Ma siete ancora a pronunciare quelle frasi li ??

E mi rivolgo ai forumisti di sx e centro sinistra . Quelli che Renzi e’ un traditore , quelli che Renzi e’ il nipote di Berlusconi , quelli che Renzi porterà la dx al governo , quelli che Renzi e’ un irresponsabile . In un Paese serio , Renzi , lo dovrebbero solo ringraziare perché ha mandato a casa Salvini , quello che ha tolto dai co@lioni Giuseppi che avrebbe portato il Paese a spendere i soldi dell’Europa  per sussistenze varie , quello delle leggi vergogna , un populista , un “ raccattato “ senza cultura politica legato ai 5 stelle . Ma detto questo risponderò anche a coloro che mi “accusano “ di essere cambiato perché sono un sostenitore di Renzi . E perché sarei cambiato ?? Perché Renzi e’ ancora legato ai principi fondativi e da quel progetto che fu la base della nascita del PD ?? Non lo ricordate o fate finta di non ricordarlo ?? Allora vi rinfresco la memoria : Quando Prodi e Veltroni dettero vita a quel progetto , dissero immediatamente , ed a ragione, che in Italia , paese prevalentemente destrorso , l’unico modo per ribaltare la situazione , sarebbe stata quella di unire la sx , tutta nelle sue varie componenti e puranco con le normali differenziazioni , che , partendo dai valori comuni , avrebbe dovuto allargare il proprio bacino di utenza politica anche a quei settori più progressisti , sinceri democratici , più moderati e financo più liberisti e liberali . Solo così il csx o la sinistra centro , avrebbe potuto diventare il polo attrattivo e vincente . Questa era la stella cometa ed il percorso da imboccare. E Renzi e’ rimasto fedele a questi principi . Non li ha mai cambiati !! Chi li cambia e’ l’attuale dirigenza del PD che preferisce una alleanza politica e programmatica con i 5 stelle . I 5s che con la sx non hanno niente da spartire con la sx e con il PD e con quell’ area di cui facevo menzione Siria , con quei 5stelle che dimenticate di ricordare quel che hanno detto del PD fino ad un anno e mezzo fa : Ladri e percettori di tangenti , assassini con le mani sporche di sangue , complici di Bibbiano , amici delle Banche e dei poteri forti . Lo ricordate vero ??  Ecco , con quella gente lì , il massimo che può essere consentito di fare e’ un accordo limitato di breve periodo e per motivi di utilità generale . Dopodiché stop e tutti a casa sua . Perché , oltretutto , anche strategicamente ed in ordine di consenso abbiamo tutto da rimetterci . E la prova e’ data dalle partite elettorali che quando la ridicola e demenziale strategia politica ha portato ad una alleanza con gli scappati da casa , abbiamo perso tuttocio’ che era possibile perdere , mentre con il metodo sopracitato , invece , abbiamo vinto ( Emilia , Campania e Toscana ) . Quindi , cari “compagni “ , non sono stato io a cambiare . A cambiare siete stati voi !! Io sono sempre uguale . I diversi siete voi !! E avete e state dando prova di una cecità politica che vi ha fatto diventare ancora peggiori dei grillini e della destra sparando caz.z.te , offese e fakenews su Renzi ed Italia Viva che hanno avuto il merito , che avrebbe dovuto avere anche il PD , di far aprire gli occhi di dove ci avrebbe portato il governicchio precedente .  A far vincere la dx siete voi da quando avete  abbracciato  la politica demenziale di prima e che sembra vogliate ancora perseguire e che dovrebbe almeno farvi arrossare le guance , che vi sta facendo sperare che Draghi fallisca in modo di poter incolpare Renzi che , nel frattempo , da grande politico , oltre a interrompere le mire espansionistiche di Salvini , ha dimezzato il consenso dei 5stelle che erano e sono ancora la vera sciagura della politica italiana . Ed a voi non rimane che parlare di sondaggi e di quelle poltrone di cui avevate detto che Renzi voleva mentre Renzi e’ l’unico politico italiano che vi ha rinunciato . Poracci !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

