auto elettriche? flop..come tutte le cose europee.W il diesel

Roma, 18 dic – Le auto elettriche sono «sopravvalutate» e «dannose per l’ambiente». Non lo ha detto uno dei cosiddetti «negazionisti del riscaldamento globale» ma Akio Toyoda, numero uno della Toyota e presidente della Japan Automobile Manufacturers Association. A Greta Thunberg saranno fischiate le orecchie.

eccessivo clamore sulle auto elettriche

Il capo della casa automobilistica giapponese nel corso di una conferenza stampa ha infatti voluto evidenziare come vi sia «eccessivo clamore» sui veicoli ad alimentazione elettrica; un entusiasmo che manca di opportune valutazioni sulle ripercussioni di un’adozione pervasiva delle cosiddette auto «a emissioni zero» (anche se vedremo che nemmeno questo aspetto è totalmente veritiero). Dichiarazioni pesanti, che arrivano da chi non ha conflitti di interessi in ballo: Toyota ha infatti già in gamma alcuni modelli di auto 100% elettriche ed è una delle poche aziende al mondo a investire nell’elettrico alimentato a idrogeno.

Più emissioni di CO2 delle auto normali

Toyoda ha innanzitutto bacchettato gli ultrà dell’elettrico, che nell’esaminare la sostenibilità di questo tipo di tecnologia si «scordano» delle emissioni di anidride carbonica prodotte dalla generazione di elettricità: «Più veicoli elettrici produciamo, più salgono le emissioni di anidride carbonica», ha spiegato. Il problema è legato alle batterie delle auto elettriche, che in fase di fabbricazione fanno raddoppiare le emissioni di CO2 di quasi il doppio rispetto a quelle generate per la produzione delle altre tipologie di auto considerate più inquinanti.

I costi economici e sociali di un’infrastruttura miliardaria

Per non parlare dei costi sociali della transizione energetica. Per quanto riguarda il Giappone, ad esempio, Toyoda avverte che la realizzazione di un’infrastruttura per le auto elettriche avrebbe un costo multimiliardario quantificato tra i 14.000 e i 37.000 miliardi di yen (165-438 miliardi di euro). «Quando i politici dicono ‘liberiamoci di tutte le auto che usano la benzina’, capiscono cosa significa?».

Una riconversione all’alimentazione elettrica comporterebbe conseguenze dannose per il tessuto economico e sociale del Paese, difficilmente gestibili. «L’attuale modello di business dell’industria automobilistica collasserà», determinando la perdita di milioni di posti di lavoro. Infine, Toyoda, ha avvertito del rischio che le auto elettriche possano rimanere appannaggio dei più abbienti penalizzando così il ceto medio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

tema interessante da parte mia lo ho affrontato più volte sulla rubrica parallela a questa  ....  (virgi lio ge nio).

Modificato da dune-buggi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E come è andato a finire lo scontro trageni, sig auto da sabbia? Chi ha vinto?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Al mio paese diciamo: acquaio', l'acqua è fresca?  E l'acquaiolo - che è in conflitto d'interesse perché vende l'acqua - risponde: manco 'a neve! (come nemmeno la neve!). Nel nostro caso il signor Toyota è un acquaiolo all'incontrario che fa pubblicità negativa a un prodotto che lui non vende, ma che vendono altri. Da oltre 20 anni, infatti, Toyota è leader mondiale nel settore dell'auto ibrida, ma tuttora non ha in listino neppure un solo modello full electric. Caso unico tra i grandi costruttori perché perfino l'ex Fiat ha colmato questa grave lacuna lanciando nel 2020 la 500e. Naturalmente le elettriche pure sono ancora confinate in una nicchia del mercato, a parte qualche paese virtuoso come la Norvegia (che paradossalmente è il primo produttore europeo di petrolio dopo la Russia), ma le vendite sono in forte crescita dappertutto, spesso anche grazie agli incentivi pubblici. Gli ecobonus incentivano anche l'ibrido ma è plausibile che i primi a convertirsi all'elettrico puro siano proprio i possessori di auto ibride, specie le ricaricabili cioè le ibride con la spina (plug in). Quindi il signor Toyota giustamente teme che le auto elettriche gli portino via clienti. Sui pro e i contro dell'auto elettrica ho scritto più volte nel forum. Qui mi limito banalmente a dire che i motori termici hanno i decenni contati. I primi a sparire saranno i diesel, seguiranno quelli a benzina, a Gpl e a metano, e alla lunga spariranno anche gli ibridi. In questo video Valerio Rossi Albertini ci spiega perché:

https://youtu.be/zLncu9fuho8

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963