Parrebbe rinsaldarsi sempre di più l'asse Bonaccini-Renzi

4 messaggi in questa discussione

Era abbastanza scontato che , passato il legittimo scoramento dei Renziossessionati  per come si e’ conclusa la vicenda politica , una vicenda che ha strozzato in gola tutte le loro aspirazioni che erano pronte per essere riversate , magari pure con qualche punta di ironia sul forum , non ripartisse il solito refrain contro Renzi . Insomma , una sorta di “ Nun ce vonno sta “ !! Non avendo ancora elaborato completamente il lutto , ecco che iniziano a fioccare notizie che hanno solo uno scopo : tuttocio’ che può portare nocumento a Renzi e’ ben accolto ed accettato . Ma detto ciò , come e’ mia abitudine , entriamo nello specifico del quesito . Con il tono tra il divertito e il “leggermente “ rancoroso , il Divino fa un titolo ironico che ha lo scopo di dire il contrario di quel che dice  nel titolo . Roba di una raffinatezza inestimabile. Aggiunge poni un link che,  appena aperto, cita una dichiarazione di Bonaccini che imputa a Renzi il fatto di aver portato di nuovo la destra al governo . Detto che , semmai fu Renzi e solo lui a mandare a casa quella stessa dx che , al governo , e’ vero che c’era già stata  , ma portata proprio da coloro con i quali , ora , si intende fare una alleanza politica strutturale e duratura dove il primo passo e’ gia stato portato a termine con il costituendo gruppo comune parlamentare . Dopodiché che dire ?? Dico che Bonaccini , nel giro di 20 giorni , ha cambiato idea . La cosa e’ possibile ma io , per esperienza , so pure che questi cambi così repentini , qualche volta fanno dietrofront e sono determinati da ragioni prettamente politiche e di convenienza . Per esempio : si dice che il PD andrà probabilmente al Congresso e che uno dei candidati , altrettanto probabilmente , sia Bonaccini stesso . Mah ... chissà ?? 

 

Governo | “soccorso rosso” per Renzi Bonaccini e Nardella | «Pd troppo appiattito su Conte»

Metti un sindaco (Dario Nardella) e un governatore (Stefano Bonaccini), entrambi nel Pd e tutt’altro che ostili a Matteo Renzi. Aggiungi le loro dichiarazioni (Repubblica e Ansa) pepate quel tanto che basta verso Zingaretti. A questo punto miscela ...

giovedì 21 gennaio 2021 
 

 

 
Governo, “soccorso rosso” per Renzi. Bonaccini e Nardella: «Pd troppo appiattito su Conte» (Di giovedì 21 gennaio 2021) Metti un sindaco (Dario Nardella) e un governatore (Stefano Bonaccini), entrambi nel Pd e tutt’altro che ostili a Matteo Renzi. Aggiungi le loro dichiarazioni (Repubblica e Ansa) pepate quel tanto che basta verso Zingaretti. A questo punto miscela tutto con la crisi di Governo ed ecco servita l’arma segreta su cui conta l’ex-Rottamatore per dare un capo e una coda alla sua fuoriuscita dalla maggioranza. Il primo cittadino di Firenze e il presidente dell’Emilia-Romagna sono pezzi pregiati della nomenclatura dem. Amministrano una città e una regione strategiche per il potere rosso. Quando parlano, a Roma non possono far finta di non aver sentito. Il sindaco e il governatore al recupero di RenziCosicché quando tra il lusco e il brusco Bonaccini picchia forte sul ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma  Renzi   era  quello  che   aveva    evitato  di   portare  al  governo  il  capitan  coso  o  è  quello  che  oggi   ha  portato  il  pregiudicato piduista  e  capitan  coso al  governo  ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Non è tanto questione di ironia ma più semplicemente di presa d'atto.

Quello che dice Bonaccini lo dice Bonaccini e non ildi-vino ed è verificabile nel video, senza neanche necessità di periti vocali che ne attestino l'autenticità.

D'altra parte, per capire le "avventure di Tex Willer, Salasso e Doppio Rhum o di Renzi" forse non è che serva neanche più di tanto ascoltare l'intervista di Bonaccini. Si tratta di avventure avvincenti e note ai più. 

