Cerca nella Comunità

Mostra risultati per tag ''go''.

  • Ricerca per Tag

    Tag separati da virgole
  • Ricerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Virgilio Forum
    • Amore e Amicizia
    • Attualità
    • Donna
    • Hi-tech
    • Cucina e ristoranti
    • Lifestyle
    • Sport
    • Tempo libero
    • Trucchi & consigli
    • Musica
    • Ambiente
    • Animali
    • Off-topic
    • Regolamento
    • Archivio

378 risultati

  1. Istat, Lezzi (M5s): "Crescita produzione industriale è merito del caldo" 13 8 La ripresa economica dell'Italia? E'dovuta al caldo. Lo afferma Barbara Lezzi, senatrice del Movimento 5 Stelle. In un video postato su Facebook l'esponente M5S commenta i dati dell'Istat e si scaglia contro il governo e spiega che il merito della crescita del Pil non è del governo ma dell'aumento della temperatura: "I numeri di giugno hanno fatto marciare la produzione industriale. Sì, perché a giugno si è consumata molta più energia. E perché? Perché ha fatto molto più caldo", sottolinea Lezzi. "I consumi per i climatizzatori, per la grande distribuzione, per la catena del freddo e per le macchine hanno fatto esplodere la produzione industriale. Il consumo di energia (e di petrolio) rispetto a giugno 2016 è aumentato del 9,8%: allora non è che la produzione industriale è aumentata perché si è prodotto di più - insiste Lezzi - ma per una questione di emergenza" 16 agosto 2017
  2. Non è una bella estate per il partito del malumore. Per quelli che hanno costruito gran parte del loro successo, anche politico, spiegando che va tutto male e che l'Italia potrà salvarsi solo quando loro, finalmente, prenderanno in mano le redini del Paese. Sono i sovranisti o, se preferite, i populisti. Che però, dopo averci riempito di slogan, ora devono fare i conti con la realtà dei dati. E i dati ci dicono che, dopo la crescita fatta segnare dalla produzione industriale, arriva anche quella del pil. Nel secondo trimestre, il nostro prodotto interno lordo è cresciuto dello 0,4% il che vuol dire +1,5% su base annua. Si tratta della crescita tendenziale più alta dal primo trimestre del 2011 quando risultò pari al 2,1%. Ovviamente, stiamo parlando di stime. Anche se la variazione acquisita (cioè il tasso che si registrerebbe alla fine dell'anno nel caso in cui i due prossimi trimestri facessero segnare crescita nulla) è all'1,2%, cioè già oltre l'1,1% fissato dal governo nel Documento di Economia e Finanza. Insomma i dati dell'Ista mostrano una ripresa più forte delle previsioni ...saluti
  3. IL BLOG C'è una sinistra che dice no al codice Minniti e alla svolta antiumanitaria del Governo 13/08/2017 15:52 CEST | Aggiornato 13/08/2017 15:53 CEST Tomaso Montanari STEFANO RELLANDINI / REUTERS Migrants are rescued by "Save the Children" NGO crew from the ship Vos Hestia in the Mediterranean sea off Libya coast, June 15, 2017. REUTERS/Stefano Rellandini Prima Massimo Giannini su Repubblica, ora Roberto Saviano sull'Espresso denunciano il silenzio della sinistra sul Codice Minniti e sulla svolta antiumanitaria del Governo Italiano. Hanno ragione o hanno torto? Dipende. Dipende da cosa si intende per sinistra. Se la sinistra fosse il Pd, ovviamente quel rilievo non avrebbe senso: perché il Codice Minniti e la missione in Libia sono decisi da un governo del Pd. Se Giannini e Saviano pensano a Mdp-Articolo 1 l'osservazione ha senso a metà, perché Mdp si è spaccato sul voto libico: solo 20 deputati su 43 hanno votato sì, approvando una missione che un esponente di spicco del partito, Arturo Scotto, ha lucidamente definito "un tragico errore". Se la sinistra viene identificata con Giuliano Pisapia, allora forse l'osservazione è centrata: qualcuno, infatti, sa cosa pensi l'autoconsacrato 'leader della sinistra' del Codice Minniti e della nostra politica in Libia?Ma c'è dell'altro, a sinistra. In Parlamento esistono Possibile e Sinistra Italiana, limpidamente schierati contro il Codice Minniti e la missione in Libia. Fuori dal Parlamento esiste la famosa 'società civile': piena di associazioni, comitati e movimenti, che non sono stati in silenzio. Per esempio Libertà e Giustizia (di cui sono presidente) si è espressa con grande chiarezza. Di tutto questo non si trova traccia nei ragionamenti di Giannini e Saviano. E (lo dico con grande stima e amicizia per entrambi) se invece di raccontare la sinistra che prova ad esistere continuano a raccontare la ex sinistra che tradisce se stessa, questo silenzio rischia di assomigliare ad una profezia che si autoavvera. Portando a concludere che: no, non c'è speranza che nasca una nuova sinistra. E invece una speranza c'è. La sinistra che sta provando a costruire se stessa si è riunita il 18 giugno scorso al Teatro Brancaccio. C'erano Possibile, Sinistra Italiana e Rifondazione Comunista: ma c'erano anche moltissime associazioni e realtà civili, e tanti cittadini politicamente 'apolidi'. Un mondo vastissimo, e in gran parte sommerso: nel senso che da tanto tempo non vota più. Da tanto tempo ha rinunciato alla rappresentanza. Ora, tutto quel mondo si ritrova nel dire 'no' senza se e senza ma alla politica di Minniti sull'immigrazione: dall'apartheid del codice penale, al codice imposto alle ong. E non si riconoscerebbe mai in un voto per una politica che, lasciando mano libera alla Libia, riconsegna all'inferno tutti i dannati senza colpa che provano ad evaderne. È un mondo magmatico, contraddittorio, difficile da portare in politica? Certo, e infatti la sfida è ardua e rischiosa. Ma è l'unica degna di essere accettata, a sinistra. E la prova che possa essere vinta è stata la vittoria del No al referendum costituzionale. Intendiamoci: è fin troppo evidente che non tutti coloro che hanno votato No sono anche contro la politica antiumanitaria. Ma è invece chiaro che chi ha votato Sì è invece disponibile a sottoscrivere quella politica. Quando si chiede di archiviare l'argomento referendum (e lo chiedono, ovviamente, soprattutto i sostenitori di Pisapia) si