app io
sconti governativi sull'utilizzo carte di credito

anche questa mattina l'APP governativa  continua a non funzionare; viene in mente il "SISTRI" (se non sapete cosa era fate ricerche su Google)  quando i camion carichi di rifiuti dovevano attendere ore per poter caricare telematicamente sulle chiavette  i dati prima di partire... mi chiedo cosa accadrà con i registratori di cassa dei negozi con  la lo tt er ia  degli scontrini; attualmente ogni sera dai registratori di cassa partono telematicamente i dati delle transazioni effettuate nella giornata, (solo i riepiloghi)  quando ogni sera dovranno essere trasmessi tutti gli scontrini che nel corso della giornata hanno aderito alla lo tt er ia con relativi codici, di quanto si allungheranno i tempi della trasmissione e cosa accadrà ai server remoti che ogni sera alla stessa ora riceveranno tutta questa mole di dati....?

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

hai fatto bene a ricordare - sistri - ma proviamo a ricordare anche le altre sigle misteriose della burocrazia. La più divertente - u.c.a.s. - ufficio complicazioni affari semplici - nella scuola, negli ospedali, negli iffici pubblici, i percorsi lungo i corridoi e le scale sono notevoli. Sia i percorsi da fare a piedi, sia via telefono, o altro mezzo per raggiungere la persona giusta e vedere conclusa la propria avventura. Prova a prenotare una visita specialistica con il tuo solito medico. Prova ad avere bisogno di ausili o dispositivi per persone disabili o in difficoltà, oppure sole e prive di auto propria. - comunque rimango della mia idea. Questo sistema informatico ha un solo unico scopo ... controllare le nostre spese per meglio perseguitarci tra un paio di anni. Cordialità Etrusco, in una giornata di vento e pioggia.  

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

l'APP governativa  continua a non funzionare

Sig. Etrusco, vuole che non ci siano problemi tecnici per l’applicazione delle iniziative dello Stato? Vorrebbe davvero snaturare l’Italia? La mia malafede mi fa pensare anche che tutti gli intoppi che si presentano regolarmente nell’amministrazione pubblica siano ben studiati. Non ho mai creduto in uno Stato che rimborsa, che agevola, che semplifica e che migliora. La diffidenza nasce dall’ostruzionismo burocratico che da decenni diventa sempre più fitto e compatto. Questa “riffa” di Natale seguirà le stesse regole e molti rimarranno fregati, quelli più sfortunati, immagino e sommeremo i risultati a quelli delle altre furbate economiche del governo, dal bonus per l’edilizia, a quello per il monopattino, per la vacanza e quello che ci da anche il flipper quando si accendono gli “special”. Forse, il principio sul quale si basa la *** degli scontrini è proprio lo stesso di questo vecchio passatempo: da bambino mettevo cento lire nel flipper e giocavo, mettevo altre cento lire e giocavo sempre di più perché acquisivo una certa pratica ed abilità, mettevo cento lire ed il flipper segnava migliaia e migliaia di punti, mica di lire. Il bisConte trimezzato, invece, dice alla gente che se spende mille e cinquecento euro, entro un mese e con almeno 10 strisciate di moneta elettronica, gliene ridà 150. Non solo, offre anche all’intero nucleo familiare il rimborso della stessa cifra per ogni componente che soffre di shopping compulsivo. In Italia sono aumentati i poveri (di molto) ed il governo ipotizza che marito e moglie possano spendere tremila euro al mese. Per carità, è una iniziativa che può dare dei frutti, marginali, che potrebbero andare ad aggiungersi agli effetti di altre iniziative, ma a sembra che l’immaginazione stia vincendo sulla concretezza. Prevedo una pesca truccata anche per l’Epifania.

DvMcEv

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, londonercity ha scritto:

Sig. Etrusco, vuole che non ci siano problemi tecnici per l’applicazione delle iniziative dello Stato? Vorrebbe davvero snaturare l’Italia? La mia malafede mi fa pensare anche che tutti gli intoppi che si presentano regolarmente nell’amministrazione pubblica siano ben studiati. Non ho mai creduto in uno Stato che rimborsa, che agevola, che semplifica e che migliora. La diffidenza nasce dall’ostruzionismo burocratico che da decenni diventa sempre più fitto e compatto. Questa “riffa” di Natale seguirà le stesse regole e molti rimarranno fregati, quelli più sfortunati, immagino e sommeremo i risultati a quelli delle altre furbate economiche del governo, dal bonus per l’edilizia, a quello per il monopattino, per la vacanza e quello che ci da anche il flipper quando si accendono gli “special”. Forse, il principio sul quale si basa la *** degli scontrini è proprio lo stesso di questo vecchio passatempo: da bambino mettevo cento lire nel flipper e giocavo, mettevo altre cento lire e giocavo sempre di più perché acquisivo una certa pratica ed abilità, mettevo cento lire ed il flipper segnava migliaia e migliaia di punti, mica di lire. Il bisConte trimezzato, invece, dice alla gente che se spende mille e cinquecento euro, entro un mese e con almeno 10 strisciate di moneta elettronica, gliene ridà 150. Non solo, offre anche all’intero nucleo familiare il rimborso della stessa cifra per ogni componente che soffre di shopping compulsivo. In Italia sono aumentati i poveri (di molto) ed il governo ipotizza che marito e moglie possano spendere tremila euro al mese. Per carità, è una iniziativa che può dare dei frutti, marginali, che potrebbero andare ad aggiungersi agli effetti di altre iniziative, ma a sembra che l’immaginazione stia vincendo sulla concretezza. Prevedo una pesca truccata anche per l’Epifania.

DvMcEv

In Toscana abbiamo un modo di dire; si dice "fare le nozze con i fichi secchi" evidentemente hanno fatto partire per ragioni politiche una APP che non era ancora pronta; i politici prendono decisioni politiche  pensando di raccogliere consenso  senza sentire il parere dei tecnici e di chi di queste cose se ne intende, dovevano ipotizzare i volumi di traffico da gestire, predisporre linee e server, fare accordi con banche e carte di credito, sperimentare e poi rendere disponibile al pubblico l'app quando era effettivamente pronta... ma evidentemente per ragioni politiche  avevano fretta...; mi auguro che con la "  lo tt e ria  degli scontrini"  non avvenga la stessa cosa, cosa accadrà ai server dove arrivano giornalmente le trasmissioni dei registratori di cassa elettronici di tutta Italia  quando inizieranno ad arrivare anche gli scontrini di chi giornalmente  ha  inserito i codici della  lott te ria? siamo sicuri che non andrà tutto in tilt?  (come nei vecchi flipper di una volta? )

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
55 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

i politici prendono decisioni politiche  pensando di raccogliere consenso

Certo sig. Etrusco, il fine è sempre la ricerca del consenso. Però, sono convinto che i politici facciano ampio uso dei tecnici solo per sapere dove intervenire volutamente senza efficacia. I governi ignorano molto spesso i pareri degli esperti, pur prevedendone la presenza per legge e richiedendo loro indicazioni tecniche. C'è una accurata programmazione e, da questo punto di vista, non credo nell'incompetenza di chi governa, ma sono convinto della loro malafede. Altra indicazione che potrebbe dare questa nuova app, secondo me, riguarderà il grado di coinvolgimento dei cittadini nella comprensione effettiva della pandemia. Le dico questo perchè sarà interessante confrontare il numero di quelli che hanno scaricato Immuni e quello che scaricherà cashback.

DvMcEv

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963