2 minuti fa, mark222220 ha scritto:

E mi rivolgo ai forumisti di sx e centro sinistra . Quelli che Renzi e’ un traditore , quelli che Renzi e’ il nipote di Berlusconi , quelli che Renzi porterà la dx al governo , quelli che Renzi e’ un irresponsabile . In un Paese serio , Renzi , lo dovrebbero solo ringraziare perché ha mandato a casa Salvini , quello che ha tolto dai co@lioni Giuseppi che avrebbe portato il Paese a spendere i soldi dell’Europa  per sussistenze varie , quello delle leggi vergogna , un populista , un “ raccattato “ senza cultura politica legato ai 5 stelle . Ma detto questo risponderò anche a coloro che mi “accusano “ di essere cambiato perché sono un sostenitore di Renzi . E perché sarei cambiato ?? Perché Renzi e’ ancora legato ai principi fondativi e da quel progetto che fu la base della nascita del PD ?? Non lo ricordate o fate finta di non ricordarlo ?? Allora vi rinfresco la memoria : Quando Prodi e Veltroni dettero vita a quel progetto , dissero immediatamente , ed a ragione, che in Italia , paese prevalentemente destrorso , l’unico modo per ribaltare la situazione , sarebbe stata quella di unire la sx , tutta nelle sue varie componenti e puranco con le normali differenziazioni , che , partendo dai valori comuni , avrebbe dovuto allargare il proprio bacino di utenza politica anche a quei settori più progressisti , sinceri democratici , più moderati e financo più liberisti e liberali . Solo così il csx o la sinistra centro , avrebbe potuto diventare il polo attrattivo e vincente . Questa era la stella cometa ed il percorso da imboccare. E Renzi e’ rimasto fedele a questi principi . Non li ha mai cambiati !! Chi li cambia e’ l’attuale dirigenza del PD che preferisce una alleanza politica e programmatica con i 5 stelle . I 5s che con la sx non hanno niente da spartire con la sx e con il PD e con quell’ area di cui facevo menzione Siria , con quei 5stelle che dimenticate di ricordare quel che hanno detto del PD fino ad un anno e mezzo fa : Ladri e percettori di tangenti , assassini con le mani sporche di sangue , complici di Bibbiano , amici delle Banche e dei poteri forti . Lo ricordate vero ??  Ecco , con quella gente lì , il massimo che può essere consentito di fare e’ un accordo limitato di breve periodo e per motivi di utilità generale . Dopodiché stop e tutti a casa sua . Perché , oltretutto , anche strategicamente ed in ordine di consenso abbiamo tutto da rimetterci . E la prova e’ data dalle partite elettorali che quando la ridicola e demenziale strategia politica ha portato ad una alleanza con gli scappati da casa , abbiamo perso tuttocio’ che era possibile perdere , mentre con il metodo sopracitato , invece , abbiamo vinto ( Emilia , Campania e Toscana ) . Quindi , cari “compagni “ , non sono stato io a cambiare . A cambiare siete stati voi !! Io sono sempre uguale . I diversi siete voi !! E avete e state dando prova di una cecità politica che vi ha fatto diventare ancora peggiori dei grillini e della destra sparando caz.z.te , offese e fakenews su Renzi ed Italia Viva che hanno avuto il merito , che avrebbe dovuto avere anche il PD , di far aprire gli occhi di dove ci avrebbe portato il governicchio precedente .  A far vincere la dx siete voi da quando avete  abbracciato  la politica demenziale di prima e che sembra vogliate ancora perseguire e che dovrebbe almeno farvi arrossare le guance , che vi sta facendo sperare che Draghi fallisca in modo di poter incolpare Renzi che , nel frattempo , da grande politico , oltre a interrompere le mire espansionistiche di Salvini , ha dimezzato il consenso dei 5stelle che erano e sono ancora la vera sciagura della politica italiana . Ed a voi non rimane che parlare di sondaggi e di quelle poltrone di cui avevate detto che Renzi voleva mentre Renzi e’ l’unico politico italiano che vi ha rinunciato . Poracci !!

