Mi è piaciuto il discorso di Draghi

Come sapete, le banche come istituzioni io le abolirei, almeno quelle private con fini di lucro. Con Brecht sono assolutamente convinto che sia più criminale fondare una banca che rapinarla. Come luoghi fisici hanno su di me un effetto asfissiante (mi manca l'aria), mentre la voce dei banchieri mi fa un effetto soporifero. Quindi dopo due minuti ho riaperto le palpebre, ho lasciato il video di Draghi e mi sono divorato in 10 minuti il pdf del discorso integrale.

https://static.fanpage.it/wp-content/uploads/2021/02/Discorso-Draghi-Senato.pdf

Il mio giudizio è nel complesso positivo, direi senz'altro meglio del previsto. Non che avessi grosse aspettative, ed è noto che a scrivere bei discorsi son buoni quasi tutti. Mi piacque a suo tempo perfino quello di Renzi, che prometteva mari e monti nei primi 100 giorni (si dimenticò solo di menzionare il Sud) ma che poi si rivelò fuffa, fumo negli occhi, aria fritta da un ciarlatano. È anche vero che in discorsi del genere si indulge spesso all'ovvio, alla retorica e al banale, ma direi che Mariolino si è presentato bene e ha saputo mantenersi entro il limite fisiologico. Mi è piaciuta più di tutto la bella citazione di papa Francesco, certo non retorica e non banale: "Le tragedie naturali sono la risposta della Terra al nostro maltrattamento. E io penso che se chiedessi al Signore che cosa pensa, non credo mi direbbe che è una cosa buona: siamo stati noi a rovinare l'opera del Signore". Giusta, per quanto scontata, l'affermazione della priorità: la lotta al virus. Poi giudicheremo i metodi e l'efficacia sul campo. Ovvia, ma non banale in un alto rappresentante delle istituzioni, anche la precisazione che i dati uffi.ciali dei contagi e dei decessi sottostimano il fenomeno pandemico. Precisazione che taglia la testa al toro, o meglio all'asino che per lunghi mesi tediò nel forum il sottoscritto sostenendo la veridicità dei dati ufficiali. E che non sia banale lo dimostra in questi giorni anche il governatore Andrew Cuomo, che incalzato dal NYT ha dovuto ammettere di avere "congelato", cioè volutamente nascosto, almeno 6.500 decessi da Covid nelle case di riposo per anziani dello Stato di New York. Tutt'altro che banale il seguente passaggio nel capitolo ricostruzione dopo la pandemia: "...sarebbe un errore proteggere indifferentemente tutte le attività economiche. Alcune dovranno cambiare, anche radicalmente". Ben detto Mr. Draghi! È un concetto che umilmente sottolineo da tempo, per es. quando scrivo che in Italia ci sono troppi bar e troppi ristoranti. Però ci sono anche troppi ipermercati che soffocano il piccolo commercio e soprattutto troppi colossi del commercio on line che pagano poche tasse. Questa è una delle lacune che ho ravvisato nel discorso del nuovo premier. Il quale ha citato e ringraziato il suo grande predecessore (tra i buu vergognosi della destraccia fascioleghista) ma a mio avviso non è stato abbastanza convincente nell'indicare una linea di continuità. Do atto a Draghi di non avere dimenticato il Sud né la lotta alla corruzione e all'evasione fiscale. Queste ultime cose ce le chiede l'Europa, ha precisato, però (altra grave lacuna) non ha fatto cenno alla prescrizione, argomento tra i primi nell'agenda del governo. Buona parte dell'ammucchia.ta, pardon della maggioranza, intende smantellare la riforma Bonafede ma io voglio sperare che l'europeista Draghi e la guardasigilli Cartabia non abbiano dimenticato che il blocco del decorso della prescrizione dopo una condanna in primo grado si allinea a una specifica raccomandazione della Commissione UE all'Italia. Bene anche l'esplicito e tempestivo niet  al Capitone (e agli accodati Borghi e Bagnai) in tema di flat tax ed europeismo. Anche se nella riaffermazione dell'irreversibilità dell'euro io oggi vedo una componente di retorica. Aveva il senso di un energico monito agli speculatori nel  2012, in piena crisi europea del debito sovrano, quando l'allora presidente della BCE pronunciò il suo famoso discorso del Whatever it takes. Ma oggi appare un po' retorica e potrebbe essere perfino fraintesa come un segnale di remissività del governo italiano nei confronti delle istituzioni europee, in particolare la BCE. Sono sempre stato favorevole all'euro (soppesando i pro e i contro), ma qui ha ragione Salvini: l'euro, come tutte le scelte umane, non è affatto irreversibile in assoluto. Ovviamente non mi facevo nessuna illusione che Draghi potesse anche lontanamente accennare non dico di all'uscita, ma a un graduale disimpegno dell'Italia dalla NATO. Altra istituzione niente affatto irreversibile e che, a differenza dell'euro, ha fatto il suo tempo visto che la guerra fredda è finita da 30 anni. Posso solo sperare che i tagli inevitabili cui la crisi pandemica costringerà il governo Draghi partano dalla spesa militare. Come pure non mi illudevo che da un banchiere potesse venire anche solo un'apertura iniziale verso le scelte epocali che attendono tutti i governi del pianeta. La cosa meno irreversibile che c'è oggi nel mondo è la crescita: cambiarne anche radicalmente il modello, come promette Draghi, è meglio di niente ma alla fine è poco più una pezza a colore, come diciamo a Napoli. Quello che serve davvero è un buon modello di decrescita, ma ce lo daranno solo i governi seri e lungimiranti, o ce lo imporranno prima o poi, e meno buono, la natura e l'istinto di sopravvivenza.  

