anticorpi monoclonali - leggo e ricopio

Covid: con anticorpi monoclonali meno 70% ricoveri e decessi. La sperimentazione

Dallo studio di fase 3 di Eli Lilly and Company emerge anche "la riduzione dei ricoveri, della carica virale e una più veloce risoluzione dei sintomi". Il virologo Burioni: "Ottime notizie, ora muoviamoci".

Mentre il mondo è comprensibilmente concentrato sull’efficacia dei vaccini contro il Covid-19 e l’articolata logistica delle diverse campagne vaccinali, ottime notizie arrivano anche sul fronte delle cure collaterali. A partire dall’utilizzo degli anticorpi monoclonali, vera a propria panacea per chi ha già contratto l’infezione.

Il trattamento con la combinazione di due anticorpi neutralizzanti targati Lilly ha ridotto il rischio di ricovero e morte per Covid-19 del 70%. Lo annuncia la Eli Lilly and Company, sulla base dei risultati dello studio di fase 3 Blaze-1.

Bamlanivimab (LY-CoV555) ed etesevimab (LY-CoV016) sono stati testati in pazienti ad alto rischio con recente diagnosi di Covid-19: su 1.035 persone, ci sono stati 11 eventi come ricoveri e decessi (2,1%) nei pazienti che assumevano la terapia e 36 eventi (7,0%) in quelli trattati invece con placebo. Ci sono stati 10 morti in totale, tutti verificatisi in pazienti che assumevano placebo e nessuno fra quelli che hanno ricevuto gli anticorpi. Dallo studio emerge anche “una forte evidenza che la terapia ha ridotto la carica virale e accelerato la risoluzione dei sintomi”.  

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

Se avete visto report su RAI 3, parlando di vaccini, a quanto pare non sono sempre efficaci, soprattutto non garantiscono che chi viene vaccinato non diviene un portatore sano. In poche parole, la vaccinazione non è sicura la cento per cento, e in oltre dopo il trattamento che dovrebbe avvenire in due fasi, questo non implica che puoi andare in giro senza la mascherina, in conclusione, la vaccinazione a che serve?

Modificato da vincent29264

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, vincent29264 ha scritto:

in conclusione, la vaccinazione a che serve?

serve a rallentare la diffusione del contagio che comunque avviene ugualmente e che pertanto ci obbliga a continuare a portare le mascherine e serve a fare fare soldi alle aziende farmaceutiche che producono i vaccini e i cui titoli volano in borsa ; chi è che stabilisce il reale costo di un vaccino e il rapporto fra costi  industriali  di produzione e distribuzione (compresa la ricerca) e il prezzo finale di vendita dei vaccini?  e per una casa farmaceutica è preferibile produrre un vaccino che dura dodici mesi e che quindi ogni anno va ripetuto (come avviene attualmente  per i vaccini influenzali)  o un vaccino la cui efficacia dura tutta la vita e che una volta fatto non va più ripetuto? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, etrusco1900 ha scritto:

serve a rallentare la diffusione del contagio che comunque avviene ugualmente e che pertanto ci obbliga a continuare a portare le mascherine e serve a fare fare soldi alle aziende farmaceutiche che producono i vaccini e i cui titoli volano in borsa ; chi è che stabilisce il reale costo di un vaccino e il rapporto fra costi  industriali  di produzione e distribuzione (compresa la ricerca) e il prezzo finale di vendita dei vaccini?  e per una casa farmaceutica è preferibile produrre un vaccino che dura dodici mesi e che quindi ogni anno va ripetuto (come avviene attualmente  per i vaccini influenzali)  o un vaccino la cui efficacia dura tutta la vita e che una volta fatto non va più ripetuto? 

Hai ragione, i vaccini sono un grande business, ovvero è quello che hanno fatto diventare l'unica cura che si ha contro le infezioni virali, il problema vero e proprio è che non ci sono cure definitive contro patologie virali, l'unica soluzione è il vaccino, che non sempre è disponibile dato che se non c'è l'infezione non può esistere il vaccino. quello che ripeto sempre, è, come mai dopo decenni di ricerche sulle infezioni virali, tutto quello che abbiamo contro è solo i vaccini? possibile che non siano mai stati capaci di trovare delle cure adeguate. Mi viene da pensare che forse tali ricerche, ovvero quelle inerenti alla soluzione di una cura, oltre a quelle vaccinali, non se ne siano mai fatte.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963