro scelte scellerate potrebbero avere sulle persone: uscire dall'euro sarebbe un massacro sociale. 
Solo dei folli possono fare una simile pensata e mi domando se la Brexit non ci ha insegnato nulla.  Detto questo mi sembra evidente che quel che ho sempre sostenuto , che il M5S e’ di destra ( nuovi Fascisti , Ndr) si conferma nella sua interezza e non mi sorprende che il loro mentore e portavoce giornalistico, anch’esso destrorso , mi riferisco a Calandrino Travaglio , ne caldeggi le lodi e faccia il tifo per lui politicamente. Nel silenzio generale si nota quello assordante del Cazzaro Napoletano che adesso sono proprio curioso di sapere quel che pensa . Poi mi sveglio e sono già certo che il Bufalaro seriale non profferira’ manco una parola ( a parte raccontarci qualche bufala mista a rancore e livore verso Renzi ed il PD). Comunque già 2 dei competitor elettorali hanno già detto che vogliono uscire  dall’Europa e dall’euro . Siete contenti ?? Voi cosa ne pensate? Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

1 - L'euro non funziona.

2 - CON L'EURO ABBIAMO AVUTO UN MASSACRO SOCIALE.

3 - L'euro è un ENORME PROBLEMA POLITICO.

4 - Quando avremo una nuova crisi economica sarà chiaro anche a chi non ha ancora capito.

5 - Mi sfugge la lezione di Brexit. Il perissodattilo pisano può illuminarmi?

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, docgalileo ha scritto:

CON L'EURO ABBIAMO AVUTO UN MASSACRO SOCIALE

Sopra tutto quando l'emilio nel tg4 diceva che potevano fare a doppio....era il via libera per certi sostenitori del berlu nel fare proprio quello, e gli Italiani pagarono....i fasci fanno le cose perfette..per loro...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo che la cosa fu gestita male; non furono fatti i previsti comitati provinciali per il controllo dei prezzi e poi ci furono "strane" campagne televisive; ricordo una nota conduttrice televisiva (non importa il nome) che tutte le mattine faceva in diretta una seguitissima trasmissione televisiva e in vista dell'arrivo della nuova moneta  sosteneva e faceva dire che la lega metallica con la quale erano fatte le monetine avrebbe provocato allergie , che era pericolosa e cose simili ( a distanza di anni vorrei sapere quanti Italiani si sono presi l'allergia per colpa dei centesimi)  il messaggio comunque era chiaro. ARROTONDATE I PREZZI  ci hanno riprovato anche recentemente, avevano deciso di non coniare più le monetine da un centesimo e di metterle fuori corso; fortunatamente l'euro è una moneta Europea e non solo Italiana e il nostro governo ha dovuto fare un passo indietro visto che l'Europa ha detto no ( per i piccoli importi e le piccole spese sarebbe stato un aumento fortissimo; se per una caramella che costa 11 centesimi il prezzo scatta a 15 l'aumento a causa dell'arrotondamento e di circa il 40% )

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
26 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Diciamo che la cosa fu gestita male; non furono fatti i previsti comitati provinciali per il controllo dei prezzi e poi ci furono "strane" campagne televisive; ricordo una nota conduttrice televisiva (non importa il nome) che tutte le mattine faceva in diretta una seguitissima trasmissione televisiva e in vista dell'arrivo della nuova moneta  sosteneva e faceva dire che la lega metallica con la quale erano fatte le monetine avrebbe provocato allergie , che era pericolosa e cose simili ( a distanza di anni vorrei sapere quanti Italiani si sono presi l'allergia per colpa dei centesimi)  il messaggio comunque era chiaro. ARROTONDATE I PREZZI  ci hanno riprovato anche recentemente, avevano deciso di non coniare più le monetine da un centesimo e di metterle fuori corso; fortunatamente l'euro è una moneta Europea e non solo Italiana e il nostro governo ha dovuto fare un passo indietro visto che l'Europa ha detto no ( per i piccoli importi e le piccole spese sarebbe stato un aumento fortissimo; se per una caramella che costa 11 centesimi il prezzo scatta a 15 l'aumento a causa dell'arrotondamento e di circa il 40% )

Quindi Etrusco ?? Sei favorevole o contrario all’euro ?? Sarà bene che chi scrive su questo forum inizi pure a dire subito da che parte sta . Troppo facile fare gli equidistanti e poi “ attaccare “ la parte ... soccombente !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, mark25252 ha scritto:

Quindi Etrusco ?? Sei favorevole o contrario all’euro ?? Sarà bene che chi scrive su questo forum inizi pure a dire subito da che parte sta . Troppo facile fare gli equidistanti e poi “ attaccare “ la parte ... soccombente !! 

