Cerca nella Comunità

Mostra risultati per tag ''go''.

  • Ricerca per Tag

    Tag separati da virgole
  • Ricerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Virgilio Forum
    • Amore e Amicizia
    • Attualità
    • Donna
    • Hi-tech
    • Cucina e ristoranti
    • Lifestyle
    • Sport
    • Tempo libero
    • Trucchi & consigli
    • Musica
    • Ambiente
    • Animali
    • Off-topic
    • Regolamento
    • Archivio

116 risultati

  1. Maddalena Carlino @maddacarlino · 27 febbraio 2017 Tutta la verità sui vitalizi. E sullo scontro M5S-Pd Politica Facciamo un po’ di chiarezza su un tema spinoso con cui spesso il populismo gioca: i vitalizi Il Movimento 5 Stelle torna alle origini e rispolvera i vecchi cavalli di battaglia per trovare la giusta spinta e conquistare le prossime politiche. Per questo sulla scia della approccio purista degli albori tutto “onestà” e “apriscatole” va all’attacco di Renzi per chiedere di far approvare la propria proposta di legge per l’abolizione del vitalizio dei parlamentari. I Cinque Stelle infatti temono che deputati e senatori vogliano tirare a campare fino a settembre per poter incassare il vitalizio. Addirittura Alessandro Di Battista ha chiesto ai suoi di condividere la richiesta sulla pagina di Matteo Renzi. Ma facciamo chiarezza. Il vitalizio inteso come rendita parzialmente alimentata da un prelievo sull’indennità del periodo di esercizio della carica che veniva erogata sotto una certa soglia di età è stato abolito nella riforma del 2012, che ha introdotto il metodo di calcolo contributivo. Attualmente il diritto al trattamento pensionistico si matura al conseguimento di un duplice requisito, anagrafico e contributivo. Pertanto, il parlamentare ha diritto al vitalizio dopo avere svolto il mandato parlamentare per almeno 4 anni e mezzo e una volta compiuti 65 anni di età. Quindi dal 15 settembre nessuno prenderà un vitalizio. Semplicemente i parlamentari matureranno il diritto ad incassare l’assegno pensionistico una volta compiuti i 65 anni di età. Matteo Richetti fece una proposta di legge, firmata da altri 74 parlamentari del Partito Democratico, con cui si prevedeva il ricalcolo di tutti i vitalizi con il sistema contributivo (che quindi dovrebbe comportare una riduzione anche per gli assegni pensionistici che già vengono erogati). Ad onor del vero una seconda proposta di legge, sempre, Pd fu depositata dalla deputata savonese Anna Giacobbe. Una proposta che fotografava come anche all’interno del Pd le posizioni erano diverse. La proposta che non era retroattiva puntava a costruire per tutti gli eletti nelle assemblee legislative una sola pensione calcolata con metodo contributivo e gestita dagli istituti dell’INPS destinati anche agli altri lavoratori e, quindi, l’adozione delle regole previdenziali comuni. La proposta dei pentastellati appare insomma molto simile a quella presentata nel luglio 2015 – e da allora rimasta arenata -alla Camera da Richettiche infatti non ha potuto trattenersi dal rispondere per le rime a Di Battista.
  2. Il 27 aprile 2016, a poco meno di un mese dalle elezioni amministrative, il Fatterello (30.000 copie giornaliere , Nda), pre la sua prima pagina con un titolo a caratteri cubitali: “Campania, indagato il leader Pd. ‘Voti per favori ai boss Casalesi’”. L’occhiello approfondisce: “La retata: il presidente regionale del partito ‘ha chiesto e ottenuto’ sostegno”. Perché i lettori non abbiano dubbi sull’indagato e sul suo peso politico, sotto il titolo ci sono tre foto accomunate da un’unica didascalia (“Album di famiglia”): Stefano Graziano con Matteo Renzi, con Maria Elena Boschi e con Vincenzo De Luca. Solo questa notizia fa alzare il pipi.no a Shinycaghetta ed a Monellebete mentre Fosforo si spreca nei suoi : In un Paese serio lo caccerebbero a pedate nel Ku.lo ..bla bla bla". A niente valsero i miei inviti alla prudenza . I 3 mentecatti in simil crisi etilico/sessuale erano inarrestabili ...!' Sono passati dieci mesi, e ieri il Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Ivana Salvatore, ha emesso un decreto di archiviazione per il reato di corruzione elettorale a carico di Graziano, che nel frattempo si era dimesso dalla carica di presidente del Pd campano. Ci aspettavamo che Calandrino Travaglio ( occupatore seriale di ogni trasmissione TV e talk show), riservasse all’archiviazione lo stesso spazio che aveva dedicato all’apertura dell’indagine, sparando la nuova notizia in prima pagina con tanto di scuse. O magari – non vogliamo esagerare – Travaglio poteva dedicare alla vicenda un articolo nelle pagine interne. O un trafiletto. O un piccolo box con foto e didascalia. O una parentesi dentro un altro articolo dedicato, che so, alla mozzarella. Curiosamente, invece, sul Fatto di oggi non c’è neppure una riga. “Spero – aveva dichiarato ieri Graziano alla notizia della sua definitiva fuoriuscita dall’inchiesta – che la vicenda che mi ha visto coinvolto costituisca un elemento di riflessione per i media, affinché possano valutare con attenzione l’impatto che fatti del genere possono avere sulla reputazione di chi viene coinvolto, soprattutto se, come me, risulta assolutamente innocente”. Parole al vento, caro Graziano: per i macchinisti del fango esistono soltanto le accuse, mai le scuse. E forse è meglio così: fra loro e i giornali veri è bene che si noti la differenza. Naturalmente anche i 3 mentecatti sopracitati , si sono adeguati subito alle direttive di Calandrino e si sono fatti notare solo per un assordante silenzio anche se con le gambine arrotolate fino sopra alle caviglie . Saluti
  3. Palazzo Chigi smentisce, il Corriere invece conferma che la Boschi abbia detto «Scusa Matteo, ma quali aperture dovremmo fare e a chi? A quelli che si sono sempre messi di traverso? A quelli che hanno persino brindato la sera del 4 dicembre? A quelli che vogliono solo la tua testa? Adesso basta. Dovrebbero essere loro a chiedere scusa». Brava Maria Elena ....!!