dimentica che non si trattava 'solo' di difendere il progetto della Costituzione, ma di un voto di schieramento sulla questione fondamentale del nostro tempo: il dominio assoluto del mercato. Matteo Renzi non ha fatto campagna sui commi della riforma, e non l'ha persa su quelli. La domanda della scheda referendaria era, ed è stata percepita, in questi termini: «Volete voi superare le garanzie di una Costituzione troppo 'sociale' per permettere all'Italia una migliore integrazione nel mercato?». Che la questione fosse questa lo dimostra, per esempio, quanto dice Carlo Calenda, che parla della riforma Renzi-Boschi come di una cruciale "occasione perduta". La vittoria del No ha dimostrato che esiste una maggioranza di italiani che non ritiene che il futuro sia garantito da "più mercato", ma al contrario da "più diritti": per tutti, migranti inclusi. Si è trattato, cioè, di un voto anti sistema: un voto contro lo stesso sistema che oggi esige il sacrificio cruento dei migranti. È in quel voto, nel fuoco di quella battaglia che si è formata – di fatto – una nuova sinistra, che deve ora prendere coscienza di sé, e organizzarsi. Se Giannini e Saviano provassero a guardare e a parlare a questo mondo, non dovrebbero spender molte parole per convincerlo che Medici Senza Frontiere ha ragione: perché, 'di qua' , è pacifico. È una sorta di 'comma 22', quello immaginato dal celebre romanzo pacifista di Joseph Heller: «Chi è pazzo può chiedere di essere esentato dalle missioni di volo, ma chi chiede di essere esentato dalle missioni di volo non è pazzo». Che nella politica italiana di oggi si scrive così: «Chi è di sinistra è contrario al sistema, ma chi è contrario al sistema non deve essere raccontato dai media». Spezzare questo gioco infernale è uno dei presupposti per rifare davvero la sinistra. E poi, magari, il mondo ". Quello sopra e'quello che scrive il mito del Cazzaro Fosforo circa il Codice Minniti . Minniti ha una colpa per il sinistrorso al caviale Montanari , idolo , lo ripeto , del Cazzaro Partenopeo : Fa parte del PD ed e' un Renziano . Per Tomasino e Fosforuccio , andrebbe preso a calci in nome e per cosa non si sa . Va preso a calci nel ku.lo solo perché e' del PD. Bene bene bene . Chiedo : notate nelle parole di Tomasino una proposta alternativa ? Qualcosa di condivisibile degna di un confronto? Qualcosa che possa solo avvicinarsi ad una auspicabile soluzione del problema ? No , vero ? E' la solita sx sx sx che dal dopoguerra chiacchiera e basta , teorizza ma non conclude un cazxo , si trincera dietro i soliti No che alla fine fa vincere le destre . Quelle vere , i razzisti , ii fascisti vecchi e nuovi . Stambecille di Montanari , al pari del Cazzaro Fosforo , e' pure orgoglioso perché secondo i 2 emeriti co@lioni hanno contribuito , a sx , di aver inferto una legnata al Caudillo Renzi con un referendum del fucembre scorso . Peccato che si dimenticano di dirci che hanno raggiunto il grandioso risultato del 59% alleandosi con Salvini , Grillo , là Meloni , Berlusconi , Forza Nuova e Casa Pound . Eh sì , c'è proprio da essere orgogliosi !! Adesso , però , vi spiego da dove nasce l'odio , il rancore e li schifo che Montanari nutre verso Renzi , ma prima alcuni cenni di cronaca di chi sia l'esimio novello Marx della sx sx sx . Nasce a Firenze e frequenta le stesse scuole di Renzi di cui e' quasi coetaneo . Non brilla in niente come critico d'arte e anche come Profesore associato potremmo considerarlo uno dei tantissimi . Scrive qualche librettinon paragonabile ai Bignami e di distingue per una possibile vendita tramite internet . E', però , un grande ambizioso , un tipo alla " Lei non sa chi sono io ". Invece in Toscana , soprattutto tra Pisa e Firenze lì sanno bene chi e' !! Lo sanno talmente bene che viene etichettato come Mr. Apericena . Ogni fine settimana , dopo essersi informato sul meno , decideva quale salotto frequentare. L'importante era che ci fossero tartine al caviale , culatello di zibello , si pasteggiasse a Chianti d'annata e si terminasse con champagne Krug riserva e lui era lì . Era lì , in quei salotti , dove con il bicchiere in mano , si parlasse di lotta di classe , operai sfruttati , rivoluzione , ma , soprattutto , affinché qualche personaggio in vista di quell'amniente potesse sponsorizzarlo verso Renzi affinché potesse tramutare il suo sogno in realtà . Il suo sogno era quello di diventare Direttore degli Uffizi . Viveva per quello e sapeva che nel 2015, al vecchio Direttore , Antonio Natali , sarebbe scaduto il mandato ed avrebbe dovuto essere sostituito . Ergo : in quel periodo , Tomasuccio Montanari , niente dice contro il PD e tantomeno contro Renzi . Anzi apprezza la virtù e la verve del suo concittadino , fa qualche capatina alla Leopolda e , nel frattempo , continua a frequentare ed ad ingrufiarsi di cibo di qualità nei salotti toscani . Purtroppo il suo sogno viene infranto nel settembre 2015 quando il Minustro Franceschini nomina Durettore degli Uffizi Elke Smhidt , tedesco , con un curriculum 1000 volte superiore a quello di Tomasino . Ecco che nel mediocre professorino su scatena l'odio verso Renzi secondo lui il vero colpevole della sua trombatu.ra . Rancore e scki.fo ( toh , proprio come quello del Cazzaro Fosforo ) . Smette gi frequentare quei salotti ed incomincia a preferire quelli Romani , strizza l'occhio al M5S dove rischia di diventarne assessore nel governo Raggi a Roma . Si batte come un leone sbufaleggiando ( toh, come il Cazzaro Fosforo ) contro Renzi in qualsiasi consesso e' possibile ( toh , come fa il Cazzaro Partenopeo con il suo barbiere , pizzaiolo e cassiera del cinema ). Questo e' la persona a cui Il Bufalaro Partenopeo vorrebbe affidare il Paese . Tranquilli , il Cazzaro porta male ed ultimamente alle precedenti elezioni politiche si e' schierato , nell'ordine , con Di Pietro , Ingroia e Tsipras . Tutti scomparsi con percentuali da prefisso telefonico . Succederà anche con Tomasino Montanari . Saluti e buon Ferragosto .
