Cerca nella Comunità

Mostra risultati per tag ''ahahahah''.

  • Ricerca per Tag

    Tag separati da virgole
  • Ricerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Virgilio Forum
    • Amore e Amicizia
    • Attualità
    • Donna
    • Lavoro
    • Hi-tech
    • Cucina e ristoranti
    • Lifestyle
    • Sport
    • Tempo libero
    • Trucchi & consigli
    • Musica
    • Ambiente
    • Animali
    • Off-topic
    • Regolamento
    • Archivio

213 risultati

  1. certo è grazie a loro che siamo primi ops ultimi in europa ora anche dietro la Grecia bhe votate loro ma, solo se siete ricchi viceversa farete le pezze al kulo o in alternatva fuori da questo paese grazie alla politica dei forti !
  2. a parte i lekkakuli ma gli altri ancora non hanno capito che il Gen. dalla Chiesa aveva visto benessimo la vera mafia non sta a Palermo ma a .........................
  3. "te piac o presepe" "no m' piac a banca" Dopo la DC e FI credevo che ormai avevamo toccato il fondo, mi sono sbagliato al fondo non c'è mai fine !
  4. POLITICA A quattro giorni dall’intervento che ha fornito ai renziani l’assist per scaricare le colpe del crac Etruria su Bankitalia, a finire sotto accusa è il procuratore di Arezzo Roberto Rossi. Che respinge le accuse di omissioni durante l’audizione davanti alla commissione banche. Nulla è stato nascosto “sulla posizione del consigliere Boschi in relazione alle domande che mi venivano poste”. Le domande, si giustifica ora Rossi, riguardavano il processo per bancarotta – in cui il padre del sottosegretario non è coinvolto – e non le indagini in corso. Che, si scopre, riguardano eccome Pier Luigi Boschi, indagarto sia per falso in prospetto che per accesso abusivo al credito di F. Q.
  5. se penso che tutti i giovani di oggi hanno il taglio di capelli alla Kim mi vien da piangere
  6. l'Irpef al 20%, le pensioni minime a 1.000 euro, dentiere x tutti anche per chi ha i denti, attrezzatura e medicinali gratis x i cani, un milione di posti di lavoro e....................................... poi come in sicilia un indagato al giorno toglie il medico di torno.
  7. LUIGI GENOVESE/ Indagato figlio di Francantonio, ‘ras preferenze’ a Messina: Bindi, “andava controllato” Indagato Luigi Genovese, figlio di Francantonio "mister preferenze" a Messina: riciclaggio e evasione fiscale per il deputato eletto in Sicilia, ecco cosa è successo. Come si dice siciliani avete voluto la bicicletta e ora
  8. peccato poteva essere un occasione per Napoli no forse mi sbaglio la sede era Bari o forse Palermo ma no come al solito era Milano li servono posti di lavoro mica al sud, il sud è strapieno di industrie quindi giusto dare un po di lavoro a Milano se non sbaglio anche il Musso in lino faceva lo stesso discorso tutto al nord !
  9. Sicilia, il neodeputato Riccardo Savona (Fi) indagato a Palermo per truffa e appropriazione indebita
  10. https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/11/18/torino-i-legami-pericolosi-tra-il-comune-targato-fassino-e-la-multiutility-iren-sanzionati-dalla-consob/3986345/ hai hai tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino
  11. Che dire invidio tutti coloro, ragazzi/e pensionati/e, che hanno il coraggio di lasciare una nazione anzi un popolo che va oltre l'orlo del ridicolo ! https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/11/18/barbara-durso-accolta-dalla-polizia-col-picchetto-donore-nella-questura-di-milano-guarda-il-video/3985721/
  12. considerato che al sud, per la grande povertà, vendono il voto anche per pochi euro e, considerato che il M5S non acquista voti in cambio di danaro il risultato è già certo su chi vincerà sia al sud chei alle prossime politiche.
