Chiara Ferragni Madonna del presepe e si urla alla blasfemia

L'artista Jacopo Pischedda ha creato una Natività Pop che è stata appesa sulla facciata del Comune di Pontedera, io la trovo molto bella ma sono sorte subito polemiche feroci perchè la Madonna ha il volto di Chiara Ferragni, lei non sa neppure di essere protagonista di questa bagarre, Pischedda ha detto:  "Le ho inviato un messaggio  ma non mi ha risposto e ho comunque deciso di andare avanti con il mio progetto. Ho scelto il suo volto per raffigurare la Madonna perché Chiara Ferragni è un simbolo dei nostri tempi e molto seguita dai giovani. Non volevo offendere nessuno".
Ma il consigliere comunale di Fdi, Matteo Bagnoli ha attaccato l'opera: "Questa non è arte, è blasfemia" mentre l'arcivescovo di Pisa, Giovanni Paolo Benotto ha parlato di: "grande tristezza di fronte a queste forme di strumentalizzazione del mistero cristiano, si tratta di un  approccio superficiale  e irriverente".

Giudicate voi stessi, che ne pensate? Meno male che Giuseppe non è Fedez...

Chiara Ferragni è la Madonna del presepe del Comune, polemica furiosa: "E'  blasfemia" - Cronaca

https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/11/12/chiara-ferragni-e-madonna-del-presepe-polemiche-a-pontedera_cc19f107-5ae9-4f02-b452-7268fc662ccb.html

La Ferragni finisce nel Presepe di Pontedera e scoppiano le polemiche. Ma  lei non ne sapeva nulla - Libera TV

Modificato da rivaviva

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

Queste sono manifestazioni pagane...da sempre...sono mistificazioni, non capisco il perchè Gesù debba essere sempre perfettamente ariano, visto che è nato in Palestina, non capisco nemmeno perchè maria debba essere sempre perfetta e bella, non potrebbe essere invece una donna normalissima magari neanche tanto bella?...il potere della chiesa non permette cambiamenti a quello che il potere stesso pretende debba essere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Questa trovata del Pischedda non è ne arte, ne blasfemia. A me sembra solo un cartellone scenografico, una locandina per un teatro rionale. Non è pop art perchè di questa ha solo qualche colore, ma non l'idea originale. Non è blasfemia perchè è solo una trovata irriverente e irrispettosa. La blasfemia parte da un costrutto, giusto o sbaglaito che sia, è un'opposizione ad un pensiero diffuso e accettato, è in antitesi a dei valori radicati nelle menti e nelle anime. Questo tentativo promozionale è solo idiozia. Dire poi che la Ferragni è un simbolo dei nostri tempi significa che culturalmente siamo con l'acqua alla gola. Una persona che posta sui social dei video nei quali dice al marito "ti stacco il ca*z*", forse la metterei nel presepe, ma con un ruolo certamente diverso rispetto a quello che spetta alla Madonna.
Sul carattere estetizzante di certe rappresentazioni, in parte condivido il pensiero di sempre135, anche se la ricerca della bellezza esteriore è una esigenza che ha una sua funzione specifica nell'arte sacra.

DvMcEv

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

a pensarci bene, direi che tutta la religione, ma che dico tutte le religioni, se si guardano come si deve, nessuna di essere parla realmente della divinità che rappresenta, se di divinità si tratta. Le religioni, in effetti non sono altro che la maschera di ciò che realmente nascondono, il volto di coloro che la esercitano e la gestiscono, dandola, dopo un dovuto rimpasto alle pecore che vorrebbero, che ci provano, e per la maggior parte delle volte direi che ci riescono, a dominare con menzogne e false ideologie. in termini brevi, si può dire che la religione, altro non è che una scena, la chiesa un palcoscenico, in cui tutti i cposì detti devoti si riuniscono per lo spettacolo, in una grande sala teatro, chiamata chiesa, a contemplare statue e dipinti.

non capisco che differenza possa fare quale immagine si adora, esse non sono mai quello che dovrebbero essere, un dio non si può di certo rappresentare come forma e massa, figuriamoci che somigli a tutto e per tutto a una essere umano. la religione è una blasfemia, e il modo in cui viene esercitata non dà dubbi, basti pensare tutti gli scandali cui sono andati incontro le chiese, non solo quella cattolica, non solo la religione cristiana e stata travolta da ondate di malaffare e comportamenti indegni da parte dei preti o sacerdotesse che fossero. Ognuno fa la loro parte per ottenere quello che desiderano, e la natura umana è quella che è, per quanto la si possa nascondere alla fine finisce sempre per prendere il sopravvento, il dover soddisfare quei pruriti intimi a cui nessuno è immune.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, vincent29264 ha scritto:

in termini brevi, si può dire che la religione, altro non è che una scena, la chiesa un palcoscenico, in cui tutti i così detti devoti si riuniscono per lo spettacolo, in una grande sala teatro, chiamata chiesa, a contemplare statue e dipinti.

