Vasi comunicanti

Ne abbiamo sentite di cotte e di crude durante questa pandemia. Fino a ieri ero incerto se attribuire il record della provolonata "virale" (appunto) all'assessore Gallera ("Rt=0,5 quindi ci vogliono due infetti per contagiarmi, uno non basta") o al dottor Zangrillo ("Il virus è clinicamente morto"). Ma mi era sfuggita questa perla del presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, riportata da Travaglio nella sua rubrica satirica del lunedì, sotto il titolo: L'Einstein al pesto. Infatti orso Yoghi Toti si cimenta con la fisica, per l'esattezza con l'idrostatica.  Tenetevi forte l'ombelico:

"Riteniamo che tra una Regione gialla e un'altra gialla ci si debba  poter spostare, visto che il virus circola in egual modo, in base al principio dei vasi comunicanti".

Roba da matti!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

7 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Ne abbiamo sentite di cotte e di crude durante questa pandemia. Fino a ieri ero incerto se attribuire il record della provolonata "virale" (appunto) all'assessore Gallera ("Rt=0,5 quindi ci vogliono due infetti per contagiarmi, uno non basta") o al dottor Zangrillo ("Il virus è clinicamente morto"). Ma mi era sfuggita questa perla del presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, riportata da Travaglio nella sua rubrica satirica del lunedì, sotto il titolo: L'Einstein al pesto. Infatti orso Yoghi Toti si cimenta con la fisica, per l'esattezza con l'idrostatica.  Tenetevi forte l'ombelico:

"Riteniamo che tra una Regione gialla e un'altra gialla ci si debba  poter spostare, visto che il virus circola in egual modo, in base al principio dei vasi comunicanti".

Roba da matti!

Chi come il Cazzaro napoletano e’ abituato a sguazzare nella mer da ed in più si nutre e si abbevera di coloro che nella mer da ci sono nati , non poteva che fare un post simile . Ristabiliamo la verità è ricacciamoli in bocca la mer da che ha emesso . 

Frainteso e male interpretato un messaggio molto semplice

Un messaggio molto semplice, con un principio spiegato in maniera lineare. Nonostante tutto ciò, però, le parole del Presidente della Regione Liguria sono state male interpretate sui social dando il via libera ad accese critiche. E non si parla della cosiddetta ‘zona bianca’ richiesta domenica sera in diretta su Facebook, ma di una risposta a una domanda durante la conferenza stampa di ieri – lunedì 30 novembre – per fare un punto sulla situazione Covid nella Regione. Giovanni Toti e i vasi comunicanti: parole molto chiare, ma non comprese.
 

 

Sui social, infatti, si è diffusa questa interpretazione (poi corretta in seconda battuta), riassunta in un tweet di Selvaggia Lucarelli.
 

“Riteniamo che tra una Regione gialla e un’altra gialla, tra una rossa e un’altra rossa, ci si debba poter spostare visto che il virus circola in egual modo. È il principio dei vasi comunicanti”. (Giovanni Toti) 

— Selvaggia Lucarelli (@stanzaselvaggia) November 30, 2020
 

Toti e i vasi comunicanti tra Regioni dello stesso colore, ma non ha detto questo

In realtà, come si evince dal video con l’estratto della parte finale della conferenza stampa di Giovanni Toti, il Presidente della Liguria parla del principio dei vasi comunicanti, ma solo per le Regioni il cui indice RT è basso e di pari livello. Insomma, a differenza di quanto sta trapelando dal governo – in attesa del testo finale del prossimo DPCM sul Natale -, il governatore chiede che la mobilità tra le zone a basso rischio sia consentita. Insomma, giallo si può muovere verso giallo.

