Facciamo il punto della situazione ..!!

 

Da tutte le parti , in politica in famiglia in parrocchia fra gli amici ed al lavoro ,  si invoca l'unità, l'inclusione, il campo aperto con tutti dentro. Soprattutto in politica, soprattutto nella cosiddetta Sinistra. E tutti i partecipanti, di contro, dettano le condizioni! Anche quelli che sulla carta contano come il due di quadri , almeno dal punto di vista del consenso.Non si sono capite alcune cose fondamentali.Quanti sono affezionati ad una vecchia idea di Sinistra, classicamente intesa, o voteranno Pd (ma non in tanti), o voteranno M5S (in parecchi) o la Lega (più di quanti pensiamo) o si asterranno (moltissimi). Chi ha aderito ad una nuova idea di Sinistra, quella che contempla una socialdemocrazia liberale, voterà senz'altro Pd. Ma questo Pd, non quello di prima. Moltissimi mi hanno detto che se Mdp e addirittura Si entrassero in alleanza col Pd, Renzi potrebbe scordarsi del loro voto. Chi ha scollinato ha scollinato !! E non ne può più di sentire i vecchi ricatti di Bersani e della Ditta. In particolare: Matteo Renzi è il Segretario del Pd eletto da un milione e seicentomila di persone. In quanto tale è il candidato premier del Pd e anche di una possibile coalizione, giacchè il Pd sarebbe comunque di gran lunga il maggior partito della coalizione. Spetta solo a Renzi e al Pd eventualmente aggiustare il tiro sul premier da indicare al Capo dello Stato. Il Jobs Act è stata di gran lunga una grande riforma che, al netto di aggiustamenti possibili, non si tocca e non si toglie. Nessun possibile reintegro dell'art. 18. Pagina voltata e chiusa. Gli 80 euro sono stati una notevolissima redistribuziione della ricchezza: non vanno tolti, semmai allargati. Le tasse vanno abbassate. Nessuna patrimoniale, nessun aumento dell'Iva. No alla flat tax, ma aliquote comunque pensate con giustizia e ***. Pena un'evasione forsennata. La migrazione va gestita, contenuta e controllata. Il paese ha superato il limite e pertanto rigore assoluto verso i clandestini che delinquono Salvati, aiutati e rispediti a casa. Una casa sulla quale esercitare un severo controllo internazionale. Europeismo ad oltranza senza nessun vassallaggio all'austerity imposta dai paesi più ricchi. Come hanno fatto i governi Renzi e Gentiloni. Eurocentrismo fuori discussione. Chi ha votato No al Referendum deve essere escluso da ogni possibile coalizione: ha impedito la Riforma più importante e al primo passo della nuova legislatura rifarà lo sgambetto consumando quello che è stato e sarà un vero e proprio tradimento ideologico ideale politico e sociale. Alfano e Verdini ,  meglio il primo del secondo , hanno onorato il patto del Nazareno e hanno contribuito al cammino riformista. Gli altri ,  i sedicenti riformisti , no. Quindi apertura alle realtà centriste che, bisognose di una mano, senz'altro ricambieranno con devoto assenso.Queste clausole non si toccano e sono solo l'inizio. Se vi vanno bene, facciamo la coalizione. Senza problemi e con piacere . Sennò tutti a casa e governati da destre vecchie e nuove . Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

L'acciambellatissimo somaro pisano ha scritto "nessun aumento IVA".

Lo ha scritto davvero!

Senza sapere, o facendo finta di non sapere, che l'aumento dell'IVA ci sarà nel 2019, come scritto all'articolo 2 del disegno di legge di bilancio 2018

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/17/DDLPRES/1048138/index.html

AMBECILLEEEEEEEEE

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963