  4. "Solidarietà ai lavoratori della Lidl di Follonica che, stufi dei numerosi furti da parte dei rom nel supermercato, hanno catturato una ladra per assicurarla alla giustizia. Stanno subendo una persecuzione inaccettabile, addirittura rischiano il posto di lavoro. Non possiamo più resistere in uno Stato che obbliga le persone a farsi giustizia da soli a causa dei continui tagli al comparto sicurezza e poi li condanna quando lo fanno, lasciando nella più assoluta impunità i veri criminali. Io sto con chi si difende!"
  5. E' una scena che ho già visto !! Altre volte, qualcuno che doveva presentarsi ad un incontro "imbarazzante " ha accusato un malore che poi abbiamo saputo che tipo di diagnosi aveva : " sottrazione da responsabilità civili e penali " . Il capostipite di questa. Patologia e' stato un certo Silvio Berlusconi , qualcuno/a ne sta seguendo le orme . Pedissequamente !!
  6. Dovete scusarmi , ma quando leggo alcuni commenti mi chiedo se la gente e'in grado di interpretare un testo oppure il livore ed i pregiudizi verso l'unico politico di livello e con idee che abbiamo in Italia prende il sopravvento . I licenziamenti su rapporti a tempo indeterminato sono stati 646.427, in aumento rispetto ai 624.372 del 2015. Il saldo tra nuovi rapporti e cessazioni è positivo per 340.149 unità, in forte calo rispetto al +627.569 del 2015" Cioè si evidenzia un saldo positivo di assunzioni notevolissimo e a differenza di quanto sbraitato da tanti in merito a licenziamenti in massa al termine delle contribuzioni qui ci sono tantissime persone che hanno un posto di lavoro e possono godere di contrbuiti, ferie, permessi, malattia e maternità. Il governo Renzi ha alcune ragioni per essere criticato la ma e' critica sterile, priva di fondamento e deleteria. Fa perdere di vista anche le valide ragioni di critica. Più è alta la differenza tra assunzioni con incentivo e senza più è stato un successo. Dimostra che quella norma è riuscita a influenzare positivamente le assunzioni. Esempio : Se leggeste:"da venerdi a sabato prosciutto scontato del 50%" andreste a fare scorta in quei giorni oppure aspettereste il lunedi" ? Pensateci ...!!