Il discorso era ben diverso

Non parla mai di zona arancione e sulla zona rossa spiega chiaramente che non sia logico consentire gli spostamenti, neanche in direzione di un’altra Regione inserita in zona rossa. Sui social, invece, è stata data un’altra (errata) interpretazione. Forse neanche ascoltando esattamente le frasi pronunciate dal Presidente ligure.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 Signori, come potete facilmente verificare, il falsario pisano è così accecato o rinkoglionito dal livore (propendo per la seconda) che legge, ancora una volta, cose diverse, da quelle che ho scritto. Mi rinfaccia di avere riportato una frase di Toti da un tweet della Lucarelli, che in effetti conteneva un'aggiunta arbitraria anche se coerente con lo strampalato pensiero dell'Einstein al pesto. Ma io, come specificavo, ho ripreso la frase da Travaglio, il quale l'aveva riportata fedelmente, cioè riferita alle sole regioni gialle. A parte l'allucinazione e l'alterazione del mio scritto, il falsario pisano mostra di essere non meno asino di Toti per quanto concerne l'epidemiologia e l'idrostatica. In due vasi comunicanti un liquido perfetto raggiunge sempre la stessa altezza anche se le sezioni dei due vasi sono molto diverse. Ma mettere in comunicazione due regioni con la stessa circolazione virale e lo stesso Rt non lascia affatto le cose come stanno. Facciamo un esempio al limite. Se ho due famiglie di 4 persone l'una, completamente separate e isolate dal resto del mondo, nella peggiore delle ipotesi Rt vale 3 all'interno di ciascuna, perché un infetto potrà contagiare al massimo 3 persone. Ma se metto in comunicazione le due famiglie (es. con visite reciproche o cenoni di Natale e Capodanno) il valore massimo di Rt sale evidentemente a 7. La mobilità tendenzialmente fa crescere Rt. A parità di tutte le altre condizioni, aprire i confini tra due regioni, gialle, rosse o verdi che siano, fa crescere Rt in ambedue, dunque i contagi, dunque i ricoveri, dunque i morti. Con buona pace di Toti e dei tanti asini che si avventurano su terreni per loro impraticabili e fanno paragoni del cavolo. Per giunta pericolosi. Perché le parole di Toti (come quelle di Gallera e di Zangrillo a suo tempo) potrebbero indurre il popolo bue a sottovalutare il pericolo e a non attenersi con il massimo rigore alle regole imposte e a quelle raccomandate. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eccolo qua l’impostore napoletano . Un distruttore di cervelli per chi gode di farseli distruggere . Non ha affatto detto cose diverse come “ vorrebbe” che gli storioni possano capire . Hai detto la stessa cosa usando pure tutti i nomignoli in uso al pregiudicato ( 12 condanne definitive ) Travaglio Calandrino Marco . Per chi non lo sapesse ancora Selvaggia Lucarelli tiene una rubrica quasi giornaliera sul Falso Quotidiano diretto da quel popo’ di fascista che prende il nome di Marco Travaglio . Al quale ha fatto grande far credere quel che gli fa comodo a quei pochi decerebrati che leggono il suo giornaletto di cui il Cazzaro napoletano e’ fedele abbonato . Allora la frase giusta detta da Toti la riporto io . E mo sembra pure di buonsenso !! Ecco perché a Travaglio suscita ironia ed il Cazzaro la riprende subito . Non ci potevano essere dubbi ed infatti non ci sono stati !!         P.S.  Continui a giurare che non mi leggi , impareggiabile impostore ?? 

 
"Riteniamo che tra una Regione gialla e un'altra gialla, ci si debba poter spostare, ma non tra una rossa e un'altra rossa - ha commentato - In base al principio dei vasi comunicanti chiederemo al Governo di consentire gli spostamenti interregionali".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ognuno dice la sua, a modo suo, e tutti vogliono aver ragione.

Naturalmente quello che pensa di aver più ragione di tutti è noto.

Xxxxxxxx

Telenord

 

Riteniamo che tra una Regione gialla e un'altra gialla ci si debba poter spostare visto che il virus circola in egual modo. - ha commentato - In base al principio dei vasi comunicanti chiederemo al Governo di consentire gli spostamenti interregionali".

