si sono raccomandati di non toccare il reddito di cittadinanza

Inviata (modificato)

Faceva l’usuraio guadagnando fino al 120% di interessi su prestiti annui stimati in circa 80 mila euro ma percepiva il reddito di cittadinanza. La Guardia di Finanza ha arrestato a Bari il pluripregiudicato 40enne G. G. per i reati di usura ed esercizio abusivo dell’attività del credito.

Usuraio esercitava la “professione” ai domiciliari con tanto di reddito di cittadinanza

Ma non finisce qui. Secondo quanto risulta dalle indagini, coordinate dalla pm della Dda di Bari Bruna Manganelli, lo strozzino esercitava la “professione” anche nel periodo di detenzione domiciliare. Prestava denaro a usura con tassi di interesse fino al 120% a piccole imprese, privati cittadini e anche ragazzi molto giovani che ne avevano bisogno per acquistare casa o per mantenere un tenore di vita elevato. L’inchiesta, partita da una segnalazione anonima nel gennaio 2019, ha accertato una decina di vittime e un giro di usura cominciato almeno nel 2012.

Modificato da director12

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

Durante le indagini le fiamme gialle hanno arrestato in flagranza tre indagati. Hanno quindi sequestrato quasi 400 chili di hashish, oltre 120 chili di marijuana e circa 3 chili di cocaina. I trafficanti avevano approntato sofisticate attrezzature necessarie per allestire una serra indoor.

In un’occasione, nel tentativo di disfarsi della sostanza custodita in casa all’atto dell’intervento dei Finanzieri, hanno gettato la marijuana negli scarichi domestici. Un tentativo maldestro, che ha causato l’ostruzione delle tubature di un intero palazzo. La droga è sbucata, infatti, negli scarichi del bagno dei vicini. Un inquilino, allarmato, ha chiamato le forze dell’ordine per la strana sostanza verdastra che usciva dai lavandini.

La gang criminale si finanziava col reddito di cittadinanza

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il bancarottiere   al  MISE

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Satiraptus Satirantus Renzi ha fatto cadere il governo Conte perché, secondo lui, incapace di gestire i miliardi del Recovery Fund. Invece con il governo Draghi al MiSE andrà Giorgetti della Lega, che sarà bravissimo a gestirli, per 49 milioni di buon ragioni. Gennaro Berchicci"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963