per quelli che esultano per le censure

 
 
kD8fF2uS_bigger.jpeg
 
Chi scrive che "I privati possono fare quello che vogliono”, ricordo che, seguendo lo stesso ragionamento, domani un supermercato potrebbe rifiutarsi di vendervi il latte. Senza dimenticare la sentenza del tribunale che ha obbligato Facebook a riaprire la pagina di #CasaPound.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

13 messaggi in questa discussione

8 ore fa, director12 ha scritto:

Senza dimenticare la sentenza del tribunale che ha obbligato Facebook a riaprire la pagina di #CasaPound.

Quindi non è vero che sono tutti comunisti i giudici...ameno chè....non vogliano....xD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

anche questo forum ha un regolamento, se sgarri sei bannato.

cito e mosca.

nessuno ti obbliga a pestar tasi qui.

vai a far chiacchere alla bocciofila con un quartina davanti.

però anche li se sbocchi ti accompagnano alla porta

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, tiberio1946 ha scritto:

anche questo forum ha un regolamento, se sgarri sei bannato.

cito e mosca.

nessuno ti obbliga a pestar tasi qui.

vai a far chiacchere alla bocciofila con un quartina davanti.

però anche li se sbocchi ti accompagnano alla porta

Condivido al 1000%

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Premesso che la violenza e l'istigazione alla violenza non è mai lecita; chi è che disse: "non condivido niente di quello che dici ma darei la vita perché tu lo possa dire"  evidentemente ci sono gruppi, organizzazioni, testate giornalistiche che stabiliscono chi può parlare e chi no; una volta questa si chiamava CENSURA   interessante questo punto di vista trovato in rete :  https://it.yahoo.com/notizie/trump-cacciari-twitter-decide-chi-063810366.html

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Premesso che la violenza e l'istigazione alla violenza non è mai lecita; chi è che disse: "non condivido niente di quello che dici ma darei la vita perché tu lo possa dire"  evidentemente ci sono gruppi, organizzazioni, testate giornalistiche che stabiliscono chi può parlare e chi no; una volta questa si chiamava CENSURA   interessante questo punto di vista trovato in rete :  https://it.yahoo.com/notizie/trump-cacciari-twitter-decide-chi-063810366.html

 

Davvero padre etrusco darebbe la vita per farmi dire quello che voglio?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
42 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

darebbe la vita per farmi dire quello che voglio?

Temo che ci sia poco da scherzare; già oggi navigare su internet significa essere tracciati, i motori di ricerca memorizzano quello che andiamo a vedere a ricercare,  vendono le *** per farci arrivare messaggi pubblicitari su misura; ci sono cose che per fortuna ne io ne lei vedremo o sperimenteremo sulla nostra pelle, anche se le auguro di vivere ancora per altri cento anni,    in un futuro non troppo lontano a ogni bambino che nascerà verrà impiantato un chip sotto la pelle che lo accompagnerà per tutta la vita, farà da carta di di identità, da tessera sanitaria, da carta di credito,  da pass per entrare o uscire , per comperare,  chi non avrà  ricevuto il chip  (battesimo laico) non potrà fare niente... immagini il potere che avranno i governanti o i dittatori del futuro, conosceranno nome e cognome di ogni dissidente, potranno controllarlo 24 ore u 24 , sapere dove si trova cosa dice, cosa pensa , decideranno cosa è lecito dire o pensare o cosa non lo è...  la censura che  oggi è  già iniziata su alcuni social non fa presagire niente di buono per il futuro

Modificato da etrusco1900

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ok, ok, ma non mi ha detto se darebbe la sua vita per farmi dire quello che voglio, padre etrusco.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

non mi ha detto se darebbe la sua vita per farmi dire quello che voglio

e lei cosa farebbe? cosa farebbe se le fosse dato di vivere nel prossimo futuro e fosse chiamato a costo della sua vita a salvare la vita di un dissidente perseguitato dal "grande fratello" ?   quello che conta non è quello che possiamo  o potremmo fare io o lei visto che non contiamo niente   ne io ne lei   e non abbiamo il potere di salvare la vita a nessuno consentendogli di dire quello che vuole, si tratta semplicemente di prendere atto d quello che sta iniziando ad accadere sul pianeta terra, dopo avere dato per scontato per secoli certi principi di libertà di parola, adesso piano piano hanno iniziato a toglierci la libertà senza che noi ce ne accorgiamo;      rilegga questo con molta attenzione, rida di meno  e ci rifletta.... https://it.yahoo.com/notizie/trump-cacciari-twitter-decide-chi-063810366.html

 

  

Modificato da etrusco1900

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Chi ha iniziato a toglierci la libertà, padre etrusco?

Ricorda quando abbiamo spezzato le catene e ci siamo liberati dal giogo romano? Eravamo liberi allora? O eravamo schiavi?

Ricorda quando avevamo lo stivale teutonico sul collo, padre etrusco? Eravamo liberi o eravamo schiavi?

Ci lamentiamo oggi se nei social ci negano la parola, ma quando va a messa quante volte ha detto la sua? Mai quindi nemmeno davanti alla croce è libero.

Suvvia padre etrusco, smettiamo di lamentarci e cominciamo a comportarci da adulti.

Vivere in società servono dei regolamenti e un regolamento non può essere considerato una imposizione. Anzi è quella cosa che dovrebbe permetterci di vivere più serenamente, se rispettata da tutti. Presidenti compresi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Temo che ci sia poco da scherzare; già oggi navigare su internet significa essere tracciati, i motori di ricerca memorizzano quello che andiamo a vedere a ricercare,  vendono le *** per farci arrivare messaggi pubblicitari su misura; ci sono cose che per fortuna ne io ne lei vedremo o sperimenteremo sulla nostra pelle, anche se le auguro di vivere ancora per altri cento anni,    in un futuro non troppo lontano a ogni bambino che nascerà verrà impiantato un chip sotto la pelle che lo accompagnerà per tutta la vita, farà da carta di di identità, da tessera sanitaria, da carta di credito,  da pass per entrare o uscire , per comperare,  chi non avrà  ricevuto il chip  (battesimo laico) non potrà fare niente... immagini il potere che avranno i governanti o i dittatori del futuro, conosceranno nome e cognome di ogni dissidente, potranno controllarlo 24 ore u 24 , sapere dove si trova cosa dice, cosa pensa , decideranno cosa è lecito dire o pensare o cosa non lo è...  la censura che  oggi è  già iniziata su alcuni social non fa presagire niente di buono per il futuro

'.....In un futuro non troppo lontano a ogni bambino che nascerà verrà impiantato un chip sotto la pelle....."

Questa fa il paio con quella per cui Mattarella è stato arrestato perché agente del MI6 britannico e capo del complotto contro Trump.....

😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In  quel  che  vuole  non  c'è   però  il diritto dire  falsità , calunnie , o  sobillare  le  persone   incitandole   alla   violenza .  Se  quei  siti  sono stati  " bannati  "   forse  qualche  ragione   c'era .

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, director12 ha scritto:
 
 
kD8fF2uS_bigger.jpeg
 
Chi scrive che "I privati possono fare quello che vogliono”, ricordo che, seguendo lo stesso ragionamento, domani un supermercato potrebbe rifiutarsi di vendervi il latte. Senza dimenticare la sentenza del tribunale che ha obbligato Facebook a riaprire la pagina di #CasaPound.

FALSO IL DIRECTOR E FALSA FRANCESCA TOTOLO. CITANO UNA DECISIONE PROVVISORI DEL TRIBUNALE CIVILE DEL DICEMBRE 2019.

 

 

A febbraio 2020 il Tribunale di Roma ha stabilito che Facebook può oscurare la pagina di Forza Nuova.

La pagina di Forza Nuova era tornata attiva a dicembre, dopo che il tribunale civile di Roma aveva accolto il ricorso del partito, obbligato Facebook a pagare le spese processuali e deciso una penale di 800 euro per ogni giorni di ritardo nella riattivazione degli account. Nelle motivazioni della sentenza, la giudice cita la Convenzione europea dei diritti dell’uomo e spiega che «la maggior parte del contenuto e il tono generale dell’opera del ricorrente e dunque il suo scopo, hanno una marcata natura negazionista e contrastano quindi con i valori fondamentali della Convenzione, quali espressi nel suo Preambolo, ossia la giustizia e la pace».

Aggiunge anche che Facebook richiede a tutti i suoi utenti di non usarlo «per scopi illegali, ingannevoli, malevoli o discriminatori» e di non pubblicare contenuti che «non rispettano i diritti di terzi o le leggi vigenti», pena la rimozione di pagine e contenuti. Le motivazioni riportano anche molti esempi in cui Forza Nuova contravviene ai termini, con espliciti riferimenti al fascismo e a iniziative discriminatorie contro rom, migranti e omosessuali.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

'.....In un futuro non troppo lontano a ogni bambino che nascerà verrà impiantato un chip sotto la pelle....."

Questa fa il paio con quella per cui Mattarella è stato arrestato perché agente del MI6 britannico e capo del complotto contro Trump.....

😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂

un vecchio proverbio dice:....."non c'è peggior cieco di chi non vuole  vedere" .... sia io che lei fra settata  o cento anni per nostra fortuna  saremo morti e su questa terra non  ci saremo più e le cose che  lei oggi considera pura fantascienza  ridendoci sopra ma che  purtroppo sono prevedibili  avremo la fortuna di non viverle

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963