  4. I risultati dell'azione di governo e i frutti delle scelte effettuate nei mille giorni da Matteo Renzi non vanno in vacanza: a Giugno la produzione industriale balza in avanti crescendo del 5,3% rispetto al Giugno 2016. I dati Istat confermano la ripresa che già si intravedeva a maggio e che si conferma nel trimestre con una crescita complessiva dell'1,1%. Inoltre, merita una menzione particolare la produzione di autoveicoli che, rispetto allo scorso anno, è aumentata del 19,9%. Aver inserito il superammortamento in legge di bilancio e aver abbassato le tasse ha indubbiamente stimolato la crescita. Nel frattempo , però , tace il Cazzaro Napoletano , tace la testadiminkia cecata Shinycaghetta , tace Monellebete che però tace anche quando parla , tace la testadicazzo docgalileo specializzato , oramai , a commenti copiaincollati perdipiu' in ...inglese . Sfido i soliti commentatori catastrofisti, Bufalari Partenopei e non a cercare di confondere anche questa volta le acque con letture tendenziose e false dei dati. E invito gli stessi a non dare la colpa all'afa per le loro grigie previsioni sempre smentite dalla realtà. Fa caldo si , ma il caldo non toglie la voce. Saluti
  5. Pensierino dopo la lettura dei giornali. Con la rottamazione delle cartelle voluta dal Governo dei millegiorni lo Stato incassa due miliardi in più del previsto. Con il canone in bolletta si paga meno perché si paga tutti. Il PIL cresce, i posti di lavoro aumentano, l'Italia va. E ancora non abbiamo realizzato il progetto "tornare a Maastricht" che è illustrato in "Avanti". Quando avranno finito di discutere del carattere di Renzi ci sarà qualcuno che avrà il coraggio di ammettere che le riforme di Renzi funzionano? Buona domenica !!
  6. Avevi ereditato un Partito che aveva nel 2008 12milioni di elettori ed il 33,2% e l'hai portato nel 2013 a 8milioni e 600mila al 25,4%. Avevi ereditato 900mila iscritti nel 2009 ma li ho portati a 524mila nel 2013 ma hai imputato a Renzi il crollo delle iscrizioni al Pd (450mila alle primarie del 2017). Hai realizzato governi con Monti e Berlusconi nel 2011-2013 in cui hai elevato l'età pensionabile senza alcuna gradualità creando la famosa categoria degli esodati. Hai depotenziato l'art.18 delle statuto con la legge 92/2012 (art.44) e te la sei presa con Renzi (assieme alla Camusso) quattro anni dopo. Hai inserito il pareggio di bilancio nella Costituzione (ma non hai gridato allo stravolgimento della stessa come hai fatto quattro anni dopo). Hai permesso la diffusione ad libitum dei voucher nel 2013 ma me te la sei presa col job act che invece li monitorava per evitarne l'*** ed hai appoggiato il referendum della Camusso, che poi è stato evitato. Insomma hai due vite negli ultimi 8 anni: fino al 2013 hai massacrato gli strati piu' deboli portando alla rovina l'Italia facendogli perdere circa 500mila posti di lavoro e 12 punti di Pil e trascinando così il Pd nella piu' rovinosa sconfitta. Ma poi dal 2014 sei ridiventato di sinistra ed hai attaccato tutti i provvedimenti del segretario e Presidente del Consiglio Renzi. Perchè vi chiederete? Perchè non avevi piu' il controllo della ditta, visto che la gran parte dei Parlamentari ti avevano abbandonato e Renzi aveva avuto un successo impensabile a fronte dei piccoli numeri di Cuperlo. Poi hai realizzato la scissione, dopo aver chiesto il Congresso, accordatoti perchè Speranza veniva sondato al 2-4% nel Pd. Ed ora farfugli di animali e sinistra, dici di essere incompreso ma sei solo incomprensibile, coma la tua storia recente dimostra così come il seguito elettorale che registri attualmente. Gli auguri non posso farteli , di sicuro sei stato una formidabile delusione .
  7. "IL MIO modello è Sandro Pertini" ha dichiarato Luigi Di Maio a Vanity Fair.Aggiungendo: "È stato presidente qui alla Camera e io ho l'onore di sedere sullo stesso scranno". Il proposito di imitare il Presidente più amato dagli italiani è lodevole, e in effetti non si può negare che lui oggi ogni tanto si sieda nello stesso posto dove quarant'anni fa sedeva Pertini. Solo che quello era presidente della Camera e lui solo il vicepresidente di turno: ma non mettiamoci a spaccare il capello in quattro.Ora, non sappiamo cosa farà in futuro il deputato Di Maio, candidato in pectore a Palazzo Chigi. Però sappiamo quello che ha fatto finora. Proviamo a confrontare la sua biografia con quella del suo modello politico, perché magari qualche dettaglio rivelatore ci è sfuggito, e siamo davvero di fronte al nuovo Pertini. Vediamo. A 20 anni Pertini combatteva come sottotenente, e guidando un assalto nella battaglia della Bainsizza ottenne una medaglia d'argento al valor militare. A 20 anni Di Maio faceva lo steward allo stadio San Paolo, e a volte accompagnò al suo posto persino il presidente del Napoli, De Laurentiis.A 24 anni Pertini, ispirandosi alle posizioni di Filippo Turati, aderiva al Partito Socialista e veniva eletto consigliere comunale a Stella.A 24 anni Di Maio, ispirandosi ai Vaffa-Day di Beppe Grillo, aderiva al Movimento 5 Stelle e si candidava al Consiglio comunale di Pomigliano d'Arco, ma non veniva eletto, ottenendo solo 59 preferenze.A 26 anni Pertini prendeva la sua prima laurea, in Giurisprudenza. La seconda, in Scienze sociali, l'avrebbe presa due anni dopo.A 26 anni Di Maio era iscritto alla sua prima facoltà, Ingegneria. La seconda sarebbe stata Giurisprudenza. La laurea non l'avrebbe presa in nessuna delle due.A 27 anni (dopo la marcia su Roma) Pertini cominciava la sua militanza antifascista, che gli sarebbe costata l'arresto, sei anni di prigione e otto anni di confino.A 27 anni Di Maio, dopo aver raccolto 189 preferenze alle "parlamentarie" del M5S, cominciava la sua carriera alla Camera che gli sarebbe valsa cinque anni di indennità parlamentare.A 30 anni Pertini, dopo un comizio, veniva assalito dagli squadristi, che gli ruppero il braccio destro.A 30 anni Di Maio, dopo un comizio, trovava la fiancata sinistra della macchina rigata con un chiodo.A 31 anni Pertini era in esilio in Francia, adattandosi a fare anche il muratore pur di continuare la sua battaglia contro Mussolini, e intanto stampava volantini e giornali contro il fascismo.A 31 anni Di Maio era in missione permanente in tv, adattandosi a fare anche l'ospite fisso nei talk show pur di combattere la dittatura del Pd, e intanto accusava esplicitamente Renzi di aver occupato lo Stato "come Pinochet in Venezuela ".Fermiamoci qui, perché soltanto questi anni possiamo confrontare. Provate voi a farlo da soli. Ricordate "Trova le differenze" sulla Settimana Enigmistica? Ecco, qui bisogna fare al contrario: "Trova le analogie". In bocca al lupo.
