perplessità

perplessità 1

fino all'altro giorno ammiravamo quei paesi dove a causa della pandemia governi e opposizioni avevano posato le armi per combattere il comune nemico mentre qui la dx criticava per il gusto di criticare.

adesso una parte di destra è nel governo, romperà le palle ma non più di tanto.

allora cosa ci siamo inventati ?

un gruppetto che in base a chissà quale prurito *** esce dal gov e va all'opposizione , gruppetto di chi ? di 5* un movimento che ha raccolto voti nel sud con il RdC, al nord con i NO TAV, tra i verdi con il NO TAB, tra i delusi dal magnamagna con OnestàOnestà, dalle piazze con la simpatia di Grillo ha raccolto altri fan (come quelli del felpato).

cosa li tiene uniti ? un ideale ? no! una storia? no!

ormai il RdC è stato fatto, la TAV si farà alla faccia dei NO TAV, il TAB pure alla faccia degli ambientalisti, riduzione dei parlamentari : fatto ! vitalizi da vedere come finirà.

alle prossime elezioni chi voterà ancora  5* ? quelli che crederanno ai duri e puri, quelli che dimostreranno di essere antisistema e saranno in pochi. meglio mettersi in luce adesso.

perplessità 2

prima o poi questa pandemia finirà, si sarà portata via un tot di morti e avrà lasciato un altro tot di invalidi. 

cosa lascerà ?  si sarà presa l'abitudine di farsi portare la cena a casa e allora ridimensionamento del personale nei ristoranti, compreremo sull'amazzonia o sulla baia e addio al negozio sotto casa, per le riunioni di lavoro non ci si sposterà più ma si faranno le video conferenze , il telelavoro prenderà piede, le lezioni universitarie si seguiranno sul PC. il bar perderà i clienti del cappuccino e briosches, l'affittacamere l'affitto agli studenti.

avremo timore dì andare all'estero perchè se ci sarà un rigurgito di epidemia resteremmo bloccati. e questa potrebbe essere una cosa buona per il turismo interno.

ci saranno milioni di disoccupati che non troveranno lavoro perchè tutto, o quasi, verrà prodotta da robot o in cina.     tutti a fare i fattorini ? non credo perchè chi sarà disoccupato starà attento alle spese. si creeranno altri posti di lavoro se si ci sarà un controllo idrogeologico del territorio, lotta all'evasione (finanzieri), lotta alla mafia ( FdO), sanità (medici, infermieri e personale sanitario), tutte professionalità pagate dallo stato/regioni che avranno le pezze al kiulo perchè le entrate saranno diminuite.

sono perplesso ma ottimista :-)

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

Perdona la mia ignoranza, Tiberio, ma che cos'è il TAB?

