Cerca nella Comunità

Mostra risultati per tag ''eroi''.

  • Ricerca per Tag

    Tag separati da virgole
  • Ricerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Virgilio Forum
    • Amore e Amicizia
    • Attualità
    • Donna
    • Lavoro
    • Hi-tech
    • Cucina e ristoranti
    • Lifestyle
    • Sport
    • Tempo libero
    • Trucchi & consigli
    • Musica
    • Ambiente
    • Animali
    • Off-topic
    • Regolamento
    • Archivio

2 risultati

  1. C’è un luogo virtuale, ma altrettanto reale, dove le persone perbene posso esporsi, mettendo in primo piano non solo la propria figura e le caratteristiche individuali, ma soprattutto i “buoni gesti”, quelli che contribuiscono, senza il rumore della notizia eclatante, a migliorare la qualità nelle nostre città. Questo luogo si chiama “Io Sono Una Persona Perbene” (ISUPP) la libera associazione di cittadini che mette in primo piano quelle “notizie che non fanno notizia”, ossia le azioni virtuose, spesso eroiche, di cittadini qualunque che spesso non assurgono alle cronache nazionali. Vigili del Fuoco, Poliziotti, Carabinieri, Volontari, ma anche persone qualunque che si trovano ad essere “eroi per caso” salvando vite o risolvendo situazioni critiche, o semplici individui che esercitano un dovere civico, dal pulire spontaneamente un parco pubblico fino a compiere opere di gratitudine e solidarietà verso le persone più deboli. Sono cittadini, ma anche Istituzioni e Associazioni, che mirano al buon vivere, puntando ad iniziative importanti nei settori salute, solidarietà, sviluppo, sostenibilità e sicurezza. ISUPP è il luogo delle persone perbene che esercitano la loro “bontà” con azioni concrete nel lavoro, in famiglia e nella vita di tutti i giorni, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita e disegnare i contorni della nostra “città ideale”, quella a misura d’uomo.
  2. Notte d'inferno sul Vesuvio. Ieri l'altro, una settimana dopo l'inizio dell'incendio, il fuoco sembrava finalmente domato, gran parte dei soccorritori era andata via. Ma ieri, domenica, si è alzato il vento di grecale e la situazione è peggiorata rapidamente. I microfocolai sparsi tra le pinete, quelli che è possibile individuare e spegnere solo da terra, hanno riattizzato l'incendio. Per tutta la giornata gli eroici piloti dei Canadair e degli elicotteri hanno lottato, rischiando la vita, contro il fuoco e contro il vento. Una lotta impari. Ieri sera, per la prima volta al calar delle tenebre quando gli aeromobili sono costretti a ritirarsi, ho visto con il mio binocolo le fiamme levarsi ancora alte, anche a bassa quota e vicine come non mai alle luci delle abitazioni. Sono andato a letto con la morte nel cuore. Il vento soffiava ancora forte, ho temuto non solo la distruzione completa di un patrimonio dell'Umanità, ma anche la strage. Centinaia di famiglie dei quartieri alti di Torre del Greco avevano ricevuto l'ordine di evacuazione. Ma io conosco bene i torresi, popolo aduso a convivere da millenni con una delle più spaventose forze della natura, popolo che ricostruito 8 volte la propria città seppellita dalla lava e dalla cenere. Post fata resurgo è il loro motto. Come prevedevo, pochi hanno obbedito alle autorità, i torresi sono rimasti a difendere le loro case. Una notte d'inferno, uno Stato pressoché assente, una notte da eroi. Alcuni giorni fa il sindaco di Torre del Greco, cosciente dell'insufficienza e dell'inefficienza della macchina dei soccorsi, si era rivolto direttamente ai cittadini con un appello video, invitando tutte le persone in grado di farlo a salire sul Vesuvio e a dare una mano a spegnere l'incendio. Un appello che in qualsiasi altra città sarebbe stato giudicato provocatorio e irresponsabile: un sindaco che invita i suoi cittadini a trasformarsi in pompieri e per un'operazione non certo di routine ma terribilmente rischiosa. Anche a Torre molti si erano indignati e avevano criticato aspramente il sindaco sui social. Ma questa notte, nel momento di maggior bisogno, nel momento decisivo, i torresi hanno risposto. Con l'aiuto di pochi mezzi dei VV.FF e della Protezione Civile, hanno combattuto tutta la notte e hanno spento l'incendio salvando le loro case. Forse alcune o molte di queste case sono abusive, o sanate dopo un ab.uso ma qui questo non conta nulla: questi eroici cittadini vesuviani hanno anche salvato il poco o il molto che resta di un patrimonio dell'Umanità. http://video.corrieredelmezzogiorno.corriere.it/incendi-vesuvio-sindaco-torre-greco-serve-l-aiuto-tutti/a3253b18-66ee-11e7-88c5-2f84507f27c8 http://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/napoli_torre_del_greco_romina_stilo_incendio_vesuvio-2566886.html