SILENZIO CELODURO SU QUESTA SENTENZA

Certo  ed  è  assodato  non era  legittima  difesa...ma  per  i  maldestri  e  celoduri   non  ci  doveva  nemmeno essere  l'inchiesta.

Brescia, 13 dicembre 2017 - Nove anni e quattro mesi per omicidio volontario. A tanto è stato condannato il bresciano Mirco Franzoni per aver ucciso il 20enne ladro di origine albanese Eduard Ndoj che nel tardo pomeriggio del 14 dicembre 2013 era entrato in casa del fratello. La sentenza della Corte d'Assise di Brescia è arrivata dopo otto ore di camera di Consiglio e dopo che il pm aveva chiesto la condanna a 16 anni spiegando che "in Italia è vietato rubare, ma anche uccidere e che se l'imputato avesse chiamato i carabinieri oggi staremmo celebrando un semplice processo per furto e non per omicidio". L'avvocato della difesa, Gianfranco Abate, aveva chiesto l'assoluzione "perché si è trattato di un dramma accidentale" e dopo la lettura del dispositivo si è detto insoddisfatto: "Leggeremo le motivazioni, ma non siamo contenti e non condividiamo la sentenza".

In silenzio l'imputato che si è sempre proclamato innocente. "Non volevo uccidere è partito un colpo accidentalmente perché lui voleva portarmi via dalle mani il fucile" la tesi difensiva del 33enne bresciano. Contrariati i familiari più stretti della vittima, il fratello e lo zio che, con i genitori del 20enne ucciso, si erano costituiti parte civile. "Se fosse stato scoperto in casa capisco anche sparare, ma non si può impugnare un fucile in strada e uccidere. Mi aspettavo almeno 20 anni di condanna" il commento dello zio della vittima. Proprio oggi, lui e il fratello di Eduard Ndoj sono stati raggiunti da un provvedimento della Questura di Brescia che vieta loro di mettere piede nel Comune di Brescia per i prossimi tre anni perché - si legge nel provvedimento - "non avendo residenza a Brescia e nemmeno un lavoro a Brescia non c'è motivo plausibile della loro presenza nel Comune". 

Con la sentenza la Corte d'Assise di Brescia ha disposto un risarcimento provvisionale immediatamente esecutivo di 50mila euro a testa per i genitori di Eduard Ndoj e di 25 mila per il fratello. Rigettata la richiesta di risarcimento presentata dall'avvocato Alessia Brignoli per gli zii del giovane ucciso quattro anni fa. Complessivamente il legale di parte civile aveva formulato una richiesta di 3 milioni e 700mila euro per il danno subito. La Corte d'assise di Brescia ha poi deciso l'invio alla Procura degli atti per aprire un procedimento per falsa testimonianza nei confronti di quattro teste comparsi in aula durante il dibattimento. "La vicenda - aveva spiegato in aula il pm Kati Bressanelli - è avvenuta con un sottofondo omertoso perché tutti ritengono Franzoni un bravo ragazzo che non è da condannare e la vittima un ladro che ha meritato la fine che ha fatto".

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

nessun  commento  già  non  hanno  argomenti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

certo  diverso... diverso  era   anche  il  comportamento infatti  per  voi   sarebbero  stati   tutti   e  due  messi   sullo  stesso  piano....  nessuna  indagine   nessun  giudice  etc  etc.  Ovvero libertà  di  uccidere 

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Una cosa è certa, l'attuale legge  da troppa discrezionalità ai giudici e va modificata;  si potrebbe prendere per esempio la legislazione in vigore nelle altre nazioni Europee...  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Una cosa è certa, l'attuale legge  da troppa discrezionalità ai giudici e va modificata;  si potrebbe prendere per esempio la legislazione in vigore nelle altre nazioni Europee...  

cioè ???   Io   credo  che  la  discrezionalità  derivi dalle  indagini , dalle  prove e  dagli  avvocati  che  anche  per  loro   valgono le  stesse  leggi... ed  infatti  per  certi  specialmente  maldestri  ben   foraggiati  ( possibilità  di  pagarsi  il meglio )  trovano quasi sempre  la  scappatoia e/o  in  alternativa  la  prescrizione  ma  sarà sempre  colpa  dei  giudici  naturalmente.

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un  omicida  che   si  vuol  celare    dietro  la  legittima  difesa  che  non  esiste...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963