intervista mondiale al papa....

Ascolti, suor Angela “batte” Papa Francesco. Le avventure in convento della religiosa interpretata da Elena Sofia Ricci hanno la meglio sul Papa. La seconda puntata della fiction di Rai1 sull’amato personaggio di Che Dio ci aiuti, è stata vista da 5.513.000 spettatori con il 21.9% di share, risultando il programma più visto del prime time di domenica. L’intervista esclusiva del Tg5 a Papa Francesco, andata in onda su Canale 5, è stata vista invece da 2.614.000 spettatori con il 10% di share. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

22 messaggi in questa discussione

Nella mia vita ho visto 6 papi, Francesco lo reputo di gran lunga il migliore. Perché, pur senza possedere la dolce umanità di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo I, né la cultura di Paolo VI e Benedetto XVI, è il più vicino di tutti allo spirito evangelico genuino, ed è il primo che ha capito che la Chiesa va seriamente e radicalmente riformata se non vuole ridursi a una setta come tante. Praticamente è l'opposto di Giovanni Paolo II, al quale va il mio voto più basso. Il famoso Concilio Vaticano II in realtà fu poco più di un restyling di facciata. Fu abolito il latino dalla liturgia e poco altro. Invece Francesco, fin dalla scelta del nome pontificale, ha fatto capire che intende ripristinare i cardini arrugginiti del cristianesimo: l'amore, la semplicità, la carità, la povertà. Ma non in astratto, bensì in concreto e senza distinguo di sorta. Questo dà fastidio ai tradizionalisti e ai bigotti. Per Francesco (e per il Vangelo) il cristianesimo non è  una scuola di pensiero bensì una scuola di vita (terrena e pratica), e la Chiesa non è un potere, nemmeno spirituale, ma solo servizio. Chi vuol essere il primo tra voi, sarà il servo di tutti. Naturalmente tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare. A 84 anni e con tutte le resistenze e tutti i nemici che si ritrova, interni ed esterni, e che per giunta è costretto ad amare (amate i vostri nemici, fate del bene a quelli che vi odiano), Francesco può fare poco, al massimo può nominare nuovi cardinali che un giorno eleggeranno un successore che si muoverà nel solco che ha tracciato. La scelta del nuovo arcivescovo di Napoli, un giovane "prete di strada", va in quella direzione.

