In hac lacrimarum valle

eh sì, secondo quanto recita il testo di una preghiera noi viviamo in una tristissima valle di lacrime, mi chiedo però come mai nessuno ma proprio nessuno, (tantomeno i credenti più ferventi, anzi) abbia fretta di abbandonarla. Sarà per paura dell'inferno? O sarà che il pensiero di trascorrere l'eternità nei cieli cantando le lodi del signore, risulta, a region veduta, essere di una noia mortale? O forse solo e semplicemente perché questa valle di lacrime non è poi così triste ne così brutta e perché a voler ben guardare è la sola certezza che abbiamo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

35 messaggi in questa discussione

9 minuti fa, il.pignonista ha scritto:

mi chiedo però come mai nessuno ma proprio nessuno, (tantomeno i credenti più ferventi, anzi) abbia fretta di abbandonarla.

Navigando in rete ho trovato questo interessante articolo, parla del diverso punto di vista fra atei e credenti,  parla della materia, delle scoperte che sono state fatte sul comportamento della materia e di come alcuni scienziati siano diventati credenti dopo queste scoperte  https://www.lavocedeltrentino.it/2019/08/28/morire-sereni-si-puo-fare-e-vi-spieghiamo-il-perche/

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Navigando in rete ho trovato questo interessante articolo, parla del diverso punto di vista fra atei e credenti,  parla della materia, delle scoperte che sono state fatte sul comportamento della materia e di come alcuni scienziati siano diventati credenti dopo queste scoperte  https://www.lavocedeltrentino.it/2019/08/28/morire-sereni-si-puo-fare-e-vi-spieghiamo-il-perche/

 

credo che sia decisamente meglio vivere sereni, o no?

9_9

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, il.pignonista ha scritto:

eh sì, secondo quanto recita il testo di una preghiera noi viviamo in una tristissima valle di lacrime, mi chiedo però come mai nessuno ma proprio nessuno, (tantomeno i credenti più ferventi, anzi) abbia fretta di abbandonarla. Sarà per paura dell'inferno? O sarà che il pensiero di trascorrere l'eternità nei cieli cantando le lodi del signore, risulta, a region veduta, essere di una noia mortale? O forse solo e semplicemente perché questa valle di lacrime non è poi così triste ne così brutta e perché a voler ben guardare è la sola certezza che abbiamo.

Una cosa é certa: come sta scritto nella bibbia non esiste l'inferno, ciò il luogo di punizione eterna. Cosa anche vera che i morti non sono in cielo e non vanno in cielo. Anche perché se si andasse in cielo nessuno sarebbe sulla terra a soffrire. 

In effetti tutti vanno al cimitero_luogo di riposo_ a trovare i morti e non perderne memoria. Se fossero in cielo non esisterebbero i cimiteri. Come sta scritto se non avviene la resurrezione non esiste eternità. La tradizione ha ingannato e inganna l'uomo. 

I morti non sono nel così detto al di là ma stanno nella tomba. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salmi 115:17

Non sono i morti che lodano il SIGNORE,
né alcuno di quelli che scendono nella tomba;

Ecclesiaste 9:5

Infatti, i viventi sanno che moriranno; ma i morti non sanno nulla, e per essi non c'è più salario; poiché la loro memoria è dimenticata.

Ecclesiaste 9:10

Tutto quello che la tua mano trova da fare, fallo con tutte le tue forze; poiché nel soggiorno dei morti dove vai, non c'è più né lavoro, né pensiero, né scienza, né saggezza.

Isaia 38:18

Poiché non è il soggiorno dei morti che possa lodarti,
non è la morte che ti possa celebrare;
quelli che scendono nella tomba non possono più sperare nella tua fedeltà.