  7. Riavvolgiamo il nastro e torniamo indietro . Torniamo al novembre 2011. L'Italia in ginocchio e già tecnicamente fallita grazie alle politiche economico/finanziarie del duo Delinquente/😞Tvemonti, sbeffeggiata e derisa in tutto il mondo civile che non si peritava nemmeno più di mascherare la sua ilarità al nome di Berlusconi ma appena veniva pronunciato le risate si sentivano aldilà delle Alpi, dalla Baviera fino ai Paesi Scandinavi , ad est Europa e nei paesi del Sudamerica mentre in Usa oramai c'erano gia, per carnevale , le maschere del Delinquente . Renzi non lo conosceva ancora nessuno o solo pochi intimi ed era a milioni di anni luce a diventare il cazzaro fiorentino. Grillo era come di fatto e' ancora ora , un comico impresentabile che girava lo stivale inviando ripetuti vaffa a chiunque incontrava sulla sua strada . Persino ai condomini . La destra era non distrutta ma spappolata con i luogotenenti in fuga . Persino una testadiminkia ineguagliabile come DocGalileo fu costretto ad eclissarsi dal forum per non subire le stesse ilarità e pernacchie ridervate al Delunwyente. Il PD era sulla cresta dell'onda ed era guidato, più o meno , dagli scissionisti di oggi. Bersani e Dalema avevano in mano il partito e , cosa non secondaria , ma primaria, al Quirinale sedeva il Compagno Giorgio . Sarebbe bastato andare dal Compagno Giorgio e dirgli che bisognava , immediatamente, andare ad elezioni anticipate . Il PD non avrebbe vinto , avrebbe stravinto con percentuali simil bulgare . Invece non andò così !! Quelli che ora si scindono perché Renzi e' poco o per niente di sx , da Napolitano vi andarono veramente, ma invece di convincerlo ad indire elezioni anticipate , tornarono convinti che bisognava essere governati dai tecnici guidati da un tecnico, Monti, più un liberista destrorso che un fans di Berlinguer . Entrati nella stanza dei bottoni dell'epoca , gli odierni scissionisti , novelli castristi e sbandieratori rossi , votarono tutti i provvedimenti di Monti , non fecero una piega nemmeno sulla legge Fornero e anche i Sindacati , da Landini Alla Camusso non fecero fare manco una mezzoretta di sciopero a nessun lavoratore ( altro che referendum sul Job act come adesso ). Ora questi campioni della sx , improvvisamente ed all'unisono, riscoprono i valori della sx che fu , riscoprono le note di "Avanti popolo alla riscossa..... bandiera rossa trionferà ", si disperano per i giovani e per l'alto livello della relativa disoccupazione giovanile, non si capacitano perché il territorio e le sezioni si sono svuotate dei tanti , troppi Compagni . Insomma , addirittura , rischiano che perfino Fosforo possa votarli !! Questi , gli scissionisti di oggi , sono i soliti di ieri . Sono gli stessi del novembre 2011, sono quelli che se ne vanno perché Renzi e' poco di sx mentre quando c'erano loro manco nel gruppo socialista a Bruxelles facevano parte e se invece ora ne facciamo parte lo dobbiamo solo a Renzi . Al cazzaro e Caudillo fiorentino che in meno di 3 anni ha fatto più cose di sx lui che gli odierni " scissionisti " tutti insieme ed in una carriera politica . Meditate gente ...,meditate !!
  8. Gli altri devono andare in galera , a lui basta chiedere scusa...ahahahahahah IlFattoQuotidiano.it / Politica Beppe Grillo al Fatto: “Abbiamo fatto errori, ci fa bene prendere qualche facciata. Ci scusiamo e cerchiamo di trarne il meglio” di Manolo Lanaro | 23 febbraio 2017
  9. Emiliano? Magistrati non dovrebbero fare politica, non sono capaci"
  10. Signor D' Alema Massimo , ieri sera mi sono sintonizzato su RAI 3 perché ero certo che Lei avrebbe gettato veleno su Roberto Giachetti. Ad una domanda della gentilissima ( nei suoi confronti, nda ) conduttrice Bianca Berlinguer, Lei con il suo solito astio mascherato da lieve indifferenza ha detto "la questione Giachetti l' ha risolta la RAGGI" Clan clap clap....in un flashback mi son ritrovato giovane ragazzo iscritto alla FGCI, di cui Lei era segretario nazionale mi son rivisto a Roma alla Festa de l'Unità sotto un diluvio il confronto tra lei e Giachetti moderato da Mentana e.... ho ricordato l' intervento di Giachetti in Assemblea Nazionale domenica scorsa..."D' Alema è il conducator della scissione che, in quanto a coerenza non ha mai smesso di indicarci la linea" Parole vere che sicuramente Le bruciano nella carne e come poteva Lei , Il D' Alema delle bombe su Belgrado, Il D' Alema che in violazione alla Costituzione ha consegnato il richiedente asilo politico (accordato poi, mentre era in galera ) alla Turchia, Paese dove rischiava la pena di morte. (Ma Lei D' Alema è abile ha spedito Ocalan in Kenya e poi fatti loro vero?) Quindi uno come Lei poteva sorvolare sulla verità detta da Giachetti??? No , no che non poteva E vai con l' autogol ... si autogol perché mentre io ridevo a crepapelle nel sentire la sua cazza.ta , decine, centinaia di persone da tutta Italia hanno iniziato a scrivere di questa sua frase....ricordando che Lei ha invitato più volte a votare la RAGGI insieme a fascisti e leghisti e Fassina ( il fronte del No sceso a difesa dei taxisti tomani indegnamente rappresentati ieri da bombaroli ) Ecco signor D' Alema lei sperava che la questione Giachetti l' avesse risolta la RAGGI ma....proprio la mala amministrazione romana fa si che moltissimi elettori si stanno morsicando le dita per non aver votato Giachetti Sindaco in più moltissimi italiani tra Lei e Giachetti da ieri sera proprio grazie a Lei medesimo si considerano Giachettiani Con tutta la mia disistima , la saluto .