Non ho visto l'intervista di Bergoglio su Canale5 ma mi riprometto di vederla registrata. Considerato il livello spazzatura della tv, e di quella berlusconiana in particolare, nonché i gusti asinini del pubblico, il 10% di share mi pare un buon risultato. Se l'intervista l'avessero fatta a Ratzinger quando era papa, penso che non avrebbe raccolto neanche la metà. Con buona pace di Socci e degli altri bigotti e decerebrati che lo considerano l'ultimo papa. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ieri prima di andare a letto mi sono guardato con attenzione il filmato integrale dell'intervista al papa. Dopodiché, al contrario di quanto spesso mi accade, mi sono addormentato subito e ho dormito benissimo. E stamane mi sono alzato con la forza di un leone e l'ottimismo di un bambino. Le parole di Francesco hanno letteralmente CONFORTATO la mia anima (o la mente, o lo spirito se preferite) cioè vi hanno infuso forza e serenità. Il primo commento che mi viene spontaneo è: ragazzi, quest'uomo in bianco, che ci parla con la pacatezza, la semplicità e la saggezza di un nonno, è davvero UN GRANDE. È l'unica figura iconica di questo tempo e di questo mondo mediocri e spiritualmente poveri.  Lo affermo da non credente, perché quello di Francesco lo si può tranquillamente definire un discorso LAICO, forse il più bello e il più alto che io abbia ascoltato negli ultimi decenni. Noterete che, pur essendo il capo di una chiesa e di una religione, egli non si appella MAI alla dottrina o alle scritture, e men che meno tira in ballo escatologie premiali o punitive. Il suo monito - nessuno si salva da solo, ma tutti insieme - può essere inteso anche o soprattutto in senso attuale e pragmatico, nel senso cioè di un semplice: siamo tutti sulla stessa barca. Anime e corpi. Solo alla fine, rispondendo a un'espressa domanda del giornalista, il papa accennerà al mistero della fede. Qualche anno fa, nell'omelia della messa funebre per una delle mie ultime zie, un giovane sacerdote fece un'affermazione memorabile, che a mio avviso racchiude l'intera essenza del cristianesimo o del messaggio evangelico: "SIAMO NOI LA PRESENZA DI DIO SULLA TERRA".  Nell'intervista Francesco, senza parlarci di Dio, ci spiega COME tradurre quel concetto in PRATICA QUOTIDIANA. Egli si appella all'ETICA, alla legge morale kantianamente presente in tutti, non in quanto credenti o atei, ma in quanto uomini LIBERI. Anche l'aborto - dice - è un problema che riguarda la morale e la coscienza di tutti, molto prima della religione. Le sue parole chiave sono: PACE, UNITÀ, VICINANZA, ACCOGLIENZA, BENE COMUNE. Le parole chiave di un "comunista"? Sì, ma non nel senso politico o ideologico bensì filosofico ed etimologico. Comunismo viene dal latino "cum munus": con il dono; ma munus è anche traducibile come dovere, obbligo, compito. Il riferimento è alle antiche civiltà tribali basate sulla cosiddetta "economia del dono", forma di scambio precedente al denaro e anche al baratto, ovvero basate sugli obblighi reciproci di donare, di accettare il dono e di contraccambiare con un dono più grande. La rivisitazione moderna e radicale di Francesco è FARE DONO DI NOI STESSI AGLI ALTRI. Quindi, per esempio, egli non parla di fratellanza in astratto, bensì in concreto di vicinanza e di accoglienza. E afferma che le divergenze politiche, ideologiche e sociali, pur in astratto e in generale giustificate e necessarie, nel concreto, specie in un momento di crisi, devono essere superate dai valori superiori di pace, unità e bene comune. L'io deve essere superato dal NOI, perché alla base di tutte le ideologie e di tutte le religioni, alla base della vita stessa, non c'è l'individuo (in fondo anche un sasso ha una sua individualità) bensì la relazione, l'armonia relazionale. La crisi, sottolinea Francesco, implica cambiamento, e dipenderà solo da noi se dopo la pandemia cambieremo in meglio o in peggio. Se prevarranno l'individualismo, gli interessi di parte, l'indifferenza per l'altro, che è il peggior male della società, lasceremo ai nostri figli un mondo peggiore, più ingiusto e più triste di questo. Rapportandoci con gli altri, nella pace, nella vicinanza, nell'accoglienza, nell'unità mirata al bene comune, NOI cambieremo in meglio e ci salveremo, tutti insieme.

Francesco santo subito! Pardon, mi correggo: altri cent'anni di vita per questo sant'uomo. Ma Nobel per la Pace subito!

https://video.virgilio.it/guarda-video/speciale-tg5-il-mondo-che-vorrei-intervista-esclusiva-a-papa-francesco_ms1198795