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

38 messaggi in questa discussione

4 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

quello che serve davvero è un buon modello di decrescita, ma ce lo daranno solo i governi seri e lungimiranti, o ce lo imporranno prima o poi, e meno buono, la natura e l'istinto di sopravvivenza

Non te ne sei accorto, ma un buon modello di decrescita lo abbiamo appena implementato. Lo dice a chiare parole anche Mariolino tuo:

si è anche aggravata la povertà. I dati dei centri di ascolto Caritas, che confrontano il periodo maggio-settembre del 2019 con lo stesso periodo del 2020, mostrano che da un anno all’altro l’incidenza dei “nuovi poveri” passa dal 31% al 45%: quasi una persona su due che oggi si rivolge alla Caritas lo fa per la prima volta. Tra i nuovi poveri aumenta in particolare il peso delle famiglie con minori, delle donne, dei giovani, degli italiani, che sono oggi la maggioranza (52% rispetto al 47,9 % dello scorso anno) e delle persone in età lavorativa, di fasce di cittadini finora mai sfiorati dall’indigenza...

Ora vai a chiedere ai nuovi poveri, ricordati da Mariolino tuo, cosa ne pensano della decrescita. Poi facci sapere.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ti ricordo che per decrescita si intende quella del PIL, non quella del reddito delle famiglie povere. La decrescita cattiva causata dalla pandemia conferma solo quanto sia debole e perverso il vigente modello di "crescita". Peraltro è appena ovvio che nessun modello di crescita può reggere all'infinito. È il pianeta che non lo regge, ma non lo reggono nemmeno miliardi di nostri simili del Sud del mondo.  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se decresce il PIL allora decresce il reddito (perché?).

In particolare decresce il reddito delle famiglie più povere.

Magari un giorno ci spieghi un modello di "crescita" alternativo a quello bruttocattivodeboleperverso.  

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

Se decresce il PIL allora decresce il reddito (perché?).

In particolare decresce il reddito delle famiglie più povere.

Magari un giorno ci spieghi un modello di "crescita" alternativo a quello bruttocattivodeboleperverso.  

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Mai letto il discorso del 18 marzo 1968 all'Università del Kansas di tale Robert Kennedy ?