I veri credenti non credono alle favole, essi hanno fede nella Parola di Dio 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, lagraziaviva ha scritto:

I morti non sono nel così detto al di là ma stanno nella tomba. 

beh, io non ci sarò, nemmeno lì. ^_^

Modificato da il.pignonista

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per il momento non esiste nessuna notizia che qualche uomo abbia evitato la morte o la tomba. Uno solo, sta scritto, é risorto dai morti, Gesù Cristo. Anche lui morì e fu sepolto. Chi é capace di fare meglio?! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, lagraziaviva ha scritto:

Per il momento non esiste nessuna notizia che qualche uomo abbia evitato la morte o la tomba. Uno solo, sta scritto, é risorto dai morti, Gesù Cristo. Anche lui morì e fu sepolto. Chi é capace di fare meglio?! 

decisamente il tuo senso dell'umorismo latita... non intendo essere eterno, non ne ho la capacità e nemmeno ci tengo, semplicemente affiderò le mie ceneri all'acqua e al vento, tutto qui, niente di più e niente di meno. 

:)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Comprendo, ma non avere speranza é essere già morti. Non vedere cosa ci è posto davanti non ha senso vivere questa vita. 

1Corinzi 15

Difatti, se i morti non risuscitano, neppure Cristo è stato risuscitato; 17 e se Cristo non è stato risuscitato, vana è la vostra fede; voi siete ancora nei vostri peccati. 18 Anche quelli che sono morti in Cristo sono dunque periti. 19 Se abbiamo sperato in Cristo per questa vita soltanto, noi siamo i più miseri fra tutti gli uomini.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, lagraziaviva ha scritto:

Comprendo, ma non avere speranza é essere già morti. Non vedere cosa ci è posto davanti non ha senso vivere questa vita. 

1Corinzi 15

Difatti, se i morti non risuscitano, neppure Cristo è stato risuscitato; 17 e se Cristo non è stato risuscitato, vana è la vostra fede; voi siete ancora nei vostri peccati. 18 Anche quelli che sono morti in Cristo sono dunque periti. 19 Se abbiamo sperato in Cristo per questa vita soltanto, noi siamo i più miseri fra tutti gli uomini.

 

Decisamente sei in errore, la speranza non sta  in una presunta resurrezione, ma vivere la propria vita al meglio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, il.pignonista ha scritto:

la speranza non sta  in una presunta resurrezione, ma vivere la propria vita al meglio.

diciamo più correttamente che la speranza non sta in una certa futura  resurrezione ma nel vivere la propria vita al meglio cioè amando gli altri e al servizio degli altri

P.S. ha letto le scoperte della scienza sul tempo, sulle particelle , sulla fisica quantistica? , non crede che esista la vita al di fuori del nostro spazio-tempo? certe cose ci sono più vicine di quanto possiamo credere, forse nel nostro cervello avvengono processi di  fisica quantistica, ha mai sentito parlare di quelle particelle che se una gira in un senso l'altra sua  gemella  dall'altra parte dell'universo gira contemporaneamente nell'altro senso? si è mai chiesto come fa la nostra anima che non è fatta di materia a interagire con il nostro cervello che è invece un computer vivente fatto di materia?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

diciamo più correttamente che la speranza non sta in una certa futura  resurrezione ma nel vivere la propria vita al meglio cioè amando gli altri e al servizio degli altri

P.S. ha letto le scoperte della scienza sul tempo, sulle particelle , sulla fisica quantistica? , non crede che esista la vita al di fuori del nostro spazio-tempo? certe cose ci sono più vicine di quanto possiamo credere, forse nel nostro cervello avvengono processi di  fisica quantistica, ha mai sentito parlare di quelle particelle che se una gira in un senso l'altra sua  gemella  dall'altra parte dell'universo gira contemporaneamente nell'altro senso? si è mai chiesto come fa la nostra anima che non è fatta di materia a interagire con il nostro cervello che è invece un computer vivente fatto di materia?

si è perso il seggiolino?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, il.pignonista ha scritto:

si è perso il seggiolino?

non è per caso che lei anziché il seggiolino si è perso le scoperte della fisica  quantistica dell'ultimo secolo ed  è rimasto alle teorie degli atei del 1800 quando la cosa più tecnologica che esisteva era la locomotiva a vapore? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, il.pignonista ha scritto:

Decisamente sei in errore, la speranza non sta  in una presunta resurrezione, ma vivere la propria vita al meglio.