  11. Ebbene sì !! Ho installato Uber , di cui conoscevo qualcosa ma non ero informatissimo . Le vicende dei giorni scorsi , gli assalti "pacifici " con le bombe carta , le urla e le grida con tanto di braccia tese in stile fascista davanti alla sede del PD ( già chissà perché ..., nda), le minacce ripetute e reiterate verso le forze dell'ordine , le pretese di voler scassare tutto e di voler diventare la lobby delle corporazioni , vedere accanto ai tassisti romani tutto il peggio del peggio con capofila la Sindaca di Roma sorretta nel linguaggio e nei pensieri dai fascisti e dai leghisti e qualche forzaidiotoide , mi hanno fatto diventare Uber addirittura "simpatico". Di sicuro , d'ora in avanti , usufruirò dei loro servizi . E lo farò volentieri risparmiando pure . E finalmente non darò più nemmeno un euro a dei fascisti che a Roma ineggiano ad Alemanno e a Storace mentre a Milano stravedono per La Russa e De Corato.
  12. La minoranza dem si è coltivata in seno una bella serpe, un battitore libero ambiguo e dalle molteplici personalità. Mentre ieri il PD celebrava lo farsa demenziale della dipartita di un piccolo coagulo di dissidenti e tutti pensavano che tra loro vi fosse il governatore di Puglia, lui ancora una volta stupiva tutti, ( io no , ho imparsto a conoscerlo bene...) Ambiguo, ambizioso, voltagabbana compulsivo, dopo essersi liberato della concorrenza poteva finalmente candidarsi alla segreteria PD. All'assemblea nazionale del partito davanti a Renzi una sorta di coniglio imbarazzante pronto a rimangiarsi insulti e provocazioni dei giorni precedenti, ieri in sua assenza un"leone" insultante. Personalmente detesto i vigliacchi e questo è un altro motivo per cui non mi piace e non lo voterei mai. Una altro motivo per cui non lo apprezzo è che non voto magistrati o ex magistrati votatisi alla politica ( ogni riferimento a Fosforo e' voluto , nda), che invece ha votato nel tempo per Di Pietro ed Ingroia con i magnifici risultati per la sx che abbiamo sotto gli occhi.... È un principio democratico, non voto chi essendo entrato in contatto con dati sensibili potrebbe usarli per ricattare o condizionare avversari. Spero che in futuro eviteremo di "imbarcare" ancora simili personaggi nel partito. Non voterei mai uno che dalla magistratura non si è mai dimesso neppure quando eletto...fatto ancor più grave! Non voto chi in modo ambiguo a poche ore da una possibile scissione nel partito va a cena con un nostro antagonista politico, Berlusconi. Se lo avesse fatto l'attuale segretario, le nostre vestali di giustizia sinistra avrebbero fatto un quarantotto. Il loro silenzio oggi imbarazzante e complice. Non voto chi non ha nulla a che vedere con la mia storia politica, lui si un vero elemento estraneo al nostro PD per cultura, formazione, azione e pratica politica. Chiudo con un consiglio ai nostri organi di controllo, vigilate e fatelo con estrema attenzione. In Puglia le tessere hanno avuto un incremento del 96%. 400 tessere, poi ridottesi a 200 aseguito della divulgazione dell'"anomalia"sono state pagate on line con una sola carta di credito. Nulla di strano? Un generoso filantropo decisosi a finanziare tessere del PD si aggira nella piccola regione, sarebbe interessante comprendere a quale scopo... Il mio PD e quello della sua base schifa simili giochetti di potere. Per evitare illazioni, sospetti e lavorare per la trasparenza della pratica politica va fatta chiarezza evitando che il voto di migliaia di iscritti e simpatizzanti venga inquinato, la nostra fiducia frustrata. Siamo il PD e non possiamo ne vogliamo permetterlo.
  13. La notizia di oggi: non ci sono notizie di danni combinati o subiti dalla Raggi ?? Oppure forse è ancora presto e la giornata e' lunga ancora ?? Grillo ed il Re succeduto per gerarchia parentale sono sempre a Roma o se ne sono tornati ai rispettivi imperi dopo aver lasciato il libretto con le istruzioni alla Raggi ed ai bravi ragazzi molto ingenui ma molto efficienti ??