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Mai letto il discorso del 18 marzo 1968 all'Università del Kansas di tale Robert Kennedy ?

Prima di tornare al tavernello Saurino pane e vino si legga anche questo:

https://www.corriere.it/dataroom-milena-gabanelli/covid-miliardari-sempre-piu-ricchi-pandemia-soldi-bezos/5f1ec2f6-115c-11eb-99ad-021205b8ee1e-va.shtml

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quella della Gabanelli si chiama "scoperta dell'acqua calda".

Considero estremamente improbabile la definizione di un modello di "crescita" alternativo a quello bruttocattivodeboleperverso andando dietro alle scoperte dell'acqua calda della Gabanelli.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Prendiamo atto che Saurino, tra la tante bufale in cui crede, crede pure nella crescita infinita. Conoscendo il soggetto, nulla quaestio.

Avevo trascurato uno degli elementi positivi del discorso di Draghi. Quando un mese fa fu chiesto al traditore Renzi quale fosse stato il punto di rottura con il presidente Conte, il traditore escluse ogni fattore di natura personale e puntualizzò che il punto decisivo di rottura era stato il MES. Irrinunciabile secondo lui e il suo partito. E aggiunse che la rinuncia al MES sarebbe stata "pagata dai dottori, dai ricercatori, dai malati e dalle loro famiglie". E avrebbe danneggiato anche settori come "le infrastrutture, la cultura e il turismo" dato che senza il MES sanitario sarebbe stato necessario dirottare capitoli di spesa da questi settori alla sanità. 

https://www.fanpage.it/politica/renzi-volevo-risposte-da-conte-lui-ha-preferito-cambiare-maggioranza-punto-di-rottura-il-mes/  

Benissimo, sono andato a vedere cosa ha detto Mario Draghi su questo benedetto MES sul quale si era rotta la precedente maggioranza nel bel mezzo della pandemia, ragion per cui Mattarella ha incaricato lui di metterne insieme un'altra. Immaginavo che il successore di Conte si fosse dilungato sull'argomento onde assicurarsi di non fare la medesima fine. Non ho trovato nemmeno un passaggio, nemmeno un cenno al MES. Ma il discorso erano 11 pagine e allora ho usato la funzione TROVA di Acrobat. Niente da fare. Nulla. La parola MES non esiste nel discorso di Draghi. Draghi se ne infischia altamente del MES, e a quanto pare se ne infischia pure il tappetaro di Rignano, che voterà la fiducia sulla base di un discorso programmatico che non prevede il MES. Con tanti saluti ai dottori, ai ricercatori, ai malati e alle loro famiglie. Che squallido, miserabile personaggio!

Modificato da fosforo311
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Signori, mi dispiace dirlo ma questo è realmente un partito di ridicoli e vomitevoli pataccari, un partito di gente molto molto poco seria. Hanno fatto cadere un governo in piena pandemia sul MES. Quella cosa la cui rinuncia sarebbe stata pagata a caro prezzo - dicevano - "dai dottori, dai ricercatori, dai malati e dalle loro famiglie". E ora che cosa dicono sul MES? Non è più una priorità. Ma come? La pandemia è forse finita? Non era irrinunciabile fino a due settimane fa? Draghi non lo ha nemmeno menzionato. Commento del tappetaro: "Lasciamo che faccia le sue valutazioni". Ma non poteva chiederle a Draghi prima di far cadere Conte? Presidente Draghi, che ne dice del MES? E guardate cosa si inventa il piccolo e ridicolo Faraone, faraonico solo nella faccia di bronzo e nelle qualità adulatorie. C'è da tremare al solo pensiero che il capetto di questi qui è stato a palazzo Chigi per tre anni. Ci è andata di lusso. SVERGOGNATI!

https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/02/17/il-nostro-mes-e-lei-presidente-draghi-ecco-perche-noi-di-italia-viva-non-lo-chiediamo-piu-le-surreali-parole-di-davide-faraone-in-senato/6104985/

 