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Ieri prima di andare a letto mi sono guardato con attenzione il filmato integrale dell'intervista al papa. Dopodiché, al contrario di quanto spesso mi accade, mi sono addormentato subito e ho dormito benissimo. E stamane mi sono alzato con la forza di un leone e l'ottimismo di un bambino. Le parole di Francesco hanno letteralmente CONFORTATO la mia anima (o la mente, o lo spirito se preferite) cioè vi hanno infuso forza e serenità. Il primo commento che mi viene spontaneo è: ragazzi, quest'uomo in bianco, che ci parla con la pacatezza, la semplicità e la saggezza di un nonno, è davvero UN GRANDE. È l'unica figura iconica di questo tempo e di questo mondo mediocri e spiritualmente poveri.  Lo affermo da non credente, perché quello di Francesco lo si può tranquillamente definire un discorso LAICO, forse il più bello e il più alto che io abbia ascoltato negli ultimi decenni. Noterete che, pur essendo il capo di una chiesa e di una religione, egli non si appella MAI alla dottrina o alle scritture, e men che meno tira in ballo escatologie premiali o punitive. Il suo monito - nessuno si salva da solo, ma tutti insieme - può essere inteso anche o soprattutto in senso attuale e pragmatico, nel senso cioè di un semplice: siamo tutti sulla stessa barca. Anime e corpi. Solo alla fine, rispondendo a un'espressa domanda del giornalista, il papa accennerà al mistero della fede. Qualche anno fa, nell'omelia della messa funebre per una delle mie ultime zie, un giovane sacerdote fece un'affermazione memorabile, che a mio avviso racchiude l'intera essenza del cristianesimo o del messaggio evangelico: "SIAMO NOI LA PRESENZA DI DIO SULLA TERRA".  Nell'intervista Francesco, senza parlarci di Dio, ci spiega COME tradurre quel concetto in PRATICA QUOTIDIANA. Egli si appella all'ETICA, alla legge morale kantianamente presente in tutti, non in quanto credenti o atei, ma in quanto uomini LIBERI. Anche l'aborto - dice - è un problema che riguarda la morale e la coscienza di tutti, molto prima della religione. Le sue parole chiave sono: PACE, UNITÀ, VICINANZA, ACCOGLIENZA, BENE COMUNE. Le parole chiave di un "comunista"? Sì, ma non nel senso politico o ideologico bensì filosofico ed etimologico. Comunismo viene dal latino "cum munus": con il dono; ma munus è anche traducibile come dovere, obbligo, compito. Il riferimento è alle antiche civiltà tribali basate sulla cosiddetta "economia del dono", forma di scambio precedente al denaro e anche al baratto, ovvero basate sugli obblighi reciproci di donare, di accettare il dono e di contraccambiare con un dono più grande. La rivisitazione moderna e radicale di Francesco è FARE DONO DI NOI STESSI AGLI ALTRI. Quindi, per esempio, egli non parla di fratellanza in astratto, bensì in concreto di vicinanza e di accoglienza. E afferma che le divergenze politiche, ideologiche e sociali, pur in astratto e in generale giustificate e necessarie, nel concreto, specie in un momento di crisi, devono essere superate dai valori superiori di pace, unità e bene comune. L'io deve essere superato dal NOI, perché alla base di tutte le ideologie e di tutte le religioni, alla base della vita stessa, non c'è l'individuo (in fondo anche un sasso ha una sua individualità) bensì la relazione, l'armonia relazionale. La crisi, sottolinea Francesco, implica cambiamento, e dipenderà solo da noi se dopo la pandemia cambieremo in meglio o in peggio. Se prevarranno l'individualismo, gli interessi di parte, l'indifferenza per l'altro, che è il peggior male della società, lasceremo ai nostri figli un mondo peggiore, più ingiusto e più triste di questo. Rapportandoci con gli altri, nella pace, nella vicinanza, nell'accoglienza, nell'unità mirata al bene comune, NOI cambieremo in meglio e ci salveremo, tutti insieme.

Francesco santo subito! Pardon, mi correggo: altri cent'anni di vita per questo sant'uomo. Ma Nobel per la Pace subito!