  14. In fondo ci sono quelle famose domandine a cui non rispondi .....!! Ahahahaha, allora mi spiego meglio : ti ho dato del " monarchico" perché non vedi niente di strano che si possa diventare Re per successione ereditaria ( Casaleggio junior , nda). Dopodiché mi dai del fazioso . A me ?? , ahahahaha . Mi dai del fazioso perché "sospetto" che un pluripregiudicato comico ed il proprietario di una srl siano andati a Roma in soccorso della Raggi per dipanare il problema stadio e garantire una maggiore tutela della da te definita "ingenua ma brava" sindaca di Roma ?? Allora togli pure il sospetto , e'andata priorio così !! Dopodiché , vista la tua articolata risposta all'amico PM610, spero non troverai niente di irrispettoso se mi inserisco nella discussione non prima , però, di essermi lasciato andare a qualche decina di secondi di spontanei e corposi sorrisi . La causa di detto spontaneo moto di ilarità mi giunge spontaneo quando definisci Renzi " uno dei politici più assetati di potere , uno che se non poggia il sedere su 2 poltrone va in crisi di astinenza ". Ahahahaha, vedi , mi viene da ridere di nuovo . Allora , Renzi aveva sedere poggiato su 2 sedie . La prima era quella di PDC , la seconda come Segretario del PD . Mi risulta che sia stato talmente assetato di potere che , nonostante non ne avesse nessun obbligo e nessuna legge che gliele togliesse , si è alzato spontaneamente da tutte e 2 smentendoti completamente . Continuo, poi , a sorridere quando accrediti Grillo di non avere mai aspirato a cariche pubbliche . Debbo smentirti : 1) Nel 2008 provo' a candidarsi come segretario del PD . 2) Grillo non può minimamente nemmeno pensare di ottenere una carica pubblica in virtù delle condanne definitive raggiunte che possono definirlo "Pluripregiuducato ". Tralascio l'argomento delle primarie ed il paragone con quelle che si svolgono in USA . In prima battuta hai le idee non chiarissime ma e' un argomento di secondaria importanza che al momento non mi interessa trattare . Continui poi con una bufala . Quella del vergognoso mercimonio che la candidata del PD avrebbe fatto a Napoli iscrivendo ignari cittadini nelle sue liste . Ma non ti vergogni ?? Puoi citarmi non dico la sentenza di condanna in cui la Valente viene colpita , ma addirittura la data della sua iscrizione nel registro degli indagati ( che non vorrebbe dire niente ) ma almeno il suo rinvio a giudizio ?? Siccome non potrai farlo , ti significo che quelli che spargono bufale e calunnie , nei paesi seri come gli USA , gli mettono al muro non solo i partiti ma anche la legge americana . Quindi vedi di rallegrarti se vivi nel Paese di Pulcinella ed a te questa sorte non ti spetta . Termino ricordandoti che aspetto sempre le tue risposte alle domande che ti ho fatto più volte e che vedo continui a sottrarti . Siccome potrebbe darsi che te le sia dimenticate , Te le sottopongo nuovamente : 1) quale è la sx alla quale ti ispiri 2) Chi sono i referenti politici di riferimento alla tua sx 3) Quale sarebbe il programma e la strategia per poterla imporre 4) chi sono i potenziali alleati per poter raggiungere l'obbiettivo prefissato . Grazie e saluti . Cita
  15. M5S.tronzi, Forzaidiotoidi , Leghisti e Fascisti sono dati appuntamento davanti alla sede del Pd per portare il loro sostegno ai tassisti romani , nota corporazione della destrafascista con il grande interlocutore Alemanno. E mentre i "mansueti" manifestanti spaccano tutto attaccando con armi improprie e bombe carta chiunque provi a passare da lì , mentre attaccano in modo concentrico le forze dell'ordine , chiamate a difesa delle istituzioni "antidemocratiche" dal Caudillo Renzi che poi è scappato in California , i seguaci di Gandhi che rispondono al nome di Alemanno , Grillo con Raggi all'unisono , leghisti con Salvini chiamato appositamente dalla Padania cercano disperatamente di impedire atti di violenza frapponendo i loro corpi tra manifestanti e forze dell'ordine scandendo parole di pace che possano scongiurare violenze gratuite . In serata e' previsto l'arrivo dell'ex Magistrato De Magistris che di cose di legge se ne intende e farà di tutto per riportare la calma . Alla manifestazione "pacifica ", per ora , non partecipa nessuna dei 13/14 organizzazioni /partiti di sx sx sx sx , ma vedrete che presto si uniranno pure loro nell'attacco concentrico contro il Caudillo accazzarato colpevole di voler applicare una norma in vigore in tutto il mondo civile ed occidentale . Quel mondo dove prenderebbero a pedate nel Ku.lo chiunque solo pensasse di organizzare una siffatta manifestazione del genere . Aspettate e. vedrete ....!!
  16. Ieri ho visto un rapinatore che usciva da una banca. Correva trafelato, ma mi ha urlato: "Sono sereno, ho già avvisato Grillo".