  13. se intende il fatto di potersi ricandidare certamente si ma, solo se la corte UE dichiara inamissibile il reato poichè retroattivo, mica elimina anche l'onorabilità, la sentenza di condanna di 3 grado quindi definitiva di cui è stato condannato x evasione fiscale quella rimane non la toglie nessuno.
  14. Ecco un altro nuovo che avanza POLITICA Dopo la vittoria delle regionali per il centrodestra è il momento di spartirsi gli incarichi: tra giunta, posti di sottogoverno e dirigenti tornano ai vertici del palazzo i volti che hanno amministrato fino a un decennio fa. Dall'ex pm Massimo Russo, già assessore alla Sanità tra il 2008 e il 2012, all'ex rettore Roberto Lagalla, fino a Vittorio Sgarbi: avrà i beni culturali dopo l'esperienza da sindaco di Salemi conclusa con lo scioglimento per mafia del comune di Giuseppe Pipitone | 15 novembre 2017
  15. dal PDL.1 Cateno De Luca, Taormina: “Contro di lui c’è un complotto”. E ai giornalisti: “Poi vi lamentate se vi danno le testate” al PDL.2 Sicilia, avviso di garanzia al re delle preferenze Edy Tamajo, sostenitore di Micari (PDL.2): “Voti comprati alle regionali” sino ai cacciatori di api con le ali a dx
  16. sono tutte in mano al PDL.1 e PDL.2 chisà perchè ? Basta chiederlo al cacciatore di api
  17. vero che il CDX in sicilia vince ma in primis con i voti di chi, con i voti del figlio di Genovese (deputato PD arrestato e condannato in 1 grado a 9 anni di carcere, dopodichè passato a FI) che probabilmente di politica non gli frega niente e, non solo comunque Berlusconi canta vittoria dimenticando che ha vinto solo grazie ala la Lega, UDC e tutte le altre listarelle e che inoltre i sondaggi per adesso l'ho danno meno del 15% quindi quasi la meta del PD e del M5S e, anche meno della Lega quindi senza coalizione fatte ad OK x FI, non salirebbe neanche sul podio con la medaglia di bronzo.
  18. Associazione a delinquere la contestazione per il politico: per gli inquirenti insieme agli altri indagati aveva organizzato un sistema di false fatture per evadere le tasse. Già candidato governatore, il politico fu arrestato nel giugno del 2011 per tentata concussione e *** d’ufficio. Il pm ha chiesto una condanna a 5 anni e la sentenza è attesa entro Natale di F. Q. | 8 novembre 2017 Incominciamo bene ma, se i siciliani votano questi mi sa che se li meritano !
  19. dipende da come la si vede. da parte dei piddini Di maio è un coniglio vigliacco e pure cacasotto (un po forse è vero) da parte dei grillini invece è stato un vero schiaffo una burla una presa in giro alla Renzi ovvero un rottamatore rottamato (anche questo potrebbe essere vero)
  20. 1 Ottobre 2017 - È già stata ribattezzata la tassa sui morti. Secondo il disegno di legge che disciplina le attività funerarie, in questi giorni all’esame della Commissione permanente Igiene e Sanità del Senato, si dovrà applicare l‘Iva al 10% sui funerali, fino a oggi esenti. Inoltre, si dovrà pagare “l’affitto” della tomba, ovvero un contributo su base annua che dovrebbe aggirarsi sui 30 euro e che dovrebbe servire a finanziare la vigilanza da parte delle aziende locali. Con la conseguenza di far aumentare i costi di un funerale anche di 200 euro. I Comuni, invece, saranno obbligati a destinare il 20% della Tasi incassata ai cimiteri monumentali affinché possano coprire i loro costi. Questa ci mancava
  21. considerato che il berlusca continua a dire che gli altri sono macchiette nullafacenti e lui è il top della politica uno statista e grande imprenditore, anche se mi dispiace per i siciliani specie quelli che lavorano onestamente intano considerato che al 99.99% vincerà le regionali Siciliane le sue fans iniziano già a in attesa delle