 

 

Ue guaglio’ !!  O Papa Francesco ha fatto nu miracolo !! Il Cazzaro Fosforo 311, noto per la sua patologia di non dormire e di vegliare fino alle 4 del mattino per scrivere post caga ta , dopo solo un piccolissimo ascolto ( lo dice lui , eh ??) dell’intervista a Bergoglio , non solo si addormenta immediatamente , ma , al risveglio , sente che in lui e’ cambiato tutto !! Ed allora , da grande esperto Papista , capisce immediatamente , forse perché immerso in una pace interiore che nemmeno i botti napoletani a Capodanno può intaccare , si sente come un leoncino alla Masaniello e , perdipiu’ con una cinquantina di anni in meno . Si sente addirittura confortato nell’animo ed immediatamente fa domanda di iscrizione al club dei presenti di Dio sulla terra e , immedesimando il Papa in uniforme cheguevariana , lo definisce Comunista . Poi distingue e dice che Bergoglio e’ un comunista filosofico ed etimologico e non prettamente attualistico e pragmatico ( che vuol dire , Cazzaro ?? Spiegati meglio , nda). E comunque quanto basta per candidarlo come nuovo leader della sinistra italiana al pari di Di Pietro , Ingroia , Tsipras e Di Battista ). Dopo averci rammentato che al pari del discorso di Bergoglio ha sentito solo un sacerdote che ha fatto un discorso simile , quello che officio’ la cerimonia funebre di una delle sue cinquantotto zie morte nel perimetro australe e boreale del mondo intero , il Cazzaro napoletano sente crescere in lui una vocazione francescana e , davanti ad un piatto di spaghetti alla Scarpariello ( di notte , da svegli , viene appetito , nda ) e pensa subito che il giorno dopo deve andare da Sasa’ Esposito per acquistare un saio cinese di contrabbando ed un paio di sandali marchiati dal noto stilista Gennaro O’Cuoiao di Spaccanapoli, ma , nel frattempo , oramai folgorato da Bergoglio ,sente crescere in lui , valori dimenticati o sottovalutati come unitá tra gli individui , pace ed accoglienza che sono propri del comunismo radicale  che pure Stalin conosceva ed applicava in memoria e conoscenza dal latino “cum munus” . Ci siamo , dice tra se e se, il Cazzaro di Napoli che individua nel discorso di Bergoglio , elementi e tante osservazioni Kantiane fino a spingerci alla eliminazione della moneta attuale con tutta una serie di scambi economici da espletare sotto forma di “baratti “ ( una sorta di “ io do una cosa a te , te dai una cosa a me ) che , nel 2021 , sarebbe un ottimo sistema per pianificare l’Economia Mondiale . Oramai rapito ed estasiato dal discorso del Papa , al mattino , ancora shoccato positivamente dalla bellezza pastorale ed ecumenica di Bergoglio , si spinge fino a chiedere immediatamente la messa in stato di Santità del Papa . Ma si corregge subito perché santi diventano solo coloro che ci hanno lasciato ed allora tra profumi e  balocchi , gli augura altri 100 anni di vita e lo propone come immediato  Premio Nobel per la Pace .   Cari forumusti seri , siamo di fronte ad un idio ta di caratura extra planetaria e  che oramai ci ha abituato a performance del genere .  Non posso fare altro che continuare a sperare che in famiglia conoscano la sua gravissima patologia e lo accudiscano amorevolmente 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ma si corregge subito perché santi diventano solo coloro che ci hanno lasciato ed allora tra profumi e  balocchi , gli augura altri 100 anni di vita

Voci bene informate mi dicono che In Vaticano sono iniziati i preparativi per l'imminente conclave.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