  8. Aumenta sempre di più il numero dei vf volontari responsabili degli incendi propagatosi negli ultimi tempi in Italia . Un altro clamoroso caso e' accaduto per una serie di incendi in Lombardia dove un volontario ha appiccato il fuoco solo per il gusto di andarlo, dopo , a spegnerlo . Mi vengono in mente le parole del Cazzaro Napoletano che , dopo aver incolpato il governo , le amministrazioni governate dal PD , disse :" Solo nel Paese di Pulcinella , i volontari dei VF , sono chiamati ed impiegati in opere di spegnimento di prevenzione . Ah siii , Cazzaro ?? E cosa dovrebbero invece fare i Vigili del Fuoco volontari ?? Distribuire caramelle ? Cambiare i pneumatici agli automobilisti che forano ?? Dicci dicci Bufalaro . Nel confermarvi che i vf volontari operano in tutto mondo con gli stessi identici compiti di quelli italiani, mando un promemoria che per l'ennesima volta sputta.na il Cazzaro ed ammorba le sue bufale . Chi sono i VV.F. Volontari Il Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco nasce nel 1941, composto dai Vigili del Fuoco Permanenti e dai Vigili del Fuoco Volontari. Oggi, come allora, i Vigili del Fuoco Volontari sono Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco del Ministero dell'Interno. I vigili del fuoco volontari, nel momento in cui hanno il decreto di nomina, hanno gli stessi obblighi dei vigili permanenti ed hanno, durante l'espletamento delle funzioni, la qualifica di Agente o *** di Polizia Giudiziaria, a seconda del grado che possiedono. Le squadre di volontari dipendono dal Comando Provinciale e possono operare tutti i giorni dell'anno. Il personale volontario, a differenza di quello permanente, non è vincolato da un rapporto di impiego e svolge la sua attività ogni qualvolta se ne manifesti il bisogno. In occasione di pubbliche calamità o catastrofi, il personale volontario può essere chiamato in servizio temporaneo e destinato in qualsiasi località. Oppure, in caso di particolari necessità, può essere inoltre chiamato in servizio temporaneo nel limite di 20 giorni. In queste circostanze, i datori di lavoro per i quali i volontari lavorano stabilmente hanno l'obbligo di lasciare disponibili questi dipendenti, ai quali deve essere conservato il posto occupato. I vigili del fuoco volontari sono obbligati a frequentare periodici corsi di addestramento pratico presso i comandi provinciali VV.F. di residenza. Hanno in dotazione sia la divisa, che è simile a quella dei vigili del fuoco, che il relativo equipaggiamento, ovviamente da restituire nel caso in cui ci si cancella dagli elenchi del personale volontario. I vigili volontari sono quei cittadini italiani, di ambo i sessi, che, in possesso dei requisiti richiesti per legge, fanno espressa richiesta di iscrizione nei quadri del personale volontario del Comando prov.leVV.F. di residenza. Generalmente lavorano in propri distaccamenti dotati di mezzi antincendi, presenti in quasi tutto il territorio italiano, e partecipano alle operazioni di soccorso con proprie squadre di intervento al pari dei vigili permanenti. Nei comandi dove non esistono dei distaccamenti volontari, i vigili volontari in servizio vengono inseriti nelle squadre di soccorso dei vigili permanenti. Come si diventa Vigili del Fuoco Volontari I cittadini che intendono arruolarsi nei quadri volontari del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco devono inoltrare la domanda presso il Comando provinciale di residenza, o presso il Comando dei Vigili del Fuoco della provincia limitrofa, nel caso si desideri essere impiegati presso quest'ultima provincia, con i seguenti requisiti: Cittadinanza Italiana, uomo o donna, con un'età compresa tra i 18 ed i 45 anni. Godere dei diritti politici e non essere stati dispensati o licenziati dall'impiego presso la Pubblica Amministrazione. Diploma di istruzione secondaria di primo grado (licenza media inferiore) Idoneità psicofisica e attitudinale (accertata dai competenti Comandi Provinciali) Requisiti di qualità morali e di condotta (art. 35 comma 6 Decreto Legislativo 165/2001) di non incorrere nei casi di incompatibilità previsti dall'art. 8 D.P.R. 6 febbraio 2004, n. 76 È incompatibile con la posizione di Vigile Volontario a domanda: il personale permanente in servizio nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco; il personale delle Forze Armate, delle Forze di Polizia e delle altre istituzioni pubbliche preposte all'ordine ed alla sicurezza pubblica, con eccezione degli appartenenti ai Corpi di Polizia degli enti locali, previo nulla osta delle amministrazioni competenti; gli amministratori di società e dei titolari di impresa che producono, installano, commercializzano impianti, dispositivi e attrezzature antincendio e dei titolari di istituti, enti e studi professionali che esercitano attività di formazione, vigilanza, consulenza e servizi nel settore antincendio;
  9. Chi è il vigile del fuoco in manette per aver causato decine di incendi -Il caposquadra dei volontari arrestato a Ragusa condivideva su facebook post di Di Battista e m5s, riferimenti al duce, a Putin e contro il governo.
  10. L'Italia salvata da Dalema , Civati , Fassina , Rizzo , Montanari ,Medici senza frontiere e Saviano ?? Ahahahaha A questi sembra non importare nulla delle battaglie che l'Italia ha fatto in campo europeo sui migranti. Si sono dimenticati che solo qualche mese addietro si temeva la vittoria dei populisti in Olanda, Austria e Francia, sono di memoria corta quando sorvolano sui blocchi militari al Brennero o a Ventimiglia che respingono gli immigrati ovvero sulla mancata attuazione da parte dei paesi dell'est degli accordi che loro stessi hanno sottoscritto, lasciando nell'isolamento piu' totale il nostro paese di fronte alla massiccia ondata migratoria proveniente dalla Libia. Hanni dimenticato che in questo dramma sono stati ravvisati profili penali che coinvolgerebbero diverse Ong, in collegamento diretto con gli scafisti per facilitarne lo sbarco nel nostro paese. Tutto questo per i nostri salvatori , non esiste. Esiste solo il diritto di MsF di esercitare in piena libertà extraterritoriale il suo diritto a salvare vite umane che verrebbe negato da una presenza militare di controllo.Sono tutte queste le ragioni che non fanno capire a questa sx ridicola come il dramma dei migranti si sia sovrapposto alla discussione dello ius soli rendendone impervio il cammino. Ma naturalmente se lo ius soli non venisse approvato la colpa deriverebbe dalla deriva culturale della sinistra che non è più sinistra impersonata nella fattispecie da Renzi. Alla sx sx più sx non si può , non è mai sorto il dubbio che le leggi per essere approvate hanno bisogno di una maggioranza ed al Senato il Pd con l'apporto dei fuoriusciti e dei tre senatori che si richiamano a Pisapia arriverebbe a malapena al 30% dei consensi? Ma anche questo passa in cavalleria grazie anche al No referendario ed al fatto che in Italia non si potrà mai avere un governo stabile grazie agli strateghi come gli ebe ti di cui sopra . Lo sanno o no che il consenso nel paese dei sondaggi sullo ius soli era a Luglio del 33% ed in questi giorni al 25% ? Ma a loro cosa gliene frega di consegnare il paese alla destra? Cosa c'è piu' bello per certa sinistra di essere minoritaria impopolare ed insieme spocchiosa ed intellettualmente superiore alla Saviano e compagnia ?? A meno che gli tocchino la roba come per i vitalizi ovvero osino pensare di poter assegnare la quota di migranti a Capalbio l'enclave della intellettualità sinistrorsa. A Capalbio dopo tre anni di rifiuto assoluto è stato raggiunto un accordo per l'ospitalità di 15 migranti ma fuori dal centro storico ed ai margini della comunità. Certa sinistra è una pena, verbosa e vuota, l'unico nemico per essa sono Renzi e Gentiloni, il primo perchè gli ha *** ill giocatolino non piegandosi alle congiure , il secondo perchè governa con equilibrio e saggezza questo paese. Cari sinistri che più sinistri non si può , se volete lo ius soli sappiate che ci vogliono i voti di Alfano e di Verdini e che vi facciate passare la puzza al naso e quindi datevi una mossa per includerli, se no non vi restano che le soluzioni autoritarie alla Maduro per imporre il vostro punto di vista ad un Parlamento e ad un Paese che al momento non vuole saperne della vostra soluzioni. Certo sarebbe una sconfitta per me e per la sinistra la non approvazione dello ius soli, ma l'alternativa care mosche cocchiere (come direbbe Togliatti) sarebbe la catastrofe. O , no ??