Te lo dico in modo molto semplice: io sono favorevole all'euro, ma sono contrario al modo in cui l'euro è stato gestito in Italia; la sera prima dell'arrivo dell'euro, a mio parere, il presidente del consiglio doveva apparire in diretta a rete unificate sulle tv nazionali e fare grosso modo questo discorso: ...cittadini  in questo momento storico........ecc.   ecc.  fate attenzione,  l'euro non è la lira che cambia nome, è il marco che cambia nome; il tempo delle svalutazioni competitive è finito, noi eravamo abituati  alla rincorsa prezzi salari, i prezzi aumentavano ma nessuno si preoccupava perché al rinnovo contrattuale successivo si sapeva che aumentavano anche le paghe; da oggi questo non sarà più possibile, quindi nessuno speculi, nessuno aumenti i prezzi perché aumentare i prezzi significherebbe per le nostre aziende andare fuori mercato..... invece questo discorso televisivo non fu mai fatto, i prezzi aumentarono, la gente non reagì perché era convinta che come avveniva in passato sarebbero aumentati salari e pensioni  e quello che è avvenuto lo sappiamo tutti.

Una piccola considerazione: la Germania uscì dalla seconda guerra mondiale sconfitta a pezzi, con le fabbriche distrutte; anche l'Italia uscì sconfitta dalla guerra; oggi la Germania è quella che è  e come siamo invece messi noi lo sappiamo tutti; dare la colpa all'Euro significa cercare un facile capo espiatorio; temo che siano state sbagliate tutte le politiche portate avanti dai nostri politici dalla fine della guerra fino ad oggi, se si escludono le figure di De Gasperi e poche altre abbiamo avuto una classe politica a caccia di voti fatta con le clientele, con le pensioni concesse a 16 anni sei mesi e un giorno, con le assunzioni fasulle di forestali inutili e con mille altre di queste cose, i guai dell'Italia vengono da questo, dalle clientele pagate con l'aumento del debito pubblico senza preoccuparsi che prima o poi ci sarebbe stato chi sarebbe stato chiamato a pagare quel debito...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
42 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Te lo dico in modo molto semplice: io sono favorevole all'euro, ma sono contrario al modo in cui l'euro è stato gestito in Italia; la sera prima dell'arrivo dell'euro, a mio parere, il presidente del consiglio doveva apparire in diretta a rete unificate sulle tv nazionali e fare grosso modo questo discorso: ...cittadini  in questo momento storico........ecc.   ecc.  fate attenzione,  l'euro non è la lira che cambia nome, è il marco che cambia nome; il tempo delle svalutazioni competitive è finito, noi eravamo abituati  alla rincorsa prezzi salari, i prezzi aumentavano ma nessuno si preoccupava perché al rinnovo contrattuale successivo si sapeva che aumentavano anche le paghe; da oggi questo non sarà più possibile, quindi nessuno speculi, nessuno aumenti i prezzi perché aumentare i prezzi significherebbe per le nostre aziende andare fuori mercato..... invece questo discorso televisivo non fu mai fatto, i prezzi aumentarono, la gente non reagì perché era convinta che come avveniva in passato sarebbero aumentati salari e pensioni  e quello che è avvenuto lo sappiamo tutti.

Una piccola considerazione: la Germania uscì dalla seconda guerra mondiale sconfitta a pezzi, con le fabbriche distrutte; anche l'Italia uscì sconfitta dalla guerra; oggi la Germania è quella che è  e come siamo invece messi noi lo sappiamo tutti; dare la colpa all'Euro significa cercare un facile capo espiatorio; temo che siano state sbagliate tutte le politiche portate avanti dai nostri politici dalla fine della guerra fino ad oggi, se si escludono le figure di De Gasperi e poche altre abbiamo avuto una classe politica a caccia di voti fatta con le clientele, con le pensioni concesse a 16 anni sei mesi e un giorno, con le assunzioni fasulle di forestali inutili e con mille altre di queste cose, i guai dell'Italia vengono da questo, dalle clientele pagate con l'aumento del debito pubblico senza preoccuparsi che prima o poi ci sarebbe stato chi sarebbe stato chiamato a pagare quel debito...