  17. Svimez, il Sud riparte dall'agricoltura 54 3 A cavallo tra 2015 e 2016 sono in crescita valore aggiunto, investimenti, esportazioni e occupazione giovanile di BARBARA ARDU'21 Febbraio 2017 2' di lettura ROMA - Sorpresa. Il Sud inverte la tendenza e va meglio del Centro Nord. Il suo Pil, la ricchezza prodotta nel territorio, è cresciuto dello 0,8%, contro lo 0,5% del Centro-Nord a cavallo tra 2015 e 2016. Un sorpasso dovuto al settore primario, l'agricoltura. Sono aumentate le produzioni dop e doc, molti giovani sono tornati alla terra e sta nascendo una nuova imprenditoria, che mira a prodotti di qualità, all'esportazione e ad attività affini, come agriturismo, energie rinnovabili, sistemazione di parchi e giradini. Certo si tratta di decimali, 0,3 punti in più, ma siamo nell'epoca dei decimali e comunque erano anni che non accadeva. A raccontare il risveglio del Sud è il Rapporto Ismea-Svimez. Ed è l'agricoltura a diventare protagonista della ripresa economica di un Mezzogiorno che è sempre ultimo nelle classifiche. Crescono valore aggiunto, esportazioni, investimenti e anche l'occupazione, quella giovanile in primo luogo, diminuisce. Ebbene nel Mezzogiorno la crescita occupazionale è stata del 12,9%, più della media italiana. Sale anche il peso dell'imprenditorialità giovanile agricola con quasi 20 mila imprese nate al Sud nei primi mesi dell'anno scorso. Il Mezzogiorno, stacca il Centro Nord proprio sul settore primario con una crescita (+7,3%%) ben più alta di quella dell’agricoltura del Centro-Nord (+1,6%) e, nell’area, estremamente migliore di quella dell’industria (-0,3%) e dei servizi (+0,8%). Le Regioni migliori? Calabria e Campania. E' anche l'export ad aiutare la ripresa con la Gran Bretagna che si attesta come il primo paese importatore dei prodotti agricoli made in Sud. Nel 2015 le esportazioni italiane sono state pari a 36,8 miliardi (+7,3%). Nel 2015 sono cresciuti del 15,5% i prodotti agricoli meridionali (Centro Nord +9,6%) e del 7,6% quelli alimentari del Sud (Centro Nord +6,3%). E i dati del 2016 dell’export agroalimentare rappresentano un nuovo record: 38,4 miliardi (+3,9%). E in un Paese dove gli investimenti sono se non fermi, certo frenati, nel 2015 il valore di quelli fissi lordi in agricoltura al Sud si è attestato su 2 miliardi e 217 milioni (+9,6% rispetto al 2014). Certo anche qui si tratta di poco, ma quel poco sembra aver dato buoni frutti. Cenerentola dell'occupazione, il Mezzogiorno nel 2015 ha iniziato a dare segni di ripresa proprio partendo dall'agricoltura. Era pari a circa 500 mila unità (+3,8% rispetto al 2014, pari a 18 mila persone). L’aumento ha riguardato sia i dipendenti che gli autonomi, ma al Sud sono più i primi nel Centro Nord i secondi. E i posti di lavoro continuano a crescere anche nel 2016 (+5,8% nel primo trimestre, +6,5% nel secondo) e l’aumento riguarda soprattutto i giovani under 35 (+9,1%), quelli che a livello nazionale faticano a trovare lavoro. L’agricoltura sembra quindi aver assunto un ruolo di primo piano nella creazione di nuova occupazione giovanile nel Mezzogiorno. Un dato va valorizzato: nell’anno accademico 2015/2016 gli immatricolati all’università del gruppo agrario hanno raggiunto un livello di quasi il 20% maggiore rispetto a dieci anni prima. E nella prima metà del 2016 l’occupazione giovanile in agricoltura è cresciuta dell’11,3% in Italia, e del 12,9% al Sud, con un decisivo contributo da parte del lavoro a tempo pieno (+14,4%). Anche il peso dell’imprenditorialità giovanile è in forte crescita con Basilicata, dalla Calabria e Molise, protagoniste seguite a ruota da Campania, Sicilia e Sardegna.
  18. A scissione avvenuta e ratificata , mi aspetterei che i 2 governatori , Rossi ed Emiliano , visto che hanno potuto essere eletti da qualche e qualche decina di migliaia di voti Renziani , rassegnassero , per coerenza , le dimissioni dai loro ruoli istituzionali . Così ...tanto per far vedere quanto sono coerenti e credibili . Se li facessero sarei pronto immediatamente a rivalutare il grave passo che stanno per compiere . Lo faranno ??