  11. 2 ore fa, fosforo31 ha scritto: Questo in prospettiva il nuovo governo? Sul Fatto del 4 agosto – Vertice clandestino Renzi-Gianni Letta su voto e Mediaset Amorosi sensi Visita riservata al Nazareno di Letta zio a Matteo Renzi L’inviato di B. nella sede del Pd per parlare del dossier Mediaset: larghe intese anticipate. Ahahahahahaha , mentre il Cazzaro ed il Falso Quotidiano parlano di incontro , addirittura , clandestino , ecco una nota *** del Portavoce di Re zi :" Pd, nessun incontro tra Matteo Renzi e Gianni Letta Interni Social 12 hours ago (AGENPARL) – Roma, 03 ago 2017 – “Non c’è stato alcun incontro tra Matteo Renzi e Gianni Letta sulla legge elettorale”. Così dichiara in una nota Marco Agnoletti, portavoce di Matteo Renzi. Cita Modifica Opzioni
  12. Strano , oggi tutti zitti . Eppure la notizia meritava qualche commento . Invece , Cazzari , ebe ti , destrebeti , professionisti della menzogna , incolpatori di Renzi in particolare e del PD in generale , non aprono bocca . Chissà se ricordami quel che dicevano sul Job Act. Non lo ricordate ?? Lo rammento io . Dicevano che avrebbe fatto sfracelli è che la disoccupazione sarebbe andata alle stelle è che Renzi ed il PD avrebbero messo il Paese in ginocchio . Invece ....,,,,,,,,,,,,..,,,,,,,,,,,,,,,,...,....,,...,,,,,,,,,..,,,..,,,,,,..,Il tasso di disoccupazione a giugno scende all’11,1% in calo di 0,2 punti rispetto a maggio. Lo rileva l’Istat spiegando come il valore torni ai livelli di settembre-ottobre 2012, dopo il lieve aumento di maggio. La stima degli occupati a giugno cresce dello 0,1% rispetto a maggio (+23 mila) e il tasso di occupazione – altra variabile da valutare per una analisi più attendibile del mercato del lavoro – si attesta al 57,8%, in aumento di 0,1 punti percentuali. Continuano dunque ad arrivare dati più che positivi riguardanti la nostra economia: se si considerano le principali variabili macroeconomiche risulta evidente come l’Italia stia recuperando terreno, peraltro in maniera più rapida rispetto ai primi segnali che giungevano nel 2016 (segnale di un evidente consolidamento). È recente la notizia di una stima positiva sul Prodotto interno lordo, che sembra andare di pari passo con l’aumento dei consumi, vero “casus” per una solida ripresa. Il deficit scende, il debito si è stabilizzato e l’avanzo primario gode di buona salute. Certo, la strada da percorrere è ancora molto lunga: la disoccupazione è in doppia cifra e i dati dicono che la distanza tra il Nord e il Sud non si è ancora attenuata (nonostante qualche piccolo segnale positivo). E soprattutto, confrontando la nostra economia con quella degli altri big dell’Eurozona, l’Italia sta facendo molta fatica. Ma la direzione, notano ormai tutti gli osservatori, è quella giusta. Molto positivo è il commento del titolare del Lavoro sui dati diffusi stamane. “Il dato è incoraggiante ed è la conferma – fa notare Giuliano Poletti – della costante crescita di medio lungo periodo dell’occupazione e della contestuale diminuzione dei disoccupati e degli inattivi”. D’altra parte, ricorda Poletti, “su base annua l’occupazione cresce di 147mila unità. Da febbraio 2014 gli occupati sono 821mila in più, di cui 553 mila permanenti; i disoccupati sono 421mila in meno e gli inattivi 707mila in meno." Da sottolineare – si legge ancora nella nota diffusa dal ministero – il dato del tasso di occupazione delle donne, storicamente uno degli elementi di debolezza del nostro mercato del lavoro, che raggiunge il livello massimo dal 1977, anno di inizio delle rilevazioni”. Infine la disoccupazione giovanile, il cui calo, sottolinea Poletti, pur restando a livelli troppo alti, “si attesta a 8 punti percentuali in meno rispetto a febbraio 2014″.
  13. Italiani brava gente... Ho letto un paio di giornali on line. Questi i titoli in evidenza: – "Vercelli, bambina di 2 mesi in coma per gravi lesioni. Il padre confessa: «Non voleva smettere di piangere»" (La piccola era stata portata in ospedale più volte: ha un trauma cranico e costole rotte). – "Madre e figlio segregati in un garage “lager” per i soldi della pensione, coppia in arresto" (a Cozzo, Varese: I due hanno costretto la donna, 78 anni, e l’uomo di 38, in un «clima di terrore». – "Va alla polizia con il cadavere della fidanzata in auto: “L’ho strangolata”. – "«Voglio suicidarmi»: lei accorre ma il fidanzato le spara e si uccide". "Vincenzo fatto a pezzi e massacrato: il delitto ispirato al film "Non aprite quella porta". "Io trafficante di coca a Milano: qui vendo da Dio, anche ai vostri figli". E non ho letto altri giornali locali... E no, non è colpa del caldo...!! Quello non incide nemmeno nelle menti fracassate dei 2 razzistoidi Direttoretto e Uvetta Bianca ( quella che riceve attestati di stima e di benvenuto dal Cazzaro Napoletano Fosforo ).