e  chi era    il  presidente  del   consiglio  in  quel  momento  perché  non  si ha  il  coraggio   di  dirlo ???   E' IL PREGIUDICATO  PIDUISTA  CON ALLEATA  LA  LEGA .  Io  sono  per  l' Euro  ,   alla   sua  entrata   ci  è  costato tanto e l'   uscita  sarebbe  il tracollo .   Inimmaginabile il  costo  per  la gente  comune e  favorevole   ai  soliti  NOTI ovvero  quelli   che  con  la  crisi e  l' Euro  ci han  guadagnato  diventando sempre  più  Paperoni...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
43 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Te lo dico in modo molto semplice: io sono favorevole all'euro, ma sono contrario al modo in cui l'euro è stato gestito in Italia; la sera prima dell'arrivo dell'euro, a mio parere, il presidente del consiglio doveva apparire in diretta a rete unificate sulle tv nazionali e fare grosso modo questo discorso: ...cittadini  in questo momento storico........ecc.   ecc.  fate attenzione,  l'euro non è la lira che cambia nome, è il marco che cambia nome; il tempo delle svalutazioni competitive è finito, noi eravamo abituati  alla rincorsa prezzi salari, i prezzi aumentavano ma nessuno si preoccupava perché al rinnovo contrattuale successivo si sapeva che aumentavano anche le paghe; da oggi questo non sarà più possibile, quindi nessuno speculi, nessuno aumenti i prezzi perché aumentare i prezzi significherebbe per le nostre aziende andare fuori mercato..... invece questo discorso televisivo non fu mai fatto, i prezzi aumentarono, la gente non reagì perché era convinta che come avveniva in passato sarebbero aumentati salari e pensioni  e quello che è avvenuto lo sappiamo tutti.

Una piccola considerazione: la Germania uscì dalla seconda guerra mondiale sconfitta a pezzi, con le fabbriche distrutte; anche l'Italia uscì sconfitta dalla guerra; oggi la Germania è quella che è  e come siamo invece messi noi lo sappiamo tutti; dare la colpa all'Euro significa cercare un facile capo espiatorio; temo che siano state sbagliate tutte le politiche portate avanti dai nostri politici dalla fine della guerra fino ad oggi, se si escludono le figure di De Gasperi e poche altre abbiamo avuto una classe politica a caccia di voti fatta con le clientele, con le pensioni concesse a 16 anni sei mesi e un giorno, con le assunzioni fasulle di forestali inutili e con mille altre di queste cose, i guai dell'Italia vengono da questo, dalle clientele pagate con l'aumento del debito pubblico senza preoccuparsi che prima o poi ci sarebbe stato chi sarebbe stato chiamato a pagare quel debito...

Perfetto ora sei stato chiaro : sei favorevevole all’euro  e la colpa della gestione dell’epoca fu di Berlusconi e di Tremonti . Spero di aver capito bene . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, mark25252 ha scritto:

Perfetto ora sei stato chiaro : sei favorevevole all’euro  e la colpa della gestione dell’epoca fu di Berlusconi e di Tremonti . Spero di aver capito bene . 

Berlusconi evidentemente lavorò male; per quanto riguarda Tremonti mi sembra di aver letto che era in disaccordo con Berlusconi e che  fu messo da parte;   Tremonti  può anche avere avuto delle posizioni sbagliate ma su certe cose aveva visto giusto;  Tremonti diceva che la globalizzazione andava bene ma andava fatta gradualmente , che l'abolizione improvvisa dei dazi avrebbe esposto le nostre industrie a una concorrenza alla quale non potevano far fronte, che mettere sul libero mercato aziende ubicate in paesi dove non ci preoccupa dell'inquinamento, dove si fanno lavorare i minori, dove le paghe sono basse, significa necessariamente costringere le nostre a chiudere o a delocalizzare; se un nostra  azienda delocalizza forse va a fare all'estero quegli utili che non fa più in Italia, ma gli operai che ci sono qui non delocalizzano, restano semplicemente disoccupati;  Tremonti diceva queste cose in tempi non sospetti e quello che è avvenuto dopo e di cui siamo  tutti testimoni sembra dargli ragione.  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963