Il vaccino della Pfizer va trasportato e conservato a 70 gradi sotto zero. Noi siamo in grado?

Tutti ne parlano anche i nostri ministri lo strombazzano a destra e a manca, presto lo avremo! Ma quando mai? Dove abbiamo questa catena del freddo? Il vaccino va trasportato e conservato a 70 gradi sotto zero, questo potrebbe renderne impossibile l'uso a gran parte della popolazione mondiale e quindi? Che risolviamo così?

Leggo in un articolo:

"Le temperature gelide necessarie per conservare e trasportare il vaccino anti-covid delle aziende farmaceutiche BioNTech e Pfizer significano che potrebbe essere al di fuori della portata fino a due terzi della popolazione mondiale. E’ quanto emerge in uno studio della DHL, azienda leader nel campo delle spedizioni.

Il potenziale vaccino deve essere conservato a -75 gradi Celsius e somministrato in due dosi separate a circa tre settimane di distanza. Nei paesi ricchi ciò significherebbe che verrebbe probabilmente distribuito negli ospedali o nei centri appositamente costruiti piuttosto che nelle farmacie o nell’ufficio del medico di famiglia locale. Per i paesi poveri – senza forniture elettriche affidabili o infrastrutture per mantenere i vaccini a quella temperatura di congelamento – potrebbe significare che non vengono consegnati affatto.

Servono misure straordinarie per distribuire un vaccino congelato negli oltre 25 paesi  che coprono solo un terzo della popolazione mondiale e che attualmente hanno la capacità di immagazzinarlo.

Attualmente, gran parte dell’Africa, del Sud America e dell’Asia non può essere prontamente rifornita su larga scala a causa della mancanza di capacità logistica della catena del freddo"

Il trasporto via nave è stato escluso, impossibile mantenere tanto a lungo quelle temperature, l'unica possibilità è l’aereo, ma servono campus di magazzini freezer negli aeroporti per scaricare i vaccini e poi distribuirli con camion refrigerati, se la temperatura sale i vaccini vanno buttati.

E in Italia? Abbiamo la logistica per il trasporto e la conservazione? Vanno costruiti centri appositi, vediamo se e quando Arcuri se ne accorge... Che ne pensi?

Serviranno anche i freezer, per il vaccino - Il Post


http://www.askanews.it/esteri/2020/11/09/il-problema-del-vaccino-anti-covid-della-pfizer-top10_20201109_160544/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

Ma è proprio necessario trasportarlo questo vaccino? non si può produrre sul posto?... e quando ti piantano la siringa nel culetto a che temperatura te lo ficcano? (il vaccino) può sembrare stupido ma è per non sentirsi gelare il sangue ... 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mylord611 ha scritto:

Ma è proprio necessario trasportarlo questo vaccino? non si può produrre sul posto?... e quando ti piantano la siringa nel culetto a che temperatura te lo ficcano? (il vaccino) può sembrare stupido ma è per non sentirsi gelare il sangue ... 

rasserenati, va conservato a -75 ma poi per introdurtelo dovrà essere liquido.

Io ad esempio congelo il prezzemolo già finemente tritato (altrimenti si annerisce) ma poi quando lo distribuisco sulla pasta con le vongole é a temperatura ambiente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963