  19. Hanno il pipino ritto !! Motivo ?? Beh , di primo mattino sfogliano il giornalino FQ (30.000 copie giornaliere,nda) e si stropicciano gli occhi : Il Babbo di Renzi e' indagato !! Così , sbattuto in prima pagina a caratteri cubitali . Proprio in quel momento sentono crescere l'organetto di riproduzione manco avessero visto qualche foto un po' osé di Belen . Comunico subito ai 3 citati nel titolo. Ammainate i bollenti spiriti , questa indagine avrà , almeno per il babbo di Renzi , una unica conclusione . Probabilmente non vi sarà nemmeno una chiamata a giudizio e verrà archiviata in istruttoria , nel caso ci fosse , però , l'unico approdo sara': Assoluzione per non aver commesso il fatto . Ed allora guardiamoli questi fatti : Per comprendere l’inconsistenza delle accuse a Tiziano Renzi, da ieri indagato per “traffico di influenze illecite” dalla Procura di Roma nell’ambito dell’inchiesta Consip-Romeo, è sufficiente leggere il Fatto. Non è una battuta, ma una constatazione e un consiglio. Naturalmente, non dovete farvi sviare dai titoli: il Direttore di Bronzo uno ne pensa e cento ne fa, e nessuno più di lui è in grado di azionare la macchina del fango. “ ‘30mila euro al mese a T.’ Indagato anche babbo Renzi”, titola il Fatto: ma è una mezza verità, e le mezze verità sono quasi sempre bugie intere. “30mila euro al mese” non è infatti, come un qualunque lettore potrebbe intendere, un dato di fatto o una notizia o una prova, ma una semplice, fragile ipotesi investigativa. E qui torna utile leggere il Fatto: “L’elemento più impressionante e originale dell’indagine – scrivono i sempre puntuali Marco Lillo e Davide Vecchi – è il ‘pizzino’ trovato nella spazzatura sul quale sarebbero scritte di pugno di Romeo – secondo gli investigatori – proprio le iniziali di Tiziano e di Russo [un imprenditore vicino ad Alfredo Romeo e amico di Tiziano Renzi] accanto ai pagamenti mensili da effettuare. […] Romeo prima dice a Russo la cifra da dare a un soggetto, poi scrive una o più lettere sul foglio. Quel ’30 al mese a…’ secondo gli inquirenti si riferisce a Tiziano Renzi, che sarebbe rappresentato dalla ‘T.’ vergata in silenzio sul foglio”. Siamo dunque all’ipotesi di un’ipotesi: forse Romeo scriveva sui suoi pizzini chi e come corrompere, forse ha scritto anche una “T.”, forse quella “T.” indica “Tiziano” (e perché non Travaglio?). E i fatti? Proseguiamo l’illuminante lettura del Fatto: “Secondo alcune testimonianze, da verificare, un incontro con Romeo, Russo e Tiziano ci sarebbe poi stato”. Forse, non lo sappiamo noi e non lo sa neppure la Procura. E poi: “Secondo la lettura degli inquirenti Romeo avrebbe offerto soldi ‘vestiti’ da consulenze per Russo ma anche per Tiziano Renzi, che però non è presente ai colloqui. Inoltre – precisano Lillo e Vecchi – va detto che i pagamenti ipotizzati per Tiziano non si sono poi verificati. Millanterie di Russo? Gli inquirenti hanno capito male?”. Insomma, le chiacchiere, come si dice a Roma, stanno a zero: e ringraziamo il Fatto per avercelo spiegato in modo così chiaro.
  20. E' Oouna visione istantanea, senza profondità. Sembra che Giannini in questi mesi sia stato sulla luna. Dico solo una cosa: si è mai visto un partito tollerare, senza espulsioni nè provvedimenti, che una sua parte facesse campagna e votasse contro il partito stesso? E' accaduto col referendum, inconcepibile. La scissione era già lì, servita su un piatto. Ora Renzi non è un padreterno e potrà avere anche sbagliato su alcuni punti, lo dice anche lui. Ma D'Alema, trombato nel suo collegio alle ultime elezioni e già segretario di partito e capo di governo, e Bersani, idem come lui quanto a cariche ricoperte, non sono stati sconfitti da Renzi ma dal voto popolare, dalla storia. Con che forza politica e morale hanno preteso di eliminare il loro successore? Con quale correttezza? Renzi fa bene ad andare per la sua strada e alla fine sarà il voto a decidere per lui, non gli altri due per noiE' una visione istantanea, senza profondità. Sembra che Giannini in questi mesi sia stato sulla luna. Dico solo una cosa: si è mai visto un partito tollerare, senza espulsioni nè provvedimenti, che una sua parte facesse campagna e votasse contro il partito stesso? E' accaduto col referendum, inconcepibile. La scissione era già lì, servita su un piatto. Ora Renzi non è un padreterno e potrà avere anche sbagliato su alcuni punti, lo dice anche lui. Ma D'Alema, trombato nel suo collegio alle ultime elezioni e già segretario di partito e capo di governo, e Bersani, idem come lui quanto a cariche ricoperte, non sono stati sconfitti da Renzi ma dal voto popolare, dalla storia. Con che forza politica e morale hanno preteso di eliminare il loro successore? Con quale correttezza? Renzi fa bene ad andare per la sua strada e alla fine sarà il voto a decidere per lui, non gli altri due per noInestamrnte i si è mai visto un partito tollerare, senza espulsioni nè provvedimenti, che una sua parte facesse campagna e votasse contro il partito stesso? E' accaduto col referendum, inconcepibile !! La scissione era già lì, servita su un piatto. Ora Renzi non è un padreterno e potrà avere anche sbagliato su alcuni punti, lo dice anche lui. Ma D'Alema, trombato nel suo collegio alle ultime elezioni e già segretario di partito e capo di governo, e Bersani, idem come lui quanto a cariche ricoperte, non sono stati sconfitti da Renzi ma dal voto popolare, dalla storia. Con che forza politica e morale avrebbero la pretesa di eliminare il loro successore? Con quale correttezza? Renzi fa bene ad andare per la sua strada e alla fine sarà il voto dei militanti a decidere per lui.