Se sono in errore e la speranza non sta in una resurrezione, dovrebbe parlare con chi soffre e non può godere di questo mondo, purtroppo sono miliardi. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Qualsiasi scoperta qualsiasi invenzione non ha cambiato la vita dell'uomo, nasce vive e muore, nessuno ha scoffitto la morte, nessuno ha super poteri, nessuno resiste senza acqua o cibo. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

chiedo venia non si trattava di un seggiolino ma di uno sgabello.  :D

Sicuramente qualche cosa me lon lo sono perso,  fra le tante immagino anche alcune alcune lezioni di fisica quantistica, ma voler asserire che... la fisica quantistica che comunque pur sempre tratta di energia e materia, con ipotesi ancora da verificare, abbia qualche attinenza con l'edsistenza di una presunta anima è semplicemente pretestuoso. Posso supporre che possa esistere vita all'interno del nostro universo e all'interno del nostro spazio tempo, posso anche supporre che esistano universi paralleli, come posso supporre che esista l'antimateria, ma decisamente mi riesce difficile supporre che tutto questo possa collegarsi a "un anima" come viene illustrata della nostre religion i ed all'esistenza di un dio di una qualsiasi religione presente passata o futura. Esiste un essere superiore? Bene in caso affermativo questo essere superiore non avrebbe niente a che spartire con quanto ci viene illustrato, mi riesce più facile immaginare invece che la nostra esistenza non sia dovuta all'espressa volontà di creazione dell'essere umano a" immagine e somiglianza" e che tutto quanto ci circonda sia stato fatto sono in nostra funzione. Immaginio semplicemente che la creazione si sia limitata ella formazione di una semplice molecola elissoidale, dalla quale poi nel corso di milioni di anni si sia sviluppata ogni forma di vita, quindi noi come altri siamo semplicemente un incidente di percorso. Mi stia bene

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, il.pignonista ha scritto:

ma decisamente mi riesce difficile supporre che tutto questo possa collegarsi a "un anima" come viene illustrata della nostre religion i ed all'esistenza di un dio di una qualsiasi religione presente passata o futura.

C'è un piccolissimo particolare del quale si è già parlato in precedenza su questo forum (non so se lei in passato lo ha letto) in   tutti gli esseri viventi sia del mondo vegetale che del mondo animale oltre ovviamente che nell'uomo ci sono le cellule che al loro interno hanno un programma chiamato DNA dove è scritto tutto dal colore degli occhi all'interazione delle varie ghiandole fra di loro; possiamo paragonarlo al programma di un computer ; allora possiamo fare questa riflessione: se lasciassimo acceso per un milione di anni un computer (ammesso che fosse tecnicamente possibile) potrebbe formarsi da solo un programma che faccia funzionare il computer? oppure lanciando ripetutamente a caso dei dadi con sopra scritte le lettere dell'alfabeto potrebbe scriversi da sola una intera biblioteca  di libri che narrano senza errori grammaticali storie  emozionanti? e comunque servirebbero  i dadi, un tavolo o una superficie dove lanciarli , uno che li tira e uno che annota i risultati... e lei pensa che le migliaia di DNA che esistono in natura (ogni specie sia animale che vegetale ha un proprio unico DNA)  e lei pensa.- dicevo,-  che tutto questo si sia formato da solo,  per puro  caso , senza la supervisione di un "ingegnere"?  (chiamiamolo così)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

