diamo un occhiata a questa slide

grafico relativi a sbarchi  alle stelle....e si,da quando ha cominciato a governare il pd

 

Risultati immagini per sbarchi grafico

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

18 messaggi in questa discussione

anke se la grafica fosse, come a molti piace usare il termine, una bufala, la realtà la vediamo tutti i giorni osservando ki circola o scalda pankine nelle nostre città.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

anke se la grafica fosse, come a molti piace usare il termine, una bufala, la realtà la vediamo tutti i giorni osservando ki circola o scalda pankine nelle nostre città.

le  bufale le ha solo l'ignorato pm610!!!lui è un portatore malsano di imbufalate!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Morti e dispersi 2017: 2.632 - Ultimo aggiornamento 31 Ottobre  2017
Morti e dispersi 2016: 4.578
Principali Nazionalità 2017: Nigeria, Guinea, Bangladesh, Costa d'Avorio, Mali

questo è il numero dei morti in mare (quelli del deserto non si conoscono), e sta ad indicare che per  i sopravvissuti, se hanno affrontato anche questa evenienza, le condizioni di vita nei loro paesi erano diventate intollerabili.

Credo sia ovvio che non possiamo ospitare tutta l'Africa, tuttavia un pò (solo un pò) di umanità la dobbiamo riservare per quelli che sono riusciti a giungere fino a noi.

Inviterei i signori director ed uva di impiegare lo stesso tempo e la stessa tenacia, che usano nel denigrare  questi extracomunitari, nei confronti di quei paesi europei che si rifiutano di ricevere la loro parte di immigrati.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:
Morti e dispersi 2017: 2.632 - Ultimo aggiornamento 31 Ottobre  2017
Morti e dispersi 2016: 4.578
Principali Nazionalità 2017: Nigeria, Guinea, Bangladesh, Costa d'Avorio, Mali

questo è il numero dei morti in mare (quelli del deserto non si conoscono), e sta ad indicare che per  i sopravvissuti, se hanno affrontato anche questa evenienza, le condizioni di vita nei loro paesi erano diventate intollerabili.

Credo sia ovvio che non possiamo ospitare tutta l'Africa, tuttavia un pò (solo un pò) di umanità la dobbiamo riservare per quelli che sono riusciti a giungere fino a noi.

Inviterei i signori director ed uva di impiegare lo stesso tempo e la stessa tenacia, che usano nel denigrare  questi extracomunitari, nei confronti di quei paesi europei che si rifiutano di ricevere la loro parte di immigrati.

morti & dispersi...ok.vuoi il miraggio degli hotel,con Spa...del wi-fi??dei chef per i pranzi lauti senza il suino?? qualche scotto bisogna pagarlo....ah,per gli aiuti umanitari:hai provato a mandare qualche mail? prova con la segrateria della Ue...bruxxeles..via dei trombati 69....o all'onu...ma si,quel'ente con sessantamila "lavoratori"..quelli che parlano di fame nel mondo,e il piu' magro pesa 150kg....ultima speranza.scrivi al vaticano!! chissa ' che vengano accolti come quelli dell'isola di L-esbo!!!!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, director12 ha scritto:

morti & dispersi...ok.vuoi il miraggio degli hotel,con Spa...del wi-fi??dei chef per i pranzi lauti senza il suino?? qualche scotto bisogna pagarlo....ah,per gli aiuti umanitari:hai provato a mandare qualche mail? prova con la segrateria della Ue...bruxxeles..via dei trombati 69....o all'onu...ma si,quel'ente con sessantamila "lavoratori"..quelli che parlano di fame nel mondo,e il piu' magro pesa 150kg....ultima speranza.scrivi al vaticano!! chissa ' che vengano accolti come quelli dell'isola di L-esbo!!!!!!

mi perdoni signor director, ho davvero sbagliato indirizzo: pensavo che lei avesse palle a sufficienza  per scagliarsi contro i grassi trombati invece che prendersela con chi ha abbandonato la propria terra per cercare una vita migliore.

P.S.   

mi faccia pure conoscere gli hotel con Spa...del wi-fi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

mi perdoni signor director, ho davvero sbagliato indirizzo: pensavo che lei avesse palle a sufficienza  per scagliarsi contro i grassi trombati invece che prendersela con chi ha abbandonato la propria terra per cercare una vita migliore.

P.S.   

mi faccia pure conoscere gli hotel con Spa...del wi-fi

 

Risultati immagini per clandestini in hotelRisultati immagini per clandestini in hotel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ah,quasi dimenticavo;qui sono alle terme di BORMIO!!!!

Risultati immagini per migranti terme bormio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, director12 ha scritto:

ah,quasi dimenticavo;qui sono alle terme di BORMIO!!!!

