solvay
nuovo ministero transizione ecologica

9 messaggi in questa discussione

1 minuto fa, etrusco1900 ha scritto:

le notizie di stampa parlano di un nuovo ministero che si dovrebbe occupare dell'ambiente; cosa farà questo ministero quando si troverà di fronte a situazioni di degrado ambientale denunciate da sempre anche da cittadini ed esponenti politici  di aria 5stelle?

https://www.livornotoday.it/cronaca/rosignano-solvay-inquinamento-berti-denuncia.html

Perlomeno in attesa di bonificare la discarica a cielo aperto sulla riva del mare, ( per farlo occorreranno anni di lavoro  e moltissimi soldi)   potrebbero perlomeno recintarla ed evitare che persone più o meno ignare, pensando di essere su una spiaggia caraibica vadano a farci ll bagno o prenderci il sole,,,,, recintarla e proibirne l'accesso sarebbe perlomeno il minimo che possa essere fatto .... invece attualmente  hanno fatto parcheggi a pagamento proprio per accedere a quell spiaggia.. mmm ... volevo dire discarica.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Come scrive Travaglio, questa trovata di Grillo sul superministero ecologico è una "supercazzola", uno zuccherino propinato alla base per farle ingoiare la pillola amara, amarissima, della convivenza con tutto il peggio della politica che il Movimento aveva sotto tiro quando era ancora un movimento. Sui 75mila votanti di ieri sono sicuro che nemmeno uno, dico nemmeno uno sano di mente, avrebbe immaginato il 4 marzo 2018 di dovere un giorno essere chiamato dal capo a votare per mettersi con Berlusconi, Renzi e Salvini a sostenere un governo mandato dai poteri forti. Ieri, insieme ai 75mila iscritti, ha fisicamente votato pure Repubblica, leggasi famiglia Agnelli. E ha fatto pubblicità al suo sì a urne aperte. Quando ci sono in ballo 209 miliardi i poteri forti e i loro servi perdono ogni residuo pudore. Appecorandosi davanti alle pagliacciate di Grillo, che andrebbe cacciato a calci perché ha sconfinato dalle sue funzioni di mero garante dei valori e della storia del Movimento, anzi li ha platealmente traditi, il 60% degli iscritti ha segnato una data storica. La differenza tra un movimento e un partito è che nel movimento le idee e le scelte sorgono dal basso, nel partito calano dall'alto. Ieri, 11 febbraio 2021, il Movimento 5 Stelle è morto, ed è nato un partito governativo come gli altri con cui si accinge miseramente ad ammucchiarsi. La transizione ecologica non dipende dai ministeri ma dalla volontà politica. Il partito 5 stelle va ad allearsi con chi appena 10 anni fa negava il riscaldamento globale e pianificava di riportare l'Italia nel nucleare. E con chi 5 anni fa incitava i cittadini a violare la Costituzione boicottando un referendum contro le trivelle in mare. Lo stesso che oggi fa il tappetino di Draghi (niente più Mes) e dello sceicco Bin Salman. 

https://infosannio.com/2021/02/12/vogliamo-i-competenti/

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A Rosignano ho passato una giornata la scorsa estate.

Mare inquinato sì, però vale la pena farci il bagno una volta, sembra di essere alle Maldive. Un colore innaturale ma veramente spettacolare!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

32 minuti fa, lelotto2 ha scritto:

A Rosignano ho passato una giornata la scorsa estate.

Mare inquinato sì, però vale la pena farci il bagno una volta, sembra di essere alle Maldive. Un colore innaturale ma veramente spettacolare!

Se capiti di nuovo da quelle parti, anziché andare alle spiagge bianche vai a Castiglioncello   (che è li vicino) alla baia del quercetano, oppure sempre sulla costa Toscana prova a fare il bagno a Cala Violina  (vicino a Follonica) ; chi va alle spiagge bianche forse non conosce quello che c'è nella sabbia e nel mare https://youtu.be/-jgcVLZ5SEE    oltre ai parcheggi che dovrebbero essere chiusi e alla spiaggia che dovrebbe essere recintata per proibirne l'accesso, forse dovrebbero anche evitare di usare quella rena, forse sarebbe più opportuni usare il temine cenere per ripristinare le spiagge vicine dove ci sono i campeggi; il comune di Rosignano usa due pesi e due misure, usa la spiaggia bianca per le spiagge dei "poveri" (dove ci sono i campeggi) ma evita accuratamente di usarla  a Castiglioncello o alla baia del quercetano

Modificato da etrusco1900

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

le notizie di stampa parlano di un nuovo ministero che si dovrebbe occupare dell'ambiente; cosa farà questo ministero quando si troverà di fronte a situazioni di degrado ambientale denunciate da sempre anche da cittadini di aria 5stelle?

https://www.livornotoday.it/cronaca/rosignano-solvay-inquinamento-berti-denuncia.html

x il degrado ambientale esattam nulla come han fatto finora;  x la tasca, inventare un "nuovo" ministero con nome differente a quanto già esistente, é sempre proficuo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

Se capiti di nuovo da quelle parti, anziché andare alle spiagge bianche vai a Castiglioncello   (che è li vicino) alla baia del quercetano, oppure sempre sulla costa Toscana prova a fare il bagno a Cala Violina  (vicino a Follonica)

