Attività

Questo stream si aggiorna in automatico   

  1. Ieri
  2. uaz uaz uaz Scusate, stiamo aumentando il PIL!
  3. ma che Lezzi dice....è tutto merito del caldo ahahahahah che economisti ci sono tra i pentecatti Visto che basta essere dishonesti, la competenza è un optional e dire *** è quindi lecito. Secondo la cittadina Lezzi (quella che assunse la figlia del compag...no come portaborse), se il pil sale è perché quest'estate ha fatto particolarmente caldo e i frigoriferi vanno a manetta. Saranno gli stessi poi abbandonati per le vie di Roma dai goooomblodddisti eheheheheh Che abbia lo stesso speechwriter di Martina Dell'Ombra?
  4. ancora fuori tema , qui si parla della aiuola di fronte all' altare della patria che sembra un deserto... la sindaca cosa fa ???
  5. Visto che basta essere dishonesti, la competenza è un optional e dire *** è quindi lecito. Secondo la cittadina Lezzi (quella che assunse la figlia del compag...no come portaborse), se il pil sale è perché quest'estate ha fatto particolarmente caldo e i frigoriferi vanno a manetta. Saranno per caso gli stessi frigoriferi poi abbandonati a Roma dai gooomblodddisti ??? Che abbia lo stesso speechwriter di Martina Dell'Ombra?
  6. Ecco appunto che dicevo...
  7. Si sì , aumentano . Ahahahahaha Calano i reati commessi da stranieri in Italia Tra le novità del Dossier Immigrazione la flessione del -6,2% tra il 2013 e il 2014
  8. e se c'è la decrescita allora è colpa del freddo ???
  9. Istat, Lezzi (M5s): "Crescita produzione industriale è merito del caldo" 13 8 La ripresa economica dell'Italia? E'dovuta al caldo. Lo afferma Barbara Lezzi, senatrice del Movimento 5 Stelle. In un video postato su Facebook l'esponente M5S commenta i dati dell'Istat e si scaglia contro il governo e spiega che il merito della crescita del Pil non è del governo ma dell'aumento della temperatura: "I numeri di giugno hanno fatto marciare la produzione industriale. Sì, perché a giugno si è consumata molta più energia. E perché? Perché ha fatto molto più caldo", sottolinea Lezzi. "I consumi per i climatizzatori, per la grande distribuzione, per la catena del freddo e per le macchine hanno fatto esplodere la produzione industriale. Il consumo di energia (e di petrolio) rispetto a giugno 2016 è aumentato del 9,8%: allora non è che la produzione industriale è aumentata perché si è prodotto di più - insiste Lezzi - ma per una questione di emergenza" 16 agosto 2017
  10. Vuoi riprodurre oggetti in gomma 3D? Queste sono le caratteristiche: http://www.star3d.it/consumabili-3d-gomma.html E questo dove acquistare il filamento per la tua stampante 3D: http://www.star3d.it/shop/filamenti/tpu-1-75-mm-detail Buon divertimento.
  11. Poveraccio !! Senza argomenti non ti rimane che mandare simili post . Idio ta !!
  12. idi+ota infatti adesso sono anche aumentati grazie ai fulminati e lekkakuli a pagamento come te !
  13. mille giorni

    Poveraccio !! Senza argomenti non ti rimane che mandare questi ridicoli post . Nemmeno ....Direttoretto . Idio ta !!
  14. risposta classica degli anti meridionali ovvero razzisti contro gli italiani e, diciamola tutta anche invidiosi dei Napoletani considerato che loro sono solo dei fulminati, mi dispiace x voi che non sietenati a Napoli ma cosi è la vita ci sono i buoni (Napoletani) e i quaquaraqua come voi !