  14. Ma voi avete idea di chi sia Donald Trump, l'uomo attualmente più potente del mondo? Vabbè, innanzitutto è uno che ci ha una montagna di vaìni (soldi) ma tanti eh, così tanti che se vede 400 euro in terra ce ne mette altri 100 per fat conto pari. Insomma, Trump è talmente ricco che se non ha voglia di andare alla montagna chiama Maometto e se la fa portare a casa. E ora voi direte: come fa ad avere il numero di Maometto? Ce l'ha perché lui gli stranieri li tiene d'occhio da sempre, infatti la sua è una famiglia di immigrati, mezzi tedeschi mezzi scozzesi, insomma di americano , chiaramente, non ci ha una se.ga il su' nonno , per dire, sbarcò in America e si mise a fare il barbiere, fra l'altro era pure nazista e quindi per pararsi il sedere si spacciò per svedese. Ma torniamo al nostro beniamino Donald, un vero ***, che per problemi disciplinari venne espulso da scuola a tredici anni e invece di studiare perlomeno alla Radio Elettra si arruolò militare, che lì un foglio di carta lo si rimedia sempre. Dice, ma come avrà fatto a vincere le elezioni un miliardario misogino, razzista, ignorante, finto abbronzato e coi capelli tinti? Non ne ho idea, anche perché in Italia una cosa del genere non potrebbe mai succedere ( Ahahahaha), ma sta di fatto che è andata così e ora sta realizzando esattamente quello che aveva promesso, quindi non capisco perché la gente si lamenti. Anzi, io spero proprio che in America i repubblicani il muro lo facciano, e anche bello alto, e poi ci si tappino dentro bene bene. Prima di mettere l'ultimo mattone però avrei un paio di richieste: la prima è che si piglino anche Salvini e la seconda è che mi tengano un biglietto se Roger Waters va lì fuori a farci un concerto, ché lui quando vede un muro ci si tuffa subito.
  15. GUIDA: i 35 euro agli immigrati clandestini . By David Tyto Puente - 7 settembre 2014 0 1176 Sono numerose, e imprecise, le *** errate date da quotidiani, televisione, ma soprattutto politici, sul tema della gestione dei profughi, o meglio conosciuti come “immigrati clandestini”. Il tutto avviene attraverso dei bandi di concorso. Cosa prevede un bando? Abbiamo analizzato di recente quello del 7 luglio 2014 della Prefettura di Treviso. Vi riportiamo sia il link al file PDF che una breve sintesi: l’importo complessivo presunto della gara è di euro 1.236.235,00 oltre IVA; il prezzo posto a base di gara è di 35 euro oltre IVA al giorno, così come comunicato dal Ministero dell’Interno e dal Ministero dell’Economia; l’ammontare complessivo sarà determinato in fase di esecuzione del servizio in virtù delle prestazioni effettivamente erogate senza che l’aggiudicatario abbia nulla a pretendere per l’eventuale disponibilità di posti offerti e non utilizzati; Ecco cosa devono comprendere i 35 euro al giorno, che ricordiamo essere il prezzo posto a base di gara: servizi di lavanderia; servizi di *** generica alla persona; pulizia giornaliera e periodica dei locali e degli arredi; disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e deblattizzazione delle supervici; raccolta e smaltimento dei rifiuti; erogazione dei pasti, sette giorni a settimana, con prima colazione, pranzo e cena in base al numero delle presenze effettiva nella struttura; struttura di accoglienza, con effetti adeguati al posto occupato quali materasso, cuscino, lenzuola, federe e coperte che saranno periodicamente cambiati dai servizi di lavanderia; vestiario adeguato alla stagione; prodotti per l’igiene personale e rinnovo degli stessi consumabili con l’uso (sapone, shampoo, dentifrici, carta igienica); erogazione del pocket money nella misura di 2,50 euro pro-capite/pro-die fino ad un massimo di 7,50 euro per nucleo familiare, da erogare sotto forma di buoni spendibili in strutture ed esercenti convenzionati, o di carte prepagate da utilizzare a seconda delle necessità dell’ospite (schede telefoniche, snack alimentari, giornali, sigarette, fototessere, biglietti per il trasporto pubblico). servizi per l’integrazione (mediazione linguistica e culturale, servizio di informazione sulla normativa concernente l’immigrazione, sostegno socio-psicologico e altro ancora). Inoltre, ad ogni profugo viene data una sola ricarica telefonica da 15 euro. Una e una soltanto al suo ingresso, senza periodicità. In poche parole, tanti servizi che devono essere inclusi nei 35 euro di partenza di gara. Con il pocket money ogni profugo ha a disposizione 2,50 euro al giorno, fino ad un massimo totale di 7,50 euro per nucleo familiare, che può spendere per comprarsi ulteriori schede telefoniche, cibo, giornali o le famose sigarette. Questo è il massimo che riceverà ogni profugo, non direttamente i 35 euro al giorno più albergo e vitto. Soldi che vengono messi in circolo nel territorio ospitante, quindi ai tabacchini, ai supermercati, ai bar o qualsiasi altra attività commerciale. Essendo un bando di gara, possono parteciparvi enti con determinati requisiti. Si tratta di Associazioni, Fondazioni, enti ecclesiastici, enti pubblici e del privato-sociale, che devono garantire e soddisfare le richieste, con l’assoluto divieto del subappalto. Saranno questi enti ad aggiudicarsi fino ad un massimo di 35 euro al giorno, quota fissata in tutto il Paese dal Ministero dell’Interno, da gestire per ogni profugo. Inoltre, essendo una gara, è ovvio il gioco del ribasso e saranno meno di 35 euro al giorno per profugo, ma che garantiscano quanto richiesto dal bando di gara. Da dove vengono i soldi? Si tratta del Fondo Europeo per i Rifugiati, soldi che ritornano a circolare nel nostro Paese grazie proprio ai profughi. Infatti, se consideriamo i dati del 2013, i fondi europei utilizzati dal nostro Paese non superano il 40% del totale a disposizione. Infatti, dal 2007 al 2013 l’Italia ha speso meno di 20 miliardi di euro, pari al 40% dei 49,5 miliardi previsti dal fondo europeo. Come Paese, l’Italia è chiaramente incapace nella gestione dei fondi europei, tanto che in alcune realtà vengono addirittura tagliati causa, appunto, l’incapacità di gestione. I fondi europei servono per rilanciare il Paese in ambiti come l’agricoltura, il turismo, la ricerca, per le energie rinnovabili, e fornire servizi come prestiti fondo perduto per i giovani e per prestiti europei agevolati ai cittadini. Infatti, questi fondi europei possono in parte tornare a circolare nel territorio italiano proprio grazie ai profughi. Gli enti che si aggiudicheranno i bandi di gara avranno con che pagare stipendi e far circolare la moneta per gli acquisti dei prodotti necessari per garantire il servizio del bando.