di una semplice molecola elissoidale

1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

C'è un piccolissimo particolare del quale si è già parlato in precedenza su questo forum (non so se lei in passato lo ha letto) in   tutti gli esseri viventi sia del mondo vegetale che del mondo animale oltre ovviamente che nell'uomo ci sono le cellule che al loro interno hanno un programma chiamato DNA dove è scritto tutto dal colore degli occhi all'interazione delle varie ghiandole fra di loro; possiamo paragonarlo al programma di un computer ; allora possiamo fare questa riflessione: se lasciassimo acceso per un milione di anni un computer (ammesso che fosse tecnicamente possibile) potrebbe formarsi da solo un programma che faccia funzionare il computer? oppure lanciando ripetutamente a caso dei dadi con sopra scritte le lettere dell'alfabeto potrebbe scriversi da sola una intera biblioteca  di libri che narrano senza errori grammaticali storie  emozionanti? e comunque servirebbero  i dadi, un tavolo o una superficie dove lanciarli , uno che li tira e uno che annota i risultati... e lei pensa che le migliaia di DNA che esistono in natura (ogni specie sia animale che vegetale ha un proprio unico DNA)  e lei pensa.- dicevo,-  che tutto questo si sia formato da solo,  per puro  caso , senza la supervisione di un "ingegnere"?  (chiamiamolo così)

ecco come volevasi dimostrare ancora una volta non hai capito ina beata mazza. forse non hai notato quella --- semplice molecola elissoidale --che strano vero ? Forse si trattava propio della molecola di " acido desossiribonucleico " prima di fare il sapientone a vuoto cerca leggere di  capire cosa scrivono gli altri e non cercare di spiegare quello  che gli altri reputano già il presupposto di partenza, ciao g.e.n.i.o :/

 

Immagini e gif animate di Gorilla ~ Gifmania

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, il.pignonista ha scritto:

forse non hai notato quella --- semplice molecola elissoidale --c

se  per molecola elissoidale intendi il DNA ti chiedo:  quello che c'è scritto dentro si è scritto da solo per puro caso? se,   citando le tue parole .   si trattava  della molecola di " acido desossiribonucleico " tu puoi paragonare  l' acido desossiribonucleico  a un quaderno vuoto, chi è che ci ha scritto sopra? e quello che ci è scritto solo si è scritto da solo per puro  caso tirando a caso dei dadi? oppure c'è un preciso disegno , un progetto, uno scopo, un disegno superiore, un qualche  cosa non dovuto semplicemente al caso?    un bio- computer come il cervello umano, nella sua complessità, dove probabilmente avvengono  anche processi di fisica quantistica si è autoprogettato da solo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

se  per molecola elissoidale intendi il DNA ti chiedo:  quello che c'è scritto dentro si è scritto da solo per puro caso? se,   citando le tue parole .   si trattava  della molecola di " acido desossiribonucleico " tu puoi paragonare  l' acido desossiribonucleico  a un quaderno vuoto, chi è che ci ha scritto sopra? e quello che ci è scritto solo si è scritto da solo per puro  caso tirando a caso dei dadi? oppure c'è un preciso disegno , un progetto, uno scopo, un disegno superiore, un qualche  cosa non dovuto semplicemente al caso?    un bio- computer come il cervello umano, nella sua complessità, dove probabilmente avvengono  anche processi di fisica quantistica si è autoprogettato da solo?

forse non hai letto bene, ho supposto che qualcuno avesse progettato quelle molecole e che poi il resto sia venuto da sè... sai... Darwin... l'evoluzione  miliardi di anni... ecc ecc ecc..

a meno che qualcuno non abbia inserito on ogni singola molecola...  dai viirus ai batteri, dalle alghe alle piante, dalle amebe alle cavallette,  dai coralli alle balene, dalle formiche ai dimosari, un singolo e specifico "programma". 9_9

 

preso in prestito....

 

If … se … Ovvero Dio esiste?

