Carmen Russo e il marito: "Pericolo Covid, niente sesso"

Carmen e il marito lavorano, viaggiano per lavoro, vedono molte persone, con tutte le precauzioni e la distanza prescritte, ma la paura è tanta, quella di contagiarsi e di passarsi il virus, Carmen quindi ha detto in una intervista:

"A Tale e Quale Show in Rai facevamo i tamponi tutte le settimane. Se anche uno di noi fosse risultato positivo tutto il programma sarebbe stato sospeso. Enzo Paolo in questo momento va spesso a Palermo per occuparsi della scuola di danza, dunque sarebbe rischioso darci anche un solo bacio. Certo, un po’ mi manca il contatto con mio marito, all’inizio abbiamo anche provato a baciarci con la mascherina ma ci sembrava di soffocare. Enzo Paolo ha anche provato a convincermi a farci delle carezze dopo aver igienizzato le mani, ma io sono una istintiva, tutte queste precauzioni rovinano il momento romantico".

Quindi astinenza in attesa di momenti migliori. Che ne pensate? Riuscite anche voi se non vivete con la vostra compagna o fidanzato a non baciarvi neanche quando vi vedete, per precauzione?

Carmen Russo in lacrime a Storie Italiane ed Enzo Paolo Turchi spiega  l'assenza della Bertè a Domenica In Televisione - Brevenews.com

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

1 ora fa, diana-pi ha scritto:

Enzo Paolo in questo momento va spesso a Palermo per occuparsi della scuola di danza,

Ma come, nel momento in cui palestre,  bar, cinema, ristoranti, teatri ,sono chiusi, le scuole di ballo sono aperte? ma le mascherine quando ballano le usano?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

Ma come, nel momento in cui palestre,  bar, cinema, ristoranti, teatri ,sono chiusi, le scuole di ballo sono aperte? ma le mascherine quando ballano le usano?

un consiglio? Lavanda gasttrica. Al cervello.

:S

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, il.pignonista ha scritto:

un consiglio? Lavanda gasttrica. Al cervello.

Vogliamo parlare chiaramente?   quando c'è stata la prima chiusura la maggioranza degli Italiani l'ha accettata con disciplina sapendo che era una cosa giusta; poi durante l'estate gli Italiani hanno visto sprecare e rendere nulli tutti i sacrifici fatti con un "libera tutti non giustificato" e con persone che se ne fregavano delle più elementari norme di distanziamento; le  pacifiche manifestazioni di protesta che ci sono in tutta Italia da parte di cittadini, negozianti , categorie di lavoratori senza entrate economiche ( LE VIOLENZE DI INFILTRATI  SONO UN ALTRA COSA E NON SONO MAI GIUSTIFICATE)  dimostrano che molta gente è stufa di vedere gente che vanifica il sacrificio degli altri .. le sale da ballo vanno chiuse e le scuole da ballo vanno chiuse, senza si e senza ma.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

Vogliamo parlare chiaramente? 

Va bene parliamo chiaramente, il post era di una valenza banale, niente di più che un semplice pettegolezzo, immagina ora la valenza del tuo commento. Il volerci fare le pulci sopra risulta semplicemente ridicolo. La gente è stufa anche di ascoltare anche un sacco di Colleoni (3  per l'attezza) che senza arte ne parte salgono sul pulpito per fare prediche e morali del tutto inutili e suparflue, come superfluo era il post iniziale, il tuo duplice commento e io che perdo tempo e leggerti ed a risponderti. Chiedo venia ma è solo colpa mia, è solo che il più delle volte l'imbecillità mi irrita.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, il.pignonista ha scritto:

Il volerci fare le pulci sopra risulta semplicemente ridicolo. L

purtroppo non è una cosa ridicola; c'è una parte della popolazione che ha preso il coronavirus molto alla leggera; durante la scorsa estate sono rimasto allibito da quello che vedevo, gente che si comportava esattamente come l'anno precedente come se non fosse accaduto niente , ombrelloni sulle spiagge senza distanziamento, ragazzi nei campeggi che facevano gruppo senza mascherina bevendo tutti dalla stessa bottiglia, ragazzine che giravano fra gli ombrelloni senza mascherina  invitando le signore a farsi le treccine; adesso richiudono tutto per colpa di persone che si sono  comportate da irresponsabili  e quando leggo articolo "frivoli" che parlano di ballo, di discoteche, di sale da ballo, di scuole di ballo, semplicemente mi arrabbio come penso che siano arrabbiati   milioni di Italiani per le nuove  chiusure che purtroppo sono indispensabili    per colpa di gente irresponsabile