Risultati immagini per migranti terme bormio

OK, signor director, chi riceve i quattrini per l'ospitalità riservata a questi immigrati?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
37 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

OK, signor director, chi riceve i quattrini per l'ospitalità riservata a questi immigrati?

non cambiare le carte..qui il giochetto delle tre campanelle non funziona;hai detto:mostra gli hotel con Spa...fine delle trasmissioni!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:
Morti e dispersi 2017: 2.632 - Ultimo aggiornamento 31 Ottobre  2017
Morti e dispersi 2016: 4.578
Principali Nazionalità 2017: Nigeria, Guinea, Bangladesh, Costa d'Avorio, Mali

questo è il numero dei morti in mare (quelli del deserto non si conoscono), e sta ad indicare che per  i sopravvissuti, se hanno affrontato anche questa evenienza, le condizioni di vita nei loro paesi erano diventate intollerabili.

Credo sia ovvio che non possiamo ospitare tutta l'Africa, tuttavia un pò (solo un pò) di umanità la dobbiamo riservare per quelli che sono riusciti a giungere fino a noi.

Inviterei i signori director ed uva di impiegare lo stesso tempo e la stessa tenacia, che usano nel denigrare  questi extracomunitari, nei confronti di quei paesi europei che si rifiutano di ricevere la loro parte di immigrati.

Signore, nn sto denigrabndo nessuno ma scrivo una realtà ke vedo tutti i giorni nella cittadina in cui vivo. ki giunge fino a noi nn sarà tutta l'africa ma senz'altro una bella fetta da mantenere ke pretende la nostra integrazione ai loro usi e nn viceversa come logico.

se guarda i TG della Rai, penso anke lei avrà notato ke dai barconi nn sbarca gente deperita ma uomini (donne pokissime) ben nutriti; l'arrivo col gommone, e sta gente lo sa, é come una medaglia: testa gli da la possibilità d'esser mantenuti a vita e gratis in tutto e x tutto; croce, é il riskio di finire a bagno nonost satellitare pronto dar coordinate alle nostre MV;  un volo di linea costerebbe meno ma nn gli regalerebbe i vantaggi di cui ho scritto sopra.  se poi ai loro paesi ci fossero guerre, ricorderà vero ke la nostra gioventù (15/18 - 43/45) non scappò ma combattè x la Patria xciò nn vedo xké loro nn possono far altrettanto anziké scappare!

la ragione x cui paesi UE nn li vogliono, va kiesta ai diretti interessati; una delle tante, ke posso solo immaginare, é la prepotenza di sta gente e nn sapere ki ci si mette in casa.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, director12 ha scritto:

 

Risultati immagini per clandestini in hotelRisultati immagini per clandestini in hotel

Signor director

mi spiace informarla che l'hotel Portofino Kulm è chiuso dal 2013.

Alessandro Puggioni (Lega Nord Liguria-Salvini) ha chiesto alla giunta di intervenire sul degrado dell’albergo Portofino Kulm sollecitando il Comune competente ad emettere un’ordinanza urgente per mettere in sicurezza l’area e ristabilire il decoro dell’area. Puggioni ha rilevato che la struttura, immersa in un’oasi protetta, è stata chiusa alla fine del 2013 presumibilmente a causa di un contenzioso sorto tra la società proprietaria e la gestione. «Da allora la zona in questione è caratterizzata da degrado, incuria, abbandono e disordine – ha detto – la vegetazione si sta riappropriando di tutti gli spazi, rami secchi e fronde si protendono verso l’asfalto della strada attraversata, ogni giorno, da molti escursionisti. La chiusura del Portofino Kulm e le conseguenti problematiche – ha concluso –  costituiscono un danno ingente per l’offerta turistica del comprensorio».

Era un albergo frequentato da re, nobili e ricca clientela, al prezzo tra 140/260 euro al giorno.

La domanda che sorge spontanea è: " Come mai la proprietà UnipolSai ha scelto di ospitare gli extracomunitari?"

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, director12 ha scritto:

 

Risultati immagini per clandestini in hotel

aggiungo signor director

 il Populista (giornale leghista) parla dell’hotel Kulm di Portofino, in Liguria: che è un albergo quattro stelle oggi chiuso ricavato in un’antica villa sulla costa di cui viene anche mostrata una bella foto, ma che non ha mai ospitato migranti (come con una strana giravolta sembra riconoscere anche l’articolo) e che non li ospiterà mai, ha spiegato al Post Paolo Pezzana, sindaco di Sori e responsabile immigrazione di Anci Liguria. Non c’è mai stato nemmeno il progetto di avere migranti al Kulm, ha spiegato Pezzana, e se ne era parlato solo perché l’albergo – chiuso dal 2013 e senza prospettive di riapertura a breve termine – era stato inserito dalla prefettura in un elenco preliminare di strutture eventualmente utilizzabili per i migranti. Per la proprietà – Unipol, oggi – non ci sarebbe nessun vantaggio nell’ospitare migranti al Kulm (un albergo troppo costoso da gestire senza prospettive di guadagno importante, dice Pezzana), e requisire l’albergo comporterebbe per la prefettura costi altissimi perché andrebbe previsto anche un indennizzo per la proprietà a prezzi di mercato.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

