MPS:non è finita,per niente

Siena, 8 nov –  Per Mps il 2020 rischia di essere un altro annus horribilis. Il Monte dei Paschi ha perso nei primi nove mesi dell’anno 1,5 miliardi di euro. Una situazione disastrosa che danneggia tutti gli italiani. Ricordiamo, infatti, che l’azionista di maggioranza del gruppo è lo Stato italiano (il ministero dell’Economia e delle finanze detiene, complessivamente, il 68,2% del capitale sociale). Rebus sic stantibus, urge un nuovo aumento di capitale. Detto in parole povere: gli azionisti (cioè tutti noi) dobbiamo seppur indirettamente mettere le mani al portafoglio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963