Indispensabile tracciare gli asintomatici, come?

semplice....

Sessantamilioni di tamponi in contemporanea sì perché...

gli asintomatici di oggi non saranno quelli di domani nè di dopodomani nè di poi.... 

Quindi...

smettaiamola di dire ca@@ate. :(

Visualizza immagine di origine

Modificato da il.pignonista

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

15 messaggi in questa discussione

Non scrivere fesserie e non ironizzare sulle tragedie, per piacere. Gli asintomatici si tracciano individuando con il tampone  i positivi sintomatici e tracciando i loro contatti a rischio. Se Tizio non ha sintomi ma negli ultimi giorni è stato in contatto a rischio con il positivo Caio, si fa il tampone anche anche a Tizio. Se positivo, lo si mette in isolamento e si tracciano anche i suoi contatti. Naturalmente non si riesce a beccare tutti i casi ma ogni positivo individuato e isolato è una catena di contagio interrotta. Ogni singola catena di contagio può, in teoria, causare milioni di morti, come quella che ha portato il virus dal pipistrello all'ignoto paziente zero della pandemia. Al momento in Italia abbiamo oltre 276mila casi attivi individuati. Il 94% è  asintomatico o con sintomi lievi ed è in isolamento domiciliare. Gli altri sono ricoverati. 276mila potenziali diffusori del contagio tolti dalla circolazione. Il testing e il tracing, insieme alla profilassi individuale (mascherina, distanza, igiene) sono le sole armi di efficacia certa di cui disponiamo contro questo patogeno estremamente contagioso e subdolo. Ieri in Belgio 132 morti e oltre 21mila nuovi casi. Fatte le proporzioni tra le popolazioni,  è come se in Italia avessimo in 24 ore quasi 700 morti e quasi 110mila nuovi positivi. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Non scrivere fesserie e non ironizzare sulle tragedie, per piacere. Gli asintomatici si tracciano individuando con il tampone  i positivi sintomatici e tracciando i loro contatti a rischio. Se Tizio non ha sintomi ma negli ultimi giorni è stato in contatto a rischio con il positivo Caio, si fa il tampone anche anche a Tizio. Se positivo, lo si mette in isolamento e si tracciano anche i suoi contatti. Naturalmente non si riesce a beccare tutti i casi ma ogni positivo individuato e isolato è una catena di contagio interrotta. Ogni singola catena di contagio può, in teoria, causare milioni di morti, come quella che ha portato il virus dal pipistrello all'ignoto paziente zero della pandemia. Al momento in Italia abbiamo oltre 276mila casi attivi individuati. Il 94% è  asintomatico o con sintomi lievi ed è in isolamento domiciliare. Gli altri sono ricoverati. 276mila potenziali diffusori del contagio tolti dalla circolazione. Il testing e il tracing, insieme alla profilassi individuale (mascherina, distanza, igiene) sono le sole armi di efficacia certa di cui disponiamo contro questo patogeno estremamente contagioso e subdolo. Ieri in Belgio 132 morti e oltre 21mila nuovi casi. Fatte le proporzioni tra le popolazioni,  è come se in Italia avessimo in 24 ore quasi 700 morti e quasi 110mila nuovi positivi. 

ecco il g.e.n.i.o della lampada che ancora una volta oltre a non sapere leggere ne essere in grado di comprendere un fatto reale anche se trattato in modo ironico dall'alto del suo pulpito indora retoricamente le solita ca@@ata.

Guarda bene l'immagine delle palline da tennis, solitamente sono impiagate per spiegare la reazione atomica, ma si adattano bene anche a questo caso.

1 - 2 - 4 - 8 - 16 - 32 ........  elevato \n

Modificato da il.pignonista

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, il.pignonista ha scritto:

ecco il g.e.n.i.o della lampada che ancora una volta oltre a non sapere leggere ne essere in grado di comprendere un fatto reale anche se trattato in modo ironico dall'alto del suo pulpito indora retoricamente le solita ca@@ata.

Guarda bene l'immagine delle palline da tennis, solitamente sono impiagate per spiegare la reazione atomica, ma si adattano bene anche a questo caso.

1 - 2 - 4 - 8 - 16 - 32 ........  elevato \n

Il tracciamento degli asintomatici serve per l'appunto a evitare la crescita esponenziale. Ieri sera il prof. Vescovi diceva in tv che il 60% degli attuali contagi lo si deve agli asintomatici. Ma ormai la crescita esponenziale c'è, e allora il solo tracciamento non basta, servono anche (grosse) restrizioni alla mobilità e l'applicazione più rigorosa della profilassi individuale. Questo non vuol dire affatto che il tracciamento oggi sia inutile. Al contrario, è più utile e necessario che mai. Con tanti nuovi positivi giornalieri sarebbe utilissimo anche il tracciamento automatico via app.  In Cina e in Corea del Sud ne hanno pochissimi,  ma se non hai la app installata sul telefonino non entri nei negozi e negli uffici pubblici e non sali sugli autobus e sui treni. Il tracciamento sarebbe inutile se mettessimo in isolamento individuale permanente tutti gli italiani. Non essendo possibile né auspicabile, occorre seguire tutte e tre le vie per invertire il trend al più presto e con il minor numero di vittime. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
59 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

 se non hai la app installata sul telefonino non entri nei negozi e negli uffici pubblici e non sali sugli autobus e sui treni. 