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Signori, mi dispiace dirlo ma questo è realmente un partito di ridicoli e vomitevoli pataccari, un partito di gente molto molto poco seria. Hanno fatto cadere un governo in piena pandemia sul MES. Quella cosa la cui rinuncia sarebbe stata pagata a caro prezzo - dicevano - "dai dottori, dai ricercatori, dai malati e dalle loro famiglie". E ora che cosa dicono sul MES? Non è più una priorità. Ma come? La pandemia è forse finita? Non era irrinunciabile fino a due settimane fa? Draghi non lo ha nemmeno menzionato. Commento del tappetaro: "Lasciamo che faccia le sue valutazioni". Ma non poteva chiederle a Draghi prima di far cadere Conte? Presidente Draghi, che ne dice del MES? E guardate cosa si inventa il piccolo e ridicolo Faraone, faraonico solo nella faccia di bronzo e nelle qualità adulatorie. C'è da tremare al solo pensiero che il capetto di questi qui è stato a palazzo Chigi per tre anni. Ci è andata di lusso. SVERGOGNATI!

https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/02/17/il-nostro-mes-e-lei-presidente-draghi-ecco-perche-noi-di-italia-viva-non-lo-chiediamo-piu-le-surreali-parole-di-davide-faraone-in-senato/6104985/

 

 

Sei il solito Cazzaro e Bufalaro Napoletano che , continuando a leggere il Falso Quotidiano , non puoi che peggiorare la tua già penosa condizione psico/fisica . Ed ora mi tocca darti l’ennesima bastonata che , almeno , riporti l’argomento MES nell’alveo della verità e della correttezza .  Renzi non ha mai detto che il MES era una priorità dirimente per la prosecuzione del governo . Mai !! , razza di idio ta e Bufalaro !!  Renzi si e’ sempre detto favorevole al MES e ha pure spiegato il perché . Il perché e’ molto semplice visto che partiva da un assunto che era condiviso da tutti : Servivano diversi miliardi di euro per poter sistemare definitivamente il comparto della Sanità Italiana e Renzi ha sempre detto che era una follia non utilizzare i 35 miliardi circa dell’Europa visto che ci venivano concesso solo per questo , senza condizioni ed ad un tasso ridicolo dello 0.18%.  Questo disse !!  Ma siccome te sei un Cazzaro come i 5 stelle che si sono sempre dichiarati contrari solo per l’aspetto ideologico senza senso , avresti preferito spenderli sottraendo le somme da altri comparti che , ovviamente, sarebbero stati penalizzati dovendo ricevere meno risorse . Questo e’ e questo rimane agli atti . Ora , Cazzaro , sta a te trovare una dichiarazione di Renzi dove attesta che avrebbe fatto saltare il governo Conte se questi non avesse accettato il MES. Parte il cronometro ed io ho la pazienza di aspettare . Per quel che riguarda Faraone , ottimo senatore di Italia Viva ,si e’ sempre limitato a condividere le parole di Renzi , ma , visto che ti “lanci “ da perfetto idio ta sulla sua dichiarazione “ il nostro MES e’ Draghi” , devo rifilarti un’altra bastonata nei denti . Faraone ha detto questo perché il Recovery Fund riscritto corretto da Draghi e non quella caga ta partorita da Giuseppi ,  ci consentirà la spesa per la Sanità senza doverci ricorrere . E se solo il fatto di avere  Draghi come PDC ci ha fatto risparmiare quasi 400 milioni di euro per interessi , e’ probabile, anzi certo , che se lo spread , come e’ intenzione di Draghi , portarlo intorno ai 40 punti , avremo , in un anno di governo , un risparmio ammontante da 1.5/2 miliardi di euro risparmiati . Ci sei Cazzaro ?? Ecco , allora vai a leccarti le ferite e , se tu non ce la facessi da solo , fatti aiutare dalla signorina Sanchina che , con la 👅, e’ una abile professionista . 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lei ridicola marketta pisana non dovrebbe usare gli zoccoli a casaccio e dovrebbe sostituire immediatamente la crusca ammuffita con la quale ha sostituito il cervello ammalorato dalle troppe slinguate sul lung'Arno.

