Il sangue di San Gennaro non si è sciolto, quali presagi porta?

Tutti a pregare pregare, ma niente il sangue di San Gennaro stavolta non si è sciolto ed è stato rimesso a posto nella teca.
Era successo due volte in passato  con l'eruzione del Vesuvio del 1600 e poi il colera, oggi abbiamo il Covid, la morte di Maradona, la crisi economica e sociale, momenti durissimi per tutti e per la Campania.
La  Chiesa considera «inspiegabile» il fenomeno ma non un miracolo e non c’è alcuna certezza che la sostanza custodita dentro le due ampolle sia effettivamente il sangue di San Gennaro. 
La scienza invece ha provato a dare una spiegazione nel 1991 il  Cicap con  tre ricercatori dell’Università di Pavia (Franco Ramaccini, Sergio Della Sala e Luigi Garlaschelli) fece un esperimento, sapendo che ci sono alcune sostanze gelatinose che diventano liquide se agitate, sostanze conosciute anche all'epoca della morte di San Gennaro e l'esperimento riprodotto in laboratorio riuscì.

Dipenderà quindi da quanto e come si agita l'ampolla? Chissà brutti presagi comunque per chi ci crede, io no... e tu? Che ne pensi?

Napoli, San Gennaro, niente miracolo: il sangue non si è sciolto. Monsignor  Papa: «Si sciolga il cuore dell'uomo»

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

14 messaggi in questa discussione

1 ora fa, rivaviva ha scritto:

e tu? Che ne pensi?

Penso che quelli del  Cicap ci prendono in giro; se si fa attraversare la luce alle ampolle e con un prisma si esamina la scomposizione dei colori si ottiene un risultato completamente diverso rispetto a quello che si ottiene esaminando le  sostanze gelatinose usare dal Cicap   https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/12/16/non-si-scioglie-il-sangue-di-san-gennaro-ma-la-liquefazione-del-16-dicembre-e-la-piu-rara/6039514/

Quelli del Cicap mi fanno pensare a un ricercatore (non vorrei sbagliarmi mi sembra fosse un ricercatore pugliese) che per dimostrare che la sindone era un falso medioevale  faceva delle fotocopie, o meglio delle termo copie     producendo decine di copie della sindone; peccato per lui che nel medioevo, computer, fotocopiatrici e termo copiatrici non esistessero....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 17/12/2020 in 12:14 , rivaviva ha scritto:

Tutti a pregare pregare, ma niente il sangue di San Gennaro stavolta non si è sciolto ed è stato rimesso a posto nella teca.
Era successo due volte in passato  con l'eruzione del Vesuvio del 1600 e poi il colera, oggi abbiamo il Covid, la morte di Maradona, la crisi economica e sociale, momenti durissimi per tutti e per la Campania.
La  Chiesa considera «inspiegabile» il fenomeno ma non un miracolo e non c’è alcuna certezza che la sostanza custodita dentro le due ampolle sia effettivamente il sangue di San Gennaro. 
La scienza invece ha provato a dare una spiegazione nel 1991 il  Cicap con  tre ricercatori dell’Università di Pavia (Franco Ramaccini, Sergio Della Sala e Luigi Garlaschelli) fece un esperimento, sapendo che ci sono alcune sostanze gelatinose che diventano liquide se agitate, sostanze conosciute anche all'epoca della morte di San Gennaro e l'esperimento riprodotto in laboratorio riuscì.

Dipenderà quindi da quanto e come si agita l'ampolla? Chissà brutti presagi comunque per chi ci crede, io no... e tu? Che ne pensi?

Napoli, San Gennaro, niente miracolo: il sangue non si è sciolto. Monsignor  Papa: «Si sciolga il cuore dell'uomo»

 

che dire, mi sa che il prete non l'ha agitato bene direi, comunque è risapute, che il miracolo del sangue di Gennaro, per quanto la fede fa credere di tutto, è un imbroglio belle  e buono, si fatto in buona fede ma pur sempre inganno. La fede fa credere proprio di tutto, anche che gli asini volano, basta che gli fanno sbattere le orecchie, e perché no, Dumbo è un vero elefantino volante. Basta la fede, no?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sarebbe bastato metterlo vicino ad un camino.....