  15. Italia, agosto 2037, una estate secca e torrida per i mutamenti climatici, da far rimpiangere ai meno giovani l'estate di fuoco di 20 anni prima. In compenso gli italiani si consolano con il magnifico boom economico della nazione (crescita del PIL al 18%, piena occupazione) che ai molti ultranovantenni ancora in vita (la vita media si è allungata sopra i 90 anni nonostante la legge Fornero) ricorda quello degli anni '50 e '60 del XX secolo. Questo sorprendente boom dell'Italia è legato alle formidabili innovazioni tecnologiche introdotte nei campi della green economy, dell'intelligenza artificiale e della guida autonoma (queste ultime abilmente valorizzate dai cinesi proprietari della ex Fiat) da un gruppo di giovani e geniali "cervelli di ritorno" (i figli dei cervelli messi in fuga e dileggiati da un incapace ministro del Lavoro degli anni '10, tale Poletti). Grazie a questi geni italiani del XXI secolo l'umanità si libera una volta per sempre del carbone e degli idrocarburi, la concentrazione dei gas serra in atmosfera ricomincia a scendere e le esportazioni italiane letteralmente volano. Nel caldo e nell'euforia generale pochissimi notano su FB il post di un ex politucolo da tempo caduto nel dimenticatoio, che a 60 anni suonati e perduto il suo grigio impiego presso Jp Morgan (i cui dirigenti sono stati tutti arrestati per bancarotta e corruzione di politici), ammazza il tempo in attesa della pensione (che per lui scatterà a 85 anni) smanettando su un vecchio pc recuperato da un deposito di via del Nazareno (un tempo sede di un partito politico ormai disciolto). Ecco il testo del post, annotato appena in tempo da uno studente che sta preparando una tesi in storia e da un altro che prepara una tesi in psichiatria: “Il tempo è galantuomo: basta saper aspettare. Oggi i dati Istat ci dicono che la strategia di questi anni produce risultati. Flessibilità, non austerity. Giù le tasse a ceto medio e imprese che investono. Scommettere sulla crescita, non sul declino. I risultati arrivano, il tempo è davvero galantuomo. Il passato è passato, la realtà ha smentito i gufi, la verità non si cambia con le fake news. Ma noi oggi, proprio oggi, noi non possiamo permetterci di guardarci indietro. Non possiamo, amici. Dobbiamo guardare davvero avanti”. Dicevo annotato appena in tempo perché il sistema di intelligenza artificiale di Facebook versione 12.0 ha riconosciuto l'utente (noto e storico panzanaro), ha rilevato il carattere obsolescente, ingannevole e delirante del post e ha provveduto dopo pochi minuti alla cancellazione automatica.
  16. Vi ricordate il terremoto di un anno fa? Vi ricordate le promesse altisonanti dell'allora premier Renzi (almeno 4 miliardi per la ricostruzione e bla bla bla), promesse da tappetaro più che da marinaio vista la sproporzione tra le cifre strombazzate urbi et orbi e i residenti nei tre comuni più colpiti dalle scosse, Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto, che insieme non raggiungono le 5000 anime cioè un ventesimo degli abitanti dell'Aquila. Io me le ricordo bene e mi ricordo bene anche di un vecchio amico di mio padre, che da giovane architetto si trasferì in Brasile, alla corte del mitico Oscar Niemeyer, per partecipare alla costruzione di Brasilia, la capitale edificata al centro dell'immenso paese, su un desolato altopiano a 1200 mt di quota (Amatrice è a 950 mt). Per costruire ex novo quella città di 150.000 abitanti (oggi ne conta 3 milioni), più le infrastrutture (centrale elettrica, acquedotti, aeroporto e centinaia di km di strade e ferrovie), più immensi parchi verdi, più un immenso lago artificiale, più imponenti e meravigliose opere architettoniche e artistiche (come il palazzo del Congresso, la splendida e tuttora futuristica Cattedrale, i famosi Candangos di Bruno Giorgi, etc.) che ne fanno un patrimonio UNESCO dell'umanità, un paese all'epoca poverissimo impiegò appena 4 anni (con le tecnologie degli anni '50!). Oggi un paese sulla carta ricchissimo e tecnologicamente avanzato (siamo nel G7, ma ancora per poco visto che nel 2017 la migliore università italiana è scesa al 170-simo posto della classifica mondiale) in un anno dopo il terremoto che colpì piccoli e piccolissimi centri appenninici non ha ricostruito NULLA, non ha nemmeno rimosso