D'altronde a dire che avrebbe g oduto come un riccio nel vedere di nuovo la Lega al Governo, più che Bonaccini, è stato lo stesso Renzi a dirlo. Ma anche su questo, nessuna meraviglia, si sapeva già che il Capitano e Renzi chattavano e si mandavano messaggini con i cuoricini soprattutto mentre quest'ultimo faceva finta di essere in maggioranza e di "dialogare".

Su cosa? Sul Mes (imprescindibile) e sul ponte sullo stretto di Messina (forse un po' meno imprescindibile ma neanche tanto soprattutto essendo parecchio caro all'amico Matteo). Banchi a rotelle (scelti dai Presidi e Consigli di Istituto), monopattini e altre amenità varie ed eventuali, propinate al solo scopo di fare ammuina e che, tra l'altro, rappresentano gocce d'acqua in un oceano. Mancava solo l'omelia sull'uomo nero, qualche altra parola d'ordine e..,. sembrava di sentire Salvini.

Poca importanza ha l'aver bloccato, sicuramente più per opportunismo e interesse personale che per altro, il Salvini Papeetano se poi il risultato finale è risultato comunque lo stesso.

E, a monte di tutto ciò, rimane il peccato originario. Quello non basato solo sulla furbizia (non sarebbe bastato) ma più semplicemente sulla vigliaccheria.

Per la precisione, la vigliaccheria di aver utilizzato a proprio uso e consumo una Legge elettorale indegna che ha permesso a una persona sola (quando era a capo del Pd, proprio allora) di fare eleggere una banda di Bravi, legati da comune fede religiosa, che hanno fatto i Voltagabbana a comando, uscendo dal PD (dove erano stati eletti), al solo scopo di consentire a quskcuni di fare il c ecchino.

E dire che, a suo tempo, accusò di ciò Bersani. Con la differenza però che chi fondò ed entrò in Leu lo fece a titolo personale senza essere stato "nominato" come successo invece con i Bravi (più che eletti, sono stati nominati).

Ora però le alternative sono due. O proseguire fino in fondo nel tentativo neanche più tanto celato di fare la quarta gamba del Centro destra (senza alzare troppo la voce però) oppure lasciar fare agli altri. Nel senso che se fa tutto Draghi da solo be, in quel caso non importa. Non si guarda neanche, va tutto bene, l'importante è partecipare.

Anche perché, purtroppo anche per lui, se c'è una cosa che la Destra non tollera è proprio la vigliaccheria conclamata. Anche nei casi in cui riguarda gli avversari politici, perché se vigliaccheria è, lo è in ogni caso. Anche se magari non sembra, hanno capito anche loro e difficilmente dimenticano.

Difficile dire che il Mes è imprescindibile in certi casi e che, invece, è del tutto secondario se a deciderlo sono Draghi e la destra. 

Ripetita iuvant. La politica vera e anche la sinistra vera (quella reale e non quella finta) non sono, o almeno non dovrebbero esserlo, né una partitina a poker (anch'essa cosa seria senza la presenza di Bari però) e neanche una "avventura del mitico West". Né, tanto meno, un reality show.

Se poi invece che di Sinistra, quella vera, parliamo di "finta sinistra", allora è possibile tutto. 

A questo punto, dopo l'incursione nella Sinistra, forse rimane il cosiddetto Centro. A anche lì, tra Toti, Lupi e tanti altri ancora, bisogna sgomitare un po', almeno in attesa dell'eredità di Papy e, nel frattempo, acquietarsi un po', in attesa di tempi migliori. Altrimenti non rimane altro che... Puntare decisi a diritta. In direzione del Capitano. Naturalmente però bisogna vedere se ci sono atti scritti perché altrimenti il Capitano ci mette poco a dimenticare. Soprattutto dopo aver ottenuto il premio da parte di chi, dopo aver fatto il cavallo di T.roia di omerica memoria, può combattere esclusivamente con un misero 2%. Ne ha di gente da accontentare il Capitano.... 

Una domanda sola, l'ultima. Fino a quando quelli di Italia Viva lo seguiranno e lo asseconderanno nelle sue "avventure"? Secondo me, non all'infinito. Chi vivrà vedrà.

PS: Anche Bonaccini è uno "tattico" e vuol fare il Renzi? Non lo sappiamo. Vedremo.

 

 

 

 

Modificato da ildi_vino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963