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, vincent29264 ha scritto:

La fede fa credere proprio di tutto, anche che gli asini volano

Se è per questo anche gli Atei fanno altrettanto, credono cioè che gli asini volino; o meglio credono che le cose si siano fatte da sole; ti suggerisco di  fare questo esperimento, prendi dei dadi, scrivici sopra delle lettere dell'alfabeto e tira ripetutamente i dadi, tirali a lungo, tirali per secoli e guarda se per caso si scrive da solo un romanzo che senza errori grammaticali racconti una storia emozionante; mai sentito parlare del DNA presente in tutti gli esseri viventi ?dove è scritto tutto dal colore degli occhi all'interazione delle varie ghiandole fra di loro; pensi che si sia scritto da solo senza la supervisione di un "progettista" ?  chiamiamolo così.. se credi che si sia scritto da solo, per puro caso,   allora puoi anche credere  che un romanzo si possa scrivere da solo oppure puoi credere  che gli asini possano volare

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

se il mancato prodigio nn é avvenuto, inutile divinare altre catastrofi poiké ci pensa già il covid. se poi si vuol pensar alla precedente liquefazione, direi ke nn servì molto e la tegola abbattutasi sul mondo intero l'abbiamo sotto gli okki tutti i giorni.

san gennaro, visto ke sei in paradiso, parla un pò col tuo capo e rammentagli ke, in fin dei conti, ci viene insegnato ke il principale ci ha fatti a sua immagine e somiglianza e nn vorrà mica distruggere il suo lavoro seppur talvolta, nn gli é riuscito bene al 100%. statte buono san gennà.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Se è per questo anche gli Atei fanno altrettanto, credono cioè che gli asini volino; o meglio credono che le cose si siano fatte da sole; ti suggerisco di  fare questo esperimento, prendi dei dadi, scrivici sopra delle lettere dell'alfabeto e tira ripetutamente i dadi, tirali a lungo, tirali per secoli e guarda se per caso si scrive da solo un romanzo che senza errori grammaticali racconti una storia emozionante; mai sentito parlare del DNA presente in tutti gli esseri viventi ?dove è scritto tutto dal colore degli occhi all'interazione delle varie ghiandole fra di loro; pensi che si sia scritto da solo senza la supervisione di un "progettista" ?  chiamiamolo così.. se credi che si sia scritto da solo, per puro caso,   allora puoi anche credere  che un romanzo si possa scrivere da solo oppure puoi credere  che gli asini possano volare

Era un modo di dire ma volendo, perché no, anche gli asini possono volare, basta dotarli di ali, non conosci la manipolazione genetica a che livello è arrivata, oddio, veramente non sono certo che si sia capace di manipolare il DNA fino a questo punto ma ti dirò, essendo capaci di montare e smontare un microbo, forma di vita essenzialmente semplice, direi che fra qualche centinaio di anni qualche genetista sono certo che sarà capace anche di far volare gli asini. Qualcuno, naturalmente enneggerà al miracolo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Se è per questo anche gli Atei fanno altrettanto, credono cioè che gli asini volino; o meglio credono che le cose si siano fatte da sole

Gli stolti possono credere al volo degli asini. Credenti e atei possono essere accomunati dalla stessa stolidità. La verità sulla creazione è una costruzione filosofica, religiosa e scientifica e, molto spesso, si contrastano. Ho scritto delle brevi frasi non per scolpire sentenze, ma per il fatto che la complessità (o semplicità, nel caso estremo) dell'argomento non prevede una soluzione, ne univoca, ne veloce. I dadi ai quali ha fatto riferimento sono un azzardo e sono una creazione umana, come le religioni. E la Creazione stessa è un continuo accertamento, mai definito (perchè sempre in evoluzione), della perfezione. E Dio rappresenta la perfezione, nell'animo di molti, come l'inganno, nella ragione di altri. Dio è un'illusione o una Speranza o una Guida. La natura delle persone si rapporta alla Fede rispetto ad una educazione o uno stile di vita e, in quest'ultimo caso sono fondamentali le esperienze personali. Le religioni sono molto creative, ma conducono sostanzialmente a rispettare il passato, condividere il presente ed amare il prossimo. Riconduco il tutto nella semplice (a parole) ricerca della serena convivenza. Sono cose terrene nate dalla ragione. Voler dare una spiegazione alla Natura, quindi a tutto ciò di cui facciamo parte, va oltre le nostre capacità. Possiamo capire come funziona, ma non il motivo per il quale ci ospita. La figura di un architetto celeste è suggestiva, è necessaria, è la spiegazione dei rapporti tra i popoli. E' la base dei contrasti che ci perseguitano, proprio perché (interiormente) non viene riconosciuta come verità assoluta. Basta fare il mio esempio: ho paura della morte, perché non credo in Dio. Ma lo rispetto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

i preti da sempre hanno imposto la loro volontà solo per manovrare meglio la gente, altrimenti come farebbero a possedere tutto quello che hanno.....Dio non pretende delle manifestazioni pagane, ne di idoli,  di alcun tipo, basta crederci, è il potere che vuole questo per il suo tornaconto....