le macerie (a parte una veloce "spolverata" di poche ruspe dell'Esercito "casualmente" di passaggio ad Arquata qualche giorno prima della visita di Gentiloni). Questo paese in declino, per non dire alla deriva, è riuscito in un anno ad "approntare", e solo in minima parte a consegnare perché mancano infrastrutture e allacciamenti, appena un settimo dei 3827 prefabbricati provvisori in legno ordinati dai comuni colpiti (per abitazioni e attività commerciali e produttive). Nel giugno scorso i terremotati di Arquata sono stati addirittura umiliati da un governo che definirlo da Terzo Mondo è un'offesa al Terzo Mondo e che li ha messi tristemente in condizione di litigare tra loro per l'assegnazione, mediante sorteggio, di uno sparuto lo.tto di 26 casette. Fece addirittura meno peggio il governo del Delinquente di Arcore, che consegnò in 100 giorni a L'Aquila una new town di 5653 abitazioni (4409 in muratura, 1204 in legno) per 25.000 sfollati (anche se a posteriori sappiamo che erano fatte con i piedi). Ribadisco che oggi si parla solo di casette in legno provvisorie, che uno penserebbe realizzate in base a criteri di economicità e semplicità, e invece nel paese di Pulcinella (e dei governi incapaci e corrotti) i tempi e i costi dicono tutt'altro. Mentre i signori del cemento, inclusi gli indagati e gli intercettati che a ogni forte terremoto gioiscono e sghignazzano al telefono, attendono il loro turno e i miliardi dei contribuenti per la ricostruzione definitiva. E mentre negli USA e nei paesi seri milioni di famiglie vivono stabilmente in case di legno che, a parità di costi e tempi di costruzione, sono di gran lunga le migliori strutture antisismiche esistenti al mondo. Ebbene, alla vigilia di Ferragosto, quasi di nascosto, forse speculando sul ponte festivo e sulle vacanze degli italiani (e dei giornali), un imbarazzato e imbarazzante premier Gentiloni ha fatto visita ad Arquata per inaugurare un altro piccolo e irrisorio lo.tto di casette. Pressoché unanimi i commenti in Rete, suppergiù di questo tenore: è andato l'umile Gentiloni con la sua faccia triste e innocente, perché se ci fosse andato il tappetaro Renzi, quello degli annunci e delle promesse mancate, i terremotati avrebbero spento il suo sorrisetto arrogante e bersagliato la sua faccia di bronzo con le pietre delle macerie. Un altro tipico commento che sottoscrivo è il seguente: a questo punto meglio dare direttamente una licenza edilizia e una somma a forfait (intorno ai 100-150.000 euro) a ogni capofamiglia degli sfollati: la ricostruzione sarebbe più rapida e meno costosa per lo Stato. Ma il povero Gentiloni, sempre alla vigilia di Ferragosto e sempre speculando sul clima vacanziero per non dare nell'occhio, ha dovuto sobbarcarsi un altro ingrato e imbarazzante compito. Telefonare alla famiglia di Giulio Regeni per abbozzare qualche timida spiegazione in merito alla vergognosa e non a caso ferragostana decisione del governo di riallacciare i rapporti diplomatici con l'Egitto del tiranno golpista e torturatore, generale Al Sisi (quello che il tappetaro in visita di Stato adulava come "a great leader" , in perfetta continuità con i baciamano e le leccate di kulo del suo maestro di Arcore al colonnello Gheddafi). "Siamo sempre più in lutto" è stata la ferma e ammirevole risposta su Fb della madre di Giulio, vero comunista e vero italiano, giovane eroe e martire che si batteva per i diritti dei lavoratori egiziani e che finì rapito e massacrato dagli aguzzini di Al Sisi, e per il quale un governo più vile che debole, più vergognoso che indegno, più incapace che abusivo, ha ormai di fatto rinunciato a ottenere giustizia. Per giunta oggi, sul capo già abbondantemente prono del povero Gentiloni, è caduta un'altra grossa tegola. Il New York Times in un ampio e dettagliato articolo-inchiesta (che allego) ha rivelato che l'amministrazione Obama aveva a suo tempo comunicato al governo Renzi le "prove esplosive" e "incontrovertibili" delle responsabilità dei servizi di sicurezza egiziani nel rapimento, nelle torture e nella barbara uccisione di Giulio Regeni. Il New York Times (mica il blog di Grillo o un giornaletto berlusconiano!) parla di ben tre alti funzionari dello staff di Obama che avrebbero confermato questa notizia dell'intelligence USA, con