  22. Promesso per anni da B e rilanciato da Renzi, la grande opera diventa il centro del programma dem Micari chiuderà la campagna con una traversata Messina-Reggio: “Sarà la porta dei commerci da est”
  23. POLITICA L'incontro nella sala del Consiglio regionale, il pretesto è la presentazione di un libro su La Pira. Il `faccia a faccia´ si sarebbe reso necessario sia per il lavoro che Casini sta svolgendo in commissione banche ma anche in vista delle coalizioni. La polemica dell’M5S: "Si fa dettare un’agenda della commissione a uso e consumo del segretario Pd?". La replica di Casini: "M5S state sereni" di F. Q. | 4 novembre 2017
  24. GIUSTIZIA & IMPUNITÀ La X sezione penale del tribunale capitolino ha chiesto alla Procura di Roma di vagliare i verbali di udienza del governatore del Lazio e dell'ex ministro dell'Interno. Perplessità anche sulla responsabile Pd nazionale del Welfare che in aula pronunciò per 39 volte la frase "non ricordo". Il presidente della Regione: "Sono sereno". di F. Q. | 3 novembre 2017 Ventisette testimoni del processo al Mondo di Mezzo rischiano la falsa testimonianza. I giudici della X sezione penale del tribunale capitolino, che il 20 luglio hanno emesso condanne per oltre 250 anni, hanno chiesto alla Procura di Roma di vagliare i loro verbali di udienza, inviati il 16 ottobre. Tra i nomi sui quali i giudici sollecitano di valutare una eventuale iscrizione nel registro degli indagati anche quelli del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, dell’ex viceministro Filippo Bubbico, del responsabile Pd nazionale del Welfare Micaela Campana, del presidente del consiglio regionale del Lazio, Daniele Leodori, dell’ex braccio destro di Alemanno, Antonio Lucarelli e del dirigente della Regione Lazio, Elisabetta Longo. “Sono assolutamente sereno sui fatti, ma francamente scosso e amareggiato per quanto affermato dai giudici della X Sezione del tribunale di Roma – ha dichiarato Zingaretti – nella mia testimonianza ho riportato atti e conoscenze relative ad avvenimenti per i quali sono stato sotto indagine per oltre un anno. Ora attendo nuovamente le decisioni che la Procura di Roma riterrà di assumere”. In riferimento all’audizione del governatore, sentito su richiesta della difesa di Salvatore Buzzi il 21 marzo, i giudici nelle motivazioni della sentenza, depositate nelle scorse settimane, scrivono che “diede il sospetto” di essere “falsa e reticente”. Il presidente della Regione parlò, in particolare, dell’appalto Cup(centrale unica di prenotazioni delle prestazioni sanitarie), per il quale Zingaretti è stato indagato per corruzione e turbativa d’asta e poi archiviato, affermando di “non avere incontrato nessuno, che fosse del centrodestra o del centrosinistra”. La deputata dem Micaela Campana invece, ex moglie di uno degli imputati, Daniele Ozzimo, già assessore della giunta Marino, in aula negò una serie di circostanze emerse, soprattutto, nelle intercettazioni telefoniche. Come ad esempio quella di un’interrogazione parlamentare suggerita da Salvatore Buzzi ma mai presentata dalla deputata. Durante la deposizione in aula la parlamentare del Pd usò l’espressione “non ricordo” per 39 volte e la giudice le ricordò più volte che aveva l’obbligo di dire la verità essendo lì come testimone. Già nei giorni seguenti, la procura di Roma aveva lasciato trapelare il giudizio sulle parole della Campana contraddistinte “da una serie di bugie e reticenze – dissero da piazzale Clodio – smentite dal contenuto degli atti processuali”. NO COMMENT i commenti li fa solo PM71 detto l'ammazza api
  25. come dice il proverbio quando la nave affonda ..............................