chissssiricorda

Inviata (modificato)

1 ora fa, tiberio1946 ha scritto:

le veline, la carta carbone, la gomma per cancellare rossa e blu , la scolorina, il ciclostile.

le dispense di "radio elettra" e la radio a galena

il catalogo postal market ovvero il play boy dei poveri :-) responsabile di tanti sessantenni ciechi :-))))

postal market e vestro ... i nonni di amazon e di alibaba - per i settantenni dalla vista corta ... ho cercato di fermarmi in tempo, ma poi un infortunio sul lavoro ha incontrato me. (hai notato, non sono io che ho incontrato l'infortunio / è lui che ha incontrato me). Se ti interessa il settore radio storiche ... radiopistoia.it e radiocorriere.it e troverai varie notizie tecniche ed utili collegamenti diretti con altri siti paralleli. Ciao Tiberio, alle prossime da d/b.-  

Modificato da dune-buggi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

58 messaggi in questa discussione

ho restaurato una vecchia fonola del 1937 in un bellissimo mobile in radica e quando l'ho accesa per la prima volta suonavano " i tulli tulli pan" del trio rescano. mi è venuto un colpo , *** ! gli era rimasto un colpo in canna  :-)

ormai mi diletto nel restauro di memedesimo e con scarsi risultati.

 

chissssiricorda : i fumetti Zagor, Blak macigno, Capitan Miki, l' uomo mascherato, Lando e Angelica ? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, tiberio1946 ha scritto:

ho restaurato una vecchia fonola del 1937 in un bellissimo mobile in radica e quando l'ho accesa per la prima volta suonavano " i tulli tulli pan" del trio rescano. mi è venuto un colpo , *** ! gli era rimasto un colpo in canna  :-)

ormai mi diletto nel restauro di memedesimo e con scarsi risultati.

 

chissssiricorda : i fumetti Zagor, Blak macigno, Capitan Miki, l' uomo mascherato, Lando e Angelica ? 

Io da ragazzino, fumetti di Zagor poco o niente; si Blak Macigno, Capitan Miki e l' uomo mascherato, ma in più Tex Willer e Diabolik. Ma gli ultimi due erano più recenti, se non ricordo male.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 10/3/2021 in 16:59 , dune-buggi ha scritto:

 

Musica & Memoria - Tecnologia & Mercato: Il ritorno delle musicassette

 

tuttora abbiamo in casa ancora delle cassette musicali e di prosa ed ogni tanto mi piace udirle nel vekkio pioneer, quello con le 2 casse mobili ai lati,  col quale si ascoltano cassette e cd registrati prima degli mp3... mamma con papà ed amici ballavano sulla loro musica, specie in estate, quando, dopo piccole cene, allungavano la serata in giardino...   tra qualke decennio racconteremo dei cd mp3 o mp4  della pausini, vasco, ligabue, maneskin, ed anke battiato dei tempi quando cercava il centro di gravità permanente ma pure sinfonie o lirica.ke...   veram bei ricordi...

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusate, le serate al mare al chiaro di luna, il fuoco sulla sabbia, il chittarista del gruppo o lo stereo appoggiato sulla sedia a sdraio, ... le simpatiche amicizie e compagnie ...    

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

batttisti spopolava.   prova adesso ad accendere un fuoco in spiaggia che ti arrivano: polizia municipale, pompieri, nas, digos, forze speciali, gruppi ecologisti.

chi suonava la chitarra non batteva un colpo e chi metteva i dischi alle feste era lo sfigato di turno, oggi  si chiama D.J.

chissssiricorda la musica dui Fausto Papetti e soprattutto le copertine dei suoi dischi?