uno dei quali avrebbe parlato direttamente l'autore dell'articolo. Naturalmente l'ex premier, pur chiamato personalmente in causa, tace. Da buon tappetaro, lui parla solo quando ci sono buone notizie, e per prendersene il merito (anche quando non c'è, come nella debole e tardiva ripresina economica di quest'anno). E naturalmente l'attuale governo fotocopia smentisce il NYT. Da un lato viene da ridere: il governo Gentiloni, quello che si cala le braghe davanti ad Al Sisi riaprendo l'ambasciata, si permette di smentire il NYT (peraltro con una noticina anonima di palazzo Chigi). Ma in fondo cos'altro poteva fare un governo fotocopia: dire che l'originale (cioè il governo Renzi) conosceva la verità ma l'aveva vigliaccamente tenuta nascosta al popolo sovrano e ai familiari di Giulio? D'altra parte io stesso a suo tempo mi meravigliai non poco per la decisione dell'altrettanto debole e vile governo Renzi di richiamare l'ambasciatore a Il Cairo. Ora i nodi vengono al pettine: Renzi era stato informato dagli USA e quello per lui era un gesto pressoché obbligato. Ma poi hanno prevalso la vigliaccheria e la ragion di Stato (e dell'ENI che in Egitto ha una cospicua concessione su un grande giacimento di gas). A questo punto non ci resta che piangere per il povero Giulio e sperare che Al Sisi faccia la stessa identica fine di Gheddafi; ma soprattutto non ci resta che attendere le fatidiche, benedette elezioni del 2018 per mandare finalmente a casa questi miserabili, imbarazzanti, vergognosi personaggetti del Pd che ci governano in barba alla Costituzione da 3 anni e mezzo. https://mobile.nytimes.com/2017/08/15/magazine/giulio-regeni-italian-graduate-student-tortured-murdered-egypt.html
  17. http://www.ilgiornale.it/gallery/salvini-e-isoardi-ponte-legno-selfie-salame-e-pic-nic-1431138/8.html
  18. http://www.ilgiornale.it/video/cronache/fiuggi-non-capalbio-cos-limmigrazione-uccide-turismo-1429393.html
  19. L'importante è l'educazione che viene impartita al bambino, che sia seria, civile e razionale cosa che oggi non esiste più il battesimo segna l'inizio della vita, non il marchio cattolico l'importante è l'insegnamento impartito dai genitori che conta , dare la possibilità da adulto di pensare e ragionare secondo la sua testa e non quella degli altri o dei media.
  20. slave

    buongionoo popolo *** money alla ricerca di slave vituali e reali , come benvenuto pioggia dorata per tutti... amo essere viziata ..slave vero zerbiino che vive per rendermi felice, pratico sia il soft che le extreme .. se credi di essere degno ..scrivi presentandoti e dandomi del lei.. non mi interessano persone inesperte o poveracci INSEGNO A COPPIE E SINGOL QUESTA BELLISSIMA PRATICA DIETRO REGALO ... Ti *** la mente e poi forse Te **PER *** E MASTER FELICE DI CONSCERVI
  21. No non esiste, l'amicizia tra un uomo ed una donna è l'inizio dell'idilio che ti porta all'amore vero, dopo anni di amicizia mi sono accorto di amarla di più che mia moglie senza mai toccarla,
  22. Se vuoi andare a curiosare questo post parla della beauty routine per le neo-mamme! https://lapilloladellabellezza.com/2017/05/14/la-beauty-routine-delle-mamme/
  23. Vai al link https://giphy.com/gifs/reaction-laughing-laugh-p0RDMJGgMXF96 per chiarirti le idee sulla possibilità di agganciare la media europea a fine anno. BFODIDSAT
  24. mille giorni

    Vai al link https://giphy.com/gifs/reaction-laughing-laugh-p0RDMJGgMXF96 per chiarirti le idee sulla possibilità di agganciare la media europea a fine anno. BFODIDSAT
  25. Nel frattempo stamani l'Istat ci accredita di un + 1,5 % con la reale possibilità di agganciare la media europea a fine anno. Che la testadi minkya docgalileo sua pietoso nel suo essere pretestuoso e' cosa nota a tutti . Manipolare un dato oggettivo, la crescita, sottolineando un presunto aspetto negativo, la crescita inferiore alla media Europea rappresenta per lavtestadicazxo Docgalileo nutrirsi di sfiga e negatività. Tra l'altro cresciamo tre volte meno della media delle nazioni africane, toccherà alla testadiminkia Docgalileo informare le orde di migranti economici che rischiano l'annegamento e la prigionia in lager nazisti per approdare nella nazione più sfigata del sistema solare, tolto il Belgio... che ebe te !! Cita
  1. Carica più attività