E si riparla di comunismo .. !!

La storia del PCI è una storia lunga e complessa, fatta di tante luci e tante ombre. Chi considera maestri ed e’ tifoso ed ammiratore di Montanelli , noto fascista e sfioratore di minorenni etiopi , Travaglio , Di Pietro , Ingroia , Davigo , Di Maio , Grillo e Di Battista e similari , non si può nemmeno azzardare a parlare di comunismo . Se ne stia nelle fogne . Al massimo avrà letto qualcosa sul comunismo magari con un babà al rum ed una mozzarella di bufala in bocca .  Che debba leggere i suoi scritti sul comunismo mi fa vomitare . Vomito perché mentre lui si introfava di cannolicchi e pasta al forno Sorrentina , siccome stimo Renzi , non sarei di sx . Razza di idio ta !! Io ha trascorsi partendo dalla FGCI . Ne ho fatto parte a livello provinciale e poi regionale . Crescendo mi sono “ sciroppato “ centinaia di riunioni notturne in sezione ed in Federazione , ho dato la mia disponibilità per decine e decine di campagne elettorali , per innumerevoli feste dell’unità . E tuttocio’ , ebe te , mentre te ti riempivi la bocca e lo stomaco , di frasi fatte , di comunismo allo champagne tra una partita a scacchi ed un po’ di lotta greco romana . Te di comunismo non sei degno di parlarne . Perché non sai nemmeno di cosa si tratta . Io si , invece !! Perché in casa mia , e non come nella tua , si respirava aria e comunismo . Erano tutti comunisti ed io di quell’aria li ne ho respirata a bizzeffe !!  Il Comunismo fu una chiesa atea, ma non laica, con la sua ortodossia e le sue eresie. E in quanto chiesa incideva perfino sul vivere quotidiano di chi quell'ortodossia la professava e la praticava.  È una storia legata a doppio filo con la lotta partigiana, ed io mi onoro di essere stato un nipote di colui che il fascismo lo combatte’ ferocemente fino ad essere menomato fisicamente per quella scelta .  I comunisti furono gli artefici della nascita della repubblica e della costituzione democratica e antifascista che si lego’ 
a doppio filo con le lotte operaie e studentesche in un rapporto d'amore e odio (e per quelle operaie e per quelle studentesche).  Ma , purtroppo , è pure una storia legata a doppio filo al socialismo fatto passare per le Procure, al manettarismo col quale pensavano di vincere dopo tangentopoli, ai diritti civili trattati con disprezzo , al rapporto opaco se non di connivenza coi regimi del blocco sovietico. Per me comunismo e’ mio padre con la sua storia, la sua militanza e i suoi insegnamenti. E comunista era mia mamma, anche se più movimentista di mio padre . Ora i giudizi li lascio alla storia . Ma ora  , la mia storia, con rispetto, non è più quella perche’ la storia va letta ed analizzata . Nel bene e nel male . Te non ne sei degno !! 

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

Lei comunista? Con tutte le balle che ha raccontato non le crede nessuno, ridicola marketta pisana.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non avevo dubbio alcuno che la Signorina Sanchina ridente , dopo qualche giorno di “sospettoso “ silenzio probabilmente passato a ricucirsi lo sfintere *** lacerato , non sarebbe rientrato propinando le solite decorazioni puzzolenti . Dove e’ la novità ??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Be'...

Ieri era il CENTENARIO....

FONDATO A LIVORNO ti disturba ?🤣

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Affatto . 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
56 minuti fa, mark222220 ha scritto:

La storia del PCI è una storia lunga e complessa, fatta di tante luci e tante ombre. Chi considera maestri ed e’ tifoso ed ammiratore di Montanelli , noto fascista e sfioratore di minorenni etiopi , Travaglio , Di Pietro , Ingroia , Davigo , Di Maio , Grillo e Di Battista e similari , non si può nemmeno azzardare a parlare di comunismo . Se ne stia nelle fogne . Al massimo avrà letto qualcosa sul comunismo magari con un babà al rum ed una mozzarella di bufala in bocca .  Che debba leggere i suoi scritti sul comunismo mi fa vomitare . Vomito perché mentre lui si introfava di cannolicchi e pasta al forno Sorrentina , siccome stimo Renzi , non sarei di sx . Razza di idio ta !! Io ha trascorsi partendo dalla FGCI . Ne ho fatto parte a livello provinciale e poi regionale . Crescendo mi sono “ sciroppato “ centinaia di riunioni notturne in sezione ed in Federazione , ho dato la mia disponibilità per decine e decine di campagne elettorali , per innumerevoli feste dell’unità . E tuttocio’ , ebe te , mentre te ti riempivi la bocca e lo stomaco , di frasi fatte , di comunismo allo champagne tra una partita a scacchi ed un po’ di lotta greco romana . Te di comunismo non sei degno di parlarne . Perché non sai nemmeno di cosa si tratta . Io si , invece !! Perché in casa mia , e non come nella tua , si respirava aria e comunismo . Erano tutti comunisti ed io di quell’aria li ne ho respirata a bizzeffe !!  Il Comunismo fu una chiesa atea, ma non laica, con la sua ortodossia e le sue eresie. E in quanto chiesa incideva perfino sul vivere quotidiano di chi quell'ortodossia la professava e la praticava.  È una storia legata a doppio filo con la lotta partigiana, ed io mi onoro di essere stato un nipote di colui che il fascismo lo combatte’ ferocemente fino ad essere menomato fisicamente per quella scelta .  I comunisti furono gli artefici della nascita della repubblica e della costituzione democratica e antifascista che si lego’ 
a doppio filo con le lotte operaie e studentesche in un rapporto d'amore e odio (e per quelle operaie e per quelle studentesche).  Ma , purtroppo , è pure una storia legata a doppio filo al socialismo fatto passare per le Procure, al manettarismo col quale pensavano di vincere dopo tangentopoli, ai diritti civili trattati con disprezzo , al rapporto opaco se non di connivenza coi regimi del blocco sovietico. Per me comunismo e’ mio padre con la sua storia, la sua militanza e i suoi insegnamenti. E comunista era mia mamma, anche se più movimentista di mio padre . Ora i giudizi li lascio alla storia . Ma ora  , la mia storia, con rispetto, non è più quella perche’ la storia va letta ed analizzata . Nel bene e nel male . Te non ne sei degno !! 

La storia del PCI è semplice ...100anni fa' a Livorno un gruppo di dissidenti socialisti formarono il partito comunista, ma anche nel 1919 un socialista rivoluzionario formò i fasci di azione e combattimento, per non parlare in Germania il nazionalsocialismo.  Tutte le grandi ideologie e regime connessi sono nate dal socialismo, anche il più amato presidente della Repubblica....Pertini era di quella parte politica...allora.. sarebbe giusto ,ammazzarlo ,annientarlo?? Ciò che risulta?? Tutti i mali del '900 hanno lo stesso filo conduttore, la stessa matrice,lo stesso seme...una riflessione sul fatto quale sia può avere e non avere importanza, ma credo ci siano più convergenze tra le opposte fazioni che divergenze, le modalità totalitarie sono le stesse.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, mark222220 ha scritto:

La storia del PCI è una storia lunga e complessa, fatta di tante luci e tante ombre. Chi considera maestri ed e’ tifoso ed ammiratore di Montanelli , noto fascista e sfioratore di minorenni etiopi , Travaglio , Di Pietro , Ingroia , Davigo , Di Maio , Grillo e Di Battista e similari , non si può nemmeno azzardare a parlare di comunismo . Se ne stia nelle fogne . Al massimo avrà letto qualcosa sul comunismo magari con un babà al rum ed una mozzarella di bufala in bocca .  Che debba leggere i suoi scritti sul comunismo mi fa vomitare . Vomito perché mentre lui si introfava di cannolicchi e pasta al forno Sorrentina , siccome stimo Renzi , non sarei di sx . Razza di idio ta !! Io ha trascorsi partendo dalla FGCI . Ne ho fatto parte a livello provinciale e poi regionale . Crescendo mi sono “ sciroppato “ centinaia di riunioni notturne in sezione ed in Federazione , ho dato la mia disponibilità per decine e decine di campagne elettorali , per innumerevoli feste dell’unità . E tuttocio’ , ebe te , mentre te ti riempivi la bocca e lo stomaco , di frasi fatte , di comunismo allo champagne tra una partita a scacchi ed un po’ di lotta greco romana . Te di comunismo non sei degno di parlarne . Perché non sai nemmeno di cosa si tratta . Io si , invece !! Perché in casa mia , e non come nella tua , si respirava aria e comunismo . Erano tutti comunisti ed io di quell’aria li ne ho respirata a bizzeffe !!  Il Comunismo fu una chiesa atea, ma non laica, con la sua ortodossia e le sue eresie. E in quanto chiesa incideva perfino sul vivere quotidiano di chi quell'ortodossia la professava e la praticava.  È una storia legata a doppio filo con la lotta partigiana, ed io mi onoro di essere stato un nipote di colui che il fascismo lo combatte’ ferocemente fino ad essere menomato fisicamente per quella scelta .  I comunisti furono gli artefici della nascita della repubblica e della costituzione democratica e antifascista che si lego’ 
a doppio filo con le lotte operaie e studentesche in un rapporto d'amore e odio (e per quelle operaie e per quelle studentesche).  Ma , purtroppo , è pure una storia legata a doppio filo al socialismo fatto passare per le Procure, al manettarismo col quale pensavano di vincere dopo tangentopoli, ai diritti civili trattati con disprezzo , al rapporto opaco se non di connivenza coi regimi del blocco sovietico. Per me comunismo e’ mio padre con la sua storia, la sua militanza e i suoi insegnamenti. E comunista era mia mamma, anche se più movimentista di mio padre . Ora i giudizi li lascio alla storia . Ma ora  , la mia storia, con rispetto, non è più quella perche’ la storia va letta ed analizzata . Nel bene e nel male . Te non ne sei degno !! 

Tranne una cosa, che non vale più dal maggio 1968.

Il 6 maggio del 1968 si incontravano a Praga il segretario del partito comunista cecoslovacco Alexander Dubček e il suo pari italiano Luigi Longo. Con quella visita il PCI ribadiva il pieno sostegno dei comunisti italiani al nuovo corso di Dubček, nel contesto della stagione di grande mobilitazione politica passata alla storia come Primavera di Praga.

Quindi il PCI e la FGCI dove pure io ho militato dal 1972,  caro Mark, non ebbero alcun rapporto opaco se non di connivenza coi regimi del blocco sovietico. Ed anche prima, sia pure nella ambiguità del togliattismo, bisognerebbe scrivere una storia. Quella degli anni 46/48, quando i togliattiani sconfissero nel PCI gli amici del giaguaro coi baffi, battendo ogni vena insurrezionalista.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, mark222220 ha scritto:

Non avevo dubbio alcuno che la Signorina Sanchina ridente , dopo qualche giorno di “sospettoso “ silenzio probabilmente passato a ricucirsi lo sfintere *** lacerato , non sarebbe rientrato propinando le solite decorazioni puzzolenti . Dove e’ la novità ??

Si sono andato a farmi ricucire il lo sfintere, poi parlando col chirurgo, sono venuto a sapere che lei era appena stata dimessa per la ricostruzione dello sfintere e una plastica alla lingua, ridicola marketta pisana.

Quando non sa che dire ricorre agli sproloqui la scemolina

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, marzianocattiv0 ha scritto:

La storia del PCI è semplice ...100anni fa' a Livorno un gruppo di dissidenti socialisti formarono il partito comunista, ma anche nel 1919 un socialista rivoluzionario formò i fasci di azione e combattimento, per non parlare in Germania il nazionalsocialismo.  Tutte le grandi ideologie e regime connessi sono nate dal socialismo, anche il più amato presidente della Repubblica....Pertini era di quella parte politica...allora.. sarebbe giusto ,ammazzarlo ,annientarlo?? Ciò che risulta?? Tutti i mali del '900 hanno lo stesso filo conduttore, la stessa matrice,lo stesso seme...una riflessione sul fatto quale sia può avere e non avere importanza, ma credo ci siano più convergenze tra le opposte fazioni che divergenze, le modalità totalitarie sono le stesse.

Te che parli di Storia è come sentire il Mago Otelma parlare dei filosofi dell'antica Grecia.........che profondi pensieri !! Più profondi di una fossa biologica.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Insomma la ridicola marketta pisana ha sommato tanto di quelle riunioni notturne di partito, ha mangiato tante di quelle minestre condite di comunismo, ha respirato tanta di quell'aria comunista, da esserne oggi così nauseata  che è diventata talmente leopoldina che insulta tutti quelli che non condividono il suo amore per Leopoldino.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963