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Fine anni sessanta inizio anni settanta chiedere al fruttivendolo di zona le cassette della frutta (in quegli anni erano di legno) ed accendere il fuoco al centro e noi intorno era normale. Il primo bacio alla morosetta ed iniziare la nostra storia estiva. Le colonne sonore da film suonate con lo stereo a pila. Belle le musica cassette, non esistevano i c/d. Quanti ricordi con le colonne da film, da Ennio Morricone a tutti gli altri.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Il 25/3/2021 in 15:09 , dune-buggi ha scritto:

Scusate, le serate al mare al chiaro di luna, il fuoco sulla sabbia, il chittarista del gruppo o lo stereo appoggiato sulla sedia a sdraio, ... le simpatiche amicizie e compagnie ...    

evoki bellissimi ricordi ke mamma rammentava con le sue amike...

noi, generaz successiva, ci siamo accontentati di discoteke nel cui parkeggio, se arrivavi con l'utilitaria nn ti facevano entrare... cmq se l'ospite era meritevole, si partiva da casa con l'auto dei genitori o in moto altrim via in giardino a ballare e far preparare margherita o spaghettata x tutti...

Modificato da uvabianca111
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

questa è per i matusalemme : vi ricordate il Flit con il DDT?

 

il velosolex, l'aquilotto, il califfo, il motom ............

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

arrotinooooo

umbreleeeeee

cadregheeeee

materaseeeee

gelateeeeeee

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 24/3/2021 in 16:55 , tiberio1946 ha scritto:

il catalogo postal market ovvero il play boy dei poveri :-) responsabile di tanti sessantenni ciechi :-))))

Questa del posta market non la sapevo, ma forse ero un po' più avanti: ricordo che avevo delle foto di Maria Grazia Spina che posava nuda su un letto, mentre sfoggiava il suo bell lato B. Non sono diventato cieco, ma un po' di problemi alla vista me li ha procurti sicuramente. Certo la signora Spina è del 1936, oggi sicuramente avrà un bel po' di anni. Ma una dea matura, ma non invecchia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

i cataloghi postal marcket un amico che lavorava all'ENI nei paesi arabi se li portava dall'Italia come merce di scambio, dalla dogana in poi. aprivano tutte le porte 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, tiberio1946 ha scritto:

i cataloghi postal marcket un amico che lavorava all'ENI nei paesi arabi se li portava dall'Italia come merce di scambio, dalla dogana in poi. aprivano tutte le porte 

Quanti ricordano le figurine di un tempo. Erano inserite nelle scatole di vari prodotti, sia alimentari che altro. Provo a ricordare – nei dadi da brodo (Liebig); nei formaggini (Mio e Tigre); nelle scatole per dolci (Bertolini Mariarosa); nelle saponette personali e da bucato (Sole, Miralanza, Ava, ed altro) (la Olandesina e Calimero); – forse ne ho dimenticate diverse … proviamo a ricordarle … buon lunedi mattino.-  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

erano i primi anni del '50 e con i punti della invernizzina presi un aeroplanino in alluminio. il mio primo giocattolo non di latta.

chissssiricorda lo ZX80 ?

le schede perforate?

il tecnigrafo ?

e saltando  di  palo in frasca i reg gi ca l-ze ? 

Modificato da tiberio1946

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Regolo calcolatore - Wikipedia

regolo calcolatore - mod. Aristo

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

regla de calculo nestler 0260 mecanica 260 meca - Acquista Regoli  Calculatori Antichi a todocoleccion - 120558023

poi vi erano quelli dedicati al settore elettrico, chimico, edile. 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il mio lo regalai a mio genero (ing. meccanico) = oggetto sconosciuto

e i prontuari di chimica, meccanica e edilizia ?

il normografo e il tiralinee ? i quaderni con la copertina nera e all'ultima pagina le tabelline ?

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, tiberio1946 ha scritto:

il mio lo regalai a mio genero (ing. meccanico) = oggetto sconosciuto

e i prontuari di chimica, meccanica e edilizia ?

il normografo e il tiralinee ? i quaderni con la copertina nera e all'ultima pagina le tabelline ?

il regolo calcolatore lavora su base "logaritmica". La sua scala non è lineare, molto dilatata all'inizio molto compatta alla fine. Poi vi è la differenza se la scala scorrevole esce verso destra o verso sinistra. (vecchi ricordi di quando facevo il magazziniere sbuccia fili al magazzino dei materiali). 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

chissssiricorda la cerbottana e i bussollotti, la fionda, il carrellotto, il floberto e la pistola a gommini oklaoma?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, tiberio1946 ha scritto:

chissssiricorda la cerbottana e i bussollotti, la fionda, il carrellotto, il floberto e la pistola a gommini oklaoma?