  16. Se avete intenzione di cancellare le politiche di Renzi ripristinate Equitalia con le sue sanzioni ed interessi esorbitanti che tanti suicidi hanno comportato, cancellate la rottamazione delle cartelle, ritornate ai blitz ed al terrore dei finanzieri nei locali notturni che piacciono tanto al Cazzaro napoletano, abolite il fisco amico (che ha recuperato 19 miliardi di euro di evasione nel 2016), ritornate agli esodati , alla rigidità sull'età pensionabile ed alla eliminazione dei benefici dell'ape social, togliete gli 80 euro al lavoratori a basso reddito, togliete la 14/a a 3 milioni e mezzo di pensionati. Tornate ai tempi di quando e' stato cancellato la reintegra dell'articolo 18 nel 2012, salvo poi a cercare di imputarla a Renzi come fa l'dio ta Partenopeo , dissanguate le imprese col corollario di una disoccupazione mai conosciuta dal dopoguerra. Non so che *** di idea della sinistra abbia Il Bufalaro Fosforoso nel rivendicare la cancellazione delle politiche fiscali e del lavoro di Renzi, a me sembra, e lo dico con tristezza, che le sue superate idee siano confluite nel dirigismo della industrializzazione forzata di stampo staliniana degli anni 30 del secolo passato. Se siete d'accordo , votate per il rancoroso (ed io conosco il motivo ed un giorno ve lo racconterò ) Tomasuccio Montanari , un idio ta ed ebe te sx sx al caviale che tanto piace al Cazzaro Napoletano . Saluti
  17. Ahahahaha , vedere il marxista leninista nonche' Cazzaro Napoletano Fosforo che da della gentile e omaggia la leghista razzista xenofoba Uvabianca definendo i suoi interventi ( di Uvetta) graditi e molto interessanti , dopo che quest'ultima (Uvetta ) , ha appellato come Pexxi di mer.da i comunisti e tutti quelli che si identificano nella sx , mi fa "godere" come suonare il sassofono al matrimonio della tua ex . Ah , cosa riesce a fare ...l'accozzaglia !! Ahahahahaha
  18. No, gli immigrati clandestini non vengono in Italia “coi barconi”, solo il 12% dei migranti clandestini viene via mare; il 73% via aerea, il 15% via terra. No, non sono tutti clandestini. Gli stranieri in Italia sono 5 milioni e mezzo e si calcola che solo 300.000 siano irregolari. No, non li manteniamo noi, anzi casomai è vero il contrario. Gli immigrati contribuiscono al Pil italiano per l’11% mentre lo Stato stanzia per loro meno del 3% dell’intera spesa sociale. L’età media dei lavoratori non italiani è 31 anni, mentre quella degli italiani 44 anni, questo significa letteralmente che ci stanno pagando le pensioni. No, non c'è nessuna correlazione con la criminalità. In dieci anni la presenza di stranieri in italia è aumentata del 250% eppure la delinquenza è invariata, anzi, e' diminuita, grazie ad una sana politica di ECATOMBE dei fasci. No, non serve fuggire da una guerra per avere diritto d'asilo, è sufficiente scappare da un regime, infatti i Paesi di origine più rappresentati sono l'Eritrea e la Somalia, in questi paesi l'aspettativa di vita oscilla fra i 50 e i 60 anni. No, non è vero che vengono tutti in Italia, i paesi che ne ospitano di più sono nell'ordine: il Regno Unito, la Germania e la Spagna. Il rapporto fra popolazione e rifugiati in italia è dell'1,2%, in Svezia è dell'11,5% No, non li stiamo neanche aiutando a casa loro, nella legge di bilancio 2017 quelli che dovrebbero essere i fondi destinati alla cooperazione e allo sviluppo, vanno per metà all'accoglienza e alla gestione dei migranti, quindi quei soldi restano in Italia. No, non ci rubano le case: in nessun criterio di assegnazione delle case popolari può comparire la nazionalità, inoltre essendo perlopiù giovani e senza familiari a carico al limite sono svantaggiati. No, se vai "a casa loro" le chiese ci sono eccome. In Marocco i cattolici sono meno dello 0,1% della popolazione eppure ci sono 3 cattedrali e 78 chiese. Ci sono 32 cattedrali in Indonesia, 7 in Senegal, 5 in Egitto, 4 cattedrali e 2 basiliche in Turchia, 4 cattedrali in Bosnia, 3 monasteri in Siria, 7 cattedrali in Pakistan e perfino una cattedrale negli Emirati Arabi. No, non sono tutti islamici, al primo posto fra gli stranieri presenti ci sono i rumeni che sono oltre un milione. I rumeni per la maggior parte sono ortodossi. In seconda posizione ci sono gli albanesi, quasi totalmente atei. No, non bisogna difendere da loro le nostre donne ("nostre" una ***, fra l'altro), perché il 90% degli stupri avviene in famiglia. Ora se l'accozzaglia non ha altre domande andatevene pure affan.cu.lo Grazie e saluti !!
  19. 18 ore fa, fosforo31 ha scritto: Per tua informazione, egregio Ariafresca, in vita mia io non ho mai odiato nessuno, in compenso ho detestato e detesto molti, ma il verbo esatto è un altro, è quello che usiamo noi napoletani:"schifare". L'odio è un sentimento profondo, un ometto di due soldi, un miserabile, un mestierante senza dignità, senza serietà e senza pudore, io non potrei odiarlo neppure volendo. Ma non ho nessuna difficoltà a dire che il signor Matteo Renzi io lo schifo.Mi fa schifo come persona perché è un mentitore e un ipocrita, e mi fa schifo come politico perché è un incapace privo di senso delle istituzioni e per giunta un traditore della sinistra. Altrimenti, per esempio, non avrebbe firmato accordi capestro che ci vincolano a ricevere nei nostri porti tutti i migranti provenienti dalla Libia e a raddoppiare la spesa militare (entro il 2024, accordo firmato in sede NATO senza nemmeno chiedere il permesso del parlamento); altrimenti non avrebbe messo la fiducia per imporre al parlamento una legge elettorale (come fece Mussolini) per giunta incostituzionale (al contrario di quella di Mussolini che non violava lo Statuto Albertino). Altrimenti non avrebbe ricattato gli italiani sulla Costituzione e non avrebbe mentito sulla sua carriera politica (che aveva solennemente promesso, in Senato davanti ai rappresentanti del popolo sovrano, di troncare in caso di sconfitta nel referendum). Per inciso, il signor Matteo Renzi è anche un maleducato perché dopo essersi rimangiato una promessa di quella importanza non ha neppure chiesto scusa agli italiani. Altrimenti non avrebbe tolto le bandiere dell'Unione Europea dal suo ufficio di palazzo Chigi per farsi uno spot elettorale degno dei peggiori populisti antieuropei. Altrimenti non avrebbe fatto cacciare Ignazio Marino nello studio di un notaio; ma avrebbe invece cacciato dal Pd quei miserabili senatori che salvarono dalla decadenza il ladro Minzolini calpestando una legge dello Stato. E avrebbe