I poveri

Oggi     Il grande problema  sta nel riscontrare che i poveri non fanno piu la guerra a nessuno. Sembra una assurdità ma è cosi. Poi...... chiudemdo gli occhi un attimo.... puoi anche chiederti : ma i poveri in questo Paese, dove c'è una evasione fiscale pari a 120 miliardi di euro all'anno, ci sono davvero o è tutta una invenzione di quell' ipocrisia italica che da anni si prende per il *** con cognizione di causa ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

È veramente triste arrivare a ottant'anni, e sentirsi dire da una persona, che si ritiene colta, sei inutile alla società.
Come può un governatore di una regione seria e prosperosa come la LIGURIA, arrivare a tanto.
Capisco la scuola da dove proviene,,,casa ARCORE,,,
dove tutto ciò che è semplice, non viene tenuto in considerazione, ma la poltrona che occupa oggi, con il beneplacito del popolo LIGURE, non gli dà diritto di trattare in modo  
 così disumano la vita
 delle persone anziane...
Dopo una vita dedicata al lavoro,alla famiglia, non mi sento per niente inutile, voglio continuare a vivere e fare la mia parte per il bene della comunità...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
56 minuti fa, wronschi ha scritto:

 

Oggi     Il grande problema  sta nel riscontrare che i poveri non fanno piu la guerra a nessuno. Sembra una assurdità ma è cosi. Poi...... chiudemdo gli occhi un attimo.... puoi anche chiederti : ma i poveri in questo Paese, dove c'è una evasione fiscale pari a 120 miliardi di euro all'anno, ci sono davvero o è tutta una invenzione di quell' ipocrisia italica che da anni si prende per il *** con cognizione di causa ?

 

Le code alle vetrata dei pegni o alla Caritas sono il segno di una spaccatura sociale dove il ceto medio si indebolisce e indebita,chi evade e sempre il signorotto, o industrialotto che aspira a diventare Berlusconi 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, marzianobravo ha scritto:

Le code alle vetrata dei pegni o alla Caritas sono il segno di una spaccatura sociale dove il ceto medio si indebolisce e indebita,chi evade e sempre il signorotto, o industrialotto che aspira a diventare Berlusconi 

1994 da li è cominciata la catastrofe. 

Voluta perché avevano paura dell avanzamento della sx...

Dicevano di puntere al turismo,  mandando all estero le grandi industrie. 

Solo che in Europa hanno mantenuto le fabbriche. 

E noi siamo rimasti senza lavoro sia nel turismo che con le fabbriche. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963