Già fatto, partendo in genere da Marina di Cecina.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Come scrive Travaglio, questa trovata di Grillo sul superministero ecologico è una "supercazzola", uno zuccherino propinato alla base per farle ingoiare la pillola amara, amarissima, della convivenza con tutto il peggio della politica che il Movimento aveva sotto tiro quando era ancora un movimento. Sui 75mila votanti di ieri sono sicuro che nemmeno uno, dico nemmeno uno sano di mente, avrebbe immaginato il 4 marzo 2018 di dovere un giorno essere chiamato dal capo a votare per mettersi con Berlusconi, Renzi e Salvini a sostenere un governo mandato dai poteri forti. Ieri, insieme ai 75mila iscritti, ha fisicamente votato pure Repubblica, leggasi famiglia Agnelli. E ha fatto pubblicità al suo sì a urne aperte. Quando ci sono in ballo 209 miliardi i poteri forti e i loro servi perdono ogni residuo pudore. Appecorandosi davanti alle pagliacciate di Grillo, che andrebbe cacciato a calci perché ha sconfinato dalle sue funzioni di mero garante dei valori e della storia del Movimento, anzi li ha platealmente traditi, il 60% degli iscritti ha segnato una data storica. La differenza tra un movimento e un partito è che nel movimento le idee e le scelte sorgono dal basso, nel partito calano dall'alto. Ieri, 11 febbraio 2021, il Movimento 5 Stelle è morto, ed è nato un partito governativo come gli altri con cui si accinge miseramente ad ammucchiarsi. La transizione ecologica non dipende dai ministeri ma dalla volontà politica. Il partito 5 stelle va ad allearsi con chi appena 10 anni fa negava il riscaldamento globale e pianificava di riportare l'Italia nel nucleare. E con chi 5 anni fa incitava i cittadini a violare la Costituzione boicottando un referendum contro le trivelle in mare. Lo stesso che oggi fa il tappetino di Draghi (niente più Mes) e dello sceicco Bin Salman. 

https://infosannio.com/2021/02/12/vogliamo-i-competenti/

"Il partito 5 stelle va ad allearsi con chi appena 10 anni fa negava il riscaldamento globale e pianificava di riportare l'Italia nel nucleare.".

Lei è un coraggioso falsario. Il M5S con il peggio dell'antiecologia, del nuclearismo e degli annegatori di migranti si è già disinvoltamente alleato il 1° giugno 2018.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se un "movimento" politico deve rispondere ad un extra svizzero, possiamo dire di essere in Italia...xD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

"Il partito 5 stelle va ad allearsi con chi appena 10 anni fa negava il riscaldamento globale e pianificava di riportare l'Italia nel nucleare.".

Lei è un coraggioso falsario. Il M5S con il peggio dell'antiecologia, del nuclearismo e degli annegatori di migranti si è già disinvoltamente alleato il 1° giugno 2018.

Ti sbagli di grosso, i falsari in questo forum sono altri. A me possono fare difetto le conoscenze e la memoria, ma non mi invento falsità. Solo oggi, infatti, dopo una ricerca in rete, scopro che nel 2016 Salvini votò con gli altri europarlamentari leghisti contro la ratifica degli accordi di Parigi sul clima. Fino a ieri ricordavo solo il Capitone che dopo una periodo di freddo occasionale commentava con frasi tipo: "Fa un freddo cane e ci parlano di riscaldamento globale". Ma queste cretinate non erano posizioni negazioniste uffi.ciali. Invece ricordo bene e la commentai nel forum la mozione presentata dal senatore Dell'Utri nel 2009 (firmata anche da Nania e Poli Bortone del PdL). Una mozione chiaramente negazionista dell'origine antropica dei mutamenti  climatici:

https://www.repubblica.it/2008/06/sezioni/ambiente/effetto-serra/mozione-pdl/mozione-pdl.html

Sul nucleare la posizione della Lega di Bossi è sempre stata contraddittoria: favorevole sul piano nazionale per fare contento Berlusconi, contraria a ospitare centrali e depositi di scorie nelle regioni a governo leghista. Contraddittorio anche Salvini che un mese fa criticava il governo Conte per avere pubblicato la carta dei 67 siti idonei a ospitare il futuro deposito nazionale di scorie. Secondo lui non era una cosa da farsi in piena pandemia per creare ulteriori problemi e timori nelle comunità locali. Però qualche giorno dopo lo stesso Salvini si accorse che nella lista mancava Trino Vercellese, comune amministrato dalla Lega dove c'è già un deposito provvisorio, e allora protestò e chiese di ubicare il deposito nazionale proprio a Trino, forse perché sono previste "compensazioni" economiche per la popolazione residente nei pressi del deposito nazionale. Mentre chi tentò realmente di riportare il nucleare in Italia dopo il referendum del 1987 furono Berlusconi e il suo ministro Scajola. Il quale nel 2008 progettava di coprire il 25% del fabbisogno elettrico italiano con centrali nucleari di ultima generazione. Tenuto conto che all'epoca il consumo interno lordo era di circa 360 TWh e che il capacity factor del nucleare è intorno al 90%, sarebbero serviti 10 grandi reattori da 1,2 GW di picco. All'epoca in tutta l'Europa occidentale erano in costruzione solo due reattori del genere, uno in  Finlandia e uno in Francia. A oggi nessuno dei due è stato completato e le stime dei costi hanno raggiunto valori paurosi: 11 miliardi di euro per quello finlandese, 19 miliardi per il francese, ma potrebbero crescere ancora. Per fortuna il popolo sovrano nel 2011 bocciò via referendum i progetti folli di B. e Scajola. In precedenza nel 2003 un altro governo B. aveva provocato una insurrezione popolare a Scanzano Jonico in Basilicata. Volevano scavare un deposito nazionale sotterraneo (geologico) di scorie radioattive. Molto più pericoloso e costoso del deposito di superficie previsto dal governo Conte e di cui il governo Draghi dovrà indicare la sede. 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963