🤟🤟🤟🤟, aglio , travaglio e peperoncino!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
55 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ue guaglio’ !!  O Papa Francesco ha fatto nu miracolo !! Il Cazzaro Fosforo 311, noto per la sua patologia di non dormire e di vegliare fino alle 4 del mattino per scrivere post caga ta , dopo solo un piccolissimo ascolto ( lo dice lui , eh ??) dell’intervista a Bergoglio , non solo si addormenta immediatamente , ma , al risveglio , sente che in lui e’ cambiato tutto !! Ed allora , da grande esperto Papista , capisce immediatamente , forse perché immerso in una pace interiore che nemmeno i botti napoletani a Capodanno può intaccare , si sente come un leoncino alla Masaniello e , perdipiu’ con una cinquantina di anni in meno . Si sente addirittura confortato nell’animo ed immediatamente fa domanda di iscrizione al club dei presenti di Dio sulla terra e , immedesimando il Papa in uniforme cheguevariana , lo definisce Comunista . Poi distingue e dice che Bergoglio e’ un comunista filosofico ed etimologico e non prettamente attualistico e pragmatico ( che vuol dire , Cazzaro ?? Spiegati meglio , nda). E comunque quanto basta per candidarlo come nuovo leader della sinistra italiana al pari di Di Pietro , Ingroia , Tsipras e Di Battista ). Dopo averci rammentato che al pari del discorso di Bergoglio ha sentito solo un sacerdote che ha fatto un discorso simile , quello che officio’ la cerimonia funebre di una delle sue cinquantotto zie morte nel perimetro australe e boreale del mondo intero , il Cazzaro napoletano sente crescere in lui una vocazione francescana e , davanti ad un piatto di spaghetti alla Scarpariello ( di notte , da svegli , viene appetito , nda ) e pensa subito che il giorno dopo deve andare da Sasa’ Esposito per acquistare un saio cinese di contrabbando ed un paio di sandali marchiati dal noto stilista Gennaro O’Cuoiao di Spaccanapoli, ma , nel frattempo , oramai folgorato da Bergoglio ,sente crescere in lui , valori dimenticati o sottovalutati come unitá tra gli individui , pace ed accoglienza che sono propri del comunismo radicale  che pure Stalin conosceva ed applicava in memoria e conoscenza dal latino “cum munus” . Ci siamo , dice tra se e se, il Cazzaro di Napoli che individua nel discorso di Bergoglio , elementi e tante osservazioni Kantiane fino a spingerci alla eliminazione della moneta attuale con tutta una serie di scambi economici da espletare sotto forma di “baratti “ ( una sorta di “ io do una cosa a te , te dai una cosa a me ) che , nel 2021 , sarebbe un ottimo sistema per pianificare l’Economia Mondiale . Oramai rapito ed estasiato dal discorso del Papa , al mattino , ancora shoccato positivamente dalla bellezza pastorale ed ecumenica di Bergoglio , si spinge fino a chiedere immediatamente la messa in stato di Santità del Papa . Ma si corregge subito perché santi diventano solo coloro che ci hanno lasciato ed allora tra profumi e  balocchi , gli augura altri 100 anni di vita e lo propone come immediato  Premio Nobel per la Pace .   Cari forumusti seri , siamo di fronte ad un idio ta di caratura extra planetaria e  che oramai ci ha abituato a performance del genere .  Non posso fare altro che continuare a sperare che in famiglia conoscano la sua gravissima patologia e lo accudiscano amorevolmente 

Anche lei avrebbe bisogno di una cura: alla neuro deliri.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sanchina , il Cazzaro napoletano le ha messo un 👍. Te , Sanchina ridente , sei in grado di riferirci se il Cazzaro mi legge oppure no ?? Tenga presente che il Cazzaro ha giurato di fronte a tutto il forum che non lo fa . In quanto a promesse non mantenute , e’ peggiore  del Leopoldino !! Te che dici , Sanchina ??

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Anche lei avrebbe bisogno di una cura: alla neuro deliri.

Questa è una prima certezza, egregio. Mentre a Saurino pane e vino, che sta molto meno peggio, basterà aggregarsi a un centro di recupero per alcolisti. La seconda certezza è che nessuno dei due ha guardato e ascoltato con la massima attenzione, come invece ha fatto il sottoscritto, l'intervista integrale al papa. Che tra l'altro, con buona pace dell'alcolizzato, è parso in buona forma fisica. E allora riallego il link. Non appena avrò 40 minuti liberi, io mi rivedrò l'intervista, e sono sicuro che l'apprezzerò ancora di più.

https://video.virgilio.it/guarda-video/speciale-tg5-il-mondo-che-vorrei-intervista-esclusiva-a-papa-francesco_ms1198795