sig vincen29264   mai sentito parlare dei martiri del ventesimo secolo? sono persone che non  hanno inteso la propria fede come contemplazione di statue e dipinti, sono persone che hanno dato la  loro vita (sono stati uccisi) per testimoniare la loro fede  https://www.cittanuova.it/i-martiri-del-ventesimo-secolo/

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, etrusco1900 ha scritto:

sig vincen29264   mai sentito parlare dei martiri del ventesimo secolo? sono persone che non  hanno inteso la propria fede come contemplazione di statue e dipinti, sono persone che hanno dato la  loro vita (sono stati uccisi) per testimoniare la loro fede  https://www.cittanuova.it/i-martiri-del-ventesimo-secolo/

 

non fate finta di fraintendermi, non citate solo parte del discorso che ho postato, lo so perfettamente che esistono le persone vere, così come quelle che credono in quello che fanno e dicono, e gli uomini e donne che pregano e praticano per vera e giusta fede, (è su questo pugno di persone che di regge tutta la nostra società, peccato che siano così poche che si possono contare sulle dita di una mano, e mi sa che saranno sempre di meno). io ho parlato della chiesa, della religione che ci viene propinata, e non solo quella cristiana, adesso inutile dirlo, tutto è divenuto una business di immagini e pubblicità per attrarre i clienti perché tutti hanno qualcosa da vendere. e non venitemi a chiedere le prove, giorno per giorno non si sente parlare d'altro nei network.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

18 ore fa, vincent29264 ha scritto:

 

Vincent, hai allargato il discorso non di poco. Mi permetto di darti del tu, visto che indirettamente ci conosciamo già da qualche tempo. La corruzione è un dato di fatto, un modo di vivere e di essere che fa parte del paesaggio umano in tutti i suoi anfratti a prescindere dalla posizione politica, dalla condizione sociale e dalla religione professata, con o senza convinzione. E' chiaro che disturba molto di più pensare ad un disonesto che recita su un altare, piuttosto che scoprire un truffatore che lavora in banca. I buoni propositi della Chiesa sono terminati pochi secoli dopo la sua fondazione. Si parte sempre da un principio condiviso e tendente a migliorare la condizione umana, terrena o spirituale, per poi degenerare nella corruzione. Porto l'esempio di papa Gregorio Magno che donò i propri possedimenti siciliani alla Chiesa per aiutare i bisognosi e potrei, per contrasto, fare centinaia di esempi contrari, prendendo come riferimento i secoli successivi e la corsa alle cariche ecclesiastiche proprio per sfruttare quei beni che nel frattempo avevano dato origine ad una ricchezza immensa. Il primo presidente del Kenya, Jomo Kenyatta, parlando del colonialismo missionario, diceva che a quel tempo gli africani avevano la terra e i missionari la Bibbia; hanno insegnato loro a pregare con gli occhi chiusi e quando li hanno riaperti, i missionari avevano la terra e gli africani la Bibbia. La tua posizione garibaldina la condivido, ma l'importante credo sia non ridurre la complessità culturale della Chiesa, comprese le sue storture, a delle semplificazioni che diventano inevitabilmente dei luoghi comuni, anche se veri. Io associo sempre la persistente corruzione (quella venale, la "terrena soma") alla mancanza di severità e certezza delle pene.

Certamente ci sono molte persone oneste a questo mondo, ma non sono loro che mantengono in piedi la nostra società. Le persone oneste sono quelle che lavorano, ma che non decidono come deve essere l'ordinamento esterno, non sono loro che possono modificare lo stato delle cose. Per farlo, quelle persone oneste dovrebbero trasformarsi e diventare "cattive".

Sull'importanza dell'estetica non c'è molto da discutere. Detto banalmente: l'arte è un veicolo straordinario in grado di trasportare qualsiasi cosa e la bellezza rafforza il valore di ciò che si vuole diffondere, perchè ha maggior impatto rispetto ad opere che non ne accettano i suoi canoni. E' un concetto che non ci lascerà mai. Mettendo a confronto l'immagine di una Madonna e quella di una strega, non posso pensare di invertire le attribuzioni estetiche perchè la contrapposizione bene e male perderebbe il significato visivo che deve guidare le persone. Non a caso, la strega può assumere sembianze aggraziate per ingannare il prossimo. In sostanza, la bellezza facilità la divulgazione, ma non è detto che sia portatrice di verità. Questo è un altro tema. Le sembianze umane della divinità sono un fattore comune ad altre religioni, come è anche comune trovare divinità con sembianze completamente diverse o miste, nel caso di culti pagani per esempio nelle civiltà precolombiane o in quella egizia. Non credo si possa pretendere una cosa diversa, anche perchè il potere veniva giustificato con una diretta discendenza divina, quindi non poteva prescindere dalle fattezze umane. Sono convenzioni che hanno legittimato il potere nei secoli e noi continuiamo a vivere seguendo convenzioni.

DvMcEv

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma BASTA , non se ne può più della Ferragni , é sempre presente senza soluzione di continuità !

Le ha risposte picche solo il Sindaco di Taormina , avrebbe voluto che chiudesse la città perché desiderava 

convolare a nozze proprio in tale splendida location !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963