Huffington Post

Riteniamo che tra una Regione gialla e un’altra gialla, tra una rossa e un’altra rossa, ci si debba poter spostare visto che il virus circola in egual modo. - ha spiegato Toti alla fine dell’incontro - In base al principio dei vasi comunicanti chiederemo al Governo di consentire gli spostamenti interregionali”. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il falsario pisano insiste. Con tutta evidenza, da sedicente ex comunista si è ridotto a difensore di ex berlusconiani della peggiore specie ed è un falsario dalla testa dura. E allora ripeto, non per lui, perché  non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, ma per i forumisti seri, che peraltro dovrebbero avere già capito. Nel mio post come nell'articolo di Travaglio non si parlava affatto di regioni rosse ma solo di regioni gialle. E ora andiamo a vedere cosa ha detto esattamente Toti, tra l'altro con il tono della sicumera (trascrivo direttamente dal video della conferenza stampa):

"Dalla riunione di oggi è uscito chiaramente che se il principio è quello dello zone, è chiaro (è chiaro solo a lui, nda) che tra zona gialla e zona gialla ci si potrà spostare, e le nostre task force epidemiologiche, tutte, ci dicono che in regioni dove l'erre con t è sostanzialmente analogo, il numero di contagi è sostanzialmente uniforme, lo spostamento tra territorio e territorio non comporta aumenti significativi della presenza di virus. Stiamo parlando di realtà dove il virus circola in egual modo e per il principio dei vasi comunicanti (?!, nda) ovviamente (??!!, nda) non si sposta granché la situazione". Roba da matti! nda. 

Signori, io non so se queste cose il signor Toti se le sia inventate o se gliele abbiano suggerite le sue "task force di epidemiologi". Due cose sono certe: quel modo di esprimersi, anche a prescindere dal contenuto,  non è da scienziati ma da peracottai e il principio dei vasi comunicanti qui non ci azzecca una beata mazza, anzi è altamente e pericolosamente fuorviante tirarlo in ballo in un contesto epidemiologico. Un liquido perfetto è un fluido incomprimibile, non è un gas che si espande né un contagio che si diffonde. E poi che significa dire che gli spostamenti tra due regioni aventi grosso modo lo stesso Rt non comportano aumenti "significativi" della circolazione del virus? Uno scienziato serio non si esprimerebbe mai in questi termini. Gli spostamenti comportano incrementi di Rt, cioè variazioni indesiderate di un parametro. Quanto siano significative queste variazioni e le sue conseguenze i termini di contagi e di morti, nessuno può  dirlo a priori senza prevedere l'entità degli spostamenti. A parte il fatto che anche un singolo decesso in più è a mio avviso significativo. Successivamente, rispondendo a un giornalista, Toti precisava il suo insano pensiero con un esempio altrettanto insano:

"Ad esempio, se fossimo oggi nelle condizioni natalizie, con le regole di oggi tra regioni gialle e regioni gialle si potrebbe indubitabilmente andare, tra regione rossa e regione rossa indubitabilmente no".

Questo conferma che Toti non ha capito una mazza della questione natalizia e delle risposte date del governo. Se fossimo oggi nelle condizioni natalizie, ci sarebbe molta più gente della media desiderosa di spostarsi da una regione all'altra. Consentendolo, gli incrementi di Rt, dei contagi e dei morti, sarebbero di conseguenza ben maggiori che in condizioni normali. Anche gli atei dovrebbero pregare davanti al presepe affinché il Cielo tenga lontani dal governo questi cialtroni del centrodestra, almeno fino alla fine della pandemia. Il signor Toti è, non a caso, lo stesso che commentando decessi di anziani in Liguria scrisse su Twitter che erano persone "per lo più in pensione, non indispensabili allo sforzo produttivo del Paese". Il Cielo ci protegga gli anziani e ci liberi (politicamente) dai Toti. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Il falsario pisano insiste. Con tutta evidenza, da sedicente ex comunista si è ridotto a difensore di ex berlusconiani della peggiore specie ed è un falsario dalla testa dura. E allora ripeto, non per lui, perché  non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, ma per i forumisti seri, che peraltro dovrebbero avere già capito. Nel mio post come nell'articolo di Travaglio non si parlava affatto di regioni rosse ma solo di regioni gialle. E ora andiamo a vedere cosa ha detto esattamente Toti, tra l'altro con il tono della sicumera (trascrivo direttamente dal video della conferenza stampa):