 

 

Mastico poco l’inglese, anzi quasi per nulla, evito di usare nei limiti del possibile terminologie in questa lingua a me aliena, dico sempre fine settimana e non week end, ma di certo non posso dire topo in luogo di mouse, però dove possibile evito, però… però “If” se … questo piccolo congiuntivo in inglese mi ha sempre affascinato. If… già il suono nel pronunciarlo ha un che di magico, di misterioso, sospeso ed ineluttabile. Ma perché proprio ora e proprio if.. già perché? Perché diciamo che mi sono posto una domanda alla quale cerco da tempo di dare una risposta. Ma Dio esiste? Onestamente credo di avere risposto, o quanto meno a livello personale ho raggiunto una mia convinzione, no io non credo in dio e lo scrivo in minuscolo non per una forma di mancato rispetto ma solo perché lo considero un termine generalizzato e relativo a tutti gli dei venerati ora e in passato sulla terra, tutti, e dico tutti hanno nei confronti delle storia umana delle pecche di credibilità, alcune macroscopiche, altre abilmente celate all’interno di dogmi e di falsi storici abilmente costruiti nel corso di secoli e non verificabili. Ma comunque non posso affermare con certezza che un dio non esiste, posso solo affermare che non credo in nessun dio. O quanto meno non credo che “se”… eccolo il mio piccolo congiuntivo che viene al nocciolo delle questione, comunque dicevo che “se dio esistesse” – if god existed” (questa suona meno bene) sicuramente non riuscirei ad associarlo a nessun dio proposto dalle nostre religioni. Il Dio creatore dell’universo, dispensatore del bene e del male, il solo depositario della verità e del sapere, colui che ha creato l'uomo a sua immagine e somiglianza, (se cosi fosse direi che gli è venuto male) naaa, troppo scontato. Io me lo vedo come un vecchio signore incanutito, all’interno del suo laboratorio, nel centro dell’universo, avvolto in un camice bianco, (avete presente Einstein?) intento a elaborale le sue invenzioni, le sue teorie, i suoi passatempi. Che all’improvviso costruisce una trottola, tutta colorata di forma ellissoidale, con la quale ci gioca per alcuni millenni, (il suo concetto del tempo è decisamente diverso) poi annoiato la getta fuori dalla finestra senza rendersi conto che quella minuscola trottola, quell’esile ellisse è in grado di auto riprodursi, migliorarsi, evolvere... ma allora se… IF…

E comunque “If god existed” se dio esistesse, o dovesse esistere vorrei che fosse donna.

 

                                                                                                                                                                   refusi

 

ps-

e un consiglio, smettila a voler associare scoperte scientifiche all'esistenza di un dio, il più delle volte (sempre) come dice qualcuno "Non c'azzecca"

Credere è un atto di fede e non necessita di nessuna giustificazione ne spiegazione, perché ci sono troppe cose difficili se non impossibili da spiegare. Considera che da che mondo è mondo, ci sono stati dei e fedeli, religioni e sacerdoti, templi e altari. L'uomo ha bisogno di credere che esista qualche cosa dopo la morte, la vita eterna, (che noia) ma perché non un naturale riciclo della materia in altre forme magari più evolute? Niente a che vedere con l'anima naturalmente ma basato solo sul principio fisico che nulla si crea e nulla si distrugge, si cambia. Ma è un concetto difficile da digerire anche se il più probabile e veritiero. Ma no, noi abbiamo bisogno di credere che non si possa morire, che esista un anima che anche nell'aldilà conservi il nostro ego, la nostra essemza.  (certo che siamo presuntuiosi se nemmeno alzando gli occhi al  cielo e guardando oltre le stelle riusciamo a comprendere la nostra pochezza)   E così ci siamo inventati gli dei, un sacco di dei, inferni, purgatiori, paradisi, anche un insulso limbo, tanti dei prima per  spiegare fatti che solo in seguito sono stati chiaramente attribuiti a fenomeni naturali, ora per esorcizzare la paura della morte. Tanti dei, troppi,   già ma è il tuo dio quello giusto vero?