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
55 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ue guaglio’ !!  O Papa Francesco ha fatto nu miracolo !! Il Cazzaro Fosforo 311, noto per la sua patologia di non dormire e di vegliare fino alle 4 del mattino per scrivere post caga ta , dopo solo un piccolissimo ascolto ( lo dice lui , eh ??) dell’intervista a Bergoglio , non solo si addormenta immediatamente , ma , al risveglio , sente che in lui e’ cambiato tutto !! Ed allora , da grande esperto Papista , capisce immediatamente , forse perché immerso in una pace interiore che nemmeno i botti napoletani a Capodanno può intaccare , si sente come un leoncino alla Masaniello e , perdipiu’ con una cinquantina di anni in meno . Si sente addirittura confortato nell’animo ed immediatamente fa domanda di iscrizione al club dei presenti di Dio sulla terra e , immedesimando il Papa in uniforme cheguevariana , lo definisce Comunista . Poi distingue e dice che Bergoglio e’ un comunista filosofico ed etimologico e non prettamente attualistico e pragmatico ( che vuol dire , Cazzaro ?? Spiegati meglio , nda). E comunque quanto basta per candidarlo come nuovo leader della sinistra italiana al pari di Di Pietro , Ingroia , Tsipras e Di Battista ). Dopo averci rammentato che al pari del discorso di Bergoglio ha sentito solo un sacerdote che ha fatto un discorso simile , quello che officio’ la cerimonia funebre di una delle sue cinquantotto zie morte nel perimetro australe e boreale del mondo intero , il Cazzaro napoletano sente crescere in lui una vocazione francescana e , davanti ad un piatto di spaghetti alla Scarpariello ( di notte , da svegli , viene appetito , nda ) e pensa subito che il giorno dopo deve andare da Sasa’ Esposito per acquistare un saio cinese di contrabbando ed un paio di sandali marchiati dal noto stilista Gennaro O’Cuoiao di Spaccanapoli, ma , nel frattempo , oramai folgorato da Bergoglio ,sente crescere in lui , valori dimenticati o sottovalutati come unitá tra gli individui , pace ed accoglienza che sono propri del comunismo radicale  che pure Stalin conosceva ed applicava in memoria e conoscenza dal latino “cum munus” . Ci siamo , dice tra se e se, il Cazzaro di Napoli che individua nel discorso di Bergoglio , elementi e tante osservazioni Kantiane fino a spingerci alla eliminazione della moneta attuale con tutta una serie di scambi economici da espletare sotto forma di “baratti “ ( una sorta di “ io do una cosa a te , te dai una cosa a me ) che , nel 2021 , sarebbe un ottimo sistema per pianificare l’Economia Mondiale . Oramai rapito ed estasiato dal discorso del Papa , al mattino , ancora shoccato positivamente dalla bellezza pastorale ed ecumenica di Bergoglio , si spinge fino a chiedere immediatamente la messa in stato di Santità del Papa . Ma si corregge subito perché santi diventano solo coloro che ci hanno lasciato ed allora tra profumi e  balocchi , gli augura altri 100 anni di vita e lo propone come immediato  Premio Nobel per la Pace .   Cari forumusti seri , siamo di fronte ad un idio ta di caratura extra planetaria e  che oramai ci ha abituato a performance del genere .  Non posso fare altro che continuare a sperare che in famiglia conoscano la sua gravissima patologia e lo accudiscano amorevolmente 

Anche lei avrebbe bisogno di una cura: alla neuro deliri.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Certamente Sanchina . Seguirò il suo consiglio ... !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
45 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Sanchina , il Cazzaro napoletano le ha messo un 👍. Te , Sanchina ridente , sei in grado di riferirci se il Cazzaro mi legge oppure no ?? Tenga presente che il Cazzaro ha giurato di fronte a tutto il forum che non lo fa . In quanto a promesse non mantenute , e’ peggiore  del Leopoldino !! Te che dici , Sanchina ??