aggiungo ancora signor director

Un altro esempio è il Nigahotel di Azzano Mella, in provincia di Brescia, sulla strada provinciale che unisce la tangenziale di Brescia con la provincia di Cremona: nell’articolo del Populista è quello di cui si vede una bella stanza con letto a baldacchino, di cui altro non viene raccontato ma la foto è sufficiente a suggerire che i migranti siano accolti in stanze del genere. Marco Riva, proprietario del Nigahotel, ci ha spiegato la situazione nel suo albergo mostrandoci le strutture. Al Nigahotel sono ospitati circa 60 migranti dopo che Riva ha vinto un bando della prefettura di Brescia che cercava strutture idonee a ospitare richiedenti asilo in attesa di avere risposte sulla loro domanda di protezione internazionale.
Riva ha diviso il suo albergo in due parti, chiudendo i corridoi con porte e cancelli in ferro battuto. Alcune delle stanze, 12 su 28, sono state riadattate per accogliere i richiedenti asilo mandati dalla prefettura:
gli arredamenti dell’albergo (ristrutturato tutto nel 2013) sono stati sostituiti con letti a castello di ferro, di quelli che si trovano negli ostelli per la gioventù, economici tavoli di legno e armadi. Ogni camera ha quattro o cinque letti, a seconda della sua metratura, e il bagno. Con i circa 35 euro quotidiani a persona di rimborso previsto dalla prefettura, al Nigahotel i migranti sono alloggiati in camere quadruple con letti a castello, con un servizio di internet wifi (un obbligo richiesto dall’accordo con la prefettura) e una televisione (che non è invece un obbligo). Le pulizie vengono fatte per lo più dagli ospiti e quando occorre da una società. Per lavare i vestiti c’è una zona lavanderia, mentre le lenzuola vengono lavate una volta alla settimana.

Al Nigahotel il Post ha visto le camere usate dai richiedenti asilo, senza poterle fotografare: pulite e dignitose, disordinate di borse, scarpe e vestiti, di certo non lussuose. Quella nella foto mostrata dal Populista non è destinata ai migranti: si trova nella parte dell’albergo ancora aperta al pubblico – dove le camere sono ancora arredate “da albergo” – e Riva spiega che viene usata spesso dalle coppie che tengono il ricevimento nuziale nel vicino ristorante. Le camere ancora aperte al pubblico al Nigahotel vanno dai 65 euro ai 95 euro a notte.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

e mi scusi se insisto, signor director

Del Plaza Hotel di Varese il Populista (giornale leghista) mostra una foto dell’ingresso: sei persone sotto l’insegna dell’albergo e la targa che ne indica le tre stelle visibile sulla sinistra. Il Plaza Hotel di Varese, però, non esiste più: l’albergo ha chiuso nel 2012 e dal maggio scorso la struttura, una palazzina di nessun pregio sulla strada che collega Varese e Masnago, è stata presa in affitto dalla Onlus Fondazione Progetto Arca di Milano che ha vinto un bando dello scorso aprile della prefettura di Varese e che ora ospita 70 persone. Il direttore della Onlus Alberto Senigallia ha spiegato che quando hanno preso in affitto il vecchio Plaza, dell’arredamento dell’albergo non era rimasto niente se non pochi tavoli: le camere in cui sono ospitati i migranti ora sono delle quadruple con letti a castello di ferro (le foto sono della Fondazione Progetto Arca). Le pulizie ordinarie in camera sono fatte dagli ospiti insieme a un addetto, vestiti e biancheria del letto vengono ritirati e lavati una volta a settimana. La foto usata dal Populista (giornale leghista) è probabilmente del 2011, quando l’albergo ormai in fase di chiusura ospitò già per qualche mese dei migranti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quanto sopra vale anche per la signora Uva, che a quanto sembra, come il signor director, abboccano a tutto quanto leggono sui giornali a sfondo leghista.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
32 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Quanto sopra vale anche per la signora Uva, che a quanto sembra, come il signor director, abboccano a tutto quanto leggono sui giornali a sfondo leghista.

Ma  ancora   da   adito   ai  propagatori   di  bufale   celodureemaldestre  sig  ahahaha.ha ,  che  di  duro  se  ne  avessero  avrebbero  il solo  cervello...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Una   sola  domanda  , prima    di  quei   picchi...  la  situazione  come  era  in  quei  paesi  ???  Tranquilla  naturalmente   c'era  il salvineee   che   gli  aiutava   a  casa loro  ...

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma  già  l'umanità  verso  il prossimo dei  celoduri maldestri   si  ferma   al  prendiamoli a  cannonate ,  poi  però  si  incavolano  per  presepi e  crocefissi ma   il rappresentato  era  un extracomunitario e  palestinese 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963