Stammi bene

 

 

 

 

Modificato da il.pignonista

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, il.pignonista ha scritto:

che poi il resto sia venuto da sè... sai... Darwin... l'evoluzione  miliardi di anni... ecc ecc ecc..

ha fatto bene a citare Darwin, lo citavano anche gli atei del 1800, quelli che vivevano al tempo in cui il massino della tecnologia esistente erano  le locomotive a vapore  oggi sappiamo dalla fisica quantistica che cose molto simile a quello che la religione ha da sempre chiamato eternità non è una cosa inventata, sappiamo  che il tempo è relativo, che il tempo si può fermare che il tempo può non esistere; lei parla di miliardi di anni; lei provi per miliardi di anni a tirare dadi e guardi se per caso per combinazione  si scrive da solo un romanzo (figuriamoci una intera biblioteca di romanzi)  se lei pensa o crede che un cervello umano, un bio.computer dove avvengono fenomeni  quantistici si possa essere assemblato da solo per caso lei è  liberissimo di crederlo 

lei dice:  a meno che qualcuno non abbia inserito on ogni singola molecola...  dai virus ai batteri, dalle alghe alle piante, dalle amebe alle cavallette,  dai coralli alle balene, dalle formiche ai dinosauri, un singolo e specifico "programma".   guardi che è proprio così, ogni essere vivente ha nel suo DNA un singolo e specifico programma unico per ogni specie vivente animale o vegetale pensi a quante migliaia e migliaia di programmi esistono, un singolo programma per ogni specie vivente che popola la terra; poi le varie specie  viventi si possono essere scambiate spezzoni di programma, i virus servono per fare i postini fra le specie viventi, l'invenzione degli occhi , tanto per fare un esempio, è diventata patrimonio comune di molte forme di vita esistenti, quello di cui si parla non è come è avvenuta la vita e  il modo che è stato usato per diffonderla,  ma  bensì chi l'ha voluta  e a volerla non è stato certamente  il caso o il NULLA  perché dal nulla non viene nulla

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se esistiamo per caso dovremmo smetterla di cose che non ci cambiano la vita. L'evoluzione non esiste e l'uomo è omicida dal momento che è stato creato. 

È se la nostra vita fosse solo questo misero tempo, mangiamo beviamo.... 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

a meno che qualcuno non abbia inserito on ogni singola molecola...  dai virus ai batteri, dalle alghe alle piante, dalle amebe alle cavallette,  dai coralli alle balene, dalle formiche ai dinosauri, un singolo e specifico "programma".   guardi che è proprio così,

mi fai cadere le braccia o se preferisci mi fa scendere il latte alla giniocchia anche se non ne ho, non so se ci sei o ci fai...

certo che lo so che è cosi, o pensevi di essere tu il solo a saperlo???? Il fatto era implicito nelle mia affermazione...

Solo che la matrice iniziale era unica, una santa e sola, la matrice primordiale di vita, poi le differenziazioni si sono verificate lentamente nel corso di "miliardi di anni" a seconda dell'ambiante delle condizioni atmosferiche ed altro, quindi nesun "Fiat" ne tanto meno Peugeot ne Mercedes...

 

ma chi me lo ha fattio fare....

 

:/

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, il.pignonista ha scritto:

poi le differenziazioni si sono verificate lentamente nel corso di "miliardi di anni" a seconda dell'ambiante delle condizioni atmosferiche ed altro, quindi nesun "Fiat" ne tanto meno Peugeot ne Mercedes...