... il carburo preso al deposito ferroviario (era quello delle vecchie lampade da ferroviere) ... oppure i tre petardi messi in sequenza sui binari di notte all' epoca delle vecchie vaporiere (era un allarme di emergenza immediata e comportava il blocco del treno) ... - all'epoca ero minorenne, quindi non perseguinile, ed ora dopo più di cinquanta anni da allora il reato è andato in prescrizione. - Ciao Tiberio, e tu quali biricchinate combiavi tra i sedici ed i venti anni (un tempo si diventava maggiorenni a vent'uno).- 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

a 12 - 13 anni abitavo in periferia a milano ed era tutto un cantiere, raccoglievamo gli scarti dei tondini per il cemento armato e li vendevamo al "rutamat". ma poi i cantieri finirono e allora con l'amico enzo si andava in bicicletta dall'altra parte della città allo scalo ferroviario di lambrate a svitare i vitoni che tenevano le rotaie, ma solo sui binari arrugginiti e uno ogni tre :-)

ogni vite pesava quasi un kg. 

altra caxxata a 15 anni: con un amico costruimmo un missile, roba seria da disegni che mi feci arrivare dalla cecoslovacchia, e provando il motore a razzo finii all'ospedale con un buco nella gamba e 15 gg di letto in trazione. i miei mi buttarono via il piccolo chimico :-D

poi a 17 morosa seria e fine delle "birichinate", a 21 sposato , a 23 padre. 

ma le mie caxxatille ho continuato e continuo a farle, mi tengono giovane :-D

ops , non ho fatto in tempo a portare a corpo 20, scusa

Modificato da tiberio1946

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

26 minuti fa, tiberio1946 ha scritto:

a 12 - 13 anni abitavo in periferia a milano ed era tutto un cantiere, raccoglievamo gli scarti dei tondini per il cemento armato e li vendevamo al "rutamat". ma poi i cantieri finirono e allora con l'amico enzo si andava in bicicletta dall'altra parte della città allo scalo ferroviario di lambrate a svitare i vitoni che tenevano le rotaie, ma solo sui binari arrugginiti e uno ogni tre :-)

ogni vite pesava quasi un kg. 

altra caxxata a 15 anni: con un amico costruimmo un missile, roba seria da disegni che mi feci arrivare dalla cecoslovacchia, e provando il motore a razzo finii all'ospedale con un buco nella gamba e 15 gg di letto in trazione. i miei mi buttarono via il piccolo chimico :-D

poi a 17 morosa seria e fine delle "birichinate", a 21 sposato , a 23 padre. 

ma le mie caxxatille ho continuato e continuo a farle, mi tengono giovane :-D

ops , non ho fatto in tempo a portare a corpo 20, scusa

Ciao Tiberio, sono riuscito a riversare su word e leggere il tuo scritto. - Bello il film "cielo d'ottobre" ...

Cielo d'ottobre (October Sky) è un film del 1999 diretto da Joe Johnston e tratto dal libro Rocket Boys (1998), autobiografia di Homer H. Hickam jr.  Il film si ispira ad una storia realmente accaduta, raccolta nel libro di memorie di un ingegnere della NASA, ora in pensione, che ha anche dato la sua consulenza per la trasposizione cinematografica: Homer H. Hickam jr., responsabile motori dello Space Shuttle ed addestratore degli astronauti destinati a missioni sulla navicella spaziale. 

 

Modificato da dune-buggi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 6/4/2021 in 11:35 , dune-buggi ha scritto:

 Bello il film "cielo d'ottobre" ...

meno bello lo sbrego sul polpaccio della gamba

 

aiazzone, calzoni alla zuava, gli assegnini al posto delle monete

  

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, tiberio1946 ha scritto:

 

Prova a visionare il sito - ildeposito.org - musica e canti popolari e di protesta. Trovi numerosi collegamenti tra musica e storia italiana. Cosa dire poi di - taps / il tocco del silenzio - suonato a tromba durante le celebrazioni militari. La sua storia risale alle guerre di secessione americane del milleottocento sessanta. Se scrivi - taps il tocco del silenzio - trovi la storia ed il brano originale. Ciao Tiberio a presto da d/b.-  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963