I 5 Stelle non sono un partito, quindi non hanno una collocazione politica né un'ideologia. Sono un Movimento nato intorno a certi temi rispetto ai quali sono state sviluppate certe idee da concretizzare con altrettante battaglie politiche (e non ideologiche). I temi e le idee dovrebbero, almeno in teoria, partire dal basso, cioè dalla base degli iscritti e degli attivisti, per essere portati a conoscenza della popolazione sempre ad opera degli attivisti sul territorio. I 5 temi storici corrispondono alle 5 stelle: acqua, ambiente, trasporti, connettività e sviluppo. Le idee sono per es. l'acqua pubblica (in quanto bene comune), le fonti energetiche rinnovabili e il risparmio energetico, il riciclo e riuso dei rifiuti (quindi no discariche e no inceneritori), la mobilità sostenibile (es. veicoli elettrici), internet gratis, lo sviluppo sostenibile sul breve e medio periodo, la decrescita sul lungo periodo. Mentre gli eletti dovrebbero attuare queste idee nelle sedi politiche opportune. Quindi una concezione molto pragmatica della politica, ridotta a mero strumento operativo, tecnico, al servizio della comunità. L'unico collante non è un'ideologia ma un principio che viene prima della politica e la sovrasta: il principio di onestà. In conseguenza del quale gli eletti devono essere incensurati, inoltre hanno un limite di due mandati e devono tagliarsi lo stipendio per evitare che comincino a servire se stessi e non la collettività. Onestà per i grillini significa anche fedeltà assoluta allo schema di cui sopra: tema - idea - attuazione. Non sono ammesse deroghe per ragioni personali o ideologiche: chi si discosta viene immediatamente espulso. Uno schema rigido e un po' cinico ma sembrerebbe funzionare. In realtà un primo difetto è che le idee e le scelte operative in pratica non partono dal basso, bensì dall'alto, dai vertici del Movimento, come il Capo politico, mentre la base si limita ad approvarle o respingerle con un voto on line. Così funziona la loro cosiddetta democrazia diretta, che in realtà è un altro dei temi del Movimento. La pratica ha anche dimostrato che in genere il voto della base è pesantemente condizionato e indirizzato dalle indicazioni dei vertici, in particolare quelle del cosiddetto Garante. E questo è il secondo punto dolente. Da statuto il Garante dovrebbe limitarsi a garantire l'identità del Movimento e la fedeltà ai suoi temi e alle sue idee storiche. In pratica il Garante, che è anche uno dei fondatori cioè Grillo, mentre l'altro, Gianroberto Casaleggio, è morto, oggi è una specie di dittatore o padrone unico del Movimento. È quello che detta le idee e le scelte politiche come e più del capo politico. Inoltre il Garante può anche cambiare idea e le sue scelte sono insindacabili. In teoria può anche essere sostituito, perché c'è un organo interno abilitato a sfiduciarlo. Ma l'ultima parola spetta agli iscritti che votano on line. Gli iscritti sono però, come dicevo in precedenza, a loro volta pesantemente condizionati dal Garante e dal suo carisma. Se il voto respinge la sfiducia, l'organo che lo aveva sfiduciato viene sciolto e sostituito. Il Garante può perfino premere sul capo politico per manipolare con formule ingannevoli il quesito sottoposto al voto della base. Questo è accaduto per esempio nella votazione per il Sì o No al sostegno al governo Draghi. Dove stranamente non era prevista la possibilità dell'astensione, sempre sul governo Draghi. Hanno vinto i Sì, poi la composizione del governo ha fatto gridare allo scandalo e i grillini di minoranza hanno chiesto di ripetere la votazione. Il Garante ha detto no. Lo stesso Garante, violando il mandato, aveva trattato personalmente con Draghi (nella delegazione grillina e poi al telefono). Alla fine 15 senatori e 16 deputati non hanno votato la fiducia. Sembra che verranno espulsi tutti e 31 dai probi viri. Il Garante ha il potere di revocare le espulsioni. Ma essendo un soggetto permaloso e vendicativo non si prevede che lo faccia. Negli ultimi mesi Grillo o si è venduto o ha perso la testa. È irriconoscibile. Ha detto un cumulo di supercazzole per indorare la pillola agli iscritti. Come il superministero ecologico, che alla fine è andato a un renziano. Quella di Grillo è stata una pacchiana operazione di greenwashing. Draghi in passato era "Dracula", oggi è diventato un "grillino ambientalista". Berlusconi era lo "psiconano" e l'unico sul quale Di Maio mise una pregiudiziale nel 2018: ci alleiamo con chi ci sta ma mai con Berlusconi. Grillo si è alleato con lo psiconano. Il Movimento ha perso il suo presidente del Consiglio difendendolo solo a chiacchiere, ha perso tutti i suoi ministeri più importanti (Giustizia, Istruzione, Ambiente, Sviluppo Economico), ha più che dimezzato i consensi rispetto al 2018. Il Movimento è quasi morto e Grillo è il becchino. Insieme a Renzi ha riportato la destra al governo. Il leader della politica antisistema si è messo con i banchieri e i gattopardi. Questo guitto ridicolo non riesce a essere serio nemmeno in piena pandemia. Parla di marziani, superministeri, ragazzi del 2099. Va cacciato a calci nel sedere. Con un sonoro VAFFANKULO, come quelli che lanciava quando era ancora un comico serio. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, fosforo311 ha scritto:

ha riportato la destra al governo.

Ne sentiva la mancanza da quando il salvini se ne era andato...già da tempo lo svizzero diceva che di uno come salvini ci si poteva fidare...adesso sembra un pò nel pallone o semplicemente si è riempito il conto "svizzero" che non gli frega ormai più di tanto...io personalmente nella cosidetta serietà non permetterei che il tizio li si infiltrasse nella politica, o è stato cosi tanto eletto....comunque lo fanno i preti, lo fà la mafia, lo può fare anche grillo...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

scusa fosforo , errata corrige: TAP

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, fosforo311 ha scritto:

.....Così funziona la loro cosiddetta democrazia diretta, che in realtà è un altro dei temi del Movimento. La pratica ha anche dimostrato che in genere il voto della base è pesantemente condizionato e indirizzato dalle indicazioni dei vertici, in particolare quelle del cosiddetto Garante. E questo è il secondo punto dolente. Da statuto il Garante dovrebbe limitarsi a garantire l'identità del Movimento e la fedeltà ai suoi temi e alle sue idee storiche. In pratica il Garante, che è anche uno dei fondatori cioè Grillo, mentre l'altro, Gianroberto Casaleggio, è morto, oggi è una specie di dittatore o padrone unico del Movimento. È quello che detta le idee e le scelte politiche come e più del capo politico. Inoltre il Garante può anche cambiare idea e le sue scelte sono insindacabili. In teoria può anche essere sostituito, perché c'è un organo interno abilitato a sfiduciarlo. Ma l'ultima parola spetta agli iscritti che votano on line. Gli iscritti sono però, come dicevo in precedenza, a loro volta pesantemente condizionati dal Garante e dal suo carisma. Se il voto respinge la sfiducia, l'organo che lo aveva sfiduciato viene sciolto e sostituito. Il Garante può perfino premere sul capo politico per manipolare con formule ingannevoli il quesito sottoposto al voto della base. Questo è accaduto per esempio nella votazione per il Sì o No al sostegno al governo Draghi. Dove stranamente non era prevista la possibilità dell'astensione, sempre sul governo Draghi. Hanno vinto i Sì, poi la composizione del governo ha fatto gridare allo scandalo e i grillini di minoranza hanno chiesto di ripetere la votazione. Il Garante ha detto no. Lo stesso Garante, violando il mandato, aveva trattato personalmente con Draghi (nella delegazione grillina e poi al telefono). Alla fine 15 senatori e 16 deputati non hanno votato la fiducia. Sembra che verranno espulsi tutti e 31 dai probi viri. Il Garante ha il potere di revocare le espulsioni. Ma essendo un soggetto permaloso e vendicativo non si prevede che lo faccia. Negli ultimi mesi Grillo o si è venduto o ha perso la testa. È irriconoscibile. Ha detto un cumulo di supercazzole per indorare la pillola agli iscritti. Come il superministero ecologico, che alla fine è andato a un renziano. Quella di Grillo è stata una pacchiana operazione di greenwashing. Draghi in passato era "Dracula", oggi è diventato un "grillino ambientalista". Berlusconi era lo "psiconano" e l'unico sul quale Di Maio mise una pregiudiziale nel 2018: ci alleiamo con chi ci sta ma mai con Berlusconi. Grillo si è alleato con lo psiconano. Il Movimento ha perso il suo presidente del Consiglio difendendolo solo a chiacchiere, ha perso tutti i suoi ministeri più importanti (Giustizia, Istruzione, Ambiente, Sviluppo Economico), ha più che dimezzato i consensi rispetto al 2018. Il Movimento è quasi morto e Grillo è il becchino. Insieme a Renzi ha riportato la destra al governo. Il leader della politica antisistema si è messo con i banchieri e i gattopardi. Questo guitto ridicolo non riesce a essere serio nemmeno in piena pandemia. Parla di marziani, superministeri, ragazzi del 2099. Va cacciato a calci nel sedere. Con un sonoro VAFFANKULO, come quelli che lanciava quando era ancora un comico serio. 

Urka !!  Il Cazzaro , alle 3 del mattino , si sveglia in preda ad un incubo . Si ricorda di aver , 7 ore prima , visto la trasmissione grillina “Dopo di noi “ condotta dalla Gruber . Si ricorda che a quella trasmissione ha partecipato , per la quattrocentoduesima volta, il suo mito ed imboccatore seriale, Travaglio Cslandrino Marco. Ha un sussulto!! Marco ( come confidenzialmente il Cazzaro chiama il suo mito) ha attaccato duramente Grillo . Grillo , per il Cazzaro , e’ sempre stato l’anima del Movinento . Colui che non si poteva neanche pensare di mettere in discussione . Una sorta di Gesù Cristo sceso in terra per il bene collettivo , colui che , tramite la Divina Provvidenza , ha portato in dono agli italiani il miglior statista di tutti i tempi.  Ed ora che fare ?? , si chiede giustamente il Cazzaro napoletano . Beh , intanto che ci pensa , si accorge solo ora , che i voti degli iscritti su Rousseau , possono essere “indirizzati “, che il garante (Grillo, nda) può dare mandato per , testualmente ,  “manipolare  con formule ingannevoli il quesito “. Insomma , il Cazzaro impiega 6 anni per arrivare ad una conclusione che pure la Sanchina ridente aveva capito un paio di anni prima. Ma mentre scrive ciò , e sono oramai le 3,30, la bilancia inizia a pendere verso Calandrino Travaglio e da quest’ultimo prendere lo spunto per il solito post copia , aggiungendoci le sue solite farneticanti panzane , tanto per fare volume ed inviarci il solito chilometrico post e far vedere che razza di politologo sia perché magari qualche storione possa cadere nel trabocchetto. Ed ecco che la conclusione e’ veramente scioccante : Grillo , da insindacabile Dio in Terra , diventa un guitto meritevole di una pedata nel Kulo al grido di un sonoro Vaffankulo che dai piedi del Vesuvio si deve sentire fino a Marina di Camerota . Meditate forumisti ...meditate !!

Marco Travaglio sui 5 Stelle: "Grillo si è fatto fregare da Draghi"

19/02/2021
 
  •  
  •  
  •  
  •  

Marco Travaglio sui 5 Stelle: "Non si può chiedere a dei parlamentari di violentare la loro coscienza e votare per un governo con Berlusconi, che Grillo chiamava lo psiconano. Il tabù era Berlusconi, il resto non c'era. E poi il quiesito di Rousseau era fallace: il Ministero della transizione ecologica lo hanno dato a Cingolani, che è un renziano. Il Mise lo hanno dato a Giorgetti, ti raccomando l'ambientalismo di Giorgetti...Come fanno a difendere le loro battaglie se perdono il ministero del Lavoro, della Giustizia, della Sviluppo economico e quello dell'Istruzione. Grillo si è fatto fregare da Draghi, ti pare che il partito di maggioranza abbia gli stessi Ministri del Pd e di Forza Italia. Sono stati spianati da Draghi. Grillo continua a dire che il futuro sta dall'altra parte, può essere. Ma oggi i 5 Stelle non contano più niente"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963