Non confonda l'Ulivo con il PD. L'Ulivo era inclusivo, federativo, unitario.

Il PD fu l'illusione di cancellare dalla politica la sinistra dispersa, attraverso il maggioritario con premio al primo arrivato.

Renzi fu il principale interprete del PD "noi semo noi, e voi nun siete 'n caxxo".

Detto questo, i primi atti del Governo Draghi sono stati diretti all'incontro ed al confronto con il mondo sindacale.

Un buon inizio. Migliore di quello di altri che volevano fare tutto da soli.

Dal 28 ottobre 2014 al 30 settembre 2020.

Da Renzi a Conte.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come le ho già detto, cismonica, ridicola, marketta pisana, vada da Leopoldino, gli si pari davanti, gli spalanchi i suoi begli occhioni, e gli chieda di sposarla.

Poi vivrete felici e contenti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Non confonda l'Ulivo con il PD. L'Ulivo era inclusivo, federativo, unitario.

Il PD fu l'illusione di cancellare dalla politica la sinistra dispersa, attraverso il maggioritario con premio al primo arrivato.

Renzi fu il principale interprete del PD "noi semo noi, e voi nun siete 'n caxxo".

Detto questo, i primi atti del Governo Draghi sono stati diretti all'incontro ed al confronto con il mondo sindacale.

Un buon inizio. Migliore di quello di altri che volevano fare tutto da soli.

Dal 28 ottobre 2014 al 30 settembre 2020.

Da Renzi a Conte.

L’Ulivo fu una naturale conseguenza sulla base programmatica innestata dal PD e non l’opposto . Il Ministro del Lavoro durante il governo dell’Ulivo , quindi quello che era deputato agli accordi con i Sindacati , era Cesare Damiano che , prima di essere Ministro era stato segretario aggiunto della CGIL e quindi non sospettabile di politiche antisindacali . Renzi venne dopo e con il suo governo il Ministro del Lavoro fu Poletti che proveniva dal mondo dalle Cooperative e quindi anche lui non sospettabile di politiche avverse al Sindacato. Ogni nascituro governo che si rispetti , un confronto con il mondo sindacale ce lo fa a prescindere dal colore politico . Se poi si pensa che il Sindacato deve imporre per forza la sua politica all’esecutivo , siamo fuori strada . Il Sindacato e’ una cinghia di trasmissione ed il compromesso migliore possibile tra il Governo e le istanze dei lavoratori . Se queste sono inconciliabili senza possibilità di accordo e’ il Governo del Paese che decide perché e’ l’esecutivo che ha la responsabilità diretta delle scelte e non l’inverso . Questo e’ in tutti i paesi civili . Non lo e’ in quei paesi dove il Sindacato non solo non e’ previsto ma dove vengono sanzionate , spesso nel sangue , le giuste rivendicazioni . Io faccio il tifo per la prima ipotesi . E lo ero prima del 28 ottobre del 2014 ed anche dopo il 30 settembre del 2020. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Come le ho già detto, cismonica, ridicola, marketta pisana, vada da Leopoldino, gli si pari davanti, gli spalanchi i suoi begli occhioni, e gli chieda di sposarla.

Poi vivrete felici e contenti.

Ecco qua la prova provata della differenza che c’è tra una fetecchiona come la Signorina Sanchina ed un forum ista come il sig Corto con il quale , pur avendo visioni diversi , si può avere un confronto civile . La signorina si limita alle battutine del caz.z.o e stop !! Nella speranza che ve ne sienti accorti distintamente saluto . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
26 minuti fa, mark222220 ha scritto:

L’Ulivo fu una naturale conseguenza sulla base programmatica innestata dal PD e non l’opposto . Il Ministro del Lavoro durante il governo dell’Ulivo , quindi quello che era deputato agli accordi con i Sindacati , era Cesare Damiano che , prima di essere Ministro era stato segretario aggiunto della CGIL e quindi non sospettabile di politiche antisindacali . Renzi venne dopo e con il suo governo il Ministro del Lavoro fu Poletti che proveniva dal mondo dalle Cooperative e quindi anche lui non sospettabile di politiche avverse al Sindacato. Ogni nascituro governo che si rispetti , un confronto con il mondo sindacale ce lo fa a prescindere dal colore politico . Se poi si pensa che il Sindacato deve imporre per forza la sua politica all’esecutivo , siamo fuori strada . Il Sindacato e’ una cinghia di trasmissione ed il compromesso migliore possibile tra il Governo e le istanze dei lavoratori . Se queste sono inconciliabili senza possibilità di accordo e’ il Governo del Paese che decide perché e’ l’esecutivo che ha la responsabilità diretta delle scelte e non l’inverso . Questo e’ in tutti i paesi civili . Non lo e’ in quei paesi dove il Sindacato non solo non e’ previsto ma dove vengono sanzionate , spesso nel sangue , le giuste rivendicazioni . Io faccio il tifo per la prima ipotesi . E lo ero prima del 28 ottobre del 2014 ed anche dopo il 30 settembre del 2020. 

'"......Poletti che proveniva dal mondo dalle Cooperative e quindi anche lui non sospettabile di politiche avverse al Sindacato......"

È sicuro che sia proprio così ? O che il passaggio da Damiano a Poletti non fosse proprio emblema di una diversa visione ?

Conosco Cooperative (sociali !!!) che farebbero impallidire il padrone delle ferriere.......

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

'"......Poletti che proveniva dal mondo dalle Cooperative e quindi anche lui non sospettabile di politiche avverse al Sindacato......"

È sicuro che sia proprio così ? O che il passaggio da Damiano a Poletti non fosse proprio emblema di una diversa visione ?

Conosco Cooperative (sociali !!!) che farebbero impallidire il padrone delle ferriere.......

Beh si !! Proveniva dal PCI 

“Giuliano Poletti (Imola19 novembre 1951) è un politico italianoministro del lavoro e delle politiche sociali dal 22 febbraio 2014 al 1º giugno 2018 nei governi Renzi e Gentiloni, con delega alle politiche giovanili, il servizio civile nazionale e universale e l'integrazione.

 

 
BiografiaModifica

Nato a Spazzate Sassatelli (frazione di Imola), in una famiglia di contadini, si diploma all'istituto tecnico agrario G. Scarabelli a Imola come agrotecnico.

Iscritto al Partito Comunista Italiano, è stato assessore comunale all'Agricoltura e alle Attività Produttive di Imola dal 1976 al 1979. All'impegno politico-amministrativo ha affiancato quello professionale, esercitando, in qualità di presidente dell'ESAVE, (Studi e promozione della viticoltura e dell'enologia per l'Emilia-Romagna), un’intensa attività volta al rilancio del settore vitivinicolo in regione, dopo lo scandalo del vino al metanolo scoppiato nel 1986.

220px-Giorgio_Napolitano_and_Giuliano_Po
Il Presidente della RepubblicaGiorgio Napolitano e Giuliano Poletti nel 2011.

Dal 1982 al 1989 è stato segretario imolese del PCI. Successivamente è entrato nel Consiglio della Provincia di Bologna per il PDS. Dal 2007 è iscritto al Partito Democratico, dove tuttora milita. Dal 1992al 2000 è stato presidente di Efeso, ente di formazione della Legacoop Emilia-Romagna, quindi, fino al settembre 2000, presidente della Legacoop di Imola, poi presidente della Legacoop Regionale Emilia-Romagna e vicepresidente Legacoop Nazionale. Dal 2002 al 2014 è stato presidente di Legacoop Nazionale. Nel febbraio 2013 diviene presidente dell'Alleanza delle Cooperative Italiane.

Appassionato di pallamano è stato vicepresidente vicario della Federazione Italiana Giuoco Handball.

È sposato con Anna Venturini, assessore nel comune di Castel Guelfo di Bologna. Hanno due figli”

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Brava, ridicola, cismonica, marketta pisana, lei sì che è una persona colta.

Mi sa anche dire come si chiamano i due figli?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963