Dico che nemmeno lei ha mantenuto le promesse, ridicola marketta pisana.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
37 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Certamente Sanchina . Seguirò il suo consiglio ... !! 

Lo faccia, e lo faccia presto, prima di peggiorare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

  @ chi sputazza sulla bandiera

Ascolti, suor Angela “batte” Papa Francesco. Le avventure in convento della religiosa interpretata da Elena Sofia Ricci hanno la meglio sul Papa. La seconda puntata della fiction di Rai1 sull’amato personaggio di Che Dio ci aiuti, è stata vista da 5.513.000 spettatori con il 21.9% di share, risultando il programma più visto del prime time di domenica. L’intervista esclusiva del Tg5 a Papa Francesco, andata in onda su Canale 5, è stata vista invece da 2.614.000 spettatori con il 10% di share. 

 

ecco perchè la dx prende dei voti.

c'è una buona massa di colleoni

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Ieri prima di andare a letto mi sono guardato con attenzione il filmato integrale dell'intervista al papa. Dopodiché, al contrario di quanto spesso mi accade, mi sono addormentato subito e ho dormito benissimo. E stamane mi sono alzato con la forza di un leone e l'ottimismo di un bambino. Le parole di Francesco hanno letteralmente CONFORTATO la mia anima (o la mente, o lo spirito se preferite) cioè vi hanno infuso forza e serenità. Il primo commento che mi viene spontaneo è: ragazzi, quest'uomo in bianco, che ci parla con la pacatezza, la semplicità e la saggezza di un nonno, è davvero UN GRANDE. È l'unica figura iconica di questo tempo e di questo mondo mediocri e spiritualmente poveri.  Lo affermo da non credente, perché quello di Francesco lo si può tranquillamente definire un discorso LAICO, forse il più bello e il più alto che io abbia ascoltato negli ultimi decenni. Noterete che, pur essendo il capo di una chiesa e di una religione, egli non si appella MAI alla dottrina o alle scritture, e men che meno tira in ballo escatologie premiali o punitive. Il suo monito - nessuno si salva da solo, ma tutti insieme - può essere inteso anche o soprattutto in senso attuale e pragmatico, nel senso cioè di un semplice: siamo tutti sulla stessa barca. Anime e corpi. Solo alla fine, rispondendo a un'espressa domanda del giornalista, il papa accennerà al mistero della fede. Qualche anno fa, nell'omelia della messa funebre per una delle mie ultime zie, un giovane sacerdote fece un'affermazione memorabile, che a mio avviso racchiude l'intera essenza del cristianesimo o del messaggio evangelico: "SIAMO NOI LA PRESENZA DI DIO SULLA TERRA".  Nell'intervista Francesco, senza parlarci di Dio, ci spiega COME tradurre quel concetto in PRATICA QUOTIDIANA. Egli si appella all'ETICA, alla legge morale kantianamente presente in tutti, non in quanto credenti o atei, ma in quanto uomini LIBERI. Anche l'aborto - dice - è un problema che riguarda la morale e la coscienza di tutti, molto prima della religione. Le sue parole chiave sono: PACE, UNITÀ, VICINANZA, ACCOGLIENZA, BENE COMUNE. Le parole chiave di un "comunista"? Sì, ma non nel senso politico o ideologico bensì filosofico ed etimologico. Comunismo viene dal latino "cum munus": con il dono; ma munus è anche traducibile come dovere, obbligo, compito. Il riferimento è alle antiche civiltà tribali basate sulla cosiddetta "economia del dono", forma di scambio precedente al denaro e anche al baratto, ovvero basate sugli obblighi reciproci di donare, di accettare il dono e di contraccambiare con un dono più grande. La rivisitazione moderna e radicale di Francesco è FARE DONO DI NOI STESSI AGLI ALTRI. Quindi, per esempio, egli non parla di fratellanza in astratto, bensì in concreto di vicinanza e di accoglienza. E afferma che le divergenze politiche, ideologiche e sociali, pur in astratto e in generale giustificate e necessarie, nel concreto, specie in un momento di crisi, devono essere superate dai valori superiori di pace, unità e bene comune. L'io deve essere superato dal NOI, perché alla base di tutte le ideologie e di tutte le religioni, alla base della vita stessa, non c'è l'individuo (in fondo anche un sasso ha una sua individualità) bensì la relazione, l'armonia relazionale. La crisi, sottolinea Francesco, implica cambiamento, e dipenderà solo da noi se dopo la pandemia cambieremo in meglio o in peggio. Se prevarranno l'individualismo, gli interessi di parte, l'indifferenza per l'altro, che è il peggior male della società, lasceremo ai nostri figli un mondo peggiore, più ingiusto e più triste di questo. Rapportandoci con gli altri, nella pace, nella vicinanza, nell'accoglienza, nell'unità mirata al bene comune, NOI cambieremo in meglio e ci salveremo, tutti insieme.