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 18/12/2020 in 19:49 , etrusco1900 ha scritto:

Se è per questo anche gli Atei fanno altrettanto, credono cioè che gli asini volino; o meglio credono che le cose si siano fatte da sole; ti suggerisco di  fare questo esperimento, prendi dei dadi, scrivici sopra delle lettere dell'alfabeto e tira ripetutamente i dadi, tirali a lungo, tirali per secoli e guarda se per caso si scrive da solo un romanzo che senza errori grammaticali racconti una storia emozionante

A parte che un romanzo o la semplice grammatica sono concetti prettamente umani, senza senso in eventuali altri mondi.

Vorrei capire cosa c'entra un eventuale creatore con i cardinali dagli anelli d'oro e le manine levigate di chi non ha mai lavorato, con il sangue di un Gennaro fatto santo da clericali improbabili, con le visioni dei pastorelli e con gli 11 miliardi che lo Stato italiano elargisce al clero ogni anno.

Secondo me parecchi atei sono provvisti di ben altra spiritualità nel suo vero significato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, lelotto2 ha scritto:

A parte che un romanzo o la semplice grammatica sono concetti prettamente umani, senza senso in eventuali altri mondi.

Quello del romanzo che si compone da solo tirando a caso dei dadi è solo un esempio di come cose logicamente organizzate non si possono essere assemblate o progettate da sole....avrei potuto farle l'esempio del cervello umano, un "bio.computer" dove forse avvengono addirittura fenomeni quantistici e che non si può essere auto progettato da solo...   quanto al sangue di San Gennaro non so se sia un  prodigio o un miracolo, so solo che la fede vera  non si basa sui miracoli, perché non sono i miracoli che provocano la fede ma è la fede che rende possibile i miracoli; poi ci sono persone che per principio preso non crederebbero nemmeno se vedessero la propria nonna uscire dalla tomba e resuscitare, lei dice: " Secondo me parecchi atei sono provvisti di ben altra spiritualità "  diciamo che ci sono molti atei pratici che hanno risolto il problema semplicemente non ponendoselo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Quello del romanzo che si compone da solo tirando a caso dei dadi è solo un esempio di come cose logicamente organizzate non si possono essere assemblate o progettate da sole....

Anche il mio era un esempio. Le faccio notare che anche assemblare e progettare sono termini di noi umani, valgono solo per noi, Come il tempo.

Ma non mi aspetto che possa comprendere un concetto cosi' profondo.

 

quanto al sangue di San Gennaro non so se sia un  prodigio o un miracolo, so solo che la fede vera  non si basa sui miracoli, perché non sono i miracoli che provocano la fede ma è la fede che rende possibile i miracoli

Il sangue di san Gennaro é solo una stupidata da superstiziosi, ovviamente. In un famoso film Troisi chiede al parroco come mai la madonna suda, lacrima, sanguina, invece di ridere o sorridere, così da togliere ogni dubbio.

E il parroco: ''Si'..adesso la Madonna ride...''.  xD

 

poi ci sono persone che per principio preso non crederebbero nemmeno se vedessero la propria nonna uscire dalla tomba e resuscitare

E' lei che parla ed espone concetti improbabili per partito preso solo perché in famiglia e in parrocchia gliel'hanno inculcato sin da bambino.

Fosse nato da un'altra parte avrebbe creduto ad altro.E non faccia il processo alle intenzioni, prima faccia resuscitare mia nonna e poi vediamo che succede.

 

, lei dice: " Secondo me parecchi atei sono provvisti di ben altra spiritualità "  diciamo che ci sono molti atei pratici che hanno risolto il problema semplicemente non ponendoselo

E' vero esattamente il contrario, Nessuno nasce credente, lo si diventa solo perché qualcuno a casa glielo inculca.

Queste persone (1 miiliardo circa nel mondo, gli altri 6 miliardi credono ad altro, annoti) nom si sono mai posti il problema quando la Bibbia (che a larghi tratti rimane é un vero capolavoro di poesia e fantasia) é stata scritta, da chi e perché.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Alla sua lunga risposta replico brevemente: lei dice "   che anche assemblare e progettare sono termini di noi umani, valgono solo per noi, Come il tempo. "  visto che parla di tempo le consiglio di leggere un libro  - Le confessioni di Sant'Agostino - ( lo trova facilmente in vendita anche su Amazon) che con ragionamenti puramente filosofici giunge a conclusioni sul tempo che diverranno patrimonio della scienza solo molti secoli dopo,  con la teoria della relatività ...  quello che non comprendiamo della realtà che ci circonda dipende dalla nostra limitazione umana, una limitazione che però nn ci impedisce di comprendere come le cose non si possono essere fatte da sole.   Lei dice: " Nessuno nasce credente, lo si diventa solo perché qualcuno a casa glielo inculca. "  le rispondo che nessuno nasce ateo, lo diventa perchè qualcuno gli fa credere che le cose si sono fatte da sole; poi molti atei con ragionamenti comprendono che quello che gli avevano fatto credere da piccoli in certe scuole era sbagliato e avviene  così che molti scienziati inizialmente atei diventano credenti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963