C'è chi invecchia male

...e c'è chi invecchia bene. Invecchia male, malissimo il Delinquente di Arcore, che nemmeno a 81 anni suonati può godersi i miliardi accumulati nel modo che sappiamo, ma è costretto a restare in politica, perfino da pregiudicato ineleggibile, per difenderli. E stendiamo un velo pietoso sulla sua faccia mummificata dal bisturi nel tentativo di fermare il tempo. Invecchia male, mi spiace dirlo, anche Eugenio Scalfari, anche se molte delle contraddizioni degli ultimi anni (dal Renzi "pifferaio" ma paragonabile a Giolitti, dal voto no al voto sì al referendum, fino all'equazione democrazia=oligarchia) sono largamente imputabili alla veneranda età (93). Certo ha sorpreso e deluso milioni di lettori con la sua risposta all'insidiosa domanda di Floris: tra Berlusconi e Di Maio chi voterebbe? Il vegliardo non ha esitato un istante a rinnegare decenni di battaglie contro il Caimano: voterebbe per il Caimano, populista sì, ma "di sostanza" (sic). Invecchia bene, invece, il presidente Piero Grasso (72), che debutta con l'entusiasmo di un ventenne nel ruolo di leader politico alla guida di Liberi e Uguali. Ho buone speranze che la Sinistra trovi in questo galantuomo finalmente un leader di sostanza. Invecchia bene, come un saggio filosofo o come un buon vino veneto, anche il prof. Massimo Cacciari. Alla stessa domanda di Floris, rivoltagli ieri sera da Corrado Formigli, ha risposto senza esitare: "Voterei Di Maio" (e lo ha ripetuto 3 volte). Precisando: "Berlusconi non lo voterei nemmeno se mi tagliano una mano". Al che Formigli gli ha chiesto una spiegazione di questo ennesimo ritorno di Berlusconi, in crescita nei sondaggi nonostante gli scandali, la condanna definitiva, etc. Il prof. Cacciari ha risposto ancora senza esitare: la colpa è degli altri che non hanno saputo costruire un'alternativa, e che anzi hanno offerto una penosa prova di sé. Chiaro il riferimento a Renzi che secondo il professore dovrebbe rottamare il Pd e fondare un nuovo partito di centro sull'esempio di Macron, oppure farsi da parte e lasciare il Pd a persone valide come Orlando e Cuperlo.

 

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

Ammettiamo che Renzi fondi, come dice Cacciari, un nuovo partito, diventerebbe nuovamente credibile, signor fosforo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Ammettiamo che Renzi fondi, come dice Cacciari, un nuovo partito, diventerebbe nuovamente credibile, signor fosforo?

Assolutamente no. Credo che Cacciari chiedesse semplicemente di sgomberare il campo dagli equivoci. Renzi con la sinistra non c'entra nulla, è riuscito solo a spaccarla più di quanto già non lo fosse. Paradigmatico il caso dello ius soli. Era ai primi posti nel programma elettorale di Bersani del 2013, ma è finito relegato agli ultimi giorni di questa vergognosa legislatura, praticamente inapprovabile da una maggioranza artificiosa di traditori e di ipocriti, riuscendo a mettere in fuga perfino Pisapia. Quindi, se il Pd intende ritornare credibilmente a proporsi come partito di sinistra, deve necessariamente liberarsi del fardello Renzi (con tutta la sua cricca toscana, aggiungo io). Altrimenti tanto vale rifondarlo, sotto altro nome, come partito di centro o di centrodestra, in grado di sottrarre voti a Berlusconi e di accogliere senza vergognarsi troppo personaggi come Alfano e Verdini. Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Assolutamente no. Credo che Cacciari chiedesse semplicemente di sgomberare il campo dagli equivoci. Renzi con la sinistra non c'entra nulla, è riuscito solo a spaccarla più di quanto già non lo fosse. Paradigmatico il caso dello ius soli. Era ai primi posti nel programma elettorale di Bersani del 2013, ma è finito relegato agli ultimi giorni di questa vergognosa legislatura, praticamente inapprovabile da una maggioranza artificiosa di traditori e di ipocriti, riuscendo a mettere in fuga perfino Pisapia. Quindi, se il Pd intende ritornare credibilmente a proporsi come partito di sinistra, deve necessariamente liberarsi del fardello Renzi (con tutta la sua cricca toscana, aggiungo io). Altrimenti tanto vale rifondarlo, sotto altro nome, come partito di centro o di centrodestra, in grado di sottrarre voti a Berlusconi e di accogliere senza vergognarsi troppo personaggi come Alfano e Verdini. Saluti

Ahahahahahaha !!! La sx chi la rifonda ?? D’Alema e Bersani ?? Montanari e la Falcone ?? Civati e Fassina ?? Ferrando e Ferrero ?? Fratoianni e Rizzo ? Comunico al Cazzaro che questi più un’altra decina di gruppetti , raggiungono , tutti insieme ed ammesso che non litighino prima di partire , il 6/7%. Questi gruppuscoli spuntano come funghi solo per far perdere Renzi e per guadagnare qualche poltroncina che con Renzi potrebbero sognarsela. Se la sx aspetta questi ...!! Ahahaha , Cazzaro azzitisciti e riprendi i tour elettorali rionali. Può darsi che uno 0,0004 riesci a procurarlo. Ahahahaha , Cazzarus man 

Modificato da mark25252

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

rifondare un altro partito ?

A questo punto mi domando da che parte stanno Fassino, Orlando, Cuperlo ed altri.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 8/12/2017 in 17:45 , mark25252 ha scritto:

Questi gruppuscoli spuntano come funghi solo per far perdere Renzi e per guadagnare qualche poltroncina che con Renzi potrebbero sognarsela. 

Non le sembrano legittime aspirazioni, signor mark?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Non le sembrano legittime aspirazioni, signor mark?

Quando si mette a repentaglio la democrazia a tutto vantaggio della destra più pericolosa e reattiva , NON. mi sembrano proprio legittime aspirazioni ..!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963