guardi qui non si tratta di parlare sulle tecniche (se si può usare questa parola) per distribuire e differenziare la vita sul pianeta, si tratta di stabilire chi ha previsto e voluto tutto questo; ( non come lo ha fatto, ma chi lo ha fatto) parliamoci chiaro: un bio-computer come il cervello umano non può in nessun caso esserci progettato e realizzato da solo, per caso;, se lei considera possibile questo allora può ritenere possibile che si scriva da solo un romanzo solo tirando i dati; parliamoci chiaro: lei può dimostrare che Dio non c'è ? la sua idea è semplicemente  un puro atto di fede, un atto di fede nel nulla ma comunque sempre un atto di fede; le mi dirà che anche i credenti fanno un atto di fede, verissimo solo che è un atto di fede che ha alla base una logica, quella che le cose da sole non si fanno che un libo da solo non si scrive, che un  cervello umano da solo non si progetta e realizza; forse è anche per questo che moti  scienziati inizialmente atei e agnostici sono diventati prima possibilisti e poi credenti vi via che le scoperete della scienza andavano avanti; una volta nel 1800 gli atei usavano il termine ateismo scientifico mentre per loro  i credenti erano quelli che alla scienza preferivano  la fede,  adesso le cose si sono invertite, gli atei sono tali per fede mentre i credenti sono supportati da tutto quello che la scienza ha scoperto  nell'ultimo secolo , dal DNA e il programma che contiene  , alla fisica delle particelle alle cariche elettriche che sembrano fatte apposta perché noi esistiamo, alla relatività del tempo senza parlare della teoria delle stringhe......  se ha un poco di tempo le suggerisco di leggere questo: https://www.uccronline.it/2012/11/05/il-premio-nobel-philips-sono-uno-scienziato-serio-che-crede-seriamente-in-dio/

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

guardi qui non si tratta di parlare sulle tecniche (se si può usare questa parola) per distribuire e differenziare la vita sul pianeta, si tratta di stabilire chi ha previsto e voluto tutto questo; ( non come lo ha fatto, ma chi lo ha fatto) parliamoci chiaro: un bio-computer come il cervello umano non può in nessun caso esserci progettato e realizzato da solo, per caso;, se lei considera possibile questo allora può ritenere possibile che si scriva da solo un romanzo solo tirando i dati; parliamoci chiaro: lei può dimostrare che Dio non c'è ? la sua idea è semplicemente  un puro atto di fede, un atto di fede nel nulla ma comunque sempre un atto di fede; le mi dirà che anche i credenti fanno un atto di fede, verissimo solo che è un atto di fede che ha alla base una logica, quella che le cose da sole non si fanno che un libo da solo non si scrive, che un  cervello umano da solo non si progetta e realizza; forse è anche per questo che moti  scienziati inizialmente atei e agnostici sono diventati prima possibilisti e poi credenti vi via che le scoperete della scienza andavano avanti; una volta nel 1800 gli atei usavano il termine ateismo scientifico mentre per loro  i credenti erano quelli che alla scienza preferivano  la fede,  adesso le cose si sono invertite, gli atei sono tali per fede mentre i credenti sono supportati da tutto quello che la scienza ha scoperto  nell'ultimo secolo , dal DNA e il programma che contiene  , alla fisica delle particelle alle cariche elettriche che sembrano fatte apposta perché noi esistiamo, alla relatività del tempo senza parlare della teoria delle stringhe......  se ha un poco di tempo le suggerisco di leggere questo: https://www.uccronline.it/2012/11/05/il-premio-nobel-philips-sono-uno-scienziato-serio-che-crede-seriamente-in-dio/

 

vede lei continua a martellere sulla teoria che quanto accaduto non può essere accaduto per caso, ma vede, nei miei scritti io non ho mai escluso questa eventuale possibilità, dovrebbe tornare a leggere e magari dovrebbe anche prendere in considerazione quella parte dei miei scritti da lei volutamente inorati... ad esempio ..

Ma no, noi abbiamo bisogno di credere che non si possa morire, che esista un anima che anche nell'aldilà conservi il nostro ego, la nostra essenza.  (certo che siamo presuntuosi se nemmeno alzando gli occhi al  cielo e guardando oltre le stelle riusciamo a comprendere la nostra pochezza)   E così ci siamo inventati gli dei, un sacco di dei, inferni, purgatiori, paradisi, anche un insulso limbo, tanti dei prima per  spiegare fatti che solo in seguito sono stati chiaramente attribuiti a fenomeni naturali, ora per esorcizzare la paura della morte. Tanti dei, troppi,   già ma è il tuo dio quello giusto vero?

 

Mi intrattenga su questo...

Modificato da il.pignonista

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963