storia dei virus e della loro propagazione

Il 12 gennaio 2020, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha confermato che un nuovo coronavirus era la causa di una nuova infezione polmonare che aveva colpito diversi abitanti della città di Wuhan, nella provincia cinese dell'Hubei, il cui caso era stato portato all'attenzione dell'OMS il 31 dicembre 2019.

Sebbene nel tempo il tasso di mortalità del COVID-19 si sia rivelato decisamente più basso di quello dell'epidemia di SARS che aveva imperversato nel 2003, la trasmissione del virus SARS-CoV-2, alla base del COVID-19, è risultata essere molto più ampia di quella del precedente virus del 2003, ed ha portato a un numero totale di morti molto più elevato.

Con pandemia di COVID-19 del 2020 in Italia si fa riferimento alla diffusione in Italia della malattia infettiva COVID-19.

I primi due casi italiani della pandemia sono stati confermati il 30 gennaio 2020, quando due turisti provenienti dalla Cina sono risultati positivi al virus SARS-CoV-2 a Roma. Un focolaio di infezioni di COVID-19 è stato successivamente rilevato il 21 febbraio 2020 a partire da 16 casi confermati a Codogno (LO) in Lombardia, aumentati a 60 il giorno successivo con i primi decessi segnalati negli stessi giorni.

Alla data del 2 dicembre 2020 sono stati registrati 1 641 610 casi positivi, tra cui 823 335 dimessi e guariti, 57 045 deceduti, 761 230 casi attivi e sono stati effettuati 22 334 342 tamponi, rendendo l'Italia l'ottavo paese al mondo e il quinto in Europa per numero di casi totali e complessivamente il sesto paese al mondo e il secondo in Europa per numero di decessi.

Questi gli antefatti, quindi è confermato per la storia ed i fatti che il virus sia partito dalla Cina.

Ora torniamo in Italia. - un presidente di regione con pochi capelli sopra la testa, ma con idee precise e lungimiranti dentro la testa, aveva detto di chiudere le frontiere a chi proveniva dalla Cina, anche se aveva triangolato per la Germania, la Romania, o qualsiasi altro stato. La cosa importante era la “partenza”.

Il presidente di una altra regione, senza capelli sopra la testa e senza idee dentro la testa, si era messo a ridere, scherzare, invitava i giovani a scendere in strada e brindare allegramente in gruppo.

I fatti, oggi a diversi mesi di distanza confermano che si doveva chiudere tutto da subito. Però il presidente con pochi capelli ma molte idee giuste viene criticato. Il presidente senza capelli ed ancora meno idee viene elogiato.  

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

Buondì dune-buggi

Sono nuovo da questi parti  e quindi questa mia risposta serve anche come presentazione.

A prescindere dalla capigliatura dei presidenti di regione e dalle critiche che vengono fatte spesso a sproposito vorrei evidenziare come la pandemia sia stata mal gestita (a mio parere) soltanto dopo la fase 1.

Premesso che le nostre deficenze in fatto di sanità sono note da decenni, che non avevamo un piano pandemico operativo etc.  penso che inizialmente la decisione di lock-down fosse la più indicata...è stata eseguita correttamente dagli italiani ed ha dato una ottima risposta abbassando notevolmente la curva dei contagi.

Dove trove delle pecche è nella gestione estiva della situazione, nel senso che i nostri governanti hanno probabilmente sottovalutato la potenzialità del virus, tanto che ad un professionista è scappato di dire che il virus era completamente morto...non abbiamo creduto alla seconda ondata se non come una remota possibilità e quindi non ci siamo mossi con la dovuta incisività nell'approvigionarci delle  atrezzature  necessarie.per far fronte a questa eventualità.

Purtroppo è nel nostro DNA una incapacità organizzativa, decisionale e di unicità di intenti che anche in momenti difficili rallenta se non impedisce l'operatività delle decisioni stesse.

Puntualmente è avvenuto quanto tu hai descritto con precisione... i numeri parlano da sè.:(

Modificato da gill007
errore di scrittura
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La citazione che non ho potuto correggere  era che il virus era clinicamente morto!:D

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Gill da d/b - ben arrivato tra di noi. Di solito scrivo sulle rubriche ambiente, natura, animali, turismo, viaggi, .... a presto in attesa del sole.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963