non ricordo chi lo avesse scritto - mi piace ricordarlo -

oggi giovedi quattordici gennaio - Avere le proprie idee si può, averle diverse anche, poterle esporre pure, … - non ricordo chi lo avesse detto – non condivido ciò che tu dici, ma difendo la tua possibilità di esprimerti – terminata la premessa passo ai fatti. Capita sovente che ciascuno di noi esponga le proprie idee. Possono essere condivise o meno. Si approva o si espongono le proprie in alternativa. Se viene chiesto quante auto ha sfasciato un certo calciatore, basta rispondere con il numero. Non occorre aggiungere altro, senza far partire una guerra da “lui” verso me. Da parte mia mai offeso “lui”, mi sono limitato a dei riferimenti “chimici”. Del resto anche il suo concittadino e rivierasco del medesimo fiume, scrive senza nulla proporre, ma principalmente per criticare. Anche un certo scrittore della Campania viene criticato in continuo solo perché campano, come io vengo criticato solo perché veneto. Stranamente nessuna obiezione verso i laziali, strano, sembrerebbero dei privilegiati, quasi vivessero sulla luna, quasi non facessero parte del sistema terrestre.  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

Avvinazzato del bellunese, quali sarebbero le argomentazioni che porti avanti?

Critichi chi critica ma non ti sei accorto che posti solo illazioni senza senso e senza prove e solo per sfogare i tuoi istinti. Tu auguri pure la morte al prossimo, sei sporco dentro.

E ''per un certo calciatore'' ti sei mosso perché lui é nero e tu un razzista. Non mi pare che ti sei scomodato più di tanto per altri calciatori protagonisti di ben altri accadimenti.

Il Veneto non c'entra nulla, io adoro il Veneto.

Tutto chiaro adesso? E adesso vai a prendere il solito Maalox, utile ad arrivare al solito Stravecchio che tracanni tra un post di Mafalda e l'altro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, lelotto2 ha scritto:

Avvinazzato del bellunese, quali sarebbero le argomentazioni che porti avanti?

Critichi chi critica ma non ti sei accorto che posti solo illazioni senza senso e senza prove e solo per sfogare i tuoi istinti. Tu auguri pure la morte al prossimo, sei sporco dentro.

E ''per un certo calciatore'' ti sei mosso perché lui é nero e tu un razzista. Non mi pare che ti sei scomodato più di tanto per altri calciatori protagonisti di ben altri accadimenti.

Il Veneto non c'entra nulla, io adoro il Veneto.

Tutto chiaro adesso? E adesso vai a prendere il solito Maalox, utile ad arrivare al solito Stravecchio che tracanni tra un post di Mafalda e l'altro.

 

Gentilissimo Signor lel otto trent otto – riconosco, mi ha messo in crisi, anzi in imbarazzo. Tante e tali sono le sue argomentazioni e non riesco a trovarne UNA (una soltanto) dalla quale iniziare. Se lei fosse una persona istruita (mi scusi, lei sa cosa significa istruita) avrebbe letto il mio scritto dedicato al Kirk Kilgour / preghiera. Avrebbe appreso che spesso scrivo del cantante Herbert Pagani, non mi interessa ebreo o palestinese, è stato un grande poeta. Da parte mia “mai” (mai) augurato la morte, la invitavo a vaccinarsi in tempi brevi. Provi a rileggere. Mai offeso i suoi scritti e la sua persona, mai. Provi a rileggere. Elencare un elemento chimico, significa solamente che ho studiato chimica, sia pure tramite il “manuale delle giovani marmotte edizioni topolino”. Lo ammetto, sono un ladro, il libretto lo ho “sottratto” al bimbetto del piano terra, ma lui lo aveva dimenticato in giardino. Poi per farmi perdonare ho a lui regalato una torta alla frutta, la sua preferita. Spero ora di non buscarmi altri epiteti per il regalo fatto. Sono appena rientrato dal farmacista in piazza, quello sul fianco della chiesa, ed ho esposto la situazione. Dopo avere tutti i suoi scritti (suoi di lei signor lel otto trent otto) consiglia (a lei consiglia) una cura a base di … sodio picosolfato … al fine di evitare sovra dosaggi, si consigli con il suo farmacista personale. - Con vera e sentita cordialità, porgo a lei ed alla sua persona i rispettosi miei saluti.  

       

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Il faro di Piave Vecchia si trova in corrispondenza della foce del Sile, detta, appunto, porto di Piave Vecchia, nel comune di Cavallino-Treporti. Si affaccia dunque sull'Adriatico, sulla sponda del fiume Sile lungo il confine tra il comune di Jesolo e quello di Cavallino.  Una prima costruzione fu edificata, per scopi militari, nel 1846 sotto il governo Austriaco. Distrutto dall'esercito tedesco durante la seconda guerra mondiale, fu ricostruito tra il 1949 e il 1951 dal Ge Nio Civile di Venezia.  Il faro, di forma cilindrica e a fasce bianche e nere, è alto 48 metri. La cima può essere raggiunta tramite una scala a chiocciola formata da 243 gradini in pietra d’Istria. Il segnale luminoso è visibile sino a 18 miglia di distanza.  Dal 2004 è anche sede della Guardia Costiera di Jesolo, in seguito a lavori di sistemazione logistica.   Durante il 2018 il faro è stato sottoposto a restauro. 

Modificato da dune-buggi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il faro di Punta Tagliamento è ubicato a Bibione, sulla riva destra della foce del fiume Tagliamento, nel comune di San Michele al Tagliamento, nella città metropolitana di Venezia. Immerso nell'area naturalistica di Punta Tagliamento, il faro è raggiungibile a piedi o in bicicletta. A ridosso della lanterna tronco conica alta 25 metri, sorge un edificio su due piani a pianta rettangolare. Il faro fu costruito nel 1913 sul lato veneziano della foce del fiume Tagliamento, che a quel tempo costituiva il confine settentrionale del Regno d'Italia. Nel 1917 il faro venne distrutto da un bombardamento durante la prima guerra mondiale, ma fu subito ricostruito; nel 1952 l'impianto venne elettrificato e nel 1973 è stato completamente automatizzato. Il faro è costituito da una torre di cemento bianco alta 25 metri adiacente ad una casa bianca a due piani per il custode, completamente restaurata nel giugno 2015 per essere utilizzata in parte per ospitare un museo, eventi culturali e per celebrare matrimoni. Il faro è attivo, completamente automatizzato e gestito dalla Marina Militare, identificato dal numero di codice "4288 E.F."  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Carissimo artigiano inventore e modificatore di oggetti già esistenti ( Richard Fiedler ) - nel ringraziarti per il giocatolo (sia pure usato e di seconda mano) ti scrivo per informarti che il meccanismo va spesso in blocco, auto protezione. Se mi permetti di aprirlo e modificarlo, ci provo ad aggiornarlo. Ti terrò informato su come procedono i lavori.  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963