A Wuhan il team dell'Oms ha trovato "dati mai visti"

8 messaggi in questa discussione

Il dott. LI per " averli visti " ci ha rimesso prima la libertà e poi la VITA !

Non lo dimenticherò MAI !!!

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

I fatti e la storia hanno dimostrato che il covid diciannove sia un virus modificato in laboratorio. Una ottima occasione per lasciare la finestra aperta è stata quella dei giochi sportivi che si svolgevano in quel periodo ed in quella città. Gli atleti tornando in patria avrebbero fatto da piccioni viaggiatori. I geniali modificatori di virus pensavano a qualcosa di più semplice e contenibile, non avevano previsto una diffusione così rapida e ramificata. Assomiglia ai fuochi d'artificio ove un colore esplodendo si mescola, si intreccia, si interseca con i rami colorati delle esplosioni vicine. - provate a documentarvi su big pharma e su comparaggio, troverete delle interessanti notizie sulle industrie e sulla chimica farmaceutica. Creare una malattia per fornire un farmaco. Non un farmaco pulito, efficace, senza effetti secondari, troppo facile e pochi guadagni. Preferibile risulta un farmaco con altri effetti secondari al fine di creare altre malattie ed altre necessità da curare con altri farmaci, anch'essi con nuovi effetti secondari. Una simpatica catena con intrecci simili alle maglie di una ragnatela, con al centro il “Ragno Guadagno”. - 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Mariella da d/b - ti dedico questo filmato, mostralo alle tue amiche. Dal sud al nord con ... il gatto delle nevi (quello a motore) - storie da viveve / la principessa delle nevi - dedicato ad una ragazza di nome Martina dell'Alto Adige.  

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, mariellasikelia ha scritto:

Ciao d/b, grazie della dedica , ma il filmato dov'é ???

Clicca sulla freccia centrale dove vi è la foto della ragazza .... parte subito il filmato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

riprendiamo il tema ora che viene confermato che il virus (preparato / ...) sia uscito proprio da quella città ..............

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

vi è da aggiungere una  considerazione, sappiamo e i fatti lo dimostrano che per modificare una specie ci vogliono anni ed anni, affinchè una specie diventi una nuova razza ci vogliono lunghe e macchinose selezioni , prendiamo per esempio le razze canine , sono tutti canidi ma sono di tante razze si va dal lupo al pastore si va dal minuscolo cane da appartamento all'enorme alano o san bernardo , sappiamo e i fatti lo dimostrano che l'ambiente modifica le forme di vita , prendiamo per esempio le cozze sono apparse sulla terra milioni di anni fa da allora non si sono mai evolute sono state trovate cozze fossili in montagna all'interno di grotte questo la dice lunga . Ora sono d'accordo che i virus non sono cozze, cani o gatti , ma i principi evolutivi sono condivisi da molti. Pertanto ora la mia domanda è!!  come può un virus cambiare le proprie caratteristiche nello stesso tempo ( quindici / trenta giorni) in aree geografiche del mondo distanti tra loro migliaia di Km ? basandoci solo sul fatto ( non dimostrato)  che gli esseri umani sarebbero entrati in contatto tra loro? contagiandosi !! affinchè un essere vivente si modifichi ( ed i virus sono esseri viventi) deve vivere nello stesso ambiente, quando l'ambiente si modifica nelle generazioni successive gradualmente si sviluppano delle differenze con caratteristiche diverse dall'essere vivente d'origine ... In questo caso il virus ha sviluppato caratteristiche diverse in un lasso di tempo brevissimo , ora quali leggi e principi evolutivi ha seguito ?'!! Alla luce di queste considerazioni si può benissimo pensare che sia di origine artificiale , come possono essere benissimo di origine artificiale anche tutte le varianti : inglese, brasiliana, africana, indiana ( ed europea) . Una malattia per diffondersi ha bisogno di essere veicolata es acqua, polline, contatto diretto, cibo sostanze minerali od organiche di uso comune , per non essere troppo evidenti un ottimo mezzo di trasmissione  sono gli animali ( non parlano e non si lamentano) basta inoculare qualcosa a qualche cavia e metterla in libertà .... ( pipistrelli, visoni, gatti, cani, polli, maiali ) ed il gioco e fatto ...

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, mylord611 ha scritto:

vi è da aggiungere una  considerazione, sappiamo e i fatti lo dimostrano che per modificare una specie ci vogliono anni ed anni, affinchè una specie diventi una nuova razza ci vogliono lunghe e macchinose selezioni , prendiamo per esempio le razze canine , sono tutti canidi ma sono di tante razze si va dal lupo al pastore si va dal minuscolo cane da appartamento all'enorme alano o san bernardo , sappiamo e i fatti lo dimostrano che l'ambiente modifica le forme di vita , prendiamo per esempio le cozze sono apparse sulla terra milioni di anni fa da allora non si sono mai evolute sono state trovate cozze fossili in montagna all'interno di grotte questo la dice lunga . Ora sono d'accordo che i virus non sono cozze, cani o gatti , ma i principi evolutivi sono condivisi da molti. Pertanto ora la mia domanda è!!  come può un virus cambiare le proprie caratteristiche nello stesso tempo ( quindici / trenta giorni) in aree geografiche del mondo distanti tra loro migliaia di Km ? basandoci solo sul fatto ( non dimostrato)  che gli esseri umani sarebbero entrati in contatto tra loro? contagiandosi !! affinchè un essere vivente si modifichi ( ed i virus sono esseri viventi) deve vivere nello stesso ambiente, quando l'ambiente si modifica nelle generazioni successive gradualmente si sviluppano delle differenze con caratteristiche diverse dall'essere vivente d'origine ... In questo caso il virus ha sviluppato caratteristiche diverse in un lasso di tempo brevissimo , ora quali leggi e principi evolutivi ha seguito ?'!! Alla luce di queste considerazioni si può benissimo pensare che sia di origine artificiale , come possono essere benissimo di origine artificiale anche tutte le varianti : inglese, brasiliana, africana, indiana ( ed europea) . Una malattia per diffondersi ha bisogno di essere veicolata es acqua, polline, contatto diretto, cibo sostanze minerali od organiche di uso comune , per non essere troppo evidenti un ottimo mezzo di trasmissione  sono gli animali ( non parlano e non si lamentano) basta inoculare qualcosa a qualche cavia e metterla in libertà .... ( pipistrelli, visoni, gatti, cani, polli, maiali ) ed il gioco e fatto ...

Ancora più semplice - si organizzano dei giochi sportivi internazionali. Basta contagiare atleti, allenatori, giornalisti, ecc … saranno essi che tornati in patria faranno da “piccione viaggiatore”. Per la storia … in quella città cinese da dove è partito il virus si stavano svolgendo dei giochi sportivi internazionali … - Ciao Mylord, a presto e sempre utili le tue notizie.  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963