  21. Ma Ma Il 15 dicembre 2008 la procura di Pescara dispone gli arresti domiciliari per l'allora sindaco D'Alfonso con una serie di imputazioni relative a attività di tangenti e scambio di favori tra imprenditori e il comune di Pescara, per favorire una collaborazione del sindaco, nel periodo compreso tra il 2004 e il 2007. Tra gli elementi a carico dell'accusa erano elencati una serie di favori ricevuti dal costruttore Carlo Toto in cambio dell'assegnazione di appalti e di trattamenti di favore, come biglietti gratuiti per voli della compagnia Airone, vacanze regalate in diversi luoghi del Mediterraneo e cene di rappresentanza. Sempre nell'ambito dell'inchiesta, D'Alfonso, il dirigente Dezio e Marco Molisani furono accusati in concorso di truffa per aver predisposto una determina con la quale si faceva apparire il conferimento alla pro-loco di Pescara di un finanziamento di 12.200 euro complessivi per varia pubblicità istituzionale («prestazione mai resa e neanche effettivamente richiesta»). Questo denaro sarebbe stato erogato con un preciso ordine impartito alla pro-loco da Marco Molisano. Inoltre è stata avanzata un'accusa di concussione per aver chiesto alla ditta Fanì (che lavorava per il Comune) il pagamento di cene elettorali. Altro capo di imputazione era il concorso in concussione per aver indotto Tommaso Di Nardo, legale rappresentante dell'Aquila S.r.l., a consegnare una somma di denaro per la proroga del contratto di sorveglianza del tribunale venendo inoltre contestata insieme a Dezio la concussione in concorso per aver chiesto somme di denaro anche ai gestori provvisori del bar del Tribunale (la Di Pentima Sas), promettendo in cambio un aiuto per l'aggiudicazione dell'appalto. Il 23 febbraio 2011 il Gup di Pescara rinvia a giudizio D'Alfonso e altre 23 persone tra imprenditori e dirigenti comunali prosciogliendo però D'Alfonso da due capi di accusa per concussione e uno per corruzione ovvero i fatti più importanti dell'indagine. Il giudice inoltre ha assolto D'Alfonso anche da due accuse di corruzione con la motivazione che il fatto non sussiste. Il PM di Pescara aveva chiesto 6 anni di reclusione per D'Alfonso con l'interdizione perpetua dai pubblici uffici e la confisca della villa di Lettomanoppello, chiedendo un'analoga condanna per il dirigente Dezio, socio secondo l'accusa del sistema corruttivo. Il 23 febbraio 2013 il giudice monocratico ha assolto d'Alfonso da tutte le accuse con formula piena per non aver commesso il fatto, facendo decadere i 25 capi di accusa. Nelle motivazioni emerge la mancanza di prove utili a certificare la responsabilità penale e il concorso morale dell'ex sindaco Luciano D'Alfonso.[4] Sempre in merito allo stesso procedimento, il giudice ha emesso sentenza di assoluzione piena sia rispetto all'accusa di corruzione relativa al project financing dei cimiteri cittadini[5] giudicando regolari sia la procedura che l'attribuzione delle consulenze a Ferragina e Mariani, che riguardo all'accusa di associazione a delinquere tra gli imputati[6]riscontrando «un ritorno di utili concreti solo per D'Alfonso» e non, dunque, per gli altri. Sempre nell'ambito della stessa sentenza, i giudici hanno concluso che i numerosi benefit di viaggi e vacanze offerte dagli imprenditori Toto all'ex sindaco non avrebbero influito nel suo agire amministrativo[7]. Il 30 marzo 2015 la Corte d'Appellodell'Aquila conferma la sentenza di proscioglimento.[8]
  22. M5s a Roma, Di Maio fu garante di Marra. La prova è nelle chat: "È servitore dello Stato" 2mila 171 Il 10 agosto la sindaca girò al suo braccio destro l'sms in cui il leader del Movimento assicurava il suo sostegno. Una conversazione che contraddice le parole del vicepresidente della Camera, che aveva detto "a luglio dissi di mandarlo via"
  23. Do una notizia a tutti coloro che sperano nella scissione del Pd che appena appena Renzi si impegnasse a non abolire i capilista nella nuova legge elettorale, gli scissionisti evaporerebbero e si scioglierebbero come neve al sole . Garantito
  24. Orgoglioso di essere iscritto a un partito la cui classe dirigente si confronta, anche aspramente, in streaming, dove il dibattito verte su temi politici veri e che non ripiega nella demagogia e nel populismo. Orgoglioso di stare in un partito che attraverso regole democratiche gestisce se stesso, avvia campagne di tesseramento, organizza le sue sezioni sparse ovunque sul territorio, organizza il suo congresso.ai Grilkebeti dico: mi dispiace per voi, ma noi siamo noi e voi non sapete ancora se siete il tonno o la scatoletta . Di tonno!!