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
57 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

purtroppo non è una cosa ridicola; c'è una parte della popolazione che ha preso il coronavirus molto alla leggera; durante la scorsa estate sono rimasto allibito da quello che vedevo, gente che si comportava esattamente come l'anno precedente come se non fosse accaduto niente , ombrelloni sulle spiagge senza distanziamento, ragazzi nei campeggi che facevano gruppo senza mascherina bevendo tutti dalla stessa bottiglia, ragazzine che giravano fra gli ombrelloni senza mascherina  invitando le signore a farsi le treccine; adesso richiudono tutto per colpa di persone che si sono  comportate da irresponsabili  e quando leggo articolo "frivoli" che parlano di ballo, di discoteche, di sale da ballo, di scuole di ballo, semplicemente mi arrabbio come penso che siano arrabbiati   milioni di Italiani per le nuove  chiusure che purtroppo sono indispensabili    per colpa di gente irresponsabile

ecco appunto. :S

Come non detto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Vogliamo parlare chiaramente?   quando c'è stata la prima chiusura la maggioranza degli Italiani l'ha accettata con disciplina sapendo che era una cosa giusta; poi durante l'estate gli Italiani hanno visto sprecare e rendere nulli tutti i sacrifici fatti con un "libera tutti non giustificato" e con persone che se ne fregavano delle più elementari norme di distanziamento; le  pacifiche manifestazioni di protesta che ci sono in tutta Italia da parte di cittadini, negozianti , categorie di lavoratori senza entrate economiche ( LE VIOLENZE DI INFILTRATI  SONO UN ALTRA COSA E NON SONO MAI GIUSTIFICATE)  dimostrano che molta gente è stufa di vedere gente che vanifica il sacrificio degli altri .. le sale da ballo vanno chiuse e le scuole da ballo vanno chiuse, senza si e senza ma.

Alcuni sussurrano che il Corona Virus ha preso piede con più forza nei paesi come Inghilterra  Germania e Francia  xché il freddo è arrivato prima, paesi come Grecia, Italia, Spagna e Portogallo ,la portata sembra eguale, ma non è così, il virus è meno aggressivo, poi hanno strutture di qualità e per quantita' inferiore, e quindi riescono a tenere un  passo, modesto ,un paese come la Francia ha deciso di non chiudere completamente il settore dello spettacolo già provato e penalizzato dalla prima ondata, e dalla impossibilità di teatri e cinema nell'accoglienza dei  spettatori in estate,hanno bisogno di una boccata d'ossigeno,vi é la consapevolezza di molti imprenditori e addetti a rischio chiusura licenziamento,x tornare  sulla percezione ...della crisi sanitaria... che si riversa sul.mondo del lavoro ormai da diverse posizioni è vista in modo critico,questa sfocia in mancanza di sicurezza nelle città  dove frange estreme vanno a nozze nel creare disordini, insomma una spirale odiosa ,concatenata,da spezzare . La ricetta semmai non è bloccare con un lockdown, ma rendere obbligato  il tracciamento su smartphone,, e il tampone,almeno potrebbe essere realtà la separazione tra positivi e negativi ,, pur denotando i limiti strutturali della sanità nel tracciare il popolo,e poi,conoscendo i nostri polli,...chi garantisce che qualxhe positivo non esca di casa??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, marzianobravo ha scritto:

La ricetta semmai non è bloccare con un lockdown, ma rendere obbligato  il tracciamento su smartphone,, e il tampone

Bisogna essere pragmatici e guadare con realismo quello che è possibile fare e quello che non si può fare; rendere obbligatorio il tracciamento su smartphone parte dal presupposto che ogni singolo Italiano ne possegga uno  (forse anziché dare gli incentivi ai monopattini avrebbero invece dovuto incentivare chi compera smartphone con l'app già istallata) e investire nelle reti  che spesso sono sovraccariche; inoltre si da per scontato che l'app funzioni ma attualmente l'app non funziona; per quanto riguarda i tamponi attualmente vanno a farlo persone che non lo dovrebbero fare perché non hanno avuto contatti a rischio e  così facendo intasano le code a quelli che hanno veramente necessità di farlo; alcuni vogliono il tampone per sentirsi sicuri senza sapere che possono contagiarsi un minuto dopo averlo fatto, magari si contagiano proprio  mentre sono in coda per fare  il tampone... quello che doveva essere evitato era l'intasamento sui mezzi pubblici, ma visto che la gente per andare a lavorare ha la necessità di spostarsi fisicamente visto che non tutti i lavori si posso fare a distanza andavano noleggiati i 3000 bus turistici fermi nelle autorimesse con i relativi autisti attualmente in cassa integrazione e usati per separare i flussi di chi va a scuola dai flussi di chi va a lavorare

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963