forse se anziché dare l'incentivo per i monopattini avessero incentivo l'acquisto di telefoni con l'app già istallata in modo che ogni Italiano ne avessero uno, oltre ovviamente al costo della  connessione internet a carico dello stato,  avrebbero fatto meglio; ma non ci prendiamo in giro, la ripresa dei contagi è coincisa con la riapertura delle scuole, pensavano di risolvere il problema degli spostamenti degli studenti con i monopattini... dovevano invece fare convenzioni con le agenzie proprietarie di bus turistici fermi nelle autorimesse e usarli per spostare gli studenti in modo da separare i flussi di quelli che vanno a scuola dai flussi di chi va a lavorare; poi non dovevano ovviamente riaprire le sale da ballo e a proposito del ballo,  va in onda in questi giorni su una rete Rai "ballando con le stelle" dove si balla  senza mascherina; una trasmissione del genere in questo momento  è, a mio parere, diseducativa e non  opportuna. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Il tracciamento degli asintomatici serve per l'appunto a evitare la crescita esponenziale. Ieri sera il prof. Vescovi diceva in tv che il 60% degli attuali contagi lo si deve agli asintomatici. Ma ormai la crescita esponenziale c'è, e allora il solo tracciamento non basta, servono anche (grosse) restrizioni alla mobilità e l'applicazione più rigorosa della profilassi individuale. Questo non vuol dire affatto che il tracciamento oggi sia inutile. Al contrario, è più utile e necessario che mai. Con tanti nuovi positivi giornalieri sarebbe utilissimo anche il tracciamento automatico via app.  In Cina e in Corea del Sud ne hanno pochissimi,  ma se non hai la app installata sul telefonino non entri nei negozi e negli uffici pubblici e non sali sugli autobus e sui treni. Il tracciamento sarebbe inutile se mettessimo in isolamento individuale permanente tutti gli italiani. Non essendo possibile né auspicabile, occorre seguire tutte e tre le vie per invertire il trend al più presto e con il minor numero di vittime. 

ecco appunto... ma.. ma... ma... c'è sempre un ma siccome il non infetto do oggi può sempre essere l'asintomatico di domani  a meno che tu non voglia sigillare tuutti in ambienti singoli e sterilizzati, l'unico sistema, naturalmante impossibile da realizzare sarebbe quello di praticare il tampone indifferentenente a tutti e in contemporanea e isolare gli asintomatici, ma come ho detto risulta impossibile,  si viaggia  alla spera in dio, perché il negativo di oggi può diventare il positivo di domani.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

forse se anziché dare l'incentivo per i monopattini avessero incentivo l'acquisto di telefoni con l'app già istallata in modo che ogni Italiano ne avessero uno, oltre ovviamente al costo della  connessione internet a carico dello stato,  avrebbero fatto meglio; ma non ci prendiamo in giro, la ripresa dei contagi è coincisa con la riapertura delle scuole, pensavano di risolvere il problema degli spostamenti degli studenti con i monopattini... dovevano invece fare convenzioni con le agenzie proprietarie di bus turistici fermi nelle autorimesse e usarli per spostare gli studenti in modo da separare i flussi di quelli che vanno a scuola dai flussi di chi va a lavorare; poi non dovevano ovviamente riaprire le sale da ballo e a proposito del ballo,  va in onda in questi giorni su una rete Rai "ballando con le stelle" dove si balla  senza mascherina; una trasmissione del genere in questo momento  è, a mio parere, diseducativa e non  opportuna. 

che si fa??? si comincia così poi si passa ala caccia all'untore?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
35 minuti fa, il.pignonista ha scritto:

che si fa??? si comincia così poi si passa ala caccia all'untore?

un vecchio proverbio Toscano dice. "inutile chiudere la stalla quando i buoi sono scappati"    certe cose andavano pensate, progettate e fatte prima, adesso forse è tardi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

 

; poi non dovevano ovviamente riaprire le sale da ballo e a proposito del ballo,  va in onda in questi giorni su una rete Rai "ballando con le stelle" dove si balla  senza mascherina; una trasmissione del genere in questo momento  è, a mio parere, diseducativa e non  opportuna. 

 

Troppi programmi sono "contro educativi" in modo particolare quelli ove un gruppo di persone (retribuite rai e/o mediaset) si parla, anzi si urla contro di tutto senza ascoltare gli altri ma neppure se stessi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

un vecchio proverbio Toscano dice. "inutile chiudere la stalla quando i buoi sono scappati"    certe cose andavano pensate, progettate e fatte prima, adesso forse è tardi

si a patto di non sparare ca@@ate a raffica, e i buoi stanno da anni pascolando altrove.