Appena ha sostituito la crusca, vada a rileggere ciò che ha battuto con gli zoccoli asinini e scoprirà di aver scritto che al Mes, secondo lei e Leopoldino, non si poteva rinunciare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Prendiamo atto che Saurino, tra la tante bufale in cui crede, crede pure nella crescita infinita.

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 non deve fare altro che indicare puntualmente in quale post avrei scritto di credere alla crescita infinita.

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31, secondo consolidata cnsuetudine, fallirà in questo semplice compito e quindi concluderemo che il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 ha inventato l'ennesima balla della sua carriera ultradecennale.

Non credo invece alla decrescita felice per le ragioni che verranno spiegate al cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 da coloro che sono decresciuti in tempo di pandemia e adesso si sono rivolti alla Caritas per la prima volta.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

Lei ridicola marketta pisana non dovrebbe usare gli zoccoli a casaccio e dovrebbe sostituire immediatamente la crusca ammuffita con la quale ha sostituito il cervello ammalorato dalle troppe slinguate sul lung'Arno.

Appena ha sostituito la crusca, vada a rileggere ciò che ha battuto con gli zoccoli asinini e scoprirà di aver scritto che al Mes, secondo lei e Leopoldino, non si poteva rinunciare.

Sei la solita fetecchiona che , che , nella fretta di pendere dalle mie labbra e con la speranza di ottenere qualcosa in più , non ti accorgi nemmeno che mi dai ragione . Poveretta !! Come Archibugiatrice sei morta prima di nascere . Vai a rigirare la solita frittata ciurlando nell’uovo . Oramai sono sempre più i forumisti che ti hanno imparato a conoscerti . Per fortuna !!                                                                                    P.S.  Essendo la solita fetecchiona mi aspetto che girerai la solita frittata e dirai :”sono di più quelli che hanno imparato lei , ridicola cismonica market ta pisana .    Ahahahahaha 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Previsione sbagliata, ridicola cismonica marketta pisana, o non ha riletto o nemmeno riesce a capire cosa ha scritto lei stessa, proprio perché non ha seguito il mio consiglio. Cambiare la crusca ammuffita.😊

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ahahahah , ti ho tolto la “sorpresa “ e non ti ho permesso di dirlo . Malatempora currunt ,signorina Sanchina . Non si e’ avverato niente di quel che bramavi ed ora ...boccheggi !!  Con la 👅 di fuori . 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ecco la dimostrazione di cui parlavo in precedenza.

Ed è per questo che le offro un altro consiglio: torni a frequentare la scuola per imparare l'italiano, eviterà di usare parole il cui significato le e completamente sconosciuto e a mettere in riga pensieri che non si neghino a vicenda.

Buonpomeriggio stupi dina.😊

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi è sempre stato antipatico Paragone, prima come conduttore tv poi come opinionista. Ma il suo forte discorso di ieri merita un plauso. Ha ricordato a tutti, compreso il sottoscritto, qual è l'altra faccia di Mario Draghi: 

https://www.liberoquotidiano.it/video/politica/26253052/gianluigi-paragone-mario-draghi-incappucciato-finanza-fanatico-euro.html

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Elabora il lutto , Cazzaro !! Lo dico per la tua famiglia o , la stessa , sarà costretta ad assisterti nella tua patologia per chissà quanto tempo . Giuseppi e’ stato archibugiato da chi credevi fosse stato già archibugiato . Sono anni che ti dico che non era così ma te testardo e borioso come un ciuccio napoletano a dire il contrario. Su , calmati e tra poco facci sapere su chi “punti” la prossima volta .  Ora merita un plauso pure Paragone !!  Già punta su di lui ...!!  Ahahahahaha 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il noto falsario e arcinoto lekkino pisano non ha letto bene i miei due post dedicati al tradimento di Renzi e al pretesto MES, e i relativi allegati.  E allora repetita iuvant, meglio ancora se aggiungiamo qualche dettaglio.

