Cerca nella Comunità

Mostra risultati per tag ''che schifo''.

  • Ricerca per Tag

    Tag separati da virgole
  • Ricerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Virgilio Forum
    • Amore e Amicizia
    • Attualità
    • Donna
    • Hi-tech
    • Cucina e ristoranti
    • Lifestyle
    • Sport
    • Tempo libero
    • Trucchi & consigli
    • Musica
    • Ambiente
    • Animali
    • Off-topic
    • Regolamento
    • Archivio

1 risultato

  1. 25 aprile, Festa della Liberazione, festa nazionale, la nostra festa, la festa degli italiani liberi. La sezione romana dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia (ANPI) invita alle manifestazioni nella capitale una rappresentanza del Popolo Palestinese. Un popolo tuttora in lotta per la libertà, un gesto di altissimo valore simbolico. Nessun popolo potrà dirsi veramente libero fino a quando nel mondo ci sarà un popolo oppresso. Naturalmente l'ANPI invita, come sempre, anche la comunità ebraica di Roma. Quale occasione migliore per vedere sfilare insieme ebrei e palestinesi affratellati dai valori universali della libertà e della pace? Ma scopriamo purtroppo che per la comunità ebraica di Roma, o meglio per i suoi ottusi e indegni dirigenti, le divisioni storiche e gli odi contingenti contano più dei valori universali. Squallidi farisei ipocriti, che si spacciano per religiosi osservanti ma che sono più miscredenti degli atei. Sepolcri imbiancati ma corrosi dall'odio, bestie che offendendo l'uomo e i suoi valori offendono Dio, e che della parola religione ignorano perfino il significato. La giustificazione addotta nel declinare l'invito dell'ANPI è a dir poco risibile: i palestinesi che sfileranno a Roma il 25 aprile sarebbero gli "eredi" (sic) di quel Gran Mufti di Gerusalemme che negli anni '40 si alleò con Hitler. Questi poveracci ignorano pure la Storia. Dimenticano che il Gran Mufti di Gerusalemme era uno stretto alleato pure di Mussolini. Cosa aspettano a togliersi dai piedi e a trasferirsi in un paese non abitato dagli "eredi" di Mussolini? Diserterà il corteo dell'ANPI anche il Pd. Meglio così. Sapevamo già, fin dalla campagna referendaria e dagli squallidi attacchi della ministra Boschi, che questo Pd e l'ANPI sono politicamente e idealmente agli antipodi. Il Pd voleva sfasciare la Costituzione, i partigiani lottarono e morirono per farla nascere. Ed è proprio la Costituzione nata dalla Resistenza che l'ANPI pone al centro di questo 25 aprile: http://www.anpi.it/articoli/1736/appello-dellanpi-per-il-25-aprile-attuare-la-costituzione-per-cambiare-litalia Naturalmente questa scelta del Pd toglierà l'ultimo dubbio anche agli ultimi ingenui: IL PD DI RENZI NON E' UN PARTITO DI SINISTRA. Potranno pensarla diversamente solo i decerebrati bisognosi di cure psichiatriche. Il Pd con questa scelta si colloca fuori dalla sinistra anche sul piano storico e internazionale. Superfluo precisare che il Pd non sta con gli ebrei, ma sta con i sionisti. Non sta con i popoli oppressi, ma sta vigliaccamente con uno Stato oppressore che occupa militarmente le terre di un altro popolo in violazione di decine di risoluzioni dell'ONU. Il Pd è contro le Nazioni Unite. Questo Pd è indegno di celebrare la festa del 25 aprile. Tuttavia io sono sicurissimo che centinaia di cittadini romani, ebrei ed elettori del Pd, se ne infischieranno altamente delle direttive dall'alto e sfileranno insieme ai partigiani e ai palestinesi per le vie della capitale. Loro, a differenza dei vertici della comunità ebraica e del Pd, sono cittadini liberi, sono veri ebrei e veri italiani di sinistra. Allego un video a beneficio dei più giovani, che potranno apprezzare la differenza tra uno statista di sinistra e un tappetaro di destra e senza palle. Se io potessi scegliere un presidente del Consiglio tra Craxi e Renzi, preferirei il ladrone tutta la vita.