Francesco santo subito! Pardon, mi correggo: altri cent'anni di vita per questo sant'uomo. Ma Nobel per la Pace subito!

https://video.virgilio.it/guarda-video/speciale-tg5-il-mondo-che-vorrei-intervista-esclusiva-a-papa-francesco_ms1198795

 

non so il tuo spirito..ma questo è l'accesso alla stazione che porta in vaticano....via i muri...dice  il vescovo di roma...accogliete voi in italia !!

Ferrovia Vaticana - Wikipedia

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi fa vedere piazza San Pietro sig Frizz?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Mi fa vedere piazza San Pietro sig Frizz?

ah si..quella che se passi l'arco ti trovi una guardia svizzera con l'ascia??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi faccia vedere anche la guardia svizzera con l'ascia oltre a piazza San Pietro, sig Frizz

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Mi faccia vedere anche la guardia svizzera con l'ascia oltre a piazza San Pietro, sig Frizz

tu dici che puoi tranquillamente entrare/uscire dal vaticano?? aooo ma che ti sei bevuto oggi...un quarto di cicuta?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il papa ha detto quello ke x il suo "mestiere" debve dire; parla col Quore solo se si tratta di migranti.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

il papa ha detto quello ke x il suo "mestiere" debve dire; parla col Quore solo se si tratta di migranti.

ma che dobbiamo mantenere noi!! le case delle curie sono occupate dai pellegrini paganti!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, tiberio1946 ha scritto:

  @ chi sputazza sulla bandiera

Ascolti, suor Angela “batte” Papa Francesco. Le avventure in convento della religiosa interpretata da Elena Sofia Ricci hanno la meglio sul Papa. La seconda puntata della fiction di Rai1 sull’amato personaggio di Che Dio ci aiuti, è stata vista da 5.513.000 spettatori con il 21.9% di share, risultando il programma più visto del prime time di domenica. L’intervista esclusiva del Tg5 a Papa Francesco, andata in onda su Canale 5, è stata vista invece da 2.614.000 spettatori con il 10% di share. 

 

ecco perchè la dx prende dei voti.

c'è una buona massa di colleoni

Suor Angela è fedele di Papa Francesco. Gli infedeli, eretici, bestemmiatori e satanisti sono i lekkakulo di Monsignor Viganò.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, director12 ha scritto:

tu dici che puoi tranquillamente entrare/uscire dal vaticano?? aooo ma che ti sei bevuto oggi...un quarto di cicuta?

Pezzodiidiota.....

L'interno della Basilica di San Pietro fa sicuramente parte della Città del Vaticano.

Ogni uomo o donna può entrare in Basilica senza nessuna guardia Svizzera con o senza ascia.

Certo che nella stanza da letto del Vescovo Gay non la lasciano entrare, nonostante il Rosario del Kaporale.

Lei oggi quanti ettolitri di frizzantino si è scolato ??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963