cacciato dal Pd, a calci nel sedere, anche quel suo fedelissimo sindaco di Ercolano che portò i profughi inconsapevoli di un centro di accoglienza a votare per lui alle primarie. Altrimenti non avrebbe cancellato l'art.18 frutto di decenni di lotte dei lavoratori; altrimenti non avrebbe ordinato a Gentiloni e Padoan di salvare le banche decotte nazionalizzando le perdite (per miliardi di euro) e regalando gli utili ai privati; altrimenti non si sarebbe messo d'accordo per cambiare la Costituzione (la Costituzione!) con un delinquente fresco di condanna definitiva, lo stesso che aveva fatto cadere un governo del Pd corrompendo senatori; etc. etc. Premesso ciò, io non strumentalizzo affatto il disastro ambientale in atto sul Vesuvio, ma lancio accuse motivate. Come ho scritto, l'incendio è iniziato una settimana fa, era un focolaio circoscritto ma è stato affrontato in modo del tutto inadeguato. Ci sono responsabilità gravissime del sindaco di Ercolano (lo stesso di cui sopra, che in altre occasioni, anche in tv, si era fatto vanto dei suoi volontari), del governatore della Regione e del governo nazionale. Perché la Protezione Civile ha un livello comunale, uno regionale e uno nazionale, e il parco naturale Vesuvio è patrimonio dei Comuni, della Regione, della Nazione e dell'Umanità. A questo proposito mi domando come mai, dato che i predetti non sono manifestamente in grado di affrontare questa emergenza, non abbiano chiesto un aiuto concreto (uomini e mezzi) ai paesi stranieri per salvare quello che resta delle pinete del vulcano. VERGOGNA! Senti senti il Cazzaro Fosforo !! Oggi ci viene a raccontare che lui non "odia" lui schifa !! Lui schifa Renzi e tenta pure di motivarne le ragioni . Lui schifa Renzi perché quest'ultimo sarebbe un mentitore, un politico incapace e traditore della sinistra e privo di senso istituzionale dello Stato , uno che avrebbe consentito l'accoglienza dei migranti in cambio di prebende economiche per poterle poi spalmare come mancia elettorale , un maleducato perché doveva sparire dalla scena politica dopo il referendum , uno che tradisce il mandato Costituzionale perché ha tentato di cambiarla assieme ad un pregiudicato ed ad un delinquente in fieri , uno che ha abolito l'art. 18 tradendo lotte di decine di anni dei lavoratori ed altre amenità livorose e strumentali come la Consulta che avrebbe dichiarato incostituzionale l'Italicum e la bufala di un Parlamento abusivo . Bene , bene , bene !! Allora intanto per pari dignità , culturale e di linguaggio , se Fosfy considera Renzi uno schi.fo.so , io considero lui un pez.z.o di mer.da !! Ed anche io vado a dimostrare perché lo e' senza ombra di dubbio . Intanto chiariamo : Renzi , dal Cazzaro Napoletano definito peggiore di Berlusconi , Craxi ed addirittura di Mussolini , e' un signore incensurato con un certificato penale intonso, specchiato e di colore bianco a differenza dei sopracitati dal Cazzaro . Non potendolo " incastrare " direttamente , ci hanno privato , con l'aiuto del Falso Quotidiano e di Calandrino con il padre Tiziano con quella che , come sceneggiata , farebbe impallidire quelle di Merola. Detto ciò continuiamo bella disamina del perché Fosfy e' un pez.z.o di mer.d.a. Un mentitore non può essere fino a che il Cazzaro Partenopeo non ci illustra le motivazioni di detto aggettivo . Lo faccia e sapremo rispondergli . Renzi e' skifo.so perché avrebbe tradito la sx . Quale ?? Quale e' quella gradita al Cazzaro nonché pez.z.o di mer.d.a ?? Quella della lotta di classe che non esiste più in nessun paese civile del mondo escluso la Corea del Nord ed il Venezuela di Maduro ?? Quella pre e post 68 classista ed improponibile della nazionalizzazione totale di tutto ?? Quella allo champagne di Tomasino Montanari che in giacca di cachemire dice no a qualsiasi provvedimento di Renzi e del Pd e nel contempo , sorseggiando un rum di annata , non ci illustra 1 (uno) , nemmeno 1 (uno) straccio di programma per come risolvere il problema della disoccupazione , dei migranti , se e' favorevole o no all'euro , dei territori , di quale legge elettorale , di come intende e con quali alleanze vuole governare il Paese . E' un pez.z.o di mer.da perché pur sapendo benissimo che Renzi non ha svenduto l'Italia sul tema dell'immigrazione in cambio di quelle che lui chiama mance è che sa bene non esserlo , continua nella propaganda tentando di farlo credere come solo i pez.z.i di mer.da fanno . Così come fa facendo apparire la Consulta come l'ordine che ha stroncato l'Italicum sapendo di mentire in quanto la Consulta lo fatto solo per la quota del premio di maggioranza e promuovendo tutto il resto è come ha fatto per quel che concerne l'abusivismo dei parlamentari che esiste solo nella testa del Cazzaro nonché pez.z.o di mer.d.a Napoletano avendo la Consulta emesso , nelle motivazioni , una nota che autorizza il Parlamento a poter legiferare liberamente fino alla scadenza del mandato . Renzi e' skifo.so perché ha abolito l'art. 18?? L'art. 18 esiste solo in Italia , da che mondo è mondo e da sempre nelle aziende medio piccole , eventuali controversie vengono risolte con le transazioni tra proprietà e dipendente . Il reintegro rimane valido per specifici abusi padronali e nel 2016 sono stati ben 17 , su qualche milione di lavoratori , i casi in cui si è fatto ricorso a quello strumento . Renzi fa ski.f.o perché voleva cambiare la Costituzione . Qui il Cazzaro e pez.z.o di mer.d.a si supera . Renzi non avrebbe toccato nemmeno una virgola della prima parte della Cidtituzione, quella che tratta dei diritti e dei dovrai , che sarebbe rimasta identica a come la pensarono i padri costituenti ma cambiare alcuni articoli della parte seconda che avrebbe reso migliore , più moderna e più snella l' Italia avvicinandola ai Paesi più evoluti del mondo . Renzi fa ski.f.o perché avrebbe voluto farlo con la peggiore marmaglia italiana . Vergognati Cazzaro !! Le regole si fanno con tutti coloro che siedono sui banchi parlamentari e Renzi invito' tutti i rappresentanti dell'arco parlamentare a contribuire a farlo . Le regole si fanno tutti insueme e poi ognuno va per la sua strada politica . Mai c'è stato un patto organico con Berlusconi e mai Renzi ha condiviso con il Delinquente una qualsiasi forma di alleanza governativa . Per questo si rivolga a qualche suo beniamino attuale ( Letta e D'Alema). Spero che sia stato chiaro e chiara la motivazione affinché considero il Cazzaro Napoletano un pez.z.o di mer.d.a . Saluti