buone notizie>:alfano non si ricandita nel 2018.ce ne faremo una ragione!!

“Ho scelto di non ricandidarmi in Parlamento perché ritengo che servano dei gesti per dimostrare che tutto quello che ho fatto e stato dettato da una profonda responsabilità nei confronti dell’Italia”, ha detto il leader di Alternativa popolare e ministro degli Esteri, “Dal 5 di marzo, se si voterà il 4, non sarò ne ministro ne deputato. Dimostrerò che si può fare politica anche fuori dal palazzo”. Magari gestirà qualche centro di accoglienza. E comunque: per fare il ministro non serve essere deputato.Salvo,ovviamente,cambi casacche all'ultimo giorno!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

2 ore fa, director12 ha scritto:

“Ho scelto di non ricandidarmi in Parlamento perché ritengo che servano dei gesti per dimostrare che tutto quello che ho fatto e stato dettato da una profonda responsabilità nei confronti dell’Italia”, ha detto il leader di Alternativa popolare e ministro degli Esteri, “Dal 5 di marzo, se si voterà il 4, non sarò ne ministro ne deputato. Dimostrerò che si può fare politica anche fuori dal palazzo”. Magari gestirà qualche centro di accoglienza. E comunque: per fare il ministro non serve essere deputato.Salvo,ovviamente,cambi casacche all'ultimo giorno!!

Meno male.Ha già fatto troppi danni.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, virus128 ha scritto:

Meno male.Ha già fatto troppi danni.

vedrai che una bella e comoda poltrona l'ha gia' prenotata!! presidente di una commissione...del nulla,ma sempre una commissione...come l'ex democristiano.che ci sta afare? non lo sa manco lui.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 volte deputato, 3 volte ministro: in qualsiasi paese serio uno come Alfano sarebbe considerato un matusa della politica, anche a 47 anni. Nel paese di Pulcinella, dove esiste il mestiere del politico e dove c'è chi siede in parlamento dal 1953 (anno della morte di Stalin), la decisione del segretario di Ap di non candidarsi alle prossime elezioni ha sorpreso un po' tutti, quasi quanto quella del Dibba. Anche Pisapia sembra gettare la spugna (in faccia al cosiddetto "pontiere" Fassino, immagino). Secondo i dietrologi si tratta di rinunce furbe, calcolate. Saltare un giro e sedersi sulla sponda del fiume per veder passare i cadaveri delle vittime del Rosatellum, la più demenziale legge elettorale di tutti i tempi, è indubbiamente un'opzione degna di considerazione da parte di ogni politico lungimirante. Ma io voglio credere che Dibba, Alfano e Pisapia abbiamo semplicemente valutato di avere cose migliori da fare che stare in parlamento, specie in una legislatura per la quale i più ottimisti prevedono che sarà un pianto greco, perfino peggiore di quella che sta per concludersi. Quindi meritano un plauso tutti e tre, se non altro per avere dimostrato di non essere dei mestieranti, di non essere morbosamente attaccati a una poltrona o a un seggio. A differenza di qualcun altro che la politica aveva promesso di lasciarla per sempre e che è in campagna elettorale da mesi. Il saggio e lungimirante Massimo Cacciari suggerisce a questo pinocchio, che vive di politica e di propaganda, di saltare un giro pure lui. Tempo perso professore.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma guarda guarda...che vigliacco....il ns caro Homer Simpson...con la storia di Gerusalemme,se la sta facendo sotto

e ha trovato la scusa per...DEFILARSIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII  !!! BI BIP--------------------------------____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________......

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo31 ha scritto:

Nel paese di Pulcinella, dove esiste il mestiere del politico e dove c'è chi siede in parlamento dal 1953 (anno della morte di Stalin).

Quindi per il Caxxaro Napoletano non sarà difficile fare nome e cognome di chi siede in Parlamento sin dall’anno in cui morì Stalin (1953). Nel caso , invece , che il Bufalaro Partenopeo non riuscisse a “ricordare “ neanche un nome dovrò essere necessariamente d’accordo con lui ed affermare che il nostro , aime’, e’ proprio un Paese di Pulcinella che permette impunemente  a Cazzari e Falsari di inondare il prossimo con molteplici bufale giornaliere. 

Modificato da mark25252

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963