In Italia all'improvviso abbiamo scoperto di avere migliaia di virologi, tutti ignoti sino a ieri e tutti esperti ad oggi, peccato che non ce ne siano due in accordo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Milly Carlucci è una dimostrazione di quel che pensava il filosofo Kierkegaard (e che penso anch'io quando guardo mia moglie): "La donna si fa con gli anni più bella, ma sa avvedersene solo chi l'ama". Tuttavia io non ho mai seguito una sola puntata del suo fortunato programma tv sul ballo. Anche in ragione della mia stazza fisica, non sono mai stato un cultore della disciplina. In effetti, come sostengono Etrusco e D/B, una simile trasmissione può sembrare inopportuna e diseducativa in questo frangente. Io invece penso che sia opportuna. Le discoteche e le sale da ballo, a parte la breve riapertura estiva decisa dalle Regioni (quella sì gravemente inopportuna), sono chiuse da 8 mesi. Chiudere anche il programma della Carlucci avrebbe un sapore punitivo nei confronti degli amanti e dei praticanti dell'antica arte di Tersicore. E sono d'accordo con Pignonista: le norme vanno applicate e fatte applicare ma dobbiamo evitare la caccia all'untore. In una pandemia la lucidità e il senso della misura sono indispensabili, la paura è utile, il panico controproducente. Immagino che i ballerini della Carlucci siano coppie affiatate e che, in ogni caso, si sottopongano a test prima di esibirsi. D'altra parte nel periodo di chiusura delle chiese la messa in tv ha continuato ad andare in onda. 

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

D'altra parte nel periodo di chiusura delle chiese la messa in tv ha continuato ad andare in onda

Lei paragona le chiese alle sale da ballo; tutti ci auguriamo che il virus scompaia da solo così come fece la spagnola all'inizio dello scorso secolo, oppure che venga prodotto un vaccino valido che funzioni, oppure che venga scoperta qualche medicina che trasformi il virus in un banale raffreddore, tutti ci auguriamo che in un modo o nell'altro il virus scompaia e tutto torni come prima, ma se così non fosse, se il virus dovesse rimanere in modo endemico  fra di noi e noi costretti a conviverci, nelle chiese stando due per panca a un metro di distanza l'uno dall'altro si potrà continuare ad andare, ma ballare guancia a guancia temo che potrebbe diventare  solo un lontano  ricordo, potremmo essere costretti nostro malgrado  a cambiare non solo il nostro modo di vivere, ma anche il nostro modo di pensare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Lei paragona le chiese alle sale da ballo; tutti ci auguriamo che il virus scompaia da solo così come fece la spagnola all'inizio dello scorso secolo, oppure che venga prodotto un vaccino valido che funzioni, oppure che venga scoperta qualche medicina che trasformi il virus in un banale raffreddore, tutti ci auguriamo che in un modo o nell'altro il virus scompaia e tutto torni come prima, ma se così non fosse, se il virus dovesse rimanere in modo endemico  fra di noi e noi costretti a conviverci, nelle chiese stando due per panca a un metro di distanza l'uno dall'altro si potrà continuare ad andare, ma ballare guancia a guancia temo che potrebbe diventare  solo un lontano  ricordo, potremmo essere costretti nostro malgrado  a cambiare non solo il nostro modo di vivere, ma anche il nostro modo di pensare.

ma come, non sei ansioso di raggiungere il regno dei cieli?

9_9  :ph34r:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Lei paragona le chiese alle sale da ballo; tutti ci auguriamo che il virus scompaia da solo così come fece la spagnola all'inizio dello scorso secolo, oppure che venga prodotto un vaccino valido che funzioni, oppure che venga scoperta qualche medicina che trasformi il virus in un banale raffreddore, tutti ci auguriamo che in un modo o nell'altro il virus scompaia e tutto torni come prima, ma se così non fosse, se il virus dovesse rimanere in modo endemico  fra di noi e noi costretti a conviverci, nelle chiese stando due per panca a un metro di distanza l'uno dall'altro si potrà continuare ad andare, ma ballare guancia a guancia temo che potrebbe diventare  solo un lontano  ricordo, potremmo essere costretti nostro malgrado  a cambiare non solo il nostro modo di vivere, ma anche il nostro modo di pensare.

Dubito fortemente che lei ormai possa cambiare il modo di pensare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, lelotto2 ha scritto:

Dubito fortemente che lei ormai possa cambiare il modo di pensare.

sono d'accordo io non lo cambierò ma lei probabilmente sarà suo malgrado costretto a cambiarlo

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

sono d'accordo io non lo cambierò ma lei probabilmente sarà suo malgrado costretto a cambiarlo

Scusate, non si riesce a controllare e seguire un limitato gruppo di banditi e criminali che vengono rilasciati dalle carceri in licenza premio per buona condotta (.?.?.). Gli avvocati dicono che non è costituzionale dotare banditi e criminali di sistemi di tracciamento degli spostamenti. Eppure i soggetti “pericolosi” sono poche decine. Ora dover tracciare parecchi milioni di italiani liberi ed onesti rappresenta un sistema che farà la fine del sistema “sistri” relativo alla tracciabilità dei rifiuti tossici e pericolosi.  

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963