"Dalla riunione di oggi è uscito chiaramente che se il principio è quello dello zone, è chiaro (è chiaro solo a lui, nda) che tra zona gialla e zona gialla ci si potrà spostare, e le nostre task force epidemiologiche, tutte, ci dicono che in regioni dove l'erre con t è sostanzialmente analogo, il numero di contagi è sostanzialmente uniforme, lo spostamento tra territorio e territorio non comporta aumenti significativi della presenza di virus. Stiamo parlando di realtà dove il virus circola in egual modo e per il principio dei vasi comunicanti (?!, nda) ovviamente (??!!, nda) non si sposta granché la situazione". Roba da matti! nda. 

Signori, io non so se queste cose il signor Toti se le sia inventate o se gliele abbiano suggerite le sue "task force di epidemiologi". Due cose sono certe: quel modo di esprimersi, anche a prescindere dal contenuto,  non è da scienziati ma da peracottai e il principio dei vasi comunicanti qui non ci azzecca una beata mazza, anzi è altamente e pericolosamente fuorviante tirarlo in ballo in un contesto epidemiologico. Un liquido perfetto è un fluido incomprimibile, non è un gas che si espande né un contagio che si diffonde. E poi che significa dire che gli spostamenti tra due regioni aventi grosso modo lo stesso Rt non comportano aumenti "significativi" della circolazione del virus? Uno scienziato serio non si esprimerebbe mai in questi termini. Gli spostamenti comportano incrementi di Rt, cioè variazioni indesiderate di un parametro. Quanto siano significative queste variazioni e le sue conseguenze i termini di contagi e di morti, nessuno può  dirlo a priori senza prevedere l'entità degli spostamenti. A parte il fatto che anche un singolo decesso in più è a mio avviso significativo. Successivamente, rispondendo a un giornalista, Toti precisava il suo insano pensiero con un esempio altrettanto insano:

"Ad esempio, se fossimo oggi nelle condizioni natalizie, con le regole di oggi tra regioni gialle e regioni gialle si potrebbe indubitabilmente andare, tra regione rossa e regione rossa indubitabilmente no".

Questo conferma che Toti non ha capito una mazza della questione natalizia e delle risposte date del governo. Se fossimo oggi nelle condizioni natalizie, ci sarebbe molta più gente della media desiderosa di spostarsi da una regione all'altra. Consentendolo, gli incrementi di Rt, dei contagi e dei morti, sarebbero di conseguenza ben maggiori che in condizioni normali. Anche gli atei dovrebbero pregare davanti al presepe affinché il Cielo tenga lontani dal governo questi cialtroni del centrodestra, almeno fino alla fine della pandemia. Il signor Toti è, non a caso, lo stesso che commentando decessi di anziani in Liguria scrisse su Twitter che erano persone "per lo più in pensione, non indispensabili allo sforzo produttivo del Paese". Il Cielo ci protegga gli anziani e ci liberi (politicamente) dai Toti. 

Però ragionando su  vasi  comunicanti, che  non  è  vero , perché un  liquido uguale non  si  sposta  se  il livello  è uguale.  Invece   un  virus  spostandosi  secondo me  porta  ad  un  aumento ae  non  al raddoppio del  rischio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963