Nelle sue Enews del 15 gennaio scorso il senatore Renzi rispondeva, al punto 3, a una precisa domanda dei suoi follower sulla crisi di governo aperta da Italia viva:

3. QUAL È IL PUNTO DECISIVO PER LA ROTTURA?

Risposta inequivocabile del senatore Renzi:

"TANTI, MA SU TUTTI IL MES". 

Risposta condita da una serie di patetiche balle sulle quali oggi, con il senno di poi, possiamo dire che non ci credeva neppure il senatore ma erano meri pretesti. 

https://www.matteorenzi.it/enews_680_venerdi_15_gennaio_2021

In ogni caso il falsario pisano viene platealmente sbugiardato dallo stesso senatore Renzi. Il falsario aveva infatti scritto:

Renzi non ha mai detto che il MES era una priorità dirimente per la prosecuzione del governo. 

E invece lo ha detto. Ha detto che il MES è stato il punto di rottura che ha sovrastato tutti gli altri. Salvo poi mandare in soffitta il MES non appena raggiunto il suo scopo: togliere di mezzo un premier serio, onesto e soprattutto scomodo per qualcuno. 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come al solito l'alcol e/o il pregiudizio ti impediscono di leggere correttamente quanto scrivo. Io ho scritto che serve un buon modello di decrescita, ovvero un modello in cui la riduzione del PIL si accompagna a una riduzione della disuguaglianza e non a un suo aumento come spesso avviene e come scrive la Gabanelli. Un governo naturalmente non pianificherà mai una recessione, questa dipende da cause esogene (come la pandemia) o da limiti intrinseci dello sviluppo, anche di quello cosiddetto sostenibile. Quindi un governo serio metterà a punto un buon modello di decrescita. È quello che dovrà fare il governo Draghi se la pandemia non finirà per miracolo o per i vaccini entro pochi mesi. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Cazzaro , non fare il napoletano con me !!  Io ho detto chiaramente : “Priorità dirimente “ , e che in latino antico (visto che lo conosci bene al punto di capire dai turisti tedeschi le *** stradali a Napoli ) lo sai che vuol dire ?  Vuol dire “ Conditio sine qua non” . Vuol dire che se anche accettassero tutto ma non il MES , noi faremo saltare il governo . Ed infatti il governo di Giuseppi non e’ saltato per il MES ( solo) ma per tutta una serie di altre motivazioni. Comunque la mia domanda era un’altra . Ti sfidavo a citarmi una frase dove Renzi ha detto che il governo sarebbe saltato se non fosse stato approvato il MES  . Ovviamente nonostante la tua frenetica ricerca non hai trovato quel che chiedevo ed allora , da napoletano che si crede furbo , hai citato la enews del 15 gennaio che invece sbugiarda clamorosamente te con te , che quando scrivi “ TANTI”  lasci la pistola fumante sul tavolino . Chiaro , Cazzaro ??  Dopodiché vai a leggere quel che ti ho scritto sei ore fa (o meglio, rileggi bene visto che da gran bugiardo continui a leggermi nonostante il tuo giuramento al forum di non farlo). Ecco il punto 3 della news 
3. Qual è il punto decisivo per la rottura? 
Tanti. Ma su tutti, il Mes. Noi chiedevamo più soldi per la sanità, attivando il Mes. Il Premier ha voluto la conta in Aula. La mancata attivazione del Mes sarà pagata dai dottori, dai ricercatori, dai malati e dalle loro famiglie

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
24 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Io ho scritto che serve un buon modello di decrescita, ovvero un modello in cui la riduzione del PIL si accompagna a una riduzione della disuguaglianza e non a un suo aumento come spesso avviene e come scrive la Gabanelli

Fatti spiegare dalla Gabanelli, nota economista e nota storica dell'economia che tutto il mondo ci invidia, quale recessione economica abbia comportato una riduzione delle disuguaglianze.

Altrimenti detto: fatti spiegare dalla Gabanelli, nota economista e nota storica dell'economia che tutto il mondo ci invidia, quale recessione economica non abbia fatto registrare un maggiore impatto sulle condizioni economiche delle fasce sociali più deboli.

Mi raccomando: non mancare di farci sapere cosa ti ha risposto la nota economista e nota storica dell'economia che tutto il mondo ci invidia.

A occhio direi che hai battuto a casaccio sulla tastiera per l'ennesima volta.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

PS: cosa ti hanno detto coloro che sono decresciuti in tempo di pandemia e adesso si sono rivolti alla Caritas per la prima volta?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Urka la ridicola cismonica marketta pisana, non sa l'italiano ma conosce perfettamemte il latino, conquistando così anche la patente di divulgatrice di lingue antiche.

Io però mi rivolgo alla divulgatrice scientifica chiedendo:

Un rottamatore che arrivato al 40% dei consensi, scende, a causa di una accozzaglia di arkibugiatori, al 2% è stato arkibugiato oppure no.

Se la risposta è no, ci può spiegare cosa è successo?

È scoppiato per  simpatia con la bomba messagli tra i gioielli?

È caduto dalle scale mentre correva a vuotare il pitale perché la servetta pisana era impegnata sul lung'Arno, e non si è più riavuto dalla botta ricevuta?

O cosa altro può essere successo visto che continua a invidiare chi ha più successo di lui.?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Urka la ridicola cismonica marketta pisana, non sa l'italiano ma conosce perfettamemte il latino, conquistando così anche la patente di divulgatrice di lingue antiche.

Io però mi rivolgo alla divulgatrice scientifica chiedendo:

Un rottamatore che arrivato al 40% dei consensi, scende, a causa di una accozzaglia di arkibugiatori, al 2% è stato arkibugiato oppure no.

Se la risposta è no, ci può spiegare cosa è successo?

È scoppiato per  simpatia con la bomba messagli tra i gioielli?

È caduto dalle scale mentre correva a vuotare il pitale perché la servetta pisana era impegnata sul lung'Arno, e non si è più riavuto dalla botta ricevuta?

O cosa altro può essere successo visto che continua a invidiare chi ha più successo di lui.?

Urka !! La signorina Sanchina e’ scatenata come una ballerina di lap-dance e non demorde . Guai a toglierle la madaglia apposta sul tutù come Archibugiatrice principessa del Leopoldino . La capisco, la capisco. Si era preparata chissà quanti “ discorsini “ se Renzi fosse stato umiliato ed invece e’ stato lui a gabbare ed umiliare i negletti che volevano distruggerlo. Ma bando alle ciance ed assestiamo qualche pizzicotto sul kuletto abusato della Sanchina che fa dichiarazioni leggermente azzardate oltre che false . La Sanchina imposta tutto il suo teorema affermando che Renzi sarebbe passato dal 40% dei voti al 2% . Ovviamente e’ falso ma se anche fosse vero non oso pensare a cosa avrebbe potuto fare se fosse stato almeno al 7/8%. Ma , come dicevo l’affermazione della signorina Sanchina e’ falsa . Detto che la Sanchina ci divora informare prontamente da dove evince la certezza che Renzi sia al 2%, la sua patetica e falsa asserzione ( dal 40% al 2%). Perché , e sfido la Signorina a smentirmi , che quando Renzi si dimise da segretario del PD , il risultato elettorale fu del 21% pur subendo 2 scissioni che valevano almeno un 5/6%. Comunque una differenza di ben 19 punti da quel che la Sanchina ha pretestuosamente asserito . Quindi la Signorina ha nuovamente perso l’occasione di stare a bocca chiusa riservandosi di tenerla aperta questa sera , intorno alle 22, quando si incontrerà con Bepi Bruscagin pompiere di Mestre. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ragli sempre ragli.

Ma da un asino non ci si può aspettare altro.

Continui pure a ragliare, ridicola, cismonica, marketta pisana.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963