alphaomega@v

  • Numero messaggi

    6
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

1 Calma piatta

Su alphaomega@v

  • Rank
    Utente nuovo
  • Compleanno giugno 15
  1. Interessante quesito. Per i motivi che citi, della mia infanzia ed adolescenza ho poche foto, che conservo gelosamente per la loro rarità, ma che raramente hanno fermato, racchiuso attimi davvero importanti. Nel mare magnum della foto digitale di oggi, in cui uno scatto scappa quasi quotidianamente, il problema è la scelta, l'information overload. Da un po' di tempo ho iniziato a tenere una cartella in cui aggiungo foto con molta avarizia, cercando di distillare l'essenziale.
  2. Condivido fortemente quello che dicono rosarossa236 (pur provocatoriamente) ed etrusco1900 (pur pacatamente). Aggiungo solo una considerazione: se fossimo qualche milione invece di 7 miliardi e mezzo non esisterebbero inquinamento, devastazione degli habitat naturali, eccesso di sfruttamento delle risorse, guerre per accaparrarsi acqua o petrolio, e forse nemmeno la miseria di tanti per permettere la ricchezza di pochi. Eppure la sovrappopolazione è il convitato di pietra in tutte le discussioni ecologiste: brilla per la sua assenza. Sapere che secondo le previsioni demografiche quando saremo 11 miliardi la curva di crescita inizierà a flettere non è di grande conforto: non credo che il nostro pianeta possa reggere l'impronta ecologica di 11 miliardi di persone.
  3. futurama

    In genere non amo molto cullarmi in fantasie impossibili, ma ogni tanto si può fare uno strappo :-) Mi piace pensare che il mio tempo libero lo trascorrerei ogni giorno in posti che mi piacciono davvero, che mi stimolano, che mi ricaricano facendomi evadere dalla routine, in cui comunque rientrerei agevolmente ogni mattina andando al lavoro. Penso ai fiumi di denaro, allo spreco di prezioso tempo personale e all'inquinamento del pianeta che liberarci dalla schiavitù dell'auto potrebbe azzerare. Ma penso anche che si perderebbero milioni di posti di lavoro, e che probabilmente l'accesso al teletrasporto sarebbe appannaggio di una ristretta élite economica. E, come dice wade, il tempo che guadagnerei non dovendo più sprecare la mia vita nel tragitto casa-lavoro, mi verrebbe estorto da un incremento del tempo lavorativo, magari proprio per permettermi di pagare il teletrasporto ...
  4. Suppongo che per qualsiasi animale la capacità di nutrirsi - e quindi possedere una dentatura efficiente - rappresenti un adattamento utile, e quindi lo sviluppo embrionale gli dia una certa priorità ... Mi ha fatto sorridere il commento sui bambini "piccoli mostri" zannuti, facendomi tornare in mente un vecchio film dell'orrore in cui violenze, e forse anche un omicidio venivano compiuti (sorvolando su ogni evidente impedimento fisico) da un lattante. Se non ricordo male, era spinto da un'insaziabile brama di vendetta per essere stato scacciato dal suo utero caldo e accogliente ... L'area cerebrale che ospita le nostre paure profonde ed irrazionali è affollata! :-)
  5. Ciao, Wade. Avevo frainteso il tuo post. Pensavo che 'cane e gatto sull'orlo della guerra' fosse una metafora per il rapporto di coppia. In quella foto avevo proiettato un lui/cane stremato dal rapporto che vuole solo starsene in pace (e possibilmente da solo), e una gatta/lei, la compagna frustrata dalla sua lontananza che cerca un pretesto per sfogarsi con una lite. Comunque, per restare in ambito felino, ho avuto il privilegio di dividere la mia casa con una micetta per nove anni, e ho ben sperimentato la vivacità e l'istinto predatorio che si scatenano davanti a qualcosa di piccolo che si muove velocemente, come la lucina rossa o una farfalla di carta appesa a un filo che le muovevo davanti al muso.
  6. Ma perché poi dovrebbe scoppiare la guerra? Il conflitto quotidiano tra due esseri conviventi è logorante come poche altre cose ...