Finalmente un ottimo articolo sulla situazione politica attuale .

EO

“Partiamo da due concetti semplici e incontestabili: Giuseppe Conte non è insostituibile; Matteo Renzi non è Matteo Salvini. Faccia piacere o meno, ormai è chiaro che la situazione è seria e il rischio concreto. Non è tanto questione di riflettere sui motivi (abbastanza ovvi) per cui non si andrà alle elezioni, quanto di capire le ragioni politiche di Renzi e la sua necessaria strategia attuale. Come ogni politico in democrazia, per sopravvivere egli ha bisogno di due cose: visibilità pubblica e capacità di scambiare favori. Dopo la riforma recente sul numero dei parlamentari, il pericolo di sparire dalla scena politica italiana è reale. Il tempo, peraltro, gioca contro, mentre il frangente politico è perfetto, con il piano da formulare intorno all’epocale ‘recovery fund’. Questo è il momento giusto per Renzi di alzare la posta, giocando con buone carte in mano e nulla da perdere. Ha buone carte: il suo partito è decisivo per la maggioranza di governo e la situazione generale in cui ci troviamo (tra pandemia, vaccini da gestire e rapporti con l’Unione europea) non suggerisce nuove elezioni. È chiaro, pertanto, che nulla abbia da perdere, soprattutto rispetto a quanto perderebbe non giocando. Il punto dirimente, però, consiste nel fatto che Matteo Renzi è il politico più astuto dell’attuale nostro parlamento, a fronte di un Matteo Salvini che ha mostrato – con la storia dei pieni poteri di essere l’esatto suo contrario. Per questo semplice motivo, Conte dovrebbe dimenticare il successo passato.  In effetti, egli sembra sentirsi particolarmente forte o intoccabile. Dalle ultime dichiarazioni, pare persino ritenersi superiore, moralmente, a strategie meschine o dispetti vari, grazie al fatto di essere, senza appartenervi, espressione sì di un partito politico preciso, ma per due volte indicato come uomo di convergenza e sintesi di interessi partitici differenti. Avvolto da questa nebbia psicologica, forse non è chiaro a Conte che, una volta sfiduciato, non si andrà a elezioni. Il parlamento, muovendosi come un sol uomo (a parte alcuni pentastellati con idealmente nobili istinti suicidi), cercherà di rimanere in vita il più a lungo possibile, ben sapendo che questa sarebbe per molti suoi esponenti l’ultima volta. A differenza di quanto osservato da altri politologi, in questo contesto il ‘semestre bianco’ è del tutto irrilevante. Siamo già nel ‘dodecamestre bianco’: non si andrà mai a elezioni, per il motivo accennato e per ragioni di generale ‘responsabilità’, verso la situazione sanitaria presente e verso le istituzioni europee. Si cercherà, semplicemente, un altro nome, intorno a cui far convergere un governo ampio, molto ampio, il più ampio possibile, allo scopo di deresponsabilizzare tutte le forze politiche di fronte all’opinione pubblica, in vista delle prossime (post-Mattarella) elezioni. Quella di Matteo Renzi è mossa complessa: la mossa della possibile resurrezione. Dà scacco a Conte, porta verso di sé parte del Pd e, allo stesso tempo, minaccia mortalmente il M5S, unica forza politica che, con l’*** al governo, avrebbe solo da perderci in termini di credibilità politica agli occhi dei propri elettori. Sfiduciato Conte, l’*** pluripartitica si realizzerà facilmente, una volta messe da parte (tra un mugugno e un altro) preclusioni ideologiche di sorta, a fronte di un ‘recovery fund’ assai allettante, per ragioni di rinnovata visibilità pubblica e rinnovato potere. Giuseppe Conte dovrebbe scendere a più miti consigli, proprio nell’interesse generale, se è questo ciò che, come egli afferma, vuole perseguire. Ha cercato di essere persona di sintesi. Continui a esserlo, se può e il M5S permette. Trovi con Matteo Renzi il compromesso. In democrazia, alcune vittorie sono ‘di Pirro’, dimenticate rapidamente, innanzitutto dagli elettori. Altre, invece, decisive, perché scrivono la storia”. 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

L'unico che non può essere sostituito è. Leopoldino.😂😂😂il miglior senatore semplice di sempre.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Splendido commento di Sanchino “Fetecchia ” risata !! Ahahahahah

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Speravo di farla contenta, ridicola marketta pisana.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il sogno del renzi, seppur s'affanni a negarlo, è posare il kulo sulla cadreghina di conte il quale a sua volta, all'inizio dell'avventura, l'occupò impunem ricevendola in dono x una botta di terga ed alla quale il sunnominato conte s'é ancorato piacendogli sguazzare nei DPCM,  in conferenze stampa, in decisioni prese in piena notte e la visibilità ke gli ha dato il ruolo.

tornando al renzi, é proprio il suo smisurato ego portarlo staccarsi da un PD, traghettato dall'anonimo fratello di montalbano,  facendolo diventare il frontman di un partitello ke gli permette esibirsi dandogli momenti di visibilità  in ospitate nei talk dove parla x dir il nulla, ed il tutto condito dalla gioia dei suoi fans .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A Leopoldino piace dare aria alla bocca e ascoltarsi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Fra poco ci saranno i titoli di coda a questa operetta, tanto fumo e poco arrosto, si arriverà ad un compromesso buono x entrambi e la pagliacciata continua, tanto è risaputo che in caso di elezioni sia Giuseppi,che il Fiorentino sarebbero trombati, e loro né sono coscienti, ma non sono mica sc&mi...meglio tenersi il posto 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

un periodo natalizio anomalo ke finirà domani con l'epifania, festa cara ai bambini i quali domattina accoglieranno con gioia i doni contenuti nella calza della befana mentre agli adulti continuerà portare voglia di normalità auspicando la validità di un vaccino nuovo x affrontare una malattia nuova anke se quel tunnel  al cui fondo volevamo vedere la luce pare abbia aggiunto klmetri nel suo percorso...

confidiamno nel meglio e buona epifania a tutti...

                                                                              scarpette-di-cioccolato.jpg 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Epifania, tutte le feste si porta via, tranne la festa che fa' il governo agli italiani, si può dire,...come la Befana, alcuni vanno alla Caritas con le scarpe rotte,e devono sentirsi fortunati ad averle ,domani x loro é un giorno come un altro, una lunga fila aspettando un pasto, magari allegata ad un piccolo dono,la prospettiva é di sopravvivere e tirare a campare finché Dio vorrà, ma a questa gente,il governo ha rubato i sogni e la speranza, forse anke la voglia di vivere . In che mondo pazzo si é finiti,con Bezos e multinazionali che potrebbero benissimo sfamare intere nazioni, ed invece accumulano denaro e profitto, se ci fosse un entità superiore permetterebbe tutto questo??. Ah già i poveri oltre al resto.. non credono più neppure in Dio

Modificato da marzianocattiv0

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963