notizie che si stentano a trovare nei soliti quotidiani..

Bimbo di 2 anni ucciso a frustate da compagno della mamma: la scoperta choc sull’uomo

Una vicenda a dir poco macabra quella successa a Castel Volturno dove i carabinieri hanno arrestato un uomo di origine ghanese con l’accusa di aver ucciso a frustate il figlioletto di appena due anni della compagna. Ora l’uomo è in carcere con l’accusa di infanticidio. Il fermo è avvenuto dopo che stamani la madre del piccolo, di nazionalità liberiana, si era presentata con il bimbo ormai privo di sensi alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno; purtroppo il bambino è deceduto per le lesioni riportate. Il presunto omicida è stato fermato su ordine della Procura di Santa Maria Capua Vetere.

Fanno terrore i dettagli: la mamma aveva lasciato il figlioletto di due anni al compagno, perché doveva andare a svolgere il suo lavoro di operatrice socio-sanitaria. Quando è tornata il piccolo a stento respirava, e aveva il volto tumefatto e insanguinato per i colpi ricevuti dal patrigno ritrovato sotto l’effetto di droga; il bimbo, di appena due anni, è poi deceduto. Ma come dicevamo, quello che fa davvero impressione è il modo in cui è stato ucciso il piccolo di due anni, figlio di un’immigrata liberiana, da anni perfettamente integrata. Il compagno, di origini ghanesi, è stato fermato per omicidio e maltrattamenti, in passato – è emerso – aveva maltrattato la